Jump to content
XOUJO

Softair

Recommended Posts

a76b3f13ed_6744583_med.jpg
 
Il softair (definito in italiano anche come tiro tattico sportivo) è una attività ludico / ricreativa - sportiva basata su tecniche, tattiche e usi militari.
Il termine deriva dalla lingua inglese, traducibile in Italiano come "Aria soffice" o più letteralmente aria compressa, e i partecipanti sono chiamati "softgunners", oppure con il termine italianizzato di "softeristi", anche se quest' ultimo è poco utilizzato.
Nei paesi anglosassoni il gioco viene tuttavia chiamato "airsoft" o "air soft".
Per la pratica di tale attività vengono utilizzate delle riproduzioni di vere armi da fuoco da guerra, dette air soft gun (in acronimo ASG), e i partecipanti vestono un abbigliamento simile se non identico a quello in uso dalle varie forze armate dei paesi del mondo (mimetiche, polo, scarpe, ecc.).
Durante le giocate e per la legge, tuttavia è assolutamente vietato usare ed indossare abbigliamento recanti loghi e/o scritte riconducibili a reparti realmente esistenti delle varie Forze armate.
 
Spoiler

 

Regolamento generale e tipologie di partita:
 
Non essendoci regolamenti ufficiali le partite possono avere svariati obiettivi: si va dal conquistare la bandiera altrui, ad effettuare vere e proprie pattuglie di ricognizione per conquistare obiettivi di diversa natura (bandiere, testimoni, materiali, eccetera) naturalmente "neutralizzando" gli avversari bersagliandoli con le apposite armi ed eliminandoli così dal gioco.

Per motivi di sicurezza è assolutamente d'obbligo per chi gioca indossare almeno degli occhiali protettivi, o meglio ancora delle maschere integrali per proteggere tutto il viso (dette "gran facciali"). Il resto dell'attrezzatura non è obbligatorio .

Nonostante la pratica preveda l'uso di protezioni adeguate e le repliche siano di potenza assai ridotta, si tratta pur sempre di uno sport in ambiente aperto, per cui possono verificarsi occasionalmente incidenti come slogature e graffi.

Se non si rispettano le norme di sicurezza basilari (uso di protezioni e della sicura delle repliche quando non in gioco, tiro solo da distanza superiore ai 9-10 metri) è possibile anche che vi siano infortuni agli occhi o ai denti, ma si tratta di casi poco frequenti e facilmente evitabili se lo sport è praticato con attenzione e soprattutto con le dovute protezioni, come maschere facciali in neoprene, occhiali con lente doppia, elmetti di vari modelli e nazionalità, protezioni specifiche per le parti del corpo più deboli.

Esistono infinite tipologie di giocate, limitate solo dalla fantasia degli organizzatori, queste sono le più comuni:

• Cattura la bandiera o postazione avversaria che può essere:
1. Attaccanti contro Difensori: viene posta una bandiera obiettivo, la difesa vince se l'attacco non conquista la bandiera entro un tempo limite prefissato o se tutti gli operatori di una delle 2 squadre vengono neutralizzati vince la squadra nemica.
2. Doppio Attacco/Difesa: con due Bandiere, vince chi cattura la bandiera nemica e la riporta al proprio campo
• Deathmatch a squadre: in cui vince chi elimina tutta la squadra (senza "rinascita" dei giocatori) o chi elimina più avversari (con "rinascita")
• Liberazione di un prigioniero
• Tutti contro tutti
• Cerca e distruggi: difendere la propria postazione e innescare una bomba nel perimetro (naturalmente entrambi le squadre cercheranno di disinnescarla).

Simulazione della seconda guerra mondiale
Possono essere anche organizzati scenari che riproducono azioni realmente avvenute o del tutto immaginarie della storia militare, specialmente con protagoniste forze speciali, del calibro dei US Navy Seals o gli italiani Col Moschin, oppure come già detto da forze armate ed eserciti immaginari.

Per via della disponibilità di equipaggiamento assai ampia, che copre soprattutto il periodo che va dai primi del 1960 ai giorni nostri (anni 2000), gli scenari rappresentano soprattutto forze occidentali contro generici "terroristi" oppure forze della NATO contro forze del blocco sovietico.

Spesso i singoli club "decidono" di propria iniziativa all' atto di fondazione, quale "schieramento" seguire.

Ad esempio se un club decide di seguire lo schieramento NATO, fornirà ai propri giocatori un abbigliamento ed armi riconducibili ad eserciti filo statunitensi, come ad esempio mimetiche di paesi aderenti al trattato dell' atlantico del nord (Stati Uniti, Italia, Francia, ecc.), e armi fabbricate da ditte come Colt o Beretta.

Se invece un club decide di seguire lo schieramento filo sovietico, fornirà ai propri softgunners mimetiche di fabbricazione russa e armi tipo AK (AK47, ecc.)

Come già detto precedentemente gli "scenari" più in voga tra i softgunners professionisti, sono quelli con protagoniste forze speciali (come ad esempio i già citati Navy Seals), che posso essere fatti realmente accaduti (Uccisione di Osama Bin Laden, liberazioni di prigionieri nell' ambito delle guerre al terrorismo in Iraq ed Afghanistan, ecc.) della storia militare, oppure operazioni del tutto immaginarie in abito di ipotetiche guerre future.

La particolarità di questo gioco è l'essere basato completamente sulla correttezza del singolo giocatore, dato che non esiste alcun modo per provare oggettivamente che l'avversario sia stato colpito o meno (contrariamente a quanto avviene in altri sport simili come ad esempio il Paintball):

è dovere del singolo giocatore, nel momento in cui avverte l'impatto del pallino avversario, alzare la mano, smettere di sparare e gridare colpito, morto, o preso (autodichiarazione) e quindi abbandonare in fretta l'area di gioco, evitando di collaborare, comunicare o creare intralcio in alcun modo con i propri compagni o avversari ancora impegnati nell'azione.

Chi agisce disonestamente e non si dichiara nonostante colpito, viene ironicamente definito Highlander (dal famoso film basato sulle vicende degli scozzesi immortali) e una volta individuato può essere discriminato ed emarginato dagli altri giocatori; può anche essere espulso dal gioco o, nei casi più gravi, dall'Associazione di appartenenza.

L'autodichiarazione è anche importante al fine di evitare inutili e continue raffiche di pallini ai danni del giocatore stesso.

Certe volte accade che un giocatore colpito si metta in contatto con i suoi compagni ancora in gioco (cosa assolutamente vietata), comunicando posizione e movimenti del nemico o qualsiasi cosa abbia notato.
 

 

 
Armi e attrezzature:
Spoiler

 

Le Air Soft Gun (letteralmente dall'inglese "Arma ad Aria Compressa") come già detto, sono repliche più o meno fedeli di armi leggere, principalmente da guerra (fucili d'assalto, carabine tattiche, pistole mitragliatrici, ecc.), che sparano pallini plastici sferici a distanze variabili.
 
Il meccanismo di funzionamento può essere a base di:
green gas o CO2: il pallino è propulso dalla rapida decompressione del gas.
 
elettriche: un motore, alimentato da un'apposita batteria (di voltaggio variabile tra i 7,2 e gli 11,1 V), aziona un sistema a ingranaggi, i quali spingono una molla e, a fine corsa, la rilasciano perché possa propellere i pallini. Questo tipo di ASG sono le più utilizzate nell'ambito del softair, in quanto, di norma, automatiche e di solito più performanti, alla lunga, delle repliche a gas. Le batterie compatibili con i motori elettrici sono di diversi tipi: se ne possono trovare di tipo NiCd (obsolete), NiMH (le più comuni), LiFe (le più recenti) e LiPo (le più usate dai giocatori professionisti); i vari tipi differiscono tra loro per prestazioni, svantaggi e vantaggi.
 
a molla: il sistema di sparo è simile a quello sopracitato, ma qui non è presente alcun dispositivo elettrico. La spinta per caricare la molla, in questo caso, è completamente manuale. In questo modo si sviluppa generalmente una maggiore velocità alla volata, ma questo sistema è utilizzabile solo con le repliche bolt action.
I pallini, di 6 mm di diametro (con una tolleranza di 0,05 mm), sono composti da materiali plastici.
 
Da alcuni anni sono state introdotte delle normative che obbligano i softgunners ad utilizzare pallini biodegradabili.
 
Il peso dei tre tipi di pallini più utilizzati varia tra 0,20 g e 0,30 g; esistono anche pallini con grammatura inferiore, quali 0,12 g e 0,15 g, e con grammature superiori, 0,32 g, 0,35 g, 0,40 g, anche se difficilmente vengono usati. I primi sono troppo soggetti a deviazione a causa del vento, mentre i secondi aumentano la precisione dei fucili da cecchino, ma fanno perdere alcuni metri di gittata utile.
 
La compressione del gas, necessaria per proiettare il pallino, si ottiene con la compressione (manuale o motorizzata) di un cilindro a molla, oppure precomprimendo il gas in serbatoi sigillati.
 
Attrezzatura:
A parte le protezioni facciali e una ASG, c'è da sbizzarrirsi nella gran varietà di attrezzature continuamente messe in commercio o semplicemente di auto produzione.
 
Come già detto, i softgunners, indossano un abbigliamento praticamente identico a quello in uso dalle varie Forze Armate, e per evitare confusone, è assolutamente vietato indossare loghi o scritte, riconducibili a reparti militari realmente esistenti.
 
Durante il gioco viene utilizzata un'attrezzatura di base, composta in genere da:
 

ASG primario, spesso un fucile d'assalto (tipo M4 o AK47) ad aria compressa (a gas, a molla con caricamento manuale o elettrico), in grado di sparare pallini da 0.2 g o superiori (più sarà alto il peso del pallino più sarà preciso ma la gittata ne soffrirà) e 6 mm in plastica biodegradabile a non oltre 0,99 joule di energia (limite imposto dalla Legge per le "armi giocattolo").

uno o più caricatori per l'ASG e relativi pallini

occhiali di protezione o maschera, per proteggere il viso da eventuali urti e dai pallini

una tuta mimetica

scarponi da montagna o anfibi

un gilet tattico per portare in modo pratico l'equipaggiamento

 

A questa attrezzatura base, i giocatori più esperti spesso aggiungono attrezzature più avanzate:

 

secondo ASG di differente tipologia rispetto a quello primario (ad esempio, una pistola), con le medesime caratteristiche

una mimetizzazione aggiuntiva, come un gilè, un telo mimetico, un cappello con fronde ecc.

una radio ricetrasmittente, in grado di operare su frequenze civili

ginocchiere e/o gomitiere

un binocolo

una bussola

un GPS

una torcia con gelatina rossa e verde per segnalazioni

una torcia da collocare sul fucile (per missioni in carenza o assenza di luce, come le notturne)

colpi traccianti per le missioni notturne

orologio

camelback, una borraccia a vescica della capacità di 2 o 3 litri, posizionato sulla schiena o sullo zaino e dotato di apposita cannuccia.

un visore notturno

per i cecchini, un'ottica di precisione

granate e mine ad aria compressa o sonore, innocue, che fanno rumore o lanciano pallini a breve distanza

un lanciagranate che spara una rosa di pallini a distanza, da montare sottocanna

fumogeni di libera vendita

un silenziatore

un mirino per facili acquisizioni di bersagli come red dot o eotech

laser

bipiede

maniglione

una canna di precisione avente un diametro minore rispetto a quelle di serie

Occasionalmente sono stati messi in scena anche veicoli, come un carro armato e un elicottero.

 
Dato il particolare realismo delle attrezzature, è fondamentale per lo svolgimento pacifico dell'attività che i club comunichino luogo, ora e data dei raduni alle autorità competenti in materia di pubblica sicurezza, così da non incorrere in problemi con i residenti nell'area o con eventuali altre persone presenti sul campo di gioco.


 

 

Siti affidabili dove acquistare armi e equipaggiamenti:

http://www.militaria.it/default.html

http://www.softairstore.eu

http://softair.tangotactical.it/it/

http://softairmegastore.softaircity.com

 
Fonte: Wikipedia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Provato qualche anno fa insieme ad alcuni amici qui a Roma. Ricordo che è stata una delle cose più divertenti che ho fatto :sisi:. Nonostante la fatica (si cammina moltissimo) e il dolore procurato dai "pallini" è sicuramente un esperienza che consiglierei di fare a tutti.

 

p.s. Messo tutto il mappazzone sotto spoiler

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io e un po' di amici abbiamo iniziato da poco..ci stiamo divertendo parecchio e abbiamo intenzione di iscriverci in un club.

10 ore fa, XOUJO dice:

Provato qualche anno fa insieme ad alcuni amici qui a Roma. Ricordo che è stata una delle cose più divertenti che ho fatto :sisi:. Nonostante la fatica (si cammina moltissimo) e il dolore procurato dai "pallini" è sicuramente un esperienza che consiglierei di fare a tutti.

 

p.s. Messo tutto il mappazzone sotto spoiler

 

 

 

 

Alla fine non fa neanche tanto male, poi basta mettere le protezioni :sisi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

tra l'altro lo preferisco nettamente a laser game e paintball.

con tutta onestà dovrei provarli questi due prima di parlare ma l'idea di simulazione e sopratutto la località dove svolgere softair sono tanta roba.

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah ma io pensavo fosse un altro nome del paintball... :peo: allora mi viene il dubbio: come si fa a sapere quando uno viene colpito? almeno col paintball si vede subito. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

infatti son scappati dei rissozzi con i miei amici allucinanti.

però a parte gli scherzi, c'è un buon clima e chi ci gioca sa che barare è una cosa deleteria. non pensare che non ce ne si accorga :asd:

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Fabi_92 dice:

tra l'altro lo preferisco nettamente a laser game e paintball.

con tutta onestà dovrei provarli questi due prima di parlare ma l'idea di simulazione e sopratutto la località dove svolgere softair sono tanta roba.

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

paintball è fighissimo solo che quando ti colpiscono fa molto piu' male.Molti amici sono tornati a casa con lividi extra large xD

Vi consiglio di andarlo a provare 

21 minuti fa, Taliten Crow dice:

:risata::risata::risata: fair play? IN ITALIA? :risata::risata::risata:

La pensavo come te, invece mi sono dovuto ricredere. 

Per quanto uno vuole fregare riesce a farlo un paio di volte.  E' molto piu difficile di quanto pensi

 

 

 

 

 

 

 

Fabio che arma hai?

Share this post


Link to post
Share on other sites
La pensavo come te, invece mi sono dovuto ricredere. 

Per quanto uno vuole fregare riesce a farlo un paio di volte.  E' molto piu difficile di quanto pensi

 

 

 

 

 

 

 

Fabio che arma hai?

non contarmi, non ho budget e le 5 volte che siamo andati, siamo andati con compagnie, circoli etc. (solitamente con groupon lol)

per cui erano le standard che mi davano li :ehm:

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×