Vai al contenuto
Donzaucher

film The Warriors - I Guerrieri della Notte

Recommended Posts

iguerrieridellanotte.jpg

 

Titolo originale     The Warriors
Paese di produzione     USA
Anno     1979
Durata     93 min
Genere     avventura, azione
Regia     Walter Hill

 

I guerrieri della notte (The Warriors) è un film del 1979, diretto da Walter Hill.

 

Trama

 

New York, in una sera d'estate viene proclamata una tregua tra tutte le bande giovanili che controllano i quartieri della città e viene indetta una grande adunata in un parco del quartiere del Bronx. I componenti delle bande vengono convocati da emissari di Cyrus, leader della banda dei Riffs, con l'unica richiesta di mandare per ognuna una delegazione disarmata di nove elementi; le bande che sono state invitate si recano al raduno usando i mezzi pubblici, metropolitana e autobus, e giungono nel luogo dove si terrà l'evento.

Cyrus, promotore del raduno, è un individuo carismatico, acclamato come un santone dalle delegazioni delle bande giovanili; egli, avvolto in una specie di kimono di seta, arringa la folla e propone di unire tutte le forze disponibili, ossia tutte le bande giovanili della città per impadronirsene, considerando che l'insieme degli adepti ammonta ad oltre 60.000 elementi, triplo del numero dei poliziotti che vi prestano servizio, allo scopo di sottrarre il controllo dei quartieri alla criminalità organizzata, invece di consumare le forze per combattere contro il gruppo dell'isolato vicino.

Nonostante l'accordo di non portare armi uno dei ragazzi, Luther, il capo di una banda chiamata Rogues, spara a Cyrus che cade morto sotto gli occhi della folla. Fox, uno dei membri dei Guerrieri, una banda di Coney Island che si distingue per i corpetti in pelle senza maniche, vede l'assassino. Essendo stato notato, Luther gli punta la pistola contro ma, accecato da alcuni riflettori, non riesce a sparargli. Poco dopo Luther urla ai Riffs che ad uccidere Cyrus è stato Cleon, il capo della delegazione dei Guerrieri e questi viene aggredito e sopraffatto dai fedeli di Cyrus.

L'arrivo della Polizia provoca la fuga della folla e, mentre le bande si disperdono per sottrarsi alla cattura, la notizia dell'assassinio di Cyrus è ormai arrivata alla radio ufficiale delle gang che, con la voce della DJ "Dolly Bomba", diffonde la notizia della colpevolezza dei Guerrieri ed il vice di Cyrus, nuovo capo dei Riffs, dà l'ordine di catturarli e di portarli da lui, passando tale ordine a tutte le bande della città. I Riffs sono una banda diversa dalle altre: oltre che numerosi sono inquadrati come un vero e proprio gruppo paramilitare, formato solo da afroamericani. Quando il vice di Cyrus appare allo schieramento tutti rispondono compatti sì, capo!.

I guerrieri, dopo una fuga precipitosa da una banda del Bronx, i Turnbulls Ac's, riescono a salire sulla metropolitana che li riporterà a Coney Island, non prima di avere risolto il problema della leadership, sorto tra Swan, ragazzo di buon senso e nominato da Cleon capoguerra, ed Ajax, duro del gruppo. Un incendio scoppiato in una galleria li costringe a proseguire a piedi, scontrandosi con le varie bande che, aizzate contro di loro dalla radio, incontreranno lungo il percorso. Significativa è quella contro i Baseball Furies: essi, che montavano la guardia all'esterno della metropolitana sulla 96ª strada, appaiono silenziosi agitando le mazze contro i Guerrieri che, in inferiorità numerica, scappano ma lo scontro, avvenuto al Riverside Park, li vede prevalere.

Il gruppo tuttavia, che si era in precedenza diviso durante una fuga dalla polizia, inizia a perdere degli elementi: Ajax viene arrestato dopo avere tentato di violentare una ragazza nel parco che in realtà è una poliziotta anti-adescamento, mentre un altro gruppo di Guerrieri viene attirato da un gruppetto di ragazze, le Lizzies, che sembrano ospitali ma, una volta che si sono recati nel loro covo, tentano di ucciderli e, dopo la fuga, essi si rendono conto della ragione dell'aggressività delle bande nei loro confronti: sono accusati di avere ucciso Cyrus.

Nel frattempo, al gruppo di Swan si è unita una ragazza Mercy (Deborah Van Valkenburgh)della banda degli Orfani, che inizialmente aveva aizzato i suoi contro i Guerrieri ma successivamente, attratta da Swan, lo segue nel suo percorso; riunitosi agli altri dopo la morte di Fox, egli sosterrà, in un bagno pubblico della fermata di Union Square, una violenta rissa con la banda dei Punks, ed ancora una volta i Guerrieri riescono ad avere la meglio.

All'alba, Swan ed i suoi fanno ritorno a Coney Island dove sono attesi dalla banda guidata dal vero assassino di Cyrus, Luther, deciso a eliminare i componenti della gang per non lasciare testimoni e potersi così guadagnare la reputazione dell'uomo che ha vendicato Cyrus, conquistando quindi un posto di grande prestigio tra le bande. Swan non smentisce il suo carattere indomito, e, nonostante Luther lo minacci con la pistola usata al raduno, riesce a disarmarlo lanciandogli un coltello sull'avambraccio.

Mentre si profila un nuovo scontro giungono sulla spiaggia i Riffs: Luther spera di vedere i Guerrieri massacrati, ma il loro nuovo capo conosce il vero assassino di Cyrus, grazie alla rivelazione di un ragazzo, ascoltato come testimone, ed i Guerrieri vengono lasciati andare mentre i Riffs si chiudono intorno ai Rogues per "fare giustizia". La notte, come la battaglia per la sopravvivenza dei Guerrieri, è conclusa, ed i ragazzi tornano alle loro case mentre il sole già splende ancora basso sul mare.

 

Trailer

 

http://youtu.be/CRyCe-TENV4
 

Interpreti e personaggi

Michael Beck: Swan
James Remar: Ajax
Dorsey Wright: Cleon
David Harris: Cochise
Roger Hill: Cyrus
David Patrick Kelly: Luther
Tom McKitterick: Cowboy
Terry Michos: Vermin
Thomas G. Waites: Fox
Ginny Ortiz: Ragazza del supermercato
Marcelino Sánchez: Rembrandt
Paul Greco: Sully
Brian Tyler: Snow
Mercedes Ruehl: Poliziotta in borghese Lynne Thigpen: Deejay
Deborah Van Valkenburgh: Mercy
Sonny Landham: poliziotto

 

Che dire un capolavoro.. per la tematica della violenza giovanile che sfiora di qualche millimetro  il successo di Arancia Meccanica scandagliando le emozioni, le paure, le reazioni dei componenti di una banda che nel processo di identificazione con i protagonisti è reso estremamente naturale perchè non si tratta di supereroi invincibili, ma di ragazzi tutto sommato normali e quindi facilmente identificabili nella loro peculiarità fatta e resa da un cammino faticoso che li porterà sia al ritorno a casa che ad un passaggio dall'età giovanile a quella della maturità.. <--- naturalmente non qui da prendere come esempio per l'anacronismo storico degli eventi e l'ignoranza di una cultura destinata a perdere: tanto forte nelle circostanze dell'azione + spensierata ma senza umore nell'affrontare la vita un passo alla volta e con un minimo di senno di poi ed altruismo...

tuttavia evasivo e ben fatto un film che ha segnato una generazione e che ancora oggi ha delle similitudini...
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io lo vidi parecchio tempo fa ormai, ricordo che lo trovai interessante però dovrei rivederlo :mmm:

Io credevo lo conoscessi benissimo brezza :rotfl:  tempo fà in shout ne linkasti diversi video :sasa:  per ridere eh :asd:

il film come ho scritto è molto interessante e se ne traggono parecchi spunti sul vissuto adolescenziale riferito a credo gli anni 70 in quel di new york ---> ma al contempo nell'inutilità e l'insensatezza di alcune scene fatte soprattutto di violenza gratuita e voler prevaricare tutto e tutti per una supremazia fine a se stessa che porta solo alla distruzione delle regole per abbracciare il proprio edonismo e distruggere la noia si ritrovano alcuni lati umani che caratterizzano anche la nostra società e tutte quelle esistenti <--- e visto che l'essere umano è una creatura imperfetta io credo sia parecchio stimolante vedere un film del genere anche per autoconfronto e voglia di migliorarsi o migliorare alcuni aspetti della nostra esistenza  :sisi:

spero si sia capito ciò che volevo dire :look:

 

poi ognuno è libero di guardarlo secondo la propria ottica non vi è certo bisogno sempre di essere extracritici o bacchettoni tuttavia io lo sono stato su di un film abbastanza vecchio e cult che io in primis ho valutato e rivalutato a seconda dell'età in cui l'ho visto :sasa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×