Vai al contenuto

Recommended Posts

Crysis-PC-_.jpg

 

 

 

Crysis è un videogioco di tipo sparatutto in prima persona distribuito in Europa il 15 novembre 2007 dalla casa di sviluppo tedesca Crytek (già nota per la sua prima creazione, Far Cry), rivelatosi uno dei migliori giochi per computer del 2007 anche grazie al suo innovativo e potente motore grafico CryENGINE.

Nel DVD-ROM del gioco è anche presente l'installer del Sandbox Sandbox (l'editor di scenari del gioco) [su Windows Vista non è utilizzabile], attraverso cui è possibile modificare o creare le mappe di gioco o addirittura creare delle mod (modificatori) del gioco. Crysis utilizza il CryEngine Sandbox 2, diretto discendente del CryEngine Sandbox usato per il primo Far Cry.

 

 

 

Dal 5 ottobre 2011 un remake del gioco basato sul nuovo motore grafico CryENGINE 3 è disponibile anche per PlayStation 3 ed Xbox 360, rispettivamente su PlayStation Network e Xbox Live.

 

 

 

Sviluppo Crytek

Pubblicazione Electronic Arts, Valve Corporation (Steam)

Data di pubblicazione Microsoft Windows 16 novembre 2007 Xbox Live, PSN 5 ottobre 2011

Genere Sparatutto in prima persona

Tema Fantascienza

Modalità di gioco Giocatore singolo, Multiplayer

Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 3, Xbox 360

Distribuzione digitale Steam, PlayStation Network, Xbox Live

Motore grafico CryENGINE 2 (Windows) CryENGINE 3 (Xbox 360, PS3)

Supporto DVD, Download

 

 

 

Trama:

Ambientato nell'agosto del 2020, il protagonista è Jake "Nomad" Dunn, un soldato della Delta Force chiamato a investigare, con il suo team chiamato "Squadra Raptor", sulla scomparsa di un gruppo di archeologi americani - rapiti dall'esercito della Corea del nord - che stavano facendo un'importante scoperta in una delle isole Lingshan, nel mare Cinese del sud.

 

La Squadra Raptor è inizialmente composta da cinque elementi (Nomad, Prophet, Psycho, Aztec e Jester), ma già durante lo sbarco sull'isola i soldati vengono divisi da un improvviso attacco di misteriose creature robotiche volanti: Aztec rimane vittima dell'attacco, mentre i superstiti sono costretti a farsi strada combattendo i nordcoreani per riunirsi. Dopo essersi riuniti e dopo aver trovato la nave degli archeologi congelata e arenata sull'isola, lontano dalla costa, i quattro sopravvissuti vengono nuovamente attaccati dalle creature e un altro membro del team, Jester, viene ucciso. Nonostante le perdite i reduci del secondo attacco decidono di continuare la missione, e, dopo un po' , trovano uno degli ostaggi, che si rivelerà essere un'agente della CIA incaricata di monitorare le ricerche del capo degli archeologi, il Dr. Rosentahl. Mentre l'agente viene portata al sicuro da Psycho, Nomad e Prophet si avviano quindi verso il campo del Dr. Rosentahl, ma ancora una volta la squadra viene attaccata: Prophet viene rapito e Nomad è costretto ad aprirsi la strada da solo verso il campo.

 

Arrivato sul luogo, Nomad scopre l'origine dell'interesse dei coreani per la scoperta degli archeologi: il Dr. Rosenthal e la sua équipe avevano trovato un fossile, vecchio di milioni di anni, dotato di tecnologia mai vista sulla Terra. Improvvisamente, mentre il dottore discute in videoconferenza con il generale coreano Kyong del pericolo che potrebbe rappresentare quella tecnologia se attivata e studiata, il fossile emette un'onda che congela tutto nel raggio di alcune decine di metri: Rosentahl muore, mentre Nomad (che stava ascoltando di nascosto la conversazione) si salva solo grazie alla nanotuta, capace di mantenere stabile la temperatura al suo interno. Visto l'aggravarsi della situazione, un vasto contingente di Marines viene inviato a conquistare postazioni chiave sull'isola; Nomad e Psycho forniscono loro supporto eliminando le forze nordcoreane dalla costa ed avanzando in una valle con l'ausilio di alcuni MBT. La montagna che domina l'isola inizia a crollare, rivelando un'immensa struttura aliena: Nomad, alla ricerca di Kyong, si dirige verso un insediamento coreano alla base della montagna, ma viene catturato dalle forze speciali coreane che, come lui, dispongono di una speciale nanotuta: è quindi costretto ad assistere, impotente, ai tentativi del generale di accedere alla struttura aprendola con delle cariche esplosive. Improvvisamente, però, la struttura sprigiona un'onda energetica che uccide i coreani e libera Nomad: nel caos, il soldato riesce allora ad uccidere Kyong e a liberare Helena Rosenthal, figlia del Dr. Rosenthal e anch'essa prigioniera, ma al prezzo di rimanere egli stesso intrappolato nella montagna in crollo.

 

L'unica possibilità di sopravvivenza per lui è rifugiarsi nella struttura aliena, che nel frattempo si è aperta: all'interno trova un ambiente a gravità zero popolato da creature come quelle che, in precedenza, hanno attaccato la sua squadra e rapito Prophet. Dopo aver affrontato numerosi alieni Nomad riesce ad uscire, ma un istante dopo la sua fuga dalla nave aliena, quest'ultima crea intorno a sé un'enorme sfera, all'interno della quale la temperatura raggiunge i 100 °C sotto zero, congelando ogni essere vivente all'interno sprovvisto di nanotuta. Nomad si trova così a dover fronteggiare gli alieni anche all'esterno della struttura, e ci riesce solo grazie all'aiuto di Prophet, anch'egli appena fuggito dalla nave aliena. Insieme, Nomad e Prophet fuggono dalla sfera e si ricongiungono ai Marines all'esterno. Ritrovano anche Helena Rosenthal, che al momento del congelamento dell'isola stava ancora fuggendo, e la scortano sulla portaerei americana al comando della flotta alleata nella zona.

 

Il comandante della flotta, vista la situazione, decide di evacuare l'isola da tutto il personale rimasto e attaccare la nave aliena con un'arma nucleare tattica. Dopo questa decisione, Prophet ruba un velivolo militare VTOL prevedendo l'inefficacia dell'attacco, e va sull'isola a fronteggiare gli alieni. Nel frattempo l'arma atomica viene fatta detonare, ottenendo però un effetto contrario a quello sperato: le difese della struttura aliena assorbono infatti l'energia sprigionata dall'esplosione nucleare utilizzandola per ingrandire ulteriormente la zona congelata dell'isola. Gli alieni attaccano quindi la portaerei con una ritrovata energia. La situazione degenera e la maggior parte delle forze americane sono costrette a fuggire sui VTOL. Nomad, rimasto uno dei pochi sopravvissuti della nave, riesce a respingere le ingenti forze nemiche e, grazie all'utilizzo di un'arma nucleare sperimentale (il cannone TAC), riesce a distruggere una delle navi secondarie aliene proprio mentre tenta di affondare la portaerei.

 

Sopravvissuto all'attacco, Nomad viene recuperato dal VTOL di Psycho ed insieme a Helena Rosenthal, si dirigono verso l'isola, dalla quale Prophet sta ancora trasmettendo un segnale di soccorso...

 

 

 

 

 

 

Fonte: Wikipedia

 

 

 

Collegamenti:

Crysis 2

Crysis 3

Steam


Crysis 2in Giochi PS3

Crysis 3 in Giochi PS3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mo faccio il 2 e collego tutto insieme 

@Kin* Collegati insieme tutti e 3 i topic 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fatto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×