Vai al contenuto
pazzorik

Sicurezza stradale - siamo veramente consci di quello a cui andiamo incontro ogni volta che ci mettiamo in strada ?

Recommended Posts

Di recente i fatti della vita mi hanno fatto riflettere su un tema che noi giovani e non solo spesso dimentichiamo di soppesare -> la sicurezza stradale.

Come spunto di riflessione posto il video che la madre di un ragazzo inglese di 38 anni, morto in un incidente in moto a causa dell'alta velocità e dell'errore di un automobilista se non erro, ha voluto condividere in rete per sensibilizzare la gente riguardo al suddetto tema.

Nel video non si vede nè sangue nè altro materiale "sensibile" ma c'è ovviamente l'incidente nel quale David perde la vita sul colpo per cui se può in qualche modo darvi fastidio o impressionarvi non fatelo partire.

Guardate e scrivete tutto quello che vi viene in mente, senza paura:

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma,ce` poco da dire.Anche con una vespa avresti brutte conseguenze.Oppure vai a 10 all`ora e un camion ti prende da dietro.Io credo che tutti noi abbiamo la nostra data per salutare tutti.Da veloci o da fermi :boh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io mi rendo conto di quanto sia popolare guidare con qualche bottiglia di troppo.

Conosco molti amici che non si fanno problemi dopo una serata a mettersi in macchina e PURTROPPO sono quasi di più di quelli che invece non lo farebbero mai.

Sono tutti bravi ragazzi che in questi casi (se dovesse accadere qualcosa e ovviamente non me lo auguro) si trasformerebbero in veri e proprio mostri.

Forse queste persone sottovalutano la cosa e non capiscono che gli incidenti più frequenti sono proprio questi. :boh:

Io mi sono promesso di dormire piuttosto in auto e non andare mai in macchina con gente che ha bevuto un bicchiere di troppo.

Una delle poche volte che ho fatto questo errore è stato a capodanno e ancora oggi me ne pento; non che sia successo qualcosa per fortuna, ma il sol pensiero di essere andato incontro a quei rischi mi infastidisce.

 

E ovviamente gli incidenti non si fermano al chi beve.

Purtroppo per via di altre disattenzioni, per via di una distanza calcolata male, per via di un fottuto sasso .... state tranquilli quando guidate, sentite a me :qwi:

Non sempre dipende da voi e i pericoli possono arrivare da chiunque altro pazzo o disattento ma questo è il punto di partenza: essere prudenti :sasa:

 

E sti cazzi se la gente mi viene a dire che sono cose scontate quelle che ho detto ...

Vedo ste cose quasi ogni giorno e la causa spesso e volentieri non è una casualità o un vero incidente: spesso è la coglionaggine, spesso sono errori del cazzo e per l'appunto imprudenza.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'unica volta che mi pento di essermi messo alla guida o meglio di non essermi fermato è stato quando in tangenziale mi accorsi che ero troppo stanco per poter guidare :mhm: Mi venne un colpo di sonno di nemmeno un secondo, ma ero ormai arrivato (mancavano una decina di kilometri) e decisi di continuare e non fermarmi....tutte le volte che ci penso mi vengono i  brividi per quanto fui idiota :mhm: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti per il topic pazzo, purtroppo c ė tantissima gentebche se ne sbatte il cazzo della sicurezza sia propria che degli altri, dal semplice non dare la precedenza al mettersi alla guida in stato non ottimale. E nella maggior parte dei casi quello che reca il danno ė proprio l unico incolume..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Servirebbe una patente per la vita in generale, non solo per la macchina, perchè purtroppo ci sono tantissime persone che si mettono alla guida in condizioni oscene ma forti della convinzione che siano in grado di guidare o che non c'è motivo di pensare che qualcosa potrebbe capitare proprio a loro :sasa: quello che più mi preoccupa è che non siano solo i 18enni o i 20enni ad agire così, ma spesso anche 30enni, quindi la scusa del "sono coglioni perchè giovani, regge poco".

Non so perchè ma sembra che nessuno pensi neanche un secondo a quello che potrebbe causare agli altri, sono troppo preoccupati a sentirsi immortali e più consapevoli di quanto non sono in realtà, e sta cosa oltre che farmi incazzare mi sconvolge anche :peo:

 

Già alle volte non bastano mille occhi e le migliore condizioni psicofisiche per evitare una disgrazia, abbiamo anche a sentirci superuomini....mah.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Molti di voi hanno secondo me centrato il tema ovvero la leggerezza con la quale ci si mette in strada...che sia a piedi, in bici, in moto o in auto.

Ora non dico di vivere la strada con terrore bensì con prudenza, molta prudenza -> stare attenti non solo a non commettere errori ma ad anticipare ed evitare ove possibile quelli degli altri mantenendo sempre alto il livello di attenzione, distanze di sicurezza, non fidarsi troppo di passare ad un incrocio perchè uno ha già messo la freccia e via discorrendo.

Quando si va in auto inoltre bisogna essere consci di avere un'arma in mano...un ammasso di ferraglia dal peso di centinaia o addirittura di migliaia di kg che si muove potenzialmente più veloce di qualsiasi essere vivente -> se ci pensate bene è spaventosa come cosa.

Ora sfocio nella banalità più disarmante ma state davvero attentissimi, non date nulla per scontato, NON USATE QUEL CAZZO DI TELEFONO IN AUTO, non mettetevi alla guida stanchi o particolarmente sconvolti per qualsivoglia evento, NON GUIDATE DOPO AVER BEVUTO O ASSUNTO FARMACI CHE POSSONO INFLUIRE SU RIFLESSI O ATTENZIONE, rispettate i limiti di velocità e tutte le norme stradali ( entrambe le mani sul volante, frecce direzionali che tutti si dimenticano, segnaletica stradale, distanze di sicurezza queste sconosciute ecc.. ) -> se le hanno inventate un motivo c'è, non fate i fighi che di figo c'è poco nel mettere a repentaglio la propria vita ma soprattutto quella degli altri, se volete fare i ganzi andate a fare base jumping o simili e rischiate solo la vostra di pelle.

Detto questo alcune volte l'incidente è inevitabile per cause indipendenti dalle vostre e lì c'è poco da fare...ma aver fatto la propria parte sicuramente diminuirà percentualmente il rischio di incorrervi e nel caso succedesse ugualmente quantomeno non sarà colpa vostra e non avrete fatto nulla di male.

 

Pubblicità progresso gentilmente offerta da pazzorik :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono tutte conseguenze del progresso,poi tutti hanno fretta,tutti sono incazzati,tutti hanno ragione ecc...ecc...Fosse per me tornerei al carretto coi cavalli.Al massimo ci si tira qualche bastonata :ahsi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Orfeo dice:

Sono tutte conseguenze del progresso,poi tutti hanno fretta,tutti sono incazzati,tutti hanno ragione ecc...ecc...Fosse per me tornerei al carretto coi cavalli.Al massimo ci si tira qualche bastonata :ahsi:

 

Mettere i cosiddetti bastoni nelle ruote :trollface1:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 25/4/2016 at 15:43, Orfeo dice:

Sono tutte conseguenze del progresso,poi tutti hanno fretta,tutti sono incazzati,tutti hanno ragione ecc...ecc...Fosse per me tornerei al carretto coi cavalli.Al massimo ci si tira qualche bastonata :ahsi:

 

Ci sentiamo tutti bravi, calmi, razionali ma nel momento in cui ci sediamo sul sedile di guida, qualcosa cambia, la bestia che c'è dentro l'automobilista esce fuori. Insultiamo per gli errori degli altri pensando che noi non ne commettiamo. (ovviamente sto generalizzando e sicuramente ci sono le eccezioni)

 

Anche a me come a Germano è capitato di guidare pur essendo molto stanca. Nel giro di 24h avevo preso tre voli per un'occorrenza, avevo dormito poche ore ed ero stanca e stressata ma dovevo pur tornare a casa. Dall'aeroporto a casa mia ci vogliono appena 50 min , io impiegai quasi due ore perché viaggiavo al minimo consentito in autostrada per paura di combinare qualche disastro. A mente fredda ora penso che mi sarei dovuta fermare, ma ero sola ed era notte e la paura di fermarmi era più di quella di proseguire, "mi è andata bene" si, ma è stata una cosa stupida e a  tanti altri che lo pensavano come me invece "è andata male" . 

 

Il 25/4/2016 at 04:31, Orfeo dice:

Ma,ce` poco da dire.Anche con una vespa avresti brutte conseguenze.Oppure vai a 10 all`ora e un camion ti prende da dietro.Io credo che tutti noi abbiamo la nostra data per salutare tutti.Da veloci o da fermi :boh:

 

Normalmente la penso come te , ma poi vedo notizie come quella di un ragazzino nel mio paese, 15 anni, un'amico guida la vespa, lui sta dietro, non avevano bevuto ma forse, chi lo sa , stavano cazzeggiando e da solo ha preso il bordo del marciapiede, sono finiti contro un palo e il ragazzino dietro non ce l'ha fatta. 15 anni sono pochi per salutare tutti .

 

 

Tornando al primo post: mio marito è un motociclista. Prudente, attento e so che i ragazzi con cui fa le moto-passeggiate sono come lui.  Ma come dice Pazzorik, bisogna stare attenti anche agli errori degli altri. Alcuni ragazzi facendo quel percorso che fanno sempre sono caduti o hanno avuto incidenti, per fortuna non gravi,  e ogni volta che esce faccio finta che sono tranquilla, e che "andrà tutto bene" . Scusate il monologo, ma è un argomento che mi fa riflettere molto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho letto tutto sinceramente, lo farò con calma, ma a volte mi trovo in situazioni in cui non posso evitare di trovarmi.

Ho (avuto, visto che non bevo più nulla da tempo) un problema con l'alcol, non so come resto lucida, e se esagero mi cede lo stomaco (non entro nei dettagli, ma capita per forza a chiunque prima o poi), dunque alle uscite di gruppo, o per la notte di capodanno, ferragosto, compleanni e serate fuori, da anni ho scelto di non bere, perché chiedevano sempre a me di guidare, non capendo che se mi avessero fermato l'alcol in corpo ce l'avevo comunque e certo ci saremmo trovati con meno probabilità di incidenti ma rischiavo comunque di rimanere senza patente.

Senza contare che ho fastidio agli occhi guidando la notte, soprattutto se ci sono fari o se sono in autostrada.

Altre volte, se sono troppo lontana da casa, chiedo a qualche amico/a di ospitarmi per la notte, anche se evito e dato che ho bisogno di dormire poco riesco a riposare poco prima in modo da essere in grado tranquillamente di fare strada. Questa è l'eccezione esagerata di una tantum.

Quello che più mi preoccupa invece è la quotidianità, mia madre guida nervosa e si spaventa, e quel che è peggio è che non se ne rende conto, mio padre a settant'anni passati guida come se ne avesse 40 (a venti era spericolato :ops: ). Mio fratello si ostina a fare 200 km di strada a notte fonda dopo una giornata di lavoro in giro, giusto per dormire a casa.

Con tutto il rispetto, i riflessi non sono più quelli di un tempo e credo che con la gente che c'è in giro certi limiti dovrebbero essere rispettati.

A volte però vedo limiti assurdi di 30 km/h in punti di statale dove non ci sono incroci né traverse e non capisco perché mettere lì di proposito autovelox con limitazioni che in alcuni tratti potrebbero essere pericolose (meglio non dilungarmi su questo che se no vado fuori argomento).

La gente al volante sclera, alcuni credono che la strada sia propria, lo spazio vitale è ridotto e ci si sente in gabbia.

Se capissimo tutti che è uno spazio condiviso, se anche qui ci fossero le piste ciclabili, se le persone imparassero a rispettare lo spazio altrui, forse, ci sarebbe più civiltà e meno preoccupazione per tutti :sasa:

 

Vorrei anche capire e chiedervi una cosa, secondo me è sbagliato illuminare le gallerie la sera/notte, quando fuori è buio, l'occhio si abitua all'oscurità e quella luce forte dà così fastidio che sarebbe meglio non averla, di giorno invece gli occhi sono abituati alla luce e la galleria è buia e nel tempo che ti riabitui sei di nuovo fuori, sarebbe più logico secondo me invertire gli orari di illuminazione, non credete? :mmm:

Poi oh sto in Sicilia, magari da voi le cose si sono evolute diversamente :sisi: 

 

Scusate, alla fine non ho detto nulla di che, e non ho riletto quindi perdonate eventuali deliri :qwo:

 

edit: già che ci siamo, ho avuto anche io un incidente in galleria, in autostrada e con due camion e un'altra macchina che mi ha tamponato a 180 km/h, la signora sostiene che io le abbia tagliato la strada invece, ma guarda un po' :qwi:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, Kin dice:

 

Senza contare che ho fastidio agli occhi guidando la notte, soprattutto se ci sono fari o se sono in autostrada.

 

Se capissimo tutti che è uno spazio condiviso

Ho lo stesso problema, risolto in grandissima parte con gli occhiali ( non ricordo cosa sono, ma il fastidio dato dalla luce dei fari di notte è un fastidio abbastanza specifico) 

 

Proprio questo il problema...la gente si comporta come se fossero gli unici o peggio re/regine ai quali gli devi tutto :fumopeo:

Sono di Napoli e manco sto a dirvi di come per me il codice stradale sia per molti casi sia moooolto flessibile, ma su certe cose non transigo: il menefreghismo.  

 

Vuoi andare a 30 Km/h ? Ammazzati sulla destra, cazzo ti metti al centro della strada?

Vuoi parcheggiare in doppia fila perchè come al solito non ci son parcheggi sufficienti? Fallo con criterio e non per davvero più di 2 min di orologio

Agli incroci se fai passare una macchina che magari sta aspettando da 10 min il suo turno perchè è un impedito...NON MUORI, giuro, parlo per esperienza personale.

Vuoi superarmi sulla destra perchè sei sul motorino e sei figo? Preferirei che lo evitassi agli incroci o meglio che lo evitassi quando metto la freccia a destra :facepalm: 

La freccia è solo per gli indiani? Dove abiti che ti butto sotto :addoct: 

 

 

...ok per ora mi fermo :addoct: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco un esemplare di Germano selvatico nervoso alla guida :asd:

 Comunque sia, io non mi sono mai innervosita alla guida, a volte resto solo un po' perplessa a vedere gente che si ferma per 5 o 10 minuti in mezzo alla corsia perché non ha ancora deciso se svoltare o meno né sa se andare dritto, a sinistra, destra o prendere l'autostrada contromano. E quanti si dimenticano le regole di precedenza alle rotonde? Ve lo dico io, l'80% di tutti i "piloti" italiani :sisi:

E non parliamo dei pedoni e la doccia di pozzanghere :urk:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Kin dice:

a volte resto solo un po' perplessa a vedere gente che si ferma per 5 o 10 minuti in mezzo alla corsia perché non ha ancora deciso se svoltare o meno né sa se andare dritto, a sinistra, destra o prendere l'autostrada contromano. E quanti si dimenticano le regole di precedenza alle rotonde?

 

e quelli che ingombrano entrambe le corsie per chiacchierare da un auto all'altra? :botte:

rotonda? che cosa è? si mangia??? :sasa: nel mio paese nel giro di poco tempo ne hanno costruite 4 e l'80% non sapeva neanche che cosa fossero :peorotfl:

grazie ad esse ora si circola molto meglio ma ci vorrebbe un corso accelerato per chi rimane li perché non sa chi ha la precedenza e tu stai li dietro pronto con la mano sul clacson se fa passare qualcun'altro 

 

e come dimenticare i ciclisti in gruppo che occupano la corsia spesso in punti dove non puoi superare, e stanno li beati a chiacchierare mentre fanno la loro passeggiatina. Perché mai dovrebbero usare la pista ciclabile poi per allenarsi se tanto la strada è tutta loro, no? :peoawes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Usachan dice:

 

e quelli che ingombrano entrambe le corsie per chiacchierare da un auto all'altra? :botte:

rotonda? che cosa è? si mangia??? :sasa: nel mio paese nel giro di poco tempo ne hanno costruite 4 e l'80% non sapeva neanche che cosa fossero :peorotfl:

grazie ad esse ora si circola molto meglio ma ci vorrebbe un corso accelerato per chi rimane li perché non sa chi ha la precedenza e tu stai li dietro pronto con la mano sul clacson se fa passare qualcun'altro 

 

e come dimenticare i ciclisti in gruppo che occupano la corsia spesso in punti dove non puoi superare, e stanno li beati a chiacchierare mentre fanno la loro passeggiatina. Perché mai dovrebbero usare la pista ciclabile poi per allenarsi se tanto la strada è tutta loro, no? :peoawes:

 

Allora io non dico di usare la pista ciclabile perchè chi si allena in bici ovviamente non va a 10-15 all'ora come ad esempio la signora Maria che va a comprare il pane e andando dai 20 km/h in su diventa davvero scomodo ma soprattutto pericoloso usare le piste ciclabili, sia per sè stessi sia per gli altri MA mettersi in mezzo alla strada è da idioti totali oltre che un pericolo pubblico.

Una mattina di qualche settimana fà c'era un gruppo di ciclisti tutti in fila indiana sulla destra ( bravi ) a parte un retard che stava ( non scherzo) nel centro esatto della strada, sulla linea di mezzeria e non accennava a spostarsi!! :kaslutti:

Ed il bello è che quando l'ho sorpassato ha anche avuto da dire...inutile aggiungere la valanga di insulti che gli ho urlato dal finestrino.....totalmente inutili ovviamente perchè quando un cristiano ha la testa ficcata su per il di dietro così a fondo ci vuole ben altro per tirargliela fuori!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi piace questo argomento :zizi: talmente tanto che scrivo anche la mia (e come alcuni sanno che è una cosa rarissima :woh: ). La sicurezza stradale è uno degli argomenti che mi sta a cuore per vari motivi.

Molti sottovalutano questa cosa: è facilissimo a farsi male o morire, persino io ho rischiato parecchie volte nonostante che sono ben conscio dei pericoli...

Tipo una volta ho fatto un doppio testacoda in un'autostrada e dietro c'era un autobus con persone dentro che si fermò a 2 metri dalla macchina... Fortunatamente con nessuna conseguenza grave ma maremma maiala che paura boia.... tutto questo per colpa di una macchia d'olio :-/

 

Tra l'altro faccio anche soccorritore da 5 anni, ho visto tantissimi incidenti: leggeri, medi e gravi che qualcuno non ce l'ha fatta.

 

Come tutti sanno, ci sono più probabilità di averne/farne un incidente bevendo alcool, coglioni alla guida, impazienza, vecchi con il cappello o ciclisti di m**** ecc... :eqw:

Bisogna avere tanta prudenza, non sottovalutare ogni minima cosa, di non avere fretta e di non fare i coglioni sennò mi tocca salvarvi :sasa:

 

edit: un consiglio che dico spesso: Sii il vecchio con il cappello. Quelli campano a lungo :ahsipeo:

 

Modificato da Eras
perchè sono figo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto che siamo in tema... sono appena stata da mio nonno perché avevo la sua macchina e glielo riportata, volevo tornare a piedi ma lui ha voluto accompagnarmi a casa in auto.

E qui entra in scena il vecchio col cappello ( e gli occhiali) . mio nonno è stato un buon automobilista ma oggi, gli ho chiesto di prendere una strada più corta appena aperta al traffico. Gli do le indicazioni e lui ad un certo punto prende controsenso una strada a senso unico, ed io : nonno questa è a senso unico, torna indietro, gira.

Per fortuna era solo un tratto molto breve perché lui è ancora convinto di non aver sbagliato :paura2:

 

Sono felice di essere ancora tra voi :ok: e sono felice che non tocca a me dire a mio nonno di non guidare più 

 

@Eras grazie per quello che fai, la comunità ha bisogno di persone cosi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Usachan dice:

Per fortuna era solo un tratto molto breve perché lui è ancora convinto di non aver sbagliato :paura2:

 

 

 

:facepalm:

Ti capisco, anche la mia nonnina guida ancora e non è un fulmine di guerra in strada :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×