Vai al contenuto
Cronoblack

Il Topic del Lavoro!

Recommended Posts

"In (questi) tempi di crisi, trovare un lavoro è sempre più difficile. Ma non arrenderti mai" (cit.)

 

Questo topic nasce proprio dall'idea di aiutare il prossimo a trovarlo. Hai sentito che sta aprendo un nuovo ristorante e cercano un cuoco? Dillo a @espa e vedrai come tornerà da Cangurandia! Sta aprendo un centro benessere orientale? Dillo a @RobyR e lo troverai lì, in un batter d'occhio, come manager! Sta aprendo uno strip club? Chiama @Fåbi_92™ e lo vedrai lavorare come cubista! Insomma..ci siamo capiti! Poi se il datore di lavoro sarà proprio uno del forum...ben venga! 

 

Spero sia un 3D utile, e chissà, magari riuscirà veramente nel suo intento!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

allora cominciamo a dargli una bell'impronta di serietà postando i concorsi pubblici di tutta italia non scaduti

 

 

http://www.concorsipubblici.com/posti.htm

 

 

@Mr.X spostalo in baretto :zizi: magari messo pure come importante così può servire come consultazione se non diventa una cacchiata :mmm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io dove potrei lavorareee? :wey: crono trovami un lavoro deliiroso ! :ops:

Ma tu non deliri già abbastanza col tuo? :ops:

 

 

se me lo metti in tema libero non potrà mai essere serio :tsk:

Sei tu il mod, anzi super, fai qualcosa per farlo diventare serio  :soso:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sugli argomenti seri bisogna anche scherzare  :zizi:

 

A che ci sono...sto cercando dei corsi che rilascino l'attestato di "Operatore in tecniche del massaggio" o similare, però non corsi di 100 ore in cui non ti insegnano nulla..per caso sapreste darmi qualche info? *.*

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora, io la butto lì: siccome ho bisogno di fare pratica, se avete bisogno di un sito web ve lo faccio gratis :sisi:

Se siete interessati, contattatemi per mp che ne parliamo :sisi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono molti coloro che quest’anno si troveranno a presentare la domanda di disoccupazione 2016. Di seguito riportiamo, dunque, una breve guida per vedere quali sono i requisiti per poter accedere alla domanda di disoccupazione 2016, come si calcola l’importo dell’indennità e qual è la sua durata. 
 
Requisiti
Già dal 1° maggio scorso la nuova indennità di disoccupazione è la Naspi, introdotta con il Jobs Act. Ma quali sono i requisiti per poter presentare la domanda?
 
Innanzitutto è bene ricordare che l’indennità di disoccupazione 2016 è destinata a tutti i lavoratori che hanno perso involontariamente il lavoro ad esclusione delle seguenti categorie:
i dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni;
gli operai agricoli a tempo determinato o indeterminato.
 
Per poter presentare la domanda di disoccupazione 2016 occorre poi essere in possesso di ulteriori requisiti:
essere in possesso dello stato di disoccupazione;
avere versato nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione almeno tredici settimane di contribuzione;
aver maturato almeno trenta giornate di lavoro effettivo nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.
 
Calcolo dell’importo
Per quanto riguarda il calcolo dell’importo dell’indennità di disoccupazione occorre dividere il totale delle retribuzioni imponibili ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni per il numero di settimane di contribuzione e moltiplicare il quoziente così ottenuto per il numero 4,33.
L’indennità di disoccupazione 2016 è pari al 75% della retribuzione mensile risultante da tale operazione qualora la stessa sia pari o inferiore a 1.195 euro. 
 
Qualora la retribuzione superasse i 1.195 euro mensili, invece, l’indennità di disoccupazione 2016 è pari al 75% di tale importo a cui si aggiunge una somma pari al 25% del differenziale tra la retribuzione mensile e il predetto importo. In ogni caso l’importo dell’indennità di disoccupazione 2016 non può superare i 1.300 euro mensili.
 
Durata
La durata dell’indennità di disoccupazione 2016 dipende dalla storia contributiva del lavoratore, in ogni caso non può superare i due anni. In particolare la durata massima è pari alla metà delle settimane coperte da contribuzione nei quattro anni precedenti il giorno di perdita del lavoro.

 

La nota catena di negozi di elettronica ed elettrodomestici MediaWorld seleziona nuovo personale. Le assunzioni MediaWorld avverranno con contratto di lavoro a tempo determinato a tempo pieno o part-time, in base alle esigenze dell'azienda. Per l'azienda è importante la disponibilità verso gli altri ed avere un atteggiamento positivo e solare.
 
Oltre alle offerte elencate di seguito, segnaliamo che il Gruppo è spesso alla ricerca di giovani da inserire in azienda tramite stage, i quali rappresentano un'importante opportunità di entrare a far parte dell'organico.
 
Mansioni e Requisiti
Al momento le offerte di lavoro MediaWorld sono rivolte alla copertura di posizioni aperte nei negozi di nuova apertura di Palermo e Arese ed all'inserimento di una risorsa nella sede principale in Provincia di Bergamo, ecco i dettagli delle opportunità di lavoro.
 
Specialista PayRoll - Curno (BG): MediaWorld offre lavoro a candidati diplomati in Ragioneria, con esperienza pregressa nell'elaborazione dei cedolini paga e nella gestione delle presenze, maturata presso imprese di medio-grandi dimensioni o in studi professionali. Il candidato o la candidata selezionata dovrà gestire paghe e contributi. E' richiesta dimestichezza con i principali applicativi per la gestione delle paghe e con il software Excel.
 
Commessi/e, Addetti/e alla cassa e servizi - Palermo, Arese: per presentare la propria candidatura a questo annuncio di lavoro è necessario essere diplomati o laureati, avere una forte passione per il mondo delle vendite e delle nuove tecnologie, essere disponibili a lavorare su turni e nei fine settimana. Le risorse ideali hanno un'ottima predisposizione ai rapporti interpersonali, buone doti comunicative e sono predisposte al lavoro di gruppo.
 
Per entrare a far parte dell'organico di MediaWorld è necessario superare l'iter di selezione curato dagli specialisti delle Risorse Umane o dal direttore del punto vendita, i quali valutano le potenziali future risorse anche in base all'interesse per il mondo dell'elettronica, la disponibilità agli spostamenti sul territorio, alla predisposizione ai rapporti interpersonali e all'assistenza ai clienti: è importante dimostrare la propria disponibilità verso gli altri ed avere un atteggiamento positivo e solare.
 
Candidatura
La propria candidatura alle offerte di lavoro sopra descritte deve essere presentata visitando il sito MediaWorld: si può inserire il proprio curriculum vitae in risposta agli annunci in sede o alle opportunità negli store.

 

Nuove opportunità di lavoro nel settore calzaturiero. Rinomati marchi di scarpe e accessori hanno incaricato l’Agenzia per il Lavoro Articolo1 di selezionare Operai specializzati. Vediamo, dunque, quali sono le figure lavorative da assumere, i requisiti richiesti ai candidati e come inviare la propria candidatura online. 
 
Addetti al Pre-montaggio
La risorsa, riportando direttamente al Responsabile di reparto, si occuperà del pre-montaggio della calzatura, tramite la preparazione di appositi macchinari (forno preumidificatore, macchina premonta) in funzione della forma e del materiale di realizzazione della tomaia. 
 
Requisiti
Ottima manualità;
Pluriennale esperienza nella mansione per calzature uomo/donna;
Proattività, energia e una forte passione per il ruolo da ricoprire completano il profilo.
 
Addetti alla Manovia
La risorsa, riportando direttamente al Responsabile di reparto, si occuperà di svolgere attività in manovia, assemblaggio manuale, preparazione, montaggio, uso calzera, sfibratura, cardatura, incollaggio, applicazione tacchi, pressatura fondi, imballaggio.
 
Requisiti
Ottima manualità;
Pluriennale esperienza nella mansione per calzature uomo/donna;
Proattività, energia e una forte passione per il ruolo da ricoprire completano il profilo.
 
Addetti alla Calzera
La risorsa, riportando direttamente al Responsabile di reparto, si occuperà di utilizzare un apposito macchinario e completare l’operazione di montaggio della tomaia nelle parti laterali;
 
Requisiti
Ottima manualità;
Pluriennale esperienza nella mansione per calzature uomo/donna;
Proattività, energia e una forte passione per il ruolo da ricoprire completano il profilo.
 
Condizioni e sede di lavoro
Per tutte le offerte l’orario di lavoro è full-time, si offre un trattamento da definire in base all’esperienza del candidato. La sede di lavoro è Milano Ovest.
 
Come candidarsi
Gli interessati possono inviare il proprio curriculum vitae corredato di foto con autorizzazione al trattamento dei dati personali (dlgs. 196/03) all’indirizzo e-mail: fashion@articolo1.it.

 

Giovani con in tasca una laurea conseguita da poco. È questo il profilo dei candidati nei pensieri di Telecom. Il gruppo, fondato nel 1994, principale azienda italiana di telecomunicazioni, che offre in Italia e all’estero servizi internet e di telefonia fissa, cellulare e pubblica, mette a disposizione di brillanti talenti nuovi contratti a tempo indeterminato. 
 
Stiamo cercando giovani neolaureati in ingegneria, informatica o economia e junior professional con un po’ di esperienza in possesso delle cosiddette new capabilities – spiegano dall’azienda – cioè delle nuove competenze per modelli di sviluppo innovativi e di business transformation. 
 
I prescelti verranno inseriti immediatamente in azienda con contratto a tempo indeterminato e andranno a lavorare nelle nostre diverse strutture attive a livello nazionale. Tra le destinazioni, Roma, Milano, Padova e Mestre. 
 
Oltre alla laurea, i requisiti comuni sono capacità di lavorare in gruppo, intraprendenza, propensione all’analisi e all’approfondimento, orientamento all’apprendimento continuo e al problem solving. Complicato, parlare di tutte le figure professionali ricercate al momento dal gruppo. 
 
Si va dai progettisti di piattaforme di rete virtualizzate con laurea in informatica o ingegneria, ai product manager con titoli di economia, statistica, matematica, ingegneria e informatica, passando per i mobile apps developer, i digital marketing manager, i content system manager e gli Ict secutiry engineer. Tanti, anche i tirocini disponibili al momento. 
 
Poi ci sono gli stage, in genere semestrali, retribuiti e finalizzati, in presenza di effettive qualità del candidato e di effettivo fabbisogno aziendale, all’inserimento definitivo, che riguardano oggi laureati in diverse discipline. Tra le tante, scienze della comunicazione, informatica, ingegneria, disegno industriale o design, matematica, fisica, statistica, giurispridenza, marketing ed economia. 
 
Candidatura
Chi vuole candidarsi a posti di lavoro e tirocini può consultare direttamente la pagina dedicata alla selezione di personale.

 

Contratti alla moda da Milano alla capitale. Il gruppo Inditex, colosso attivo nel settore dell’abbigliamento, con sede centrale in Galizia (Spagna, nella foto) e proprietario di noti brand come Zara, Massimo Dutti, Pull and Bear, Berschka e Oysho, chiama a raccolta giovani brillanti e interessati al settore della moda. 
 
Al momento – spiegano dall’azienda – per Zara, Dutti e più in generale per Inditex, selezioniamo diplomati, laureandi e neolaureati per affidargli ruoli da addetti vendita. 
 
In negozio formiamo per lo più i diplomati a ruoli di visual merchandiser; negli uffici i laureandi e i neolaureati. Il profilo di addetto vendita è ben definito: i prescelti si occuperanno della gestione del magazzino, della sistemazione della merce all’interno degli spazi di stoccaggio, delle vendite e del monitoraggio costante del magazzino. 
 
Per proporsi servono almeno un diploma, un po’ di esperienza, disponibilità immediata a un impegno full time e a lavorare nei week end e nei giorni festivi, su turni che spaziano dal lunedì alla domenica, tra le 7 e le 23, con almeno un riposo settimanale. 
 
I visual merchandiser, invece, con passione per la decorazione e la moda, devono avere capacità di lavorare in autonomia e in gruppo e grande voglia di crescere professionalmente. 
 
Per quanto riguarda gli stage - continuano dall’azienda - può capitare che al termine del percorso formativo ci sia spazio per un’assunzione vera e propria. Ma spesso i tirocini in ufficio sono semplicemente formativi, visto che difficilmente si aprono posizioni in cui inserire i ragazzi. Più chance di conferma hanno quelli in negozio, percorsi che hanno una componente formativa e nello stesso tempo ci sono utili per creare un vivaio di candidati per veri e propri posti negli store.
 
Candidatura
Per candidarsi a queste opportunità, cliccare sulla pagina dedicata, nella sezione “Jobs”.

 

Riparte l’operazione Autoimprenditorialità del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE): è possibile, infatti, presentare le domande di finanziamento a tasso zero per le imprese giovanili e femminili. La domanda potrà essere presentata utilizzando la piattaforma web di Invitalia, agenzia specializzata del MISE. 
 
Ecco la guida completa sui finanziamenti a tasso zero per le nuove iniziative imprenditoriali di giovani e donne under 35.
 
Funzionamento
Le agevolazioni finanziarie previste per le imprese femminili e giovanili consistono in finanziamenti a tasso zero per la realizzazione di investimenti produttivi. Tali finanziamenti vengono concessi:
a tasso zero;
con una durata massima di 8 anni;
con un importo non superiore al 75% della spesa ammissibile;
attraverso un piano di ammortamento con rate semestrali costanti posticipate scadenti il 31 maggio ed il 30 novembre di ogni anno.
 
Beneficiari
Possono beneficiare dei finanziamenti a tasso zero le imprese femminili e giovanili:
costituite in forma societaria, ivi incluse le società cooperative;
la cui compagine societaria è composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni ovvero da donne;
costituite da non più di dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
di micro e piccola dimensione, secondo la classificazione contenuta nel decreto del Ministro delle attività produttive 18 aprile 2005.
 
Requisiti
Ai fini dell’accesso ai finanziamenti a tasso zero per la realizzazione di investimenti produttivi, le imprese femminili e giovanili devono presentare i seguenti requisiti:
 
essere regolarmente costituite ed essere iscritte nel Registro delle imprese;
essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali;
non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea.
 
Iniziative imprenditoriali ammissibili
Le imprese femminili e giovanili possono dunque accedere a finanziamenti a tasso zero finalizzati ad investimenti produttivi per importi non superiori a 1.500.000,00 euro relativi:
 
alla produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;
alla fornitura di servizi, in qualsiasi settore;
al commercio e al turismo;
alle attività riconducibili anche a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti la filiera turistico-culturale (intesa come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza) oppure l’innovazione sociale(intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative).
 
Come presentare la domanda di ammissione
Con un comunicato ufficiale pubblicato sul proprio sito internet il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso note le modalità di presentazione delle domande di ammissione:
le domande dovranno essere presentate online tramite il sito Invitalia.it.

 

La carica dei 370 talenti. Sono tanti i neolaureati, con e senza esperienza, che saranno inseriti nei prossimi mesi da Kpmg, network attivo nei servizi professionali alle imprese, presente in Italia da oltre 50 anni, con più di tremila professionisti e 26 uffici dislocati sull’intero territorio nazionale. Andiamo ai dettagli. 
 
Kpmg offre un percorso di crescita professionale che prevede training on the job, formazione continua e una carriera che terrà costantemente conto del merito e delle capacità personali. 
 
In particolare – spiegano dall’azienda – oggi abbiamo bisogno di 240 giovani con brillante laurea in discipline economiche da inserire nella revisione; 80 laureati o laureandi in discipline economiche, ingegneristiche e in scienze statistiche che invece lavoreranno nel management consulting. Mentre altri 50 dottori in discipline economiche o giuridiche saranno chiamati a operare nel cosiddetto Tax&Legal, cioè i servizi fiscali e legali. 
 
I requisiti per candidarsi alle posizioni aperte al momento? Pochi, ma molto precisi e tutti praticamente indispensabili per il buon esito del colloquio. Ottima conoscenza della lingua inglese, scritta e parlata, capacità di lavorare in team, vivacità intellettuale, interesse per il settore in cui si dovrà lavorare, e, magari, qualche esperienza maturata al di fuori dei confini nazionali. La selezione si svolgerà sull’intero territorio nazionale. 
 
I neoassunti firmeranno un contratto di apprendistato professionalizzante.
 
Una cosa a parte sono gli stage, molto spesso disponibili negli uffici italiani del gruppo – alcune opportunità sono a disposizione nelle aree It, Restructuring e Financial risk management – sono sempre retribuiti e nella maggior parte dei casi si trasformano direttamente in veri e propri posti di lavoro. 
 
Candidatura
Per candidarsi è necessario compilare l’application form online sulla pagina dedicata alle selezioni di personale.

 

Nuove assunzioni di personale tecnico amministrativo, nel settore universitario, nella Capitale. L’Università La Sapienza di Roma ha indetto sette concorsi pubblici, per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento di 34 diplomati e laureati. Gli interessati possono inviare la domanda di partecipazione entro il 4 febbraio 2016. 
 
Posti
I posti di lavoro messi a concorso saranno così ripartiti:
n. 2 posti di categoria EP, posizione economica EP1, dell’area amministrativa-gestionale a tempo indeterminato per le esigenze dell’Area Offerta Formativa e dell’Area Servizi agli Studenti.
 
n. 2 posti di categoria EP, posizione economica EP1, dell’area amministrativa-gestionale a tempo indeterminato per le esigenze dell’Area Supporto alla Ricerca di Sapienza Università di Roma.
n. 1 posto di dirigente di seconda fascia per le esigenze dell’Area Supporto Strategico e Comunicazione.
n. 4 posti di categoria C, posizione economica C1, dell’area amministrativa, per le esigenze dell’Area Offerta Formativa e Diritto allo Studio.
n. 14 posti di categoria C, posizione economica C1, dell’area tecnica, tecnico scientifica ed elaborazione dati, per le esigenze delle Strutture centrali e periferiche dell’Università.
n. 8 posti di categoria C, posizione economica C1, dell’area amministrativa-gestionale a tempo indeterminato – con competenze amministrative-contabili, per le esigenze delle Strutture centrali e periferiche dell’Università.
n. 3 posti di categoria D, posizione economica D1, dell’area amministrativa-gestionale a tempo indeterminato – con competenze prettamente giuridiche, per le esigenze dell’Area Affari Istituzionali e dell’Area Patrimonio e Servizi Economali.
 
Domanda e scadenza
I modelli di domanda e i testi integrali dei bandi di concorso, con l’indicazione di tutti i requisiti di partecipazione, i profili professionali, le materie delle prove d’esame e le modalità di candidatura, sono disponibili sul sito internet dell’Università La Sapienza di Roma. Tutti i bandi di concorso scadono il 4 febbraio 2016.
 
ALLEGATI

 

Aperti 6 nuovi concorsi INAIL per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di nuovo personale con varie qualifiche. Sono 20 i posti a disposizione presso l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro. I concorsi sono aperti a tutti i cittadini italiani (o di un paese membro dell’UE) che godano dei diritto politici, che non abbiano condanne penali in corso e che siano in possesso del titolo di studio specifico indicato nel bando e dell’idoneità fisica all’impiego. 
 
Profili ricercati
I posti di lavoro messi a concorso in INAIL sono così ripartiti:
1 unità nel profilo professionale di costruttore ortopedico a banco e a macchina. Titolo di studio: Diploma di scuola secondaria di primo grado.
1 unità di personale nel profilo professionale di verniciatore – resinista. Titolo di studio: Diploma di scuola secondaria di primo grado.
 
5 unità di personale nel profilo professionale di impiegato tecnico – ingegnere. Titolo di studio: Laurea Magistrale in Ingegneria Biomedica o Ingegneria elettronica o Ingegneria  meccanica.
2 unità di personale nel profilo professionale di costruttore ortopedico a banco e a macchina – linea silicone. Titolo di studio: Licenza di Maestro d’Arte, Diploma Istituto d’Arte, Diploma Liceo Artistico.
10 unità di personale nel profilo professionale di tecnico ortopedico – costruttore ortopedico a banco e a macchina. Titolo di studio: laurea in tecniche ortopediche o diploma universitario di tecnico ortopedico o titolo equipollente di meccanico ortopedico ernista.
1 unità di personale nel profilo professionale di costruttore ortopedico – settore calzoleria e selleria. Titolo di studio: Diploma di scuola secondaria di primo grado.
 
Domanda e scadenza
La domanda di ammissione deve essere redatta su carta semplice e in carattere stampatello, utilizzando esclusivamente il modello allegato al bando. Ad essa deve essere allegato un curriculum vitae in formato europeo, datato e firmato. Il tutto deve essere spedito, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, al seguente indirizzo:  INAIL  –  Direzione  Centrale Risorse Umane – Uff. II – Piazzale Giulio Pastore, 6 – 00144  Roma o, in alternativa, tramite PEC a: dcrisorseumane@postacert.inail.it. La scadenza per l’invio delle domande è fissata per il giorno 4 febbraio 2016. 
 
ALLEGATI

 

L'Azienda Sanitaria Unica Regionale delle Marche ha indetto una selezione pubblica, per titoli ed esami, per l'assunzione a tempo indeterminato di 60 OSS: sarà possibile presentare la domanda di ammissione fino al 28 gennaio 2016, data di scadenza del concorso pubblico per la figura professionale di Operatore Socio Sanitario. Ecco quali sono i requisiti richiesti ai candidati e dove inviare le domande.
 
Requisiti
Per essere ammessi al concorso è necessario possedere i seguenti requisiti:
cittadinanza italiana o di uno Stato dell'UE;
essere fisicamente idonei alla mansione di OSS;
godimento dei diritti civili e politici;
non essere mai stato destituito o dispensato dall'impiego presso Pubblica Amministrazione;
aver conseguito il relativo attestato di qualifica in seguito al superamento del corso formazione di durata annuale.
 
Prove d'esame
La selezione pubblica ASUR Marche prevede che il 50% dei posti disponibili sia riservato al personale che al 30 ottobre 2013 ha maturato negli ultimi 5 anni 3 anni di servizio (anche non continuativi e a tempo determinato) presso anche altri Enti della Regione Marche; un ulteriore 30% è riservato ai Volontari delle Forze Armate congedati senza demerito; inoltre il 20% dei posti disponibili è riservato alle risorse assunte a tempo indeterminato presso le Aree vaste 2 e 5.
 
La procedura di selezione del concorso pubblico per OSS prevede la valutazione dei titoli dei partecipanti e l'espletamento di due prove d'esame, una scritta ed una orale: la prova scritta verterà sull'esecuzione e/o dimostrazione delle conoscenze specifiche relative al profilo professionale di Operatore Socio Sanitario, la prova orale consisterà nella verifica delle materie oggetto della prova pratica. 
 
Le prove d'esame potrebbero essere precedute da un'eventuale prova preselettiva, a seconda delle domande pervenute, la quale consisterà in un test a risposta multipla. Chi supererà l'iter di selezione verrà inserito nell'Area Vasta 1 (58 posti, Fabriano) e nell'Area Vasta 5 (2 posti, Ascoli Piceno).
 
Domanda e scadenza
Le domande di partecipazione al concorso pubblico per Operatori Socio Sanitari dell'ASUR Marche devono essere spedite tramite raccomandata con avviso di ricevimento o consegnate di persona all'Ufficio Protocollo tra le ore 9.00 e le 13.00, dal lunedì al venerdì, all'indirizzo: al Direttore dell'Area Vasta n. 2, Via Turati 51, 60044, Fabriano (AN). Se avete una casella PEC potete inviare una mail all'indirizzo: areavasta2.asur@emarche.it. Scadenza: 28 gennaio 2016.
 
Il bando è stato pubblicato sia in Gazzetta Ufficiale n°99 del 29 dicembre 2015 sia sul sito internet dell'Azienda Sanitaria Unica Regionale nella sezione Amministrazione trasparente, Bandi di concorso attivi: cliccate qui, in seguito selezionate ASUR - Area Vasta n.2 o n.5 dal menù Organizzazione del box Concorsi Attivi.

 

Sono disponibili nuove opportunità di lavoro per diplomati presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. L’Ateneo ha infatti indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo indeterminato di tre funzionari amministrativi per le esigenze dell’Area per l’Internazionalizzazione di Sapienza Università di Roma. Vediamo insieme qual è il profilo professionale ricercato e come partecipare al concorso.
 
Requisiti
Ecco quali sono i requisiti e le competenze richieste al profilo professionale ricercato:
buona conoscenza di applicativi informatici Office nonché di database internazionali;
possesso del Diploma di scuola secondaria di secondo grado (Diploma di maturità);
competenza nella redazione e presentazione di proposte progettuali nell’ambito di bandi di mobilità e formazione comunitari e internazionali, capacità di supporto alle strutture e ai docenti nella predisposizione dei progetti;
capacità di programmazione e organizzazione di attività gestionali, di supporto nella gestione dei budget e nella redazione dei report intermedi e finali, dei progetti comunitari e internazionali;
capacità di collaborazione e di coordinamento dei rapporti con i partner internazionali dei progetti e con le agenzie responsabili;
competenza e capacità di marketing in lingua inglese per la promozione a studenti internazionali;
capacità di supporto all’attività di tutoraggio e assistenza a docenti e studenti incoming e outgoing di progetti di mobilità internazionali e/o comunitari;
capacità di supporto nella gestione di meeting internazionali, di supporto alle attività di reti internazionali;
ottima conoscenza e padronanza della lingua inglese, sia scritta che parlata, e di un’ulteriore lingua europea tra francese, tedesco, spagnolo, e portoghese;
 
Domanda e scadenza
La domanda di partecipazione al concorso, redatta secondo lo schema allegato al bando, deve essere trasmessa per via telematica tramite posta elettronica certificata (Pec) personale del candidato al seguente indirizzo: protocollosapienza@cert.uniroma1.it entro le ore 23:59 del 28 gennaio 2016. 
 
ALLEGATI

 

Aperto un nuovo concorso Mibact per la selezione di 60 candidatinei beni culturali. Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo procederà quindi con l’assunzione di 60 candidati a tempo determinato, per la durata di 9 mesi (Area III, posizione  economica  F1), al fine di fare fronte a esigenze temporanee per il miglioramento e potenziamento degli interventi di tutela, vigilanza e ispezione, protezione, conservazione e valorizzazione dei beni culturali in istituti e luoghi della cultura statali (elenco disponibile nell’allegato A del bando).
 
Le selezioni avverranno sulla base dei titoli posseduti e sulla valutazione dei colloqui. Vediamo insieme chi può partecipare al concorso Mibact e come fare.
 
Requisiti
Possono partecipare al concorso Mibact i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
età non superiore ai 40 anni, come previsto dalla legge di riferimento;
cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea, con adeguata conoscenza della lingua italiana;
godimento dei diritti politici;
possesso del diploma di laurea del vecchio ordinamento, laurea specialistica, laurea magistrale conseguita nell’ambito delle discipline dei beni culturali e paesaggistici in attività collegate alla tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale;
possesso del diploma rilasciato dalle scuole universitarie di specializzazione o dottorato di ricerca o master di secondo livello nelle discipline sopra indicate;
esperienza professionale non inferiore ai tre anni nel settore oggetto del bando.
 
Domanda e scadenza
La domanda di partecipazione deve essere compilata e inviata esclusivamente per via telematica utilizzando la procedura indicata sul sito internet del Mibact (allegato Domanda). Le candidature possono essere presentate dalle ore 12 del 21 gennaio 2016 alle ore 12 del 22 febbraio 2016.
 
ALLEGATI
Domanda (Disponibile dal 21 gennaio 2016)

 

L'azienda pubblica di servizi alla persona Chiabà di San Giorgio di Nogaro (UD) ha aperto una bando di concorso per la selezione di un candidato da assumere nel ruolo di Collaboratore Professionale Sanitario Infermiere. Ecco quali sono i requisiti richiesti ai partecipanti e dove inviare la domanda. 
 
Requisiti
Saranno ammessi al concorso i candidati in possesso di precisi requisiti:
cittadinanza italiana, europea oppure di paesi non UE;
maggiore età;
iscrizione all'apposito Albo degli Infermieri;
iscrizione alle liste elettorali;
non essere mai stato destituito o sospeso dall'impiego presso Pubblica Amministrazione;
aver espletato il servizio militare, se soggetti a tale obbligo;
piena idoneità alla mansione da svolgere;
laurea in Infermieristica oppure diploma universitario di Infermiere oppure diploma o attestato conseguiti in base al precedente ordinamento riconosciuti equipollenti dalle vigenti disposizioni al diploma universitario oppure titolo di studio conseguito all'estero.
 
Prove d'esame
Il processo di selezione del concorso per Infermieri si espleterà solo per esami, i quali consisteranno in due prove scritte ed un colloquio: nel dettaglio durante la prova orale saranno verificate le conoscenze di base dell'informatica e di una lingua straniera a scelta del partecipante tra francese, inglese e tedesco.
 
Domanda e scadenza
Per partecipare al concorso per Infermiere è necessario presentare la domanda, servendosi esclusivamente della propria casella di posta elettronica certificata, all'indirizzo PEC: asp@pec.gchiaba.it. Se non disponete di un indirizzo PEC, potete scegliere tra i tanti servizi di posta elettronica certificata messi a disposizione dai siti web specializzati: il costo generalmente si aggira su qualche decina di euro all'anno. Inoltrare la domanda di ammissione entro il 21 gennaio 2016.
 
ALLEGATI
Domanda <-- scaricare direttamente dalla fonde, cliccando 

 

Sono in arrivo nuove assunzioni a tempo pieno e indeterminato presso l'Unitn che ha indetto un concorso pubblico finalizzato all'inserimento di due risorse nell'area amministrativo-gestionale della Direzione Didattica e Servizi agli studenti dell'Ateneo. Per inviare la domanda di ammissione alla selezione pubblica c'è tempo fino al 21 gennaio 2016.
 
Requisiti
Saranno ammessi al bando di concorso, i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
cittadinanza italiana o europea o di Stati non CE;
pieno possesso dei diritti civili e politici;
aver svolto il servizio militare, solo per chi è soggetto a tale obbligo;
non essere mai stato destituito o sospeso dall'impiego presso Pubblica Amministrazione;
conseguimento di una laurea specialistica, magistrale o del vecchio ordinamento o di un titolo di studio equivalente conseguito all'estero limitatamente agli ambiti psicologico, giuridico, socio-economico o umanistico.
 
Prove d'esame
L'iter di selezione del concorso pubblico per amministrativi dell'Università di Trento prevede la valutazione dei titoli dei partecipanti i quali dovranno poi sostenere due prove d'esame, una scritta ed una orale; nel dettaglio nel corso della prova orale verrà anche verificata a conoscenza della lingua inglese: il candidato deve dimostrare di aver raggiunto almeno il livello B2 del QCER ovvero deve aver raggiunto il livello intermedio superiore del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue.
 
Domanda e scadenza
Le domande di partecipazione devono essere presentate esclusivamente utilizzando l'apposita procedura telematica (allegato Domanda). Scadenza: 21 gennaio 2016. 
 
ALLEGATI

 

Il Ministero dell’Interno ha indetto un concorso pubblico per reclutare 320 allievi vice ispettore della Polizia di Stato. Le iscrizioni sono aperte anche per i diplomati, quindi ci sono delle nuove possibilità di lavoro per alcuni giovani italiani, che potranno fare carriera all’interno delle forze di Polizia di Stato.  
 
Requisiti
Nel bando sono elencati i vari requisiti necessari per partecipare al concorso, vediamo quali sono:
essere in possesso della cittadinanza italiana;
godere dei diritti politici;
avere le qualità morali e di condotta in base a quanto espresso dall’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 165 del 30 marzo 2001;
avere meno di 32 anni;
aver conseguito il diploma di istruzione secondaria che permette di iscriversi ai corsi per il diploma universitario;
avere l’idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio di Polizia;
bisogna che l’uomo non abbia una statura inferiore a 1,65 metri, mentre la donna a 1,61 m.
 
Inoltre, non possono partecipare al concorso coloro che sono stati espulsi dalle Forze Armate e chi è stato destituito dai pubblici uffici, mentre anche gli obiettori di coscienza che sono stati ammessi a prestare servizio civile non possono mandare la domanda di partecipazione.
 
Prove d'esame
Nel caso in cui le domande di partecipazione al concorso saranno superiori alle 5.000 unità, i candidati si dovranno sottoporre ad una prova selettiva preliminare, in cui ci saranno domande di diritto penale, amministravo, civile e di procedura penale. Chi supera la prova selettiva potrà partecipare ad una prova scritta che consiste nella stesura di un elaborato. Le materie su cui verterà l’elaborato sono: diritto penale, processuale penale ed eventuali riferimenti al diritto costituzionale.
 
Tutti i candidati che hanno superato la prova scritta verranno sottoposti alla prova fisica, in cui dovranno dimostrare di possedere un livello adeguato di preparazione atletica. Il superamento della prova fisica dipende dal raggiungimento di alcuni traguardi:
correre 1000 metri in un tempo inferiore a 4 minuti (per gli uomini) e a 5 minuti (per le donne);
nella prova di salto in alto bisogna superare 1,15 metri (uomini) e 1 metro (donne);
fare almeno 5 sollevamenti alla sbarra (uomini) o 2 (donne).
 
Successivamente, è prevista una prova orale in cui il candidato dovrà rispondere alle domande sulle materie della prova scritta. Durante il colloquio, al candidato verranno fatte delle domande anche di diritto amministrativo, diritto civile, informatica e di lingua straniera (quella indicata dal candidato al momento dell’iscrizione). 
 
Domanda e scadenza
Per compilare la domanda di partecipazione dovrete seguire le indicazioni specificate sul sito del Ministero dell'Interno (allegato Domanda), ma vi ricordiamo che l’ultimo giorno utile per inviare la domanda è il 21 gennaio 2016. Dopo aver compilato la domanda, il candidato riceverà una ricevuta di avvenuta iscrizione, che dovrà conservare per poi presentarla il giorno della prova preliminare.
 
ALLEGATI

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un amico mi ha offerto un lavoro, ovvero il panettiere.

 2 settimane al mese (una  si ed una no) dalle 02.00 fino le 10.00/11.00 per 500 euro, oltre a fare il pane devo anche fare le consegne in vari supermercati.

 

Sono molto indeciso per via dell'orario e a parer mio la paga è poca.. 35 euro al giorno, cosa ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

@Frankisy probabilmente la paga non è eccezionale e l'orario assolutamente poco "comodo" ma fondamentalmente a parer mio dipende soprattutto dalla tua età...un bravo panettiere probabilmente avrà sempre orari di lavoro particolari in quanto è un lavoro prevalentemente notturno ma se sei giovane considerando anche la carenza di personale qualificato e con esperienza in molti settori fra cui quello del panettiere potrebbe essere una buona opportunità. Aggiungo solamente un consiglio spassionato, evitate come la peste tutte quelle società che vi propongono lavori da "consulente" spacciandoli per opportunità di guadagno eccezionale e poi vi mettono all'angolo della strada a "vendere" abbonamenti per ricevere un libro al mese o corsi di lingue piuttosto che andare casa per casa a proporre contratti per luce gas telefonia eccetera...nella quasi totalità dei casi oltre ad essere società che propongono contratti quantomeno truffaldini non vi danno nemmeno l'opportunità di imparare una professione...se proprio volete tentare la carta del "venditore" andate a fare gli agenti immobiliari per una di quelle grandi società che hanno decine di agenzie in ogni città od al massimo andate a vendere il folletto...probabilmente non vi arricchirete ma forse avrete l'opportunità di imparare un mestiere e chissà magari crescendo potreste diventare dei seri professionisti nel settore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Soshin perdonami se mi permetto, io ho fatto il venditore per più di 20 anni, ho iniziato come agente immobiliare passato per il settore assicurativo e poi ho proseguito la mia carriera nel B2B diventando nel tempo Area Manager con la responsabilità di selezionare formare e gestire la rete di vendita su tutta l'Italia.

Ti posso dire che, al di la del fatto che il tipo di lavoro mi piace e mi piaceva dannatamente, non è assolutamente un lavoro da disprezzare e non è assolutamente il male. Innanzitutto da l'occasione, ovviamente se ci si è un minimo portati, di affinare le proprie capacità di capire le persone, relazionarsi con gli altri, analizzare le problematice ed i conflitti interpersonali e trovarne una soluzione e tante altre cose, oltre a portare anche a sviluppare una capacità di analisi "psicologica" che può essere utile in qualsiasi ambito oltre che a livello personale. Inoltre è una professione che se fosse riconosciuta soprattutto dai datori di lavoro/responsabili di azienda per quello che è ossia il motore economico di qualunque attività produca un bene od un servizio od entrambe potrebbe dare anche grandi soddisfazioni economiche oltre a permettere con l'avanzare della carriera di viaggiare(ovviamente sono cose che devono piacere altrimenti diventano punti negativi).

Il vero male dei venditori è l'assoluta mancanza di professionalità imposta dalla maggioranza delle aziende anche quelle importanti che cercano approfittatori che operino secondo la politica del "prendi i soldi e scappa", fattore che, oltre a dequalificare la professione porta anche dei danni alle aziende spesso guidate da persone incapaci ed incompetenti(eh sì non succede solo nel pubblico anzi) perchè è molto più sano e redditizio portare "a casa" un risultato di 100 ogni mese per 20 anni che portare a casa un risultato di 500 subito e poi non potersi più riopresentare dal cliente perchè lo si è raggirato/truffato o gli abbiamo nascosto qualcosa od ancora peggio gli abbiamo dato qualcosa di cui non ha bisogno(e non c'è nulla di peggio che dare ad un cliente più di quello che gli serve...è molto meglio allora dargli una briciola di meno e poi ripassare per compensare ciò che gli manca).

A questo aggiungiamo il vero obiettivo della mia frase al post precedente che erano tutte quelle società che mettono ragazzi e ragazze in mezzo alla strada a vendere abbonamenti al nulla con l'inganno piuttosto che tutte queste piccole realtà che oggi come oggi reclutano giovani disoccupati promettendogli il paradiso economico e li mandano poi porta a porta per le case ad ingannare i clienti spacciandosi per tecnici telefonici o dell'energia eletterica chiedendo una bolletta ed a quel punto si segnano il codice utenza e senza firme o nient'altro a vostra totale insaputa vi cambiano il gestore telefonico od energetico.

Il discorso sarebbe poi estremamente più complesso da affrontare, la materia in questione passa da basi di trattativa e comunicazione e si dirama in direzioni multiforme verso tutta una serie di competenze e capacità che deve avere un buon venditore che sono sterminate.

Il problema rimane sempre e comunque, e non solo in Italia anche se qui noi come spesso accade ne facciamo un'arte, l'assoluta intolleranza verso la competenza e la professionalità a favore del "leccacu..smo" sfrenato e la "truffaldineria" condite con un'altissima dose di servilismo verso il padrone...eh sì perchè in una società che non si basa sulla meritocrazia una persona capace mette paura...è sempre meglio avere sotto di se un inetto per poter dimostrare la propria superiorità che un serio professionista per poter dimostrare la propria capacità di gestione e crescita delle risorse gestite:mepiange:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Case cantoniere e masserie abbandonate: lo Stato regala 103 immobili agli under 40

 

Cita

Il Demanio lancia la concessione gratuita disposta dall’art bonus per il recupero di immobili lungo percorsi ciclopedonali in nome del “turismo lento”. Una vera e industriosa opportunità di lavoro nel turismo al di fuori dei circuiti di massa, per giovani under 40 con idee di recupero e riutilizzo.

IL PROGETTO – Si tratta del progetto Valore Paese – Cammini e Percorsi, diretto a recuperare e a far rivivere oltre 100 immobili pubblici (43 gestiti dall’Agenzia del Demanio, 50 degli Enti territoriali e 10 di Anas): vecchie case cantoniere, locande, masserie, ostelli, ma anche piccole stazioni, caselli idraulici, ex edifici scolastici, torri, palazzi storici, monasteri e antichi castelli da rimettere a lucido per diventare strutture turistiche (punti ristoro, alberghi o ciclofficine) lungo percorsi da svolgere rigorosamente “lentamente”, a piedi o in bicicletta.

OPPORTUNITA’ PER UNDER 40 – Con l’obiettivo di potenziare l’offerta turistico-culturale, migliorare la fruizione pubblica e regolare i flussi turistici decongestionando le destinazioni già sovraffollate, il progetto – che fa parte del Piano Strategico del Turismo e del Piano Straordinario della Mobilità turistica – prevede il coinvolgimento di operatori privati o imprese, cooperative e associazioni composte in prevalenza da giovani under 40 che faranno cambiare pelle alle strutture coinvolte, prevalentemente in disuso (se non in stato di abbandono) e situate lungo la Via Appia, la Via Francigena, il Cammino di Francesco, il Cammino di San Benedetto e le ciclovie Vento, Sole e Acqua (Acquedotto Pugliese).

BANDI DI GARA – Mediante bandi di gara pubblicati dal Demanio entro l’estate, gli immobili saranno infatti dati in concessione gratuita (9 + 9 anni) o in concessione di valorizzazione (fino a 50 anni) per essere trasformati in piccoli hotel, punti ristoro, centri di assistenza, luoghi per attività ricreative, culturali e di formazione, botteghe artigianali, perfino spa o presidi medici, al fine di rispondere alle esigenze di sosta, permanenza, svago e relax di turisti, pellegrini e ciclisti. Per aumentare il coinvolgimento popolare al progetto e costruire bandi ad hoc, dal 9 maggio al 26 giugno sul sito agenziademanio.it sarà possibile partecipare a una consultazione pubblica in cui confluiranno i suggerimenti e le idee di tutti gli interessati, dai giovani ai pellegrini, dai bikers fino al terzo settore e all’imprenditoria.

100 IMMOBILI OGNI ANNO – Dopo il 2017, il progetto sarà replicato anche nel 2018 e nel 2019, sempre dando in concessione 100 immobili ogni anno. Dal Mibact inoltre arriveranno 3 milioni di euro (attraverso 4 bandi) per fornire un tutoraggio alle start up che parteciperanno al progetto e accompagnarle nei primi 2 anni di vita.

 

Segnalo:

La Riforma del lavoro autonomo è legge. Disciplinato anche lo smart working

(Teleborsa) – Il Senato ha dato il via libera definitivo alla Riforma del lavoro autonomo e “agile”, con 158 sì, 9 no e 45 astenuti.

 

Autonomi e partite Iva: novità in arrivo su fatture e malattia

Dopo tre anni e due governi il Senato è pronto ad approvare il cosiddetto jobs act del lavoro autonomo

 

Altro qui: http://quifinanza.it/lavoro/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×