Jump to content

over_coder

Ex Staffer NDZF
  • Content Count

    1341
  • Joined

  • Last visited


Reputation Activity

  1. Like
    over_coder got a reaction from Crowder in Aiuto: Virus che cripta tutti i miei file   
    Probabilmente a questo specifico CryptoLocker. In generale ci sono anche per sistemi GNU/Linux: Linux.Encoder.1.
    Articolo: More ransomware shenanigans.
     
    P.S.
    Ovviamente l'accesso e/o backup su hdd esterno deve essere fatto durante l'assoluta certezza di non essere infetti, altrimenti diventa inutile.
  2. Like
    over_coder got a reaction from pazzorik in [Linguaggio C] - Liste impazzite   
    La struttura è corretta (anche se forse avrei usato il nome più canonico Node o simili, piuttosto di str). Ci sono alcuni punti da far notare:
    exit(-1); Di solito si usano numeri non negativi come parametro per la funzione exit().
    malloc(... * sizeof(char*));...malloc(sizeof(str*));  Qui state allocando memoria per char* e str* che sono puntatori (generalmente 4 byte su x86, 8 byte su x64). Dovete allocare la memoria per il preciso tipo (struttura o meno) invece:
    malloc(... * sizeof(char));...malloc(sizeof(str)); Meglio evitare i return nelle funzioni void:
    return; A questo punto conviene usare delle flag o, in un codice particolarmente delicato e performante, l'istruzione goto.
     
    Ecco una cosa che mi ha insospettito invece:
    y = head; Quindi l'head della vostra lista è sia head che y? Ha un senso avere y come alias? Se ne può fare tranquillamente a meno, infatti dopo usate t come variabile temporanea.
     
    Il problema? Ha richiesto un po' di debug ma sta nel caso in cui aggiungete zucchero appunto. La lista fino a quel punto è esatta, poi arriva questo valore, che deve andare in fondo.
    Però il programma aggiunge zucchero e la lista diventa:
    --------- ------------| acqua | | zucchero |--------- ------------| ----|--->| NULL |--------- ------------  E tutti i valori precedentemente inseriti dopo acqua vengono persi. Riuscite a capire dove sta l'errore a questo punto? (Ho già evidenziato in qualche modo il problema nei consigli).
     
    P.S.
    Ricordati di deallocare tutti le strutture e i loro membri interni.
     
    P.P.S.
    Chiamare le variabili con un nome più adatto possibile al suo scopo è un'arte, cerca però di rendere la lettura del codice la più semplice possibile. ;)
  3. Like
    over_coder got a reaction from Kin in Consigli su Film e Telefilm   
    Pattinson non lo sopportavo anch'io... Prima di vedere Cosmopolis. Cronemberg sa come sfruttare gli attori, bravi o meno, e quindi la sua parte si salva bene a mio parere. ;)
    E di nulla! :D
     
    Grazie. :-P Gran parte del merito però lo devo al Frusciantone nazionale che mi ha portato sulla retta via. Anche se mi mancano praticamente tutti i registi italiani ancora.
     
     
    Apposto. Sono ancora un novellissimo, per dire, fatico ancora a riconoscere errori tecnici e via dicendo.
  4. Like
    over_coder got a reaction from Brezza dell'est in Consigli su Film e Telefilm   
    Mi aggiungo visto che ne richiedi tanti. :-P E il problema a questo punto è se li si hanno capiti, integrati e colti in tutte le loro sfumature. Come per le idee e lo stile del regista.
    Che non compaiono in quella lista (gli ultimi due che mi son visto):
    Battle Royale (1999) Martyrs (2008) Da notare che quest'ultimo è bello crudo se visto con l'ambientazione e spirito giusto. ;) Poi dipende molto dai gusti ovviamente, e qui il discorso si allargherebbe all'infinito... Altri film che mi vengono adesso a bruciapelo: Ex Machina (2015) L'attacco dei giganti (I & II) (2015) John Wick (2014) Akira (1988) L'avvocato del diavolo (1997) 1997: Fuga da New York (1981) The Horde (2009) Humandroid (2015) Trasporto eccezionale - Un racconto di Natale (2010) Tremors (1990) La mosca (1986) Direi che ho spaziato un minimo. Purtroppo gran parte dei film che stavo linkando era già nella lista di IMDb. Avrei messo anche qualche film di Romero ma si tratterebbe di vedersi tutti i suoi film sugli zombi possibilmente in ordine di uscita. Ho messo anche più roba recente di quanto non faccio di solito. o.ò Una domanda: se hai visto tutti i film in lista (o quasi), non ti sei appassionato a nessun regista in modo da andarti poi a vedere tutta la sua filmografia (o quasi)?
  5. Like
    over_coder got a reaction from matt_dev in [Linguaggio C] - Liste impazzite   
    Se ne vedono delle belle in queste tipologie di corsi. ;) Personalmente l'ho apprezzato davvero molto, forse anche per il professore che ho avuto.
  6. Like
    over_coder reacted to matt_dev in [Linguaggio C] - Problema con vettori dinamici di puntatori a struct   
    @Scanetatore ora è chiaro, risolvo con una variabile temporanea diciamo, che rialloco in base a vP e poi ne assegno l'indirizzo.
    Got it!
     
    Credo di non aver più domande (per ora.. quest'anno la vedo dura...) grazie ancora!
  7. Like
    over_coder reacted to XOUJO in Small Soldiers   
    Small Soldiers è un film del 1998 diretto da Joe Dante. È una commedia fantascientifica d'azione girata in tecnica mista.
     
    Titolo originale Small Soldiers
    Paese di produzione Stati Uniti d'America
    Anno 1998
    Durata 108 min
    Colore colore
    Audio sonoro
    Genere fantascienza, azione
    Regia Joe Dante
    Soggetto Gavin Scott, Adam Rifkin, Ted Elliott, Terry Rossio
    Sceneggiatura Gavin Scott, Adam Rifkin, Ted Elliott, Terry Rossio
    Produttore Michael Finell, Colin Wilson
    Art director Brad Ricker
    Animatori Scott Benza, David Latour, Jacques Muller
    Fotografia Jamie Anderson
    Montaggio Marshall Harvey, Michael Thau
    Effetti speciali Kim Derry, Mark Lilienthal, Jeff Pepiot, Joseph C. Sasgen, Thomas R. Ward
    Musiche Jerry Goldsmith
    Scenografia William Sandell
    Costumi Carole Brown-Jones
    Trucco Christina Smith, Judith A. Cory
     
    Trama


     


     
    Fonti: 
    it.wikipedia.org
  8. Like
    over_coder reacted to Lief in Windows 10   
    beh il tar non è proprio la norma in linux, comunque una volta capito come si installa la cosa è utile su tutte le possibili distro e anche su mac (raramente ma può servire)... al contrario con i pacchetti già fatti varia tutto da distro a distro (e questo è il difetto di linux... ci sono troppe distro).
     
    certo ci sono alternative al terminale di sistema, ma sono tutte alternative non ufficiali, il che significa che non potranno mai essere integrate nel sistema.
     
     
    che ci vuoi fare, quando inizi ad usare siri diventa comoda... finchè la "prendi per il culo" ti metti a ridere una volta poi ne fai a meno. sicuramente il fatto che funzioni solo online è un limite.
     
    1. sentito ma non provato.
    2. devi provare sulla tua pelle
    3. finchè non li usi non puoi scoprirne la comodità (se fossero integrati nelle gesture del trackpad o del mouse credo che in molti li utilizzerebbero, sicuramente imparare le scorciatoie da tastiera può essere d'aiuto per iniziare ad usarli, una volta iniziato è difficile farne a meno tanto sono comodi.
    la scociatoia è win+ctrl+left(right) per cambiare desktop virtuale)
    4. inutili finchè non li hai e non li usi (la comodità di chiedere le previsioni del tempo ad esempio, o di segnare gli esami sul calendario, senza dover aprire niente secondo me non ha pari).
    5. a me addirittura non piace figurati, ma non è così importante.
     
    beh certo può sempre capitare che si blocchi il sistema, diciamo che in media si blocca meno linux... sicuramente linux ha anche il problema delle 1001 distro che ogni tanto danno problemi ogni tanto no... e su ogni computer il comportamento varia. è uno dei motivi che mi hanno convinto ad usare mac.
     
    comunque fai pure quel che ti pare, mio padre usa ancora xp e nonostate i blocchi del sistema che si verificano regolarmente ogni 2-3 ore di utilizzo è contento di usare un sistema che conosce e non vuole cambiare (anche se potrebbe farlo senza spendere un centesimo). Ognuno ha le proprie esigenze, a me piace la tecnologia e le novità quindi mi tengo il più possibile aggiornato per scelta.
     
     
    certo non è una cosa che interessa a tutti. però una volta che sai usarlo risulta molto comodo in molte situazioni. perchè continuano a metterla? perchè serve, semplice.
    ti faccio un esempio molto terra terra... scaricare i video da youtube è molto semplice e non serve il terminale, tutt'altra storia è scaricare video da siti con flussi protetti... come fare quindi? esistono programmi a pagamento che fanno un pessimo lavoro oppure un programma gratuito e open source da linea di comando chiamato avconv...
    voglio fare un programmino hello world in c... mi conviene avviare eclipse con il plugin o visual studio.... oppure usare gcc da linea di comando che in mezzo secondo me lo compila e mi permette anche di avviarlo?
    voglio creare un file di testo vuoto, mi conviene usare tasto destro->nuovo->file di testo e rinominarlo... oppure posizionarmi nella cartella e usare il comando touch nomefile.txt?
    qualcuno troverà sempre più comoda la via da interfaccia grafica questo non significa che bisogna costringere tutti ad utilizzare la via più lunga.
    tra parentesi ci sono anche cose che si possono fare solo da terminale perchè alcuni programmi sono disponibili solo via linea di comando... vogliamo costringere tutti gli sviluppatori a sviluppare solo con interfaccia grafica?
    C'è un altro vantaggio nei programmi a linea di comando, hanno una compatibilità multi-piattaforma molto migliore di quelli a interfaccia grafica... un programma helloworld (anche qualcosa di più complesso che non si affidi a librerie uniche) scritto in c, basta compilarlo allo stesso modo su windows, linux e mac per poterlo avviare in tutti e tre i sistemi... tra linux e mac che sono entrambi Unix la compatibilità è molto più ampia (tanto è vero che il gestore di pacchetti macport su mac ha tantissimi programmi linux).
    spero di averti fatto capire l'importanza del terminale.
     
    Gli utenti che vogliono usare il terminale sono pochi in generale (anche su linux dove teoricamente sono più numerosi sono pochi), mica tutti hanno voglia di impararlo, in fondo chi usa il computer per navigare/giocare/scrivere che se ne fa del terminale?
    Praticamente comunque il terminale serve ad avviare programmi che non necessitano di interfaccia grafica (gcc stesso può essere considerato un programma, touch è un esempio di programma di sistema), quindi teoricamente potrebbe essere utile a tutti, non solo ai poweruser... l'unica difficoltà è sapere il nome del programma da avviare, il percorso in cui è questo programma e di quali opzioni ha bisogno per funzionare
  9. Like
    over_coder reacted to Lief in Windows 10   
    aggiornato la macchina virtuale.
    cosa mi piace:
    • desktop virtuali, li trovo troppo comodi su osx e linux, ho già guardato qual'è la scorciatoia da tastiera per cambiare desktop... funzionano più o meno come su osx e linux quindi sono positivi. visto che è una macchina virtuale li uso poco ma in nativo li uso tantissimo. peccato che non si possa usare una gesture da touchpad/trackpad come su osx (la comodità assoluta è quella) ma siamo già a buon punto.
    • metro app più simili alle app desktop, finalmente il più grande errore microsoft per desktop sta diventando più sopportabile.
    • processo di installazione abbastanza fluido (ho aggiornato su vmware quindi ho dovuto reinstallare i vmware tools e aggiornare per forza da iso, ma la iso si scarica in download diretto sul sito microsoft... quindi è un ottimo rispetto alla fatica del download con dreamspark (tra parentesi chi è studente si informi che la licenza è gratuita)).
    • sistema di backup più chiaro, ora assomiglia a time machine di OSX. insomma un altro punto a favore
    • il nuovo programma di modellazione 3D, sugli hololens dev'essere una figata
    • cortana funziona bene, anche se per ora non può neanche prendere appunti è quindi abbastanza inferiore a siri che ho sull'iphone... rispetto a mac però ora windows ha un vantaggio.
     
    cosa non mi piace:
    • avevo la versione pro N (senza windows media player che non mi è mai servito)... provo ad installare alcune app dal windows app store (per provare) e non partono.... cerco info online e non si capisce il problema, perdo giorni e giorni perchè questo problema su windows 8.1 senza windows media player non lo avevo... alla fine incappo nel post giusto installo windows media e tutte le apps che non partivano partono. è la dimostrazione che microsoft deve ancora risolvere dei problemi, non puoi vendere una versione senza windows media player se alla fine quest'ultimo è necessario per le app del windows store... e tra l'altro non capisco perchè mai sia ancora necessario quel programma pattumiera.
    • il nuovo start... strano a dirsi ma con 8.1 avevo trovato una soluzione che mi piaceva, cliccando sullo start veniva mostrato l'elenco dei programmi a tutto schermo (mi ricordava il lanchpad di osx...) ad oggi lo start è diventato piccolo (si può anche mettere a tutto schermo ma quello mi piace piccolo), mentre l'elenco programmi è sempre un elenco a scorrimento, niente tutto schermo (almeno che io sappia, se qualcuno sa come mettere a tutto schermo solo l'elenco dei programmi lo dica che mi fa un favore XD).
    • ancora il vecchio registro... dovrebbero smettere di utilizzare un sistema così antiquato e pieno di problemi, è per colpa del registro se windows si "sporca e appesantisce" in fretta. un esempio? avviando una macchina virtuale unix (osx o linux non importa) allo spegnimento se non hai installato nuovi programmi pesa esattamente uguale a prima, se pesa di più tutto lo spazio occupato è necessario, windows invece ogni volta risulta da pulire di 1-2 GB... naturalmente i registri fanno anche altri danni, questo è solo un esempio.
    • ancora non c'è un'alternativa al terminale bash ecc... vi spiego meglio, in unix (linux o mac non importa) il terminale è uno strumento semplice, con comandi molto intuitivi e si usa in modo semplice.... su windows si può usare una sessione virtualizzata di dos (cmd) oppure powershell.... ma entrambi gli strumenti non possono competere con il terminale di unix. cmd è semplice quanto il terminale ma essendo dos virtualizzato ha diversi problemi di cui i più importanti sono: 1. non è sicuro essendo monoutente, infatti la maggior parte dei problemi di sicurezza di windows provengono da esecuzioni si codice su cmd in background con l'approvazione dell'utente che concede i diritti di amministratore senza rendersene conto (visto che su windows viene solo mostrato un messaggio di sicurezza con si o no... non viene chiesta la password). 2. è scomodo visto che è stato pensato per un'altra epoca, molte opzioni come il copia/incolla non sono implementate a dovere 3. non può eseguire comandi avanzati (come l'installazione di pacchetti)
    powershell invece ha il problema di essere una cosa completamente diversa, molto più complessa, che sfortunatamente non è comoda da utilizzare (in pratica si deve imparare un linguaggio di programmazione a parte per usarla).... e soffre della stessa scomodità di cmd (copia/incolla ecc...) per una questione di compatibilità.
    • soffre ancora di bug strani che su mac non si verificano. ad esempio l'altro giorno si sono bloccati gli aggiornamenti, e ho dovuto resettarli per farli ripartire (cosa che se uno non è pratico non farà mai tenendosi quindi la versione attuale di windows 10 che qualche bug ancora lo ha).
     
    Nel complesso windows 10 è un buon aggiornamento, personalmente non vedo l'ora di provarlo sugli hololens.
    Consiglio a tutti di approfittare della promozione e aggiornare, se siete studenti ricordatevi di prendere la licenza da dreamspark
  10. Like
    over_coder got a reaction from bommy in aiuto algoritmi esami di stato   
    E quindi che c'entra, è la terza volta che lo posti. xD Mi sembra che anche tu faccia un classico errore che vedo in molti programmatori alle prime armi (che no, non sanno nulla di programmazione): suppongono che ci sia una sola soluzione all'esercizio e un preciso algoritmo per ogni cosa da seguire alla lettera. Quindi, ripeto, non so cosa cercassi di dimostrare. Serve un po' di elasticità mentale e tempo per ottenerla, però bisogna anche capire che non c'è solo un modo per fare le cose. ;)
     
    In ogni caso temo che il nostro tempo a disposizione sia finito, in bocca al lupo per gli esami. :)
    Se altri hanno soluzioni e spiegazioni migliori delle mie si facciano avanti ovviamente. :D
  11. Like
    over_coder got a reaction from Noble4 in Con quale linguaggio di programmazione inizare? C/C++ vs Python   
    Il C non è orientato ad oggetti. ;)Per il resto è sempre così in questi topic: ognuno porta la sua esperienza e sopratutto il suo credo, l'autore ne rimane spesso confuso purtroppo. Quindi spesso la cosa migliore è scegliere quello che più ti ispira e cominciare, l'importante è quello, poi c'è tutto il tempo di cambiare ed imparare.
    P.S.
    Fare videogiochi in C la vedo molto dura al giorno d'oggi, in quest'ambito se vogliamo ottimizzare molto rimaniamo comunque col C++, ma che è un'altra cosa.
  12. Like
    over_coder got a reaction from TheFedex in Con quale linguaggio di programmazione inizare? C/C++ vs Python   
    Personalmente sono della stessa opinione di Mait, se non hai preferenze a livello sintattico vai di Python. Puoi creare eseguibili (se proprio ci tieni) anche con questo linguaggio ricorrendo a degli espedienti.
     
    Python è un linguaggio potente, veloce e dinamico. Il C prima o poi è da affrontare, senza dubbio, ma per un neofita (col senno di poi visto che ho anch'io iniziato dal C) è meglio altro. Per la programmazione di videogiochi, al giorno d'oggi, dipende molto dall'ambito. Ce n'è per quasi ogni linguaggio e in tal caso Python non è il più adatto, visto che è matematicamente lento (anche se in maniera relativa). In tal campo il C++ non si batte (non confondiamolo troppo col C) ma studiarlo approfonditamente può risultare molto ostico. Poi se vuoi usare, ad esempio, engine come Unity allora vai di C# (ancora diverso) o per il web di JavaScript (o LiveScript o Dart).
     
    L'importante all'inizio è imparare le basi con il linguaggio che ti trovi meglio, poi viene il resto. ;)
     
    Bibbia del C: The C Programming Language
    Ugualmente consigliati C++: The C++ Programming Language | Thinking in C++
     
     
    Fai conto che sto ancora leggendo il primo, gli altri due sono consigliatissimi ma non ho ancora trovato il tempo di dedicarmi al C++. Di Python non saprei quali siano i meglio fatti. :-\ Di roba Open Source invece c'è questa lista: List of Free Programming Books.
  13. Like
    over_coder reacted to Mait in Con quale linguaggio di programmazione inizare? C/C++ vs Python   
    Tra i due Python, senza dubbio. Poi per somiglianza apprenderesti java molto facilmente (ed è detto tutto). In aggiunta senza difficoltà arriveresti a comprendere anche php e javascipt.
    Conoscendo java ho preparato un esame su python in una settimana.
  14. Like
    over_coder got a reaction from Kin in Perché comprare un Mac?   
    Non intendo prendere parte approfonditamente a questa discussione, né ho mai avuto la fortuna di avere/provare a lungo un Mac.
     
     
    Però non denigriamo a tal punto senza conoscere i dettagli o esporli. ;) Ricordo che i prodotti Apple sono costruiti su un kernel Unix-like, in parte anche Open Source, che è tutto meno che colabrodo. Rispetto a Microsoft che (almeno) fino a XP che avevano il loro kernel ibrido faceva acqua da tutte le parti. Eppure direi che XP è un sistema apprezzato ancora oggi (e questo è inquietante) in lungo e in largo.
     
    Suppongo che il resto sia l'abbracciare una certa filosofia ("chiusa ma solida"), l'ecosistema e il design dei prodotti o stima per l'azienda.
  15. Like
    over_coder got a reaction from bommy in C - problema accesso ai file   
    Di nulla. ;)
     
    Se ne so qualcosa allora risponderò. :'D
  16. Like
    over_coder reacted to Mait in Java - Array   
    @_IronMaiden_
     
    Oddio mio. Lancia il pc dalla finestra.
     
    Dato che scrivi tutto nel main e mi hai detto che sei agli inizi, mi permetto di darti un consiglio. Poi fai te.
    Converrebbe creare un metodo, ovvero una funzione espressa in modo molto generale, che accetta dei parametri e che può essere richiamata ogni qual volta lo si desidera nel main. In quest'ultimo si inizializzano variabili di input e si esegue e ottiene l'output di tutto il programma.
    public class TempSett { public static void main(String[] args) { int[] sett={3,5,-6,3,-8,3,-9,3,3}; System.out.println(trovaMassimo(sett)); //qui viene richiamato il metodo trovaMassimo(...) a cui viene passato l'array di interi sett } static int trovaMassimo(int[] a) { //creazione metodo: int perché deve restituire una variabile intera; //int[] perché come parametro accetta un array di interi //a perché all'interno del metodo il parametro passato verrà formalmente indicato così int temp=a[0]; for(int i=1; i<a.length; i++) { if(a[i]>temp) { temp=a[i]; } } return temp; //il metodo restituisce un intero del valore di temp }} @Adenina:
     
    1: Sì, è buona norma esprimere il tutto formalmente, come ho appena fatto qui sopra in questo post, ovvero come hai specificato te nell'esempio. Però tenendo presente alcune accortezze (int i=0; i<sett.length; i++) oppure (int i=0; i<=sett.length-1; i++). Con length è possibile sapere quanti elemente contiene. Iron dato che sapeva la lunghezza dell'array, ha scitto 8 direttamente, anche se funziona, non è corretto. Visto che ha utilizzato l'input da tastiera utilizzando la classe Scanner, avrebbe dovuto fare un input che rispecchiasse una domanda all'utente del tipo "Quante temperature vuoi inserire?", così da memorizzare tale valore in una variabile e utilizzarla all'interno del programma per creare l'array, quindi come lunghezza di quest'ultimo.
     
    2: Se vuoi scorrere totalmente un array, sì. Perché, almeno in java, gli array hanno questa convenzione. Se invece ti riferisci ai cicli for in generale, no, puoi inizializzarlo e terminarlo come necessiti.
    Per la cronoca, c'è un ciclo for, chiamato for each, che scorre tutto l'array senza specificare l'inizio e la fine.
     
    3: Credo che tu volessi dire "...un for di questo tipo...".
    L'indice parte da 1, saltando la prima posizione, ovvero quella indicizzata 0.
     
    Spero di essere stato chiaro. Sto scrivendo da una mezz'ora e ho avuto delle interruzioni. :P
  17. Like
    over_coder got a reaction from bommy in Problema nello script per aprire una directory   
    Sì, purtroppo per esperienza so che è lasciata molto in disparte. :) Ma una cosa per volta, intanto impara bene a programmare. ;)
     
    E aspetto anch'io lo script di bomale per darci un'occhiata ma sono sicuro che sarà ben fatto.
  18. Like
    over_coder got a reaction from bommy in Problema nello script per aprire una directory   
    Stavolta faccio in tempo a rispondere. u.u
     
    Il problema nasce dal fatto che invii tramite POST da openlogo.php a index.php la nuova immagine, facendo in modo che un reload della pagina (dalla index) abbia bisogno di inviare nuovamente tali informazioni. Quindi possiamo evitare di andare alla index.php e lavorare solo sull'altra pagina, avvalendoci delle sessioni che già stai usando e lo facciamo per sfruttarle appieno, ovvero condividendo informazioni tra le varie pagine PHP.
     
    index.php


     
    openlogo.php


     
    Ho fatto qualche modifica qua e là durante questo ed altri test, quindi ti lascio solo i file come me li ritrovo. :-P
     
    Un paio di note importanti:
    $target_dir = 'C:/Users/****/Documents/offline/htdocs/libri/Loghi/'; Meglio utilizzare un percorso relativo, ad esempio:
    $target_dir = './Loghi/'; Mentre è praticamente sempre sconsigliato accedere direttamente ai valori degli array globali senza opportuni controlli e filtri:
    $img_name=$_FILES['userfile']['name'];$_SESSION['logoutente'] = $target_dir . $_POST['immagine']; Sono due esempi di vulnerabilità presenti nel codice che permettono a malintenzionati di sfruttare tali falle a diversi scopi. Prima di caricarlo su internet meglio informarsi su qualcosa di base sul fronte della sicurezza, fa sempre benissimo. ;)
  19. Like
    over_coder reacted to bommy in Realizzare un sito in php   
    se hai intenzione di cominciare col piede giusto occorre guardare dei progetti esistenti, di solito usano classi di base (gestione date, db, cache, impostazioni, output [json, html...], sessioni/cookie...) e altre derivate.
    Io ho iniziato a studiarmi ogni funzione prima di riuscire a scrivere qualcosa (come un modulo per l'upload via ajax).
    ad esempio una classe php per gestire il menu permettendoti quando ti occorre di redifinirla senza dover modificare, questo incide soprattutto quando si lavora su un cms.
    per l'output ti occorre definire una base(documento html, con head e body) che puoi fare a mano, poi definisci le variabili come titolo della pagina, script nell'head,header/barra di navigazione, parte dinamica ($html) e footer..
    una volta preparata devi stabilire se usare tanti "switch" o fare in ogni pagina/modulo i vari richiami.
    il resto ne parliamo a seguire...
  20. Like
    over_coder got a reaction from Fabi_92 in Realizzare un sito in php   
    Visto che nessuno ha risposto ne approfitto io.
     
    Il fatto che tu abbia seguito una guida e non un manuale o libro ti porta, infatti, ad avere conoscenze incomplete e mancanza di esercizio a riguardo. Se riesci recupera dei buoni libri su PHP, le guide e i tutorial vanno bene per le basi.
    Quindi, parti a fare esercizi semplici. Uno su una pagina PHP con operazioni aritmetiche, passaggio parametri via GET e POST, gestione di un database con mysqli o PDO (l'insieme di funzione mysql è deprecato) e il relativo linguaggio SQL, almeno basilare, se utilizzi un database relazionale di questo tipo. In seguito sperimenta l'OOP e prendici un po' la mano, apprezzane la filosofia. Anche per questo ci sono svariati libri, non è una cosa che si fa da un giorno all'altro. Per la strutturazione del template puoi affidarti a librerie PHP che gestiscono proprio quell'aspetto. Gestione delle sessioni e un minimo di sicurezza. Studio di pattern MVC e framework relativi.
     
    Questa è la via lunga, e comunque non completa, se vuoi sviluppare del codice un minimo mantenibile, sicuro e performante. Per un semplice sito e partendo proprio dalle basi puoi tralasciare la programmazione ad oggetti e i template creati con librerie esterne e mandare in output direttamente il codice necessario. Io con questa metodologia ho scritto un CMS completo da 4000 righe quasi 2 anni fa, benché riguardandolo dopo si è rivelato uno scempio. In ogni caso funzionava, quindi vuol dire che si può fare comunque se si ha fretta di veder qualcosa di realizzato.
     
    Per rispondere in maniera più pratica alle tue domande:
    Per la struttura di un sito in php dipende dal progetto, vedendo il tuo progetto almeno una parte dedicata all'elaborazione delle richieste, gestione database e output html. Ovviamente puoi gestire tutto anche in una pagina se proprio; Beh, tutte quelle che hanno la necessità di cambiare in base al tipo di utente od operazione, qui sta a te decidere; Puoi fare anche come hai scritto te per i contenuti richiamati dinamicamente, anche qui dipende dalla struttura e metodologie utilizzate, non c'è mai un'unica via per fare qualcosa; Sempre qui dipende da quello che vuoi fare, meglio se forse prima definisci un'idea su carta senza lanciarti a programmare senza un'idea di fondo. :) Personalmente mi sono trovato bene con PDO quando l'ho utilizzato, questo il manuale fornito da php.net: http://php.net/manual/en/book.pdo.php. Certo, non è un tutorial o libro ma spiega i concetti abbastanza bene per poter cominciare. Conviene anche leggere i vari commenti, ogni tanto saltano fuori chicche interessanti.
  21. Like
    over_coder got a reaction from Fabi_92 in Realizzare un sito in php   
    Visto che nessuno ha risposto ne approfitto io.
     
    Il fatto che tu abbia seguito una guida e non un manuale o libro ti porta, infatti, ad avere conoscenze incomplete e mancanza di esercizio a riguardo. Se riesci recupera dei buoni libri su PHP, le guide e i tutorial vanno bene per le basi.
    Quindi, parti a fare esercizi semplici. Uno su una pagina PHP con operazioni aritmetiche, passaggio parametri via GET e POST, gestione di un database con mysqli o PDO (l'insieme di funzione mysql è deprecato) e il relativo linguaggio SQL, almeno basilare, se utilizzi un database relazionale di questo tipo. In seguito sperimenta l'OOP e prendici un po' la mano, apprezzane la filosofia. Anche per questo ci sono svariati libri, non è una cosa che si fa da un giorno all'altro. Per la strutturazione del template puoi affidarti a librerie PHP che gestiscono proprio quell'aspetto. Gestione delle sessioni e un minimo di sicurezza. Studio di pattern MVC e framework relativi.
     
    Questa è la via lunga, e comunque non completa, se vuoi sviluppare del codice un minimo mantenibile, sicuro e performante. Per un semplice sito e partendo proprio dalle basi puoi tralasciare la programmazione ad oggetti e i template creati con librerie esterne e mandare in output direttamente il codice necessario. Io con questa metodologia ho scritto un CMS completo da 4000 righe quasi 2 anni fa, benché riguardandolo dopo si è rivelato uno scempio. In ogni caso funzionava, quindi vuol dire che si può fare comunque se si ha fretta di veder qualcosa di realizzato.
     
    Per rispondere in maniera più pratica alle tue domande:
    Per la struttura di un sito in php dipende dal progetto, vedendo il tuo progetto almeno una parte dedicata all'elaborazione delle richieste, gestione database e output html. Ovviamente puoi gestire tutto anche in una pagina se proprio; Beh, tutte quelle che hanno la necessità di cambiare in base al tipo di utente od operazione, qui sta a te decidere; Puoi fare anche come hai scritto te per i contenuti richiamati dinamicamente, anche qui dipende dalla struttura e metodologie utilizzate, non c'è mai un'unica via per fare qualcosa; Sempre qui dipende da quello che vuoi fare, meglio se forse prima definisci un'idea su carta senza lanciarti a programmare senza un'idea di fondo. :) Personalmente mi sono trovato bene con PDO quando l'ho utilizzato, questo il manuale fornito da php.net: http://php.net/manual/en/book.pdo.php. Certo, non è un tutorial o libro ma spiega i concetti abbastanza bene per poter cominciare. Conviene anche leggere i vari commenti, ogni tanto saltano fuori chicche interessanti.
  22. Like
    over_coder got a reaction from Fabi_92 in Realizzare un sito in php   
    Visto che nessuno ha risposto ne approfitto io.
     
    Il fatto che tu abbia seguito una guida e non un manuale o libro ti porta, infatti, ad avere conoscenze incomplete e mancanza di esercizio a riguardo. Se riesci recupera dei buoni libri su PHP, le guide e i tutorial vanno bene per le basi.
    Quindi, parti a fare esercizi semplici. Uno su una pagina PHP con operazioni aritmetiche, passaggio parametri via GET e POST, gestione di un database con mysqli o PDO (l'insieme di funzione mysql è deprecato) e il relativo linguaggio SQL, almeno basilare, se utilizzi un database relazionale di questo tipo. In seguito sperimenta l'OOP e prendici un po' la mano, apprezzane la filosofia. Anche per questo ci sono svariati libri, non è una cosa che si fa da un giorno all'altro. Per la strutturazione del template puoi affidarti a librerie PHP che gestiscono proprio quell'aspetto. Gestione delle sessioni e un minimo di sicurezza. Studio di pattern MVC e framework relativi.
     
    Questa è la via lunga, e comunque non completa, se vuoi sviluppare del codice un minimo mantenibile, sicuro e performante. Per un semplice sito e partendo proprio dalle basi puoi tralasciare la programmazione ad oggetti e i template creati con librerie esterne e mandare in output direttamente il codice necessario. Io con questa metodologia ho scritto un CMS completo da 4000 righe quasi 2 anni fa, benché riguardandolo dopo si è rivelato uno scempio. In ogni caso funzionava, quindi vuol dire che si può fare comunque se si ha fretta di veder qualcosa di realizzato.
     
    Per rispondere in maniera più pratica alle tue domande:
    Per la struttura di un sito in php dipende dal progetto, vedendo il tuo progetto almeno una parte dedicata all'elaborazione delle richieste, gestione database e output html. Ovviamente puoi gestire tutto anche in una pagina se proprio; Beh, tutte quelle che hanno la necessità di cambiare in base al tipo di utente od operazione, qui sta a te decidere; Puoi fare anche come hai scritto te per i contenuti richiamati dinamicamente, anche qui dipende dalla struttura e metodologie utilizzate, non c'è mai un'unica via per fare qualcosa; Sempre qui dipende da quello che vuoi fare, meglio se forse prima definisci un'idea su carta senza lanciarti a programmare senza un'idea di fondo. :) Personalmente mi sono trovato bene con PDO quando l'ho utilizzato, questo il manuale fornito da php.net: http://php.net/manual/en/book.pdo.php. Certo, non è un tutorial o libro ma spiega i concetti abbastanza bene per poter cominciare. Conviene anche leggere i vari commenti, ogni tanto saltano fuori chicche interessanti.
  23. Like
    over_coder got a reaction from bommy in Segnalazioni board   
    Addirittura è meglio così a scomparsa, complimenti come al solito bomale! ;D
  24. Like
    over_coder reacted to bommy in Segnalazioni board   
    ho rifatto in altro modo, perchè molti usano lo schermo a 15" :P
    spero sia meglio :/
  25. Like
    over_coder got a reaction from bommy in Segnalazioni board   
    Mi fixate la searchbox per le dimensioni del mio monitor in modo da renderlo responsive? XP Ci sarebbe da spostare il div <div id="search">[...]</div> all'inizio del div <div id="ipbwrapper">[...]</div>. Inoltre sarebbe caruccio sistemare la scritta in placeholder relativa alla linea di codice:
    <input type="text" id="main_search" name="search_term" class="" size="17" tabindex="100" placeholder="Search..."> E aggiungere in fondo alla dichiarazione CSS
    media="screen, print" #main_search { font-size: 12px; border: 0; padding: 0; background: rgba(0, 0, 0, 0); width: 190px; outline: 0;} La seguente linea
    vertical-align: super; Ricordo che era un casino per me mettere mano ai template, se ce l'avete a portata di mano sarebbe carino. u.u
×