Jump to content
Germanoreale

Referendum Trivelle

Referendum Trivelle  

3 members have voted

  1. 1. Andrete a votare?

    • Andrò a votare sì
    • Andrò a votare No o non andrò a votare perchè al favore del No
    • Non andrò a votare per altri motivi.


Recommended Posts

image.jpg

 

Il Referendum sarà il 17 aprile e gli italiani sono chiamati a decidere l'interruzione o meno dell'estrazione di gas e petrolio da pozzi che si trovano nei limiti delle 12 miglia dalle coste italiane.

 

Votare Sì significa bloccare l'estrazione del gas al termine degli accordi  tra lo Stato italiano e le ditte di estrazione gas e petrolio

 

Votare No significa consentire il rinnovo degli accordi tra lo Stato Italiano e le ditte di estrazione gas e petrolio

 

Qui le ragioni del Sì

http://www.fermaletrivelle.it/

 

Qui le ragioni del No

http://ottimistierazionali.it/perche-siamo-contro-il-referendum/

 

Parere personale:

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ne approfitto per un parziale OT :zaza:

 

C'è stato un po' di macello intorno alla campagna di sensibilizzazione creata all'uopo da un'agenzia di comunicazione pugliese.

Il messaggio trasmesso è stato ritenuto sessista e volgare.

Qui uno dei possibili link.

L'immagine della campagna (poi ritirata):

 

trivelle-6751.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posso dire una cazzata?

Non è un po' tardi per farci votare le trivelle a scavi iniziati?

Voglio dire.. se per caso si arriva a una profondità tale da aver fatto perdere pressione alla roccia che chiude il pozzo petrolifero, anche se ancora non c'è fuori uscita di oro nero, non vi sembra che il rischio di esplosione possa essere molto più pericoloso di quanto sembra? :grat:

Io credo che i danni sarebbero incalcolabili :sasa:

Share this post


Link to post
Share on other sites

È impossibile farlo suppongo, per quanto possano sigillarli la pressione del materiale che hanno in natura, anche con qualsiasi tappo ai tubi, non può essere la stessa, e non credo reggano a vita :nono:

Spero tanto di sbagliarmi :mmm:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi farebbe piacere leggere qualche opinione in più, perché è davvero difficile capire chi esagera, visto che in qualche punto si smentiscono entrambe le correnti :sasa:

Posso riassumere la questione così? "Volete che fra 5-15 anni, le compagnie petrolifere (che ci dovrebbero pagare qualcosa come il 10% del loro profitto) smantellino le piattaforme e se ne vadano lasciando i pozzi a metà?"

Io mi sento indirizzato verso il no, perché le piattaforme sono 21, esistono già, e penso che non approfittare di una risorsa non abbia senso, fintanto che ovviamente si rimanga in sicurezza; perché mi sembra un altro tentativo indiscriminato e testardo di sfiduciare il governo in carica, facendo leva per di più sulla paura degli italiani nei confronti di natura ed energia; perché ho letto da qualche parte che smantellare le piattaforme alla fine dei contratti costa, e a me fa piacere che il governo dia aria alle imprese, per quanto ci facciano storcere il naso; perché non è propriamente una questione di sicurezza, se si continuerà ad estrarre indisturbati oltre le 12 miglia;  perché qualcuno dice che si perderebbero posti di lavoro.

D'altra parte pare che effettivamente, se si consentono i rinnovamenti dei contratti, possano essere portati a termine un paio progetti già avviati, di piattaforme piuttosto vicine alla costa (tipo 3 miglia, 5km). Qualcuno dice che non si perderebbero posti di lavoro, e poi personalmente temo sempre il vizio italiano di fare catastrofi per risparmiare due soldi :boh: 

Mi pare anche troppo tecnica per farne una questione politica :grat:

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, Germanoreale dice:

Grazie, quest'articolo conferma i miei dubbi, ed è anche il primo che ho letto ad avere alle spalle un'analisi manifesta :sasa:

Spoiler

Come l'hai trovato? :peo: Continuo a salvarmi tutti i link che sparpagli in giro :no:

 

Edit: no sul serio, se cerco io mi escono babbei che passano più tempo a creare animazioni che ad analizzare :eqw:

tipo questo http://www.nonsprecareenergia.it/sevinceilsi/

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi dico solo che se dovete votare NO è meglio astenersi, poiché andreste a favorire un'eventuale vittoria del SI.

 

Perché vinca il SI è necessario raggiungere un quorum di votanti, di questa cifra, la maggioranza dovrà essere SI, quidi se dovete votare NO, conviene starsi a casa perché favorireste solo il raggiungimento del quorum e quindi, vi freghereste con le vostre mani XD

 

Per inciso, io sono ancora mooolto indeciso, ma al momento sono un po' più propenso al NO, quindi ad astenermi... Ho una settimana per vedere se cambiare idea o meno...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricapitolando:

 

- Non è stato raggiunto il quorum

- L'86% di quelli che hanno votato erano per il Sì

- Adesso ci si lamenta del menefreghismo degli italiani e di abolire il quorum

- Renzi ha subito perso occasione per starsi zitto

- Una caterva di persone perde occasione per starsi zitta 

 

Qui alcuni link sui risultati del referendum 

http://www.repubblica.it/politica/2016/04/17/news/referendum_trivelle_affluenza_quorum_risultati-137854574/

 

http://www.repubblica.it/static/speciale/2016/referendum/trivellazioni/?refresh_cens

 

Qui osservazioni sul quorum

https://crudedatalash.wordpress.com/2016/04/17/quorum-o-non-quorum-e-davvero-un-problema/

 

Qui qualcuno che auspica un modo migliore di affrontare i problemi :mhm: 

 

http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2016/04/14/trivelle-si-trivelle-no-facciamo-due-conti/?refresh_ce=1

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quanto possiamo associare questo incidente al referendum? Banalmente, doveva succedere e basta, ma sembra capitare proprio a fagiolo per l'opposizione :peo: 


Comunque questo referendum mi ha lasciato l'amaro in bocca, perché è stato poco chiaro nelle sue motivazioni reali, risultando pretestuoso, perché di conseguenza il grado di disinteresse è stato maggiore rispetto al solito, perché c'è ancora dibattito ignorante in giro, di politici e di gente che si improvvisa attivista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'incidente c'entra con il referendum come il referendum c'entra con la salvaguardia dell'ambiente :asd: 

 

Anche se avesse vinto il sì, allo scadere dei permessi, come gli stessi promotori del sì dicevano, nulla vietava di mettersi d'accordo per altri permessi :asd: 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anni fa le compagnie telefoniche avevano solo l'opzione "a contratto", e non esistevano le ricaricabili, dite che non è stato un bene disporre di scelte diverse (con scadenze diverse) e possibilità di cambiare piano tariffario?

Su un campo indubbiamente diverso e più ampio è la stessa cosa, ci saranno altri permessi, ma con accordi diversi, e contratti diversi, almeno nei prezzi, e credo che sarebbe stato un tentativo da fare :sasa: 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×