Vai al contenuto
Fabi_92

Come vorresti che fosse la SCUOLA?

Recommended Posts

Ebbene si, visto che siamo i più asini tra le grandi potenze d'europa ... visto che ci insegnano l'inglese talmente bene da poter competere in freestyle con eminem, visto che bla bla bla ........ Come vorreste che fosse la scuola? Come dovrebbe comportarsi un professore? come potrebbe essere più funzionale?

Metodo di studio, ore, determinate regole?

Insomma diteci la vostra :asd:

:ahsi: Non fa niente se l'avete finita o chissà cosa

PS: specificate anche se parlate di Superiori, medie, elementari, università .. ecc ecc :zuzu:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora io faccio la terza media ed è uno SCHIFO.Iniziamo da come è attrezzata la scuola:da non molto è stata introdotta la lavagna interattiva nella scuola,ma ovviamente nella nostra classe non è stata istallata ma nell'altra terza si.Poi noi in 3 anni di medie non abbiamo MAI fatto un'ora di informatica,l'unica volta venne un supplente che ce ne spiego un po,questo perchè?Perchè il professore non ne capisce cazz e non vedo altri motivi visto che la sala computer c'è :grat:.Poi sempre parlando di professori c'è quello di francese che odia gli inglesi/americani quindi quasi ogni giorno li critica come se poi noi italiani fossimo messi meglio :tsk:,ok ho capito che ognuno è libero di esprimere la propria opinione ma non è un buon esempio da dare ai ragazzi(comunque quel prof. puzza e non stò scherzando).In ogni scuola c'è una fotocopiatrice ma la nostra ovviamente o si scassa o salta in aria o non c'è inchiostro o non ci sono fogli,quindi noi per fare le fotocopie dobbiamo per forza comprare noi i fogli.Nei bagni ci sono due lavandini:a uno manca la manopola per aprire l'acqua e a uno c'è la manopola,la cosa bella che l'acqua esce solo dal lavandino dove manca la manopola,ne esce pochissima e ovviamente non c'è sapone e neanche carta igienica.

Sempre nei bagni c'è qualcuno che ha il brutto vizio di pisciare a terra,a meno che uno non c'è l'abbia così storto da non centrare il water non penso non lo faccia a posta.Nella nostra classe c'è l'angolo vicino alla finestra ed è pieno di muffa in pratica al 70% è nero,poi però ci l'hanno tolta e ci hanno pitturato ma subito dopo è tornato come prima,MA CAZZO SAI QUANTE MALATTIE POSSIAMO BECCARCI?

Ovviamente il riscaldamento fà cagare,ci sono solo due termosifoni minuscoli pieni di schifezze dentro e nei giorni più freddi ci tocca stare col giubbino in classe.Per educazione fisica ovviamente la scuola non è attrezzata e abbiamo dovuto portare noi i soldi per palloni ecc.

Adesso non vi sto ad elencare tutto perchè altrimenti non finisco più.

Qui ci sarebbe veramente bisogno di chiamare striscia e le iene,meno male che l'anno prossimo me ne vado al liceo scientifico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dovrebbero farla più dura, non è possibile che io veda gente maggiorenne che fa (non si scrive "fà") gravi errori di grammatica, che non sa che "si" è diverso da "sì", "da" e "dà", che si scrive "a posto" e non "apposto" (la seconda forma è il participio passato di "apporre"), "ce n'è" e non "c'è ne", "do" e non "dò" e così via...

Per non parlare delle altre materie...

Ah, già, dimenticavo, siamo in Italia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei una scuola più severa, più responsabile, più difficile e competente, così che quando esci da una scuola superiore e sul curriculum scrivi "Conoscenza dell'Inglese: Scolastica" non voglia dire "Conoscenza dell'Inglese: Nulla".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei strutture adeguate e SICURE!!!!

(quante scuole non hanno l'anti-sismica o non hanno il CPI (Certificato Prevenzione Incendi) )

Vorrei dei docenti qualificati e soprattutto vorrei che quelli qualificati e che sanno fare bene il loro lavoro vengano premiati e non trattati come tutti gli altri.

Vorrei che i genitori non difendessero a spada tratta i loro dolci pargoletti che in realtà sono maleducati e menefreghisti.

Vorrei un ministro della PUBBLICA istruzione (ora la parola pubblica l'hanno abolita) che non fosse l'ultimo fesso a disposizione.

Vorrei che un po' delle tasse che io pago vadano alla scuola e non in rimborsi elettorali.

Vorrei essere un cittadino onesto e responsabile con rappresentanti in Parlamento onesti e responsabili.....

.....ma io non lo sono e quindi certe cose non le merito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok, io ho finito la scuola da tempo ormai, mi son ritirato, però glia attrezzi sono obsoleti. Va bene che una macchina di trazione del 1970 è uguale a quella del 2010, però cavolo se dovessi andare in fabbrica di sicuro avranno attrezzi dell'ultimo periodo. So che cambiare gli attrezzi sia una cosa eccessivamente costosa ma "Roma non si costruì tutta in un giorno"; cioè cambiare tutti i macchinari uno alla volta anche se dovessero finire nel, per dire una data, 2020 ma almeno abbiam macchinari che massimo hanno 10 anni e non 40! Per quanto riguarda la questione dei PC hanno risolto, vedendo che nell'ultimo mese di scuola hanno comprato degli intel di seconda generazione e spero che li abbian sostituiti quasi tutti. E come ultimo, e non come meno importante, molte più ore di laboratorio. Quando ci andavo io al lab. idraulica siam andati solo 1 volta e per 35 min. massimo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io pure ho finito la scuola da svariati anni, citerò quella che ricordo di più la scuola superiore. :sisi:

1) Troppe poche classi (ci toccava fare a rotazione perché la scuola non aveva abbastanza classi)

2) Insegnanti presi con le preferenze, devo aggiungere qualcosa a questo punto? Preferirei che le scuole non prendessero degli insegnanti di 70 anni e di merda solo perché hanno avuto l'appoggio di qualche simpaticone, mentre ci sono insegnati giovani che stanno in mezzo alla strada, sapessero insegnare poi. -.-

3) Più severita. Su questo punto mi piacerebbe che se uno studente si permette di scrivere in bagno per passare il tempo, alla bidella venisse concesso di obbligarlo a ripulire, non mi sembra giusto costringere i bidelli a pulire solo perché lo studente si annoiava.

4) Strutture rotte. Allora visto che si sa chi è che rompe i vetri, le sedie e compagnia bella mi farebbe piacere che fossero i genitori degli studenti a pagare i danni e non la scuola, anche perché in questo modo riceverebbero talmente tanti ceffoni che ci penserebbero 100 volte prima di farlo e nella mia critica comprende anche le gite dove molto spesso rubano gli oggetti.

5) Mi piacerebbe che ai bambini che abitano nella case vicine non fosse concesso di entrare liberamente e mordere gli studenti a sangue, manco fossero degli zombie affamati, praticamente loro siccome son più piccoli possono fare quello che vogliono e noi manco uno schiaffo possiamo dargli, ma che schifo. :grat:

6) Vorrei che venissero alzate le mura intorno alla scuola per impedire il lancio di gattini e sì lo ripeto il lancio di gattini e di massi per divertimento da parte di quegli stessi bambini per dispetto agli altri.

7) Vorrei che i bidelli non nascondano le ragazzate degli studenti, se uno studente sta fumando lo spinello a scuola, non gli offri l'accendino, lo tiri per le orecchie e lo porti dal preside, fuori dalla scuola può far quel che vuole, ma dentro il bidello deve essere anche il guardiano.-.-"

Beh che dire sembra che stia scrivendo la lettera a babbo natale così, ma questa è la scuola, in pratica nella mia sembrava di essere in una scuola carcere. :patfua:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Già come una ventina di anni fa ( che coincidenza eh?) sarebbe un passo in avanti. Quella andava di sicuro riformata un pò, nel senso di aggiornata con più inglese, più diritto ( cacchio lo si faceva alle elementari, ma dopo nulla), con più meritocrazia sia tra gli alunni che tra il corpo docenti e infine, ma non meno importante, strutture adeguate, che non se ne cadono per le vibrazioni provocate da un tir che gli passa di lato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le strutture sicure credo dovrebbe essere un presupposto e non un requisito. La competenza dei professori pure ma servirebbe anche la capacità di trasmettere(non è scontato che un bravo "tecnico" sia capace di insegnare anzi), andrebbe ripristinata educazione civica(non credo sia una materia richiesta da curriculum ma l'educazione ed il rispetto del prossimo e dei beni comuni non dovrebbe essere un optional).

Detto questo senza imbarcarmi in discussioni troppo lunghe credo che una scuola che si rispetti dovrebbe essere capace di individuare e sviluppare le capacità e le caratteristiche naturali di ogni singola persona, non possiamo essere tutti ingegneri o medici od ancora peggio avvocati(in Italia credo ci siano più avvocati che potenziali clienti).

Poi ovviamente in questo paese se venisse fuori l'attitudine di qualcuno ad esempio per la musica dovremmo anche dirgli di andare a studiare e lavorare all'estero(quantomeno lavorare dato che alcuni dei conservatori italiani sono eccellenti)ma qui stiamo parlando di scuola...questo viene dopo:susu:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo aver visto due video

 

Nello specifico questo al minuto 3.05:

 

 

E questo:

 

 

Ho pensato alla situazone scolastica in italia rispetto ad altri pesi (in particolare in America visti i video, ma ok)

In italia davvero non abbiamo nulla, andiamo semplicemente a scuola, come dice la tizia del primo video la scuola in italia è noiosa, vai lì solo per studiare, in america hanno un sacco di altre attività, onestamente penso che queste attività servano, non a caso la maggior parte degli student sono totalmente contro il sistema scolastico, non sono motivati ad andare a scuola, non sono coinvolti.

 

Senza dimenticare la parte più importante, come spiegato nel secondo video (quella youtuber Tia Taylor la consiglio molto, fa dei paragoni interessantissimi sull'America e l'Italia visto che ora vive a Milano) il sistema scolastico Italiano, non aiuta per nulla gli studenti nel mondo del lavoro.

 

Ora, è ovvio che son generalizzazioni, ma la stragrande maggioranza delle scuole e dei comuni Italiani non hanno nessun tipo di atività extrascolastiche, ma soprattutto, non prepara i ragazzi al lavoro, alcune scuole propongono stage vari, ma durano poco e molto spesso non sono remunerativi oltre a non dare le competenze necessarie.

 

Insomma, la scuola in sé non è male, alcune università sono tra le migliori in europa e nel mondo, se uno avesse voglia di studiare anche le superiori sarebbero valide, solo che non ti aiutano certo ad avercela questa voglia, sono sempre più i ragazzi che vogliono interrompere gli studi prematuramente, per entrare in un mondo per cui non sono preparati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×