Jump to content
Sign in to follow this  
Kin

Spoiler Death Parade - Death Billiard

Recommended Posts


230px-Deathparadevisual.jpg

 
Death Parade è una serie televisiva anime, ideata, scritta e diretta da Yuzuru Tachikawa e prodotta dalla Madhouse, che è stata trasmessa in Giappone tra il 9 gennaio e il 27 marzo 2015. La serie deriva da un cortometraggio dal titolo Death Billiards*, sempre prodotto dalla Madhouse per l'Anime Mirai 2013. In Italia i diritti sono stati acquistati dalla Dynit.

DEATH

BILLIARD

DEATH

PARADE
Titolo originale: デス・ビリヤード(Desu Biriyādo) Titolo originale: デス・パレード (Desu Parēdo)
Lingua originale: giapponese Lingua originale: giapponese
Paese di produzione: Giappone Paese: Giappone
Anno: 2013 1ª TV: 9 gennaio – 27 marzo 2015
Durata: 25 min Durata ep.: 23 min
Colore: colore Episodi: 12 (completa)
Audio: sonoro Aspect ratio: 16:9
Genere: animazione Generi: dramma, mystery, thriller psicologico
Regia: Yuzuru Tachikawa Regia: Yuzuru Tachikawa
Soggetto: Yuzuru Tachikawa Soggetto: Yuzuru Tachikawa
Produttore: Takuya Tsunoki Produttore: Madhouse
Casa di produzione: Madhouse Studio: Madhouse
Distribuzione (Italia): Dynit Distributore it.: Dynit
Musiche: Kotaro Tanaka Musiche: Yūki Hayashi
Rete it.: VVVVID Rete it.: VVVVID (sottotitolato)


 

Trama mini con mini-spoiler

 

Il Quindecim è un misterioso bar dove lavora un barista solitario di nome Decim. Ogni volta che due persone sulla Terra muoiono allo stesso tempo, esse sono mandate a uno dei molti misteriosi bar come il Quindecim, dove saranno costrette a partecipare al Death Game, un gioco mortale nel corso del quale i segreti che le hanno portate lì e il loro destino saranno svelati: Decim è infatti uno dei giudici che deciderà se la loro anima sarà reincarnata o finirà nel vuoto.
Fonte


 

Trailer sottotitolato in inglese (in italiano purtroppo non lo trovo)


*Death Billiards è stato prodotto dalla Madhouse in occasione del progetto Anime Mirai 2013 del Young Animator Training Project. Il cortometraggio, scritto e diretto da Yuzuru Tachikawa, ha debuttato nei cinema giapponesi il 2 marzo 2013. In Italia i diritti sono stati acquistati dalla Dynit nel 2015, che ha pubblicato il corto su VVVVID in streaming il 18 giugno dello stesso anno. Fonte

 

---

 

Ho visto i primi tre episodi di Death Parade, oggi ne vedrò altri, penso in serata.

Senza troppi spoiler l'anime in sé sembra abbia buoni spunti, ho solo paura che diventi monotono visto che in ogni episodio si gioca una partita, però gli episodi sono 12 e se lo vedrete, ciò che seleziona la modalità di gioco ne permette solo 9 tipi. Dunque spero in qualcosa di più.

Già il secondo episodio mostra i retroscena del primo e spiega un po' di cose. Ma ci sono altri personaggi in sigla, quindi vedremo..

Per lo stesso motivo, quello che ho apprezzato finora è che non tutti i partecipanti reagiscono alllo stesso modo, nel bene o nel male, quindi ci si trova di fronte a episodi più violenti e ad altri assolutamente gioiosi, per quanto il trovarsi al Quindecim possa permetterlo.

Ho trovato delle scene esagerate, presumo per rappresentare l'eccessivo coinvolgimento emotivo dei giocatori.

 

Riguardo invece a Death Billiard sappiate che è come se fosse uno degli episodi della serie, al momento a parte i primi due di Death Parade, mi sembrano tutti autoconclusivi, solo andando avanti nella storia presumo ci sia un po' di retrospettiva in più, di descrizione e motivazioni che riguardano il Quindecim e i giudici.

Se però non trovassi riscontro, potreste tranquillamente guardare Death Billiard in mezzo alla serie o addirittura alla fine, ovviamente sono ipotesi, ma al punto in cui sono arrivata, di certo non cambierebbe la storia.

 

L'atmosfera è cupa ma magica, le tinte viola fanno da padrone, c'è un acquario di meduse nel bar che spero di scoprire non sia lì solo per decorazione..in Death Billiard verrà distrutto, ma in Death Parade è tornato come nuovo, e un gigantesco lampadario che sovrasta il bar.

Sarei curiosa di assaggiare qualche tanto lodato drink di Decim :rotfl:

Se poi qualcuno lo vedrà ne parliamo, perché avrei alcune domande su punti che non sono sicura di aver ben compreso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi, ho visto i primi tre episodi di Death Parade, oggi ne vedrò altri, penso in serata.

Senza troppi spoiler l'anime in sé sembra abbia buoni spunti, ho solo paura che diventi monotono visto che in ogni episodio si gioca una partita, però gli episodi sono 12 e se lo vedrete, ciò che seleziona la modalità di gioco ne permette solo 9 tipi. Dunque spero in qualcosa di più.

Già il secondo episodio mostra i retroscena del primo e spiega un po' di cose. Ma ci sono altri personaggi in sigla, quindi vedremo..

Per lo stesso motivo, quello che ho apprezzato finora è che non tutti i partecipanti reagiscono alllo stesso modo, nel bene o nel male, quindi ci si trova di fronte a episodi più violenti e ad altri assolutamente gioiosi, per quanto il trovarsi al Quindecim possa permetterlo.

Ho trovato delle scene esagerate, presumo per rappresentare l'eccessivo coinvolgimento emotivo dei giocatori.

 

Riguardo invece a Death Billiard sappiate che è come se fosse uno degli episodi della serie, al momento a parte i primi due di Death Parade, mi sembrano tutti autoconclusivi, solo andando avanti nella storia presumo ci sia un po' di retrospettiva in più, di descrizione e motivazioni che riguardano il Quindecim e i giudici.

Se però non trovassi riscontro, potreste tranquillamente guardare Death Billiard in mezzo alla serie o addirittura alla fine, ovviamente sono ipotesi, ma al punto in cui sono arrivata, di certo non cambierebbe la storia.

 

L'atmosfera è cupa ma magica, le tinte viola fanno da padrone, c'è un acquario di meduse nel bar che spero di scoprire non sia lì solo per decorazione..in Death Billiard verrà distrutto, ma in Death Parade è tornato come nuovo, e un gigantesco lampadario che sovrasta il bar.

Sarei curiosa di assaggiare qualche tanto lodato drink di Decim :rotfl:

Se poi qualcuno lo vedrà ne parliamo, perché avrei alcune domande su punti che non sono sicura di aver ben compreso.

 

Aggiungo al primo post.

Buona visione :flower:

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'ho visto durante il simulcast, è un capolavoro.

è stato nello stesso periodo di Psycho Pass, un altro capolavoro... tra gli anime di quel periodo forse solo Tokyo ghoul non era granchè

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovevo aprire il topic su Psycho Pass, devo ancora vedere la seconda serie Lief :sisi:

 

all'inizio la seconda serie mi era sembrata peggio della prima... alla fine invece avevo capovolto il mio giudizio. Parte comunque più lenta della prima

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho finito di vederlo :mmm:

 

@Lief

La prima regola dice che i giudici non possono mai smettere di pronunciare verdetti, però Quin ha smesso, per cedere il posto a Decim, e gli occhi di Oculus e il modo in cui guarda Nona, mi fa pensare che lui non sia né un'anima, né una bambola come dice.. :mmm:

Comunque sia, Wikipedia non dice che Quin era un giudice, ma un membro del dipartimento informazioni già prima di gestire il Quindecim (che non penso abbia questo nome a caso) :grat:

Non è l'unica regola infranta certo, ma volevo capire se mi son persa qualcosa :sisi:

Il gatto di Ginti....... :mhm:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho finito di vederlo :mmm:

 

@Lief

La prima regola dice che i giudici non possono mai smettere di pronunciare verdetti, però Quin ha smesso, per cedere il posto a Decim, e gli occhi di Oculus e il modo in cui guarda Nona, mi fa pensare che lui non sia né un'anima, né una bambola come dice.. :mmm:

Comunque sia, Wikipedia non dice che Quin era un giudice, ma un membro del dipartimento informazioni già prima di gestire il Quindecim (che non penso abbia questo nome a caso) :grat:

Non è l'unica regola infranta certo, ma volevo capire se mi son persa qualcosa :sisi:

Il gatto di Ginti....... :mhm:

 

Il fatto è che le regole sono state fatte da quel vecchio quando è partito dio (o forse da dio stesso), sono state fatte per evitare alcuni problemi ma ne hanno creati altri. Decim è l'unico giudice ad avere dei sentimenti (infatti è un esperimento) che ha però dimostrato di poter giudicare anche con i sentimenti. Il fatto che Quin abbia smesso di fare giudizi comunque indica semplicemente che ha rinunciato al suo incarico di Giudice. Wikipedia la lascerei perdere in particolare su questi dettagli (chiunque può contribuire e certe pagine sono interpretazioni semplicistiche e spesso anche errate in particolare quando si va sui dettagli).

Sicuramente è un'anime che gioca molto sui dettagli, e la storia non sembra nè conclusa nè da concludere (ci sono molti misteri irrisolti ma la storia principale è essenzialmente conclusa.

 

C'è comunque da dire che a dispetto di tutto la opening è una genialata :sisi:

Non ricordo che fa il gatto di così emozionante :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, Wikipedia la prendo con le pinze, o come punto di partenza, non certo per cercare spiegazioni :asd:

Ti ringrazio Lief :flower:

 

Il gatto sparisce proprio quando Mayu e Harada stanno per scendere con lo stesso ascensore, si era affezionato alla ragazza, ma  probabilmente non è niente di importante

Share this post


Link to post
Share on other sites

(mi sono appena accorto che parlate di una seconda stagione,ma credo sia di psyco-pass :mmm: )appena finite le puntate :zuzu: non è stato male,  anche se dubito faranno  una seconda stagione,la serie sembra studiata proprio per non avere un finale vero e proprio e forse è giusto così...anche se....

 

 

1)il barman ginti se non erro parla del gatto come se fosse una femmina e sembra legato ad essa,quindi mi viene da pensare che ci sia l'anima di una donna che ginti conosce,questo perchè altrimenti non avrebbe senso avere un gatto visto che sono tutte bambole,quindi anche nel caso in cui fosse anche lui una bambola ci deve essere per forza l'anima (spirito o come volete chiamarlo) di qualcuno.

2)la quarta regola aggiunta nel finale...mi verrebbe da pensare che sia stata aggiunta proprio dopo i fatti accaduti,questo confermerebbe che sia stato oculus a creare le regole,questo più la minaccia di quest'ultimo riferendosi a nona(sul fatto che fosse desiderosa di conoscere la morte) mi fanno pensare che ci sarà per forza una seconda stagione dove i due si scontreranno.

 

ci sarebbero altre cose da dire,tipo il fatto che dio sia scomparso o qualcosa del genere...poi ci sarebbe il fatto che nona o per meglio dire un manichino distrutto con le sue fattezze è stato fatto vedere più volte e mi viene da pensare che anche lei non sia un manichino,senza contare che come detto nel punto due,oculus parlava di di lei riferendosi al desiderio che aveva di conoscere la morte e come già detto nelle regole i manichini non possono morire...probabilmente ci sono altre cose da dire ma per ora mi fermo qui :zuzu:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La seconda stagione di cui parlavamo io e Lief è di Psycho Pass, sì..non credo faranno un'altra stagione di Death games.

1)il barman ginti se non erro parla del gatto come se fosse una femmina e sembra legato ad essa,quindi mi viene da pensare che ci sia l'anima di una donna che ginti conosce,questo perchè altrimenti non avrebbe senso avere un gatto visto che sono tutte bambole,quindi anche nel caso in cui fosse anche lui una bambola ci deve essere per forza l'anima (spirito o come volete chiamarlo) di qualcuno.

 

Memine è una gatta femmina, è la sua assistente, si affeziona a Mayu e lascia Ginti quando decide di farla cadere nel vuoto con Hamada. Dove sia finita Memine non si sa, ma fa capire che forse Ginti ha sbagliato il suo giudizio.

2)la quarta regola aggiunta nel finale...mi verrebbe da pensare che sia stata aggiunta proprio dopo i fatti accaduti,questo confermerebbe che sia stato oculus a creare le regole,questo più la minaccia di quest'ultimo riferendosi a nona(sul fatto che fosse desiderosa di conoscere la morte) mi fanno pensare che ci sarà per forza una seconda stagione dove i due si scontreranno.

Penso che Oculus aggiunga la regola, o la regola c'è sempre stata e/o tenuta nascosta ai giudici, o probabilmente Nona non la ripete perché sta andando contro di essa, non so..ma alla fine dice che i giudici non devono avvicinarsi alla vita, come ha fatto Decim avendo Chiyuki accanto, o Ginti tenendo Mayu con sé.

Non penso ci sarà uno scontro successivo :nini:

ci sarebbero altre cose da dire,tipo il fatto che dio sia scomparso o qualcosa del genere...poi ci sarebbe il fatto che nona o per meglio dire un manichino distrutto con le sue fattezze è stato fatto vedere più volte e mi viene da pensare che anche lei non sia un manichino,senza contare che come detto nel punto due,oculus parlava di di lei riferendosi al desiderio che aveva di conoscere la morte e come già detto nelle regole i manichini non possono morire...probabilmente ci sono altre cose da dire ma per ora mi fermo qui :zuzu:

 

Spiegano che i giudici sono manichini con l'anima di chi è stato destinato al vuoto, dunque le anime reincarnate vanno agli esseri umani, quelle che tornano dal vuoto ai giudici, è comunque una vita, presumo non abbiano emozioni perché un'anima nel vuoto perde emozioni e ricordi :sisi:

Ginti è un giudice, eppure si arrabbia, è comunque un'emozione non impiantata, anche Oculus ha emozioni, forse non visibili, ma è evidente che l'anima, anche se proveniente dal vuoto, renda i giudici qualcosa di più che manichini  :sasa:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×