Cronoblack

Referendum Costituzionale: SI o NO?

Cosa voterai al referendum costituzionale? [VOTI ANONIMI]  

32 voti

This poll is closed to new votes
  1. 1. Cosa voterai al referendum costituzionale?

    • NO
      17
    • SI
      7
    • Non lo so
      5
    • Non andrò a votare
      3
  2. 2. Se al Referendum vince il NO, Matteo Renzi deve dimettersi?

    • Si, ma solo se si torna al voto
      12
    • Si, anche in caso di nuovo governo tecnico
      5
    • No, deve continuare fino al 2018
      5
    • Non mi interessa
      10


Recommended Posts

1 ora fa, Fabi_92 dice:

poi mi guardo il video ma già intravedo travaglio che con i suoi 5 punti del libro ha detto un bel po' di imprecisioni secondo me :asd:

 

intatto faccio del dissing solo per @Taliten Crow

apprezzerà :zizi:

 

15171071_1302164409835501_79167213521442

 

l'epicità si raggiunge nel grafico arancione LOL

 

Sui 5 punti non so sinceramente, sui 35, a suo dire, punti citati nel libro sicuramente molti invece :asd:  di solito non mi trovo molto con ciò che dice, ma a sto giro se non ci ha preso non credo ci sia andato comunque lontano :sasa:

E sinceramente sarei anche molto curioso di sapere quanti Piddioti (come me) vogliono votare no, perchè il grafico è l'effettiva verità secondo me :sasa: tutti "tifano" il proprio partito a prescindere, seguendono il leader come le vecchine che cantano i cori in chiesa manco fossero capi-ultrà, seguono la bibbia.

 

1 ora fa, Taliten Crow dice:

 

io invece vorrei proprio dei bei governi tecnici (fatti bene si intende) :asd: uno dei grossi mali della politica (non solo la nostra, tutta) è proprio la personalizzazione. i politici devono essere grandi affabulatori, spesso di bell'aspetto, che siano estroversi, sicuri di sè almeno esteriormente... e dire sempre la cosa giusta senza mai "offendere" nessuno (se non i più deboli, vd. salvini contro gli immigrati)... esempio: ma è mai possibile che tutti i politici (esclusi quelli di estrema sinistra) siano cattolici praticanti? ma dai, non ci crede nessuno... :asd: eppure devono farlo, perchè altrimenti "pare brutto"... e così non si può criticare la chiesa e sia mai che le vengano tolti i privilegi insensati. un altro esempio è quello che mi diceva un mio collega tedesco: la merkel in germania viene criticata perchè non ha carisma. :asd: ma che cazzo mi significa?

 

immaginatevi una rita levi montalcini in politica con lo scopo di stare a capo di un immaginario ministero per la ricerca. chi cazzo la voterebbe mai? eppure di sicuro farebbe meglio di un brunetta. (anche qui, populismo, ma nel caso specifico credo abbia un senso).

 

votiamo gente con la parlantina sciolta nella speranza che sappia delegare ai giusti collaboratori. ma poi i collaboratori sono persone di cui non si sa nulla e spesso amici di amici con nessuna competenza o merito. ed allora tanto varrebbe votare direttamente i tecnici, no? perchè passare dagli affabulatori?

 

@Fabi_92 :asd:  ce ne sarà anche uno per il sì che dice "95%: voto sì perchè SENATORI A CA$A! abbassiamo i costi della politiKa!"

 

E anche qui mi trovi, in teoria d'accordo, ma poi mi ricordo che siamo in Italia e che i precedenti governi tecnici (Monti? Letta?) erano stati fatti ad hoc e che poco avevano a che vedere con la ripresa dell'Italia, ma in questo caso almeno le banche ringraziano, e non riesco ad esserlo anche in pratica :asd:

Quindi se ci sono troppi interessi in ballo ed anche chi in teoria dovrebbe essere super partes in pratica poi non lo è, se nella politica ci si trova a scegliere (micar sempre xD) tra un comico, tra il rottamatore, tra il pappone che ha le mani ovunque (non solo sui culi), tra quello che quando compra i pop corn al cinema discrimina pure i chicchi bruciati perchè neri, o appunto tra un governo tecnico che ha troppi interessi interni per far prima il bene del paese, la soluzione alla fine qual è?

 

Quindi si, un governo tecnico fatto bene potrebbe pure andare, così come un governo di destra, di sinistra, leghista, di babbuini o chicchesia, che sia lì con l'intento di far bene il proprio lavoro, ma in Italia credo siano entrambe utopistiche :asd: sai quale penso sia la realtà? a noi servirebbe un governo in stile Andreotti, Craxi e amenità varie, forse perchè con loro andava tutto bene ed erano i supereroi buoni? no, semplicemente perchè anche essendo i "soliti politici" che avevano mani in pasta ovunque, che avevano di che mangiare su ogni cosa, lasciavano però una discreta parte della torta anche al popolo che viveva dignitosamente, mentre oggi vogliono anche le briciole, vivono facendo leggi che parano i culi anche dei portaborse e fanno di tutto per uccidere la democrazia.

 

Poi inutile prendersi in giro, gli affabulatori sono quello che vogliamo, mitizziamo gente che agisce sopra le righe o che ci dice ciò che vogliamo sentirci dire e questo lo facciamo in ogni contesto, figurati se può mancare alla cosa un personaggio importante come quello del politico :asd: e si ritorna al grafico e al discorso di seguire la corrente del proprio partito a prescindere da tutto, perchè dai, il cuore ha solo un colore e vuoi mettere poi quando la domenica segna il tuo attaccan...ah no, credo di aver confuso due cose diverse, sarò forse l'unico a farlo? :ripeo:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prima di tutto voglio consigliare una guida che ho trovato molto interessante:

http://www.bufale.net/home/guida-utile-il-referendum-sul-ddl-di-revisione-costituzionale/

è una tra le poche guide che presenta in modo semplice e completo tutte le modifiche e presenta sia le ragioni del SI sia quelle del NO.

 

Io sono orientato verso il SI per queste ragioni:

- Ci hanno messo secoli per approvare la legge elettorale. Onestamente non credo siano in grado di farne una nuova in tempi decenti. Se n'è iniziato a parlare con Monti, solo con Renzi (che non sarà perfetto ma ha due palle così) hanno approvato finalmente sta diavolo di legge. E onestamente credo che serva più agli incapaci che a gente come Renzi (che le cose le fa approvare comunque anche a botte di fiducia).

- Le leggi di iniziativa popolare devono essere discusse in parlamento. Vero che bisogna raccogliere 150 mila firme al posto di 50 mila, ma al momento possono ignorare completamente il tutto, mentre se passa il referendum devono discuterne in parlamento.

- Referendum (che è secondo me il cambiamento più importante): 1. Vengono introdotti i referendum propositivi (al momento si può solo abrogare una norma). 2. Se si raccolgono 800 mila firme al posto di 500 mila il quorum si abbassa ai votanti alle ultime elezioni. Personalmente mi sono rotto di lasciar decidere l'esito dei referendum agli astenuti (cioè coloro a cui non frega nulla). Del resto se si vuole già con 500 mila firme si può comunque continuare a presentare un referendum che però deve raggiungere il quorum degli aventi diritto al voto.

- Abolizione del cnel e delle province (le province non si possono eliminare senza una modifica costituzionale). Due organi inutili che ciucciano soldi. il cnel è addirittura un doppione.

- Riduzione dei Senatori da oltre 300 a 100. Senato che comunque risulterà determinante solo nelle leggi territoriali e non più nelle leggi nazionali. Visto e considerato che c'è stato più volte un rimpallo tra camera e senato di leggi molto importanti che andavano approvate in tempi più umani credo sia molto importante limitare tutto questo.

Ovviamente il rimpallo è stato pensato dai costituenti per evitare che un partito prendesse il controllo, ma ad oggi tra corte costituzionale e presidente della repubblica abbiamo già organi di controllo pensati per evitare tutto questo (e comunque ogni 5 anni si vota e se uno vuole far vincere qualcun altro non ha che da andare a votare e scegliere qualcun altro).

 

 

Detto questo, la guida su quel sito che ho consigliato non prende posizione ed è molto chiara sulle conseguenze del voto, prende in considerazione entrambi gli schieramenti, quindi spero che qualcuno la legga.

A prescindere dal fatto che vi piaccia o no Renzi dovete votare sapendo cosa state votando e quali conseguenze avrà il vostro voto... se no piuttosto state a casa tanto questa volta il quorum non c'è.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

-La legge elettorale è il classico esempio su come il problema non è la Costituzione ma è la volontà politica. Ci hanno messo anni a farla perchè NON la volevano fare. Adesso per portare voti al sì l'hanno promessa in tempi brevi e la faranno in tempi brevi con QUESTA costituzione anche se vince il sì ( perchè sarà valida dalle prossime elezioni) perchè c'è volontà politica :asd: 

 

-Sull'iniziativa popolare potrei anche essere d'accordo, ma ho il netto sospetto che si confonda obbligo di discussione con tramutare la proposta in legge :mhm: 

 

-Quasi mai il referendum in Italia è fallito per gli astenuti, ma è quasi sempre fallito perchè quelli che avrebbero votato no non sono andati a votare. Già pubblicai un articolo su questo argomento :zaza: È una questione matematica, nessuna opinione dunque :zaza: 

 

-Dal tuo articolo, eh

 

"Ogni disegno di legge approvato dalla Camera, viene inviato  al Senato che, entro dieci giorni, su richiesta di un terzo dei suoi componenti, può disporre di esaminarlo. Nei trenta giorni successivi il Senato può deliberare a maggioranza assoluta proposte di modifica del testo, sulle quali la Camera si pronuncia in via definitiva e che potrà bocciare solamente con un voto a maggioranza assoluta dei propri componenti."

 

E il "ping pong" tanto odiato rimane se non c'è una maggioranza assoluta....e anche oggi se hai una maggioranza assoluta il ping pong è molto limitato :asd:  Ma soprattutto, come dico  sempre: veloce= buona legge? 

 

Il rimpallo garantisce anche una maggiore sicurezza che non escano fuori leggi fatte male. Non è una garanzia assoluta, ma maggiore rispetto ad avere una camera sola che va avanti a fiducia. Anzi sarà proprio agevolato il vizio della fiducia eliminando una camera (questo mi pare scontato) e in più 

 

"I Regolamenti parlamentari dovranno indicare temi certi ai ddl presentati dal Governo e vengono introdotti in Costituzione limiti al governo sui contenuti dei decreti legge. Al fine di rafforzare l’incidenza del Governo nel procedimento legislativo, la riforma riconosce all’esecutivo il potere di chiedere che un disegno di legge indicato come essenziale per l’attuazione del programma di governo sia iscritto con priorità all’ordine del giorno della Camera e sottoposta alla pronuncia in via definitiva entro settanta giorni dalla deliberazione, ulteriormente prorogabili per non oltre quindici giorni (istituto del voto a data certa)."

 

Una camera che da la fiducia a un governo che si avvale di uno strumento a quanto pare più potente dei decreti leggi, quanto ci mette a far approvare molte delle sue leggi in meno di 72 giorni? Tutte leggi ottime immagino :asd: E tutti quelli che si indignano che sti governi vanno avanti solo a fiducia voteranno tutti no, immagino :asd: 

 

In breve il mio pensiero: sono i numeri che fottono i Governi, non la Costituzione :asd: Miglioratela nei punti dove va migliorata e non la cambiate "tanto per far vedere che siete il Governo del fare" :asd: 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Germanoreale dice:

"Ogni disegno di legge approvato dalla Camera, viene inviato  al Senato che, entro dieci giorni, su richiesta di un terzo dei suoi componenti, può disporre di esaminarlo. Nei trenta giorni successivi il Senato può deliberare a maggioranza assoluta proposte di modifica del testo, sulle quali la Camera si pronuncia in via definitiva e che potrà bocciare solamente con un voto a maggioranza assoluta dei propri componenti."

 

E il "ping pong" tanto odiato rimane se non c'è una maggioranza assoluta....e anche oggi se hai una maggioranza assoluta il ping pong è molto limitato :asd:  Ma soprattutto, come dico  sempre: veloce= buona legge? 

 

Il rimpallo garantisce anche una maggiore sicurezza che non escano fuori leggi fatte male. Non è una garanzia assoluta, ma maggiore rispetto ad avere una camera sola che va avanti a fiducia. Anzi sarà proprio agevolato il vizio della fiducia eliminando una camera (questo mi pare scontato) e in più 

 

La parola chiave è: la Camera si pronuncia in maniera definitiva.

Cosa che adesso succede molto raramente.

Onestamente non credo che far rimpallare le leggi sia il modo migliore per garantire la sicurezza di quel che si approva, molto meglio lasciar fare agli organi preposti.


Vero che un governo con numeri forti può governare comunque, ma questa legge è fatta proprio per evitare che un eventuale governo con numeri deboli possa bloccare il paese. Proprio perchè siamo in democrazia è giusto che si voti, ma è anche giusto che quello più votato vinca (a prescindere dalla quantità di voti per cui ha vinto).

Non credo neanche escano leggi migliori dal rimpallo, solo leggi che fanno incazzare sia una sia l'altra parte, frutto di una mediazione (a meno di non avere la maggioranza assoluta).

 

D'altra parte la legge elettorale non è neanche la cosa più importante alla fin fine (tanto come hai detto anche tu un vero leader governa comunque e infatti Renzi sta andando avanti di prepotenza), o meglio è importante ed è chiaramente il fulcro ma solo per evitare che qualcuno vada al governo 5 anni e non riesca ad approvare neanche una legge urgente anche in casi di crisi. Ma quella (per il senato visto che per la Camera è già legge) sono obbligati a farla visto che senza non si può andare a votare.

 

È tutto il resto che a mio parere ce lo scordiamo, tutti gli organi inutili eliminati (cnel e province), tutte le migliorie al sistema referendum (propositivo + quorum in base a chi va effettimente a votare), tutte le migliorie sulle leggi ad iniziativa popolare (che vengono discusse... ovviamente non si può tramutare tutto in legge, anche perchè se no 150 mila persone deciderebbero per tutti e basterebbe il sito di Grillo) ecc... Queste sono cose che possono passare solo se passa il sì, o possono semplicemente cadere nel dimenticatoio fino al prossimo referendum.

 

Quel che arriverà al referendum è già una mediazione (anche se tutte le opposizioni vanno contro anche loro hanno contribuito altrimenti probabilmente il senato sarebbe stato abolito) e anche Berlusconi mi pare abbia provato (con una larga maggioranza quindi con meno mediazioni) a far passare una riforma costituzionale fallendo... di conseguenza non credo che in futuro la cosa sarà molto diversa dal punto di vista "mediazione". Quel che arriverà sarà sempre una mediazione che a qualcuno non piacerà... questa volta però l'ago della bilancia mi sembra positivo sotto quasi tutti i punti di vista (e per tutti visto che anche chi è contro il PD può benissimo capire che ai ballottaggi non vince... difatti lo stesso PD rema contro).

 

10 ore fa, Germanoreale dice:

Una camera che da la fiducia a un governo che si avvale di uno strumento a quanto pare più potente dei decreti leggi, quanto ci mette a far approvare molte delle sue leggi in meno di 72 giorni? Tutte leggi ottime immagino :asd: E tutti quelli che si indignano che sti governi vanno avanti solo a fiducia voteranno tutti no, immagino :asd: 

tutte leggi che piacciono (in linea teorica) alla maggioranza di chi ha vinto alle elezioni... se la maggioranza cambia, si cambierà più facilmente anche le leggi che non vanno più bene a chi vince. Semplice e chiaro. Che poi non mi sembra che Renzi stia usando la nuova legge elettorale per fare.

 

Comunque se pensi che il rimpallo sia una buona cosa per migliorare le leggi e ne sei consapevole (e sei anche convinto che tutto ciò che c'è di buono nella riforma non valga la candela) vota pure No, è questo il senso di andare a votare al referendum consapevolmente. Il problema non è chi ha idee diverse, il problema è chi vota inconsapevolmente (a prescindere dal perchè).

 

Ovviamente ognuno presenta il suo punto di vista, ma alla fin fine io rispetto chi va a votare sapendo cosa sta votando (a prescindere da cosa sceglie) ed è per questo che ho postato la guida più neutrale che ho trovato sul web (se qualcuno ne ha una migliore la posti pure, sono convinto che sia necessario capirne il più possibile prima di andare a votare).

 

Voglio essere chiaro comunque, la mia idea di votare Si può cambiare se vedo ragioni che facciano pendere l'ago della bilancia dall'altra parte, sono aperto a qualsiasi cosa (nonostante io abbia comunque già preso posizione).

 

Aggiungo che a mio parere Renzi ha sbagliato a presentare questo referendum come un test sulla sua persona (non è stato il suo unico sbaglio comunque... diciamo che per ora personalmente vedo la bilancia positiva, ma non ha fatto un lavoro perfetto). Non sono un fan sfegatato di Renzi, non ho neanche votato per lui alle primarie. In particolare non mi piacciono le sue idee sulle privatizzazioni. Dai miei messaggi sembra il contrario (me ne rendo perfettamente conto) ma sto solo difendendo ciò che credo di buono abbia effettivamente fatto, nient'altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Lief dice:

 

La parola chiave è: la Camera si pronuncia in maniera definitiva.

Cosa che adesso succede molto raramente.

Onestamente non credo che far rimpallare le leggi sia il modo migliore per garantire la sicurezza di quel che si approva, molto meglio lasciar fare agli organi preposti.

 

 

C'è una seconda parola chiave: voto a maggioranza assoluta 

 

Questo significa che l'unico modo per fermare il ping pong è avere il voto a maggioranza assoluta. 

Cosa significa che succede molto raramente? o.O 

 

Ed il Senato (come la Camera) è un organo preposto. Interviene prima che la legge passi, dopo che la legge è passata intervengono altri organi preposti. Ma è sempre meglio che si intervenga prima che una legge venga approvata. Si accorciano i tempi, non si campano scuse che tali organi sono politicizzati,ecc..

 

1 ora fa, Lief dice:

 


Vero che un governo con numeri forti può governare comunque, ma questa legge è fatta proprio per evitare che un eventuale governo con numeri deboli possa bloccare il paese. Proprio perchè siamo in democrazia è giusto che si voti, ma è anche giusto che quello più votato vinca (a prescindere dalla quantità di voti per cui ha vinto).

Non credo neanche escano leggi migliori dal rimpallo, solo leggi che fanno incazzare sia una sia l'altra parte, frutto di una mediazione (a meno di non avere la maggioranza assoluta).

 

Non siamo in dittatura, se non hai i numeri vai a casa. Cosa significa bloccare il paese? Possiamo avere tutti i problemi di questo mondo ma fammi un esempio storico, quando si sarebbe bloccato il paese? 

La democrazia non è la dittatura della maggioranza. Siamo una Repubblica Parlamentare quindi quello che è giusto che ogni singola legge sia l'espressione del maggior numero di fazioni facente parte il Parlamento stesso. La mediazione è la massima espressione della democrazia altrimenti le opposizioni non hanno motivo di esistere. 

 

1 ora fa, Lief dice:

 

D'altra parte la legge elettorale non è neanche la cosa più importante alla fin fine (tanto come hai detto anche tu un vero leader governa comunque e infatti Renzi sta andando avanti di prepotenza), o meglio è importante ed è chiaramente il fulcro ma solo per evitare che qualcuno vada al governo 5 anni e non riesca ad approvare neanche una legge urgente anche in casi di crisi. Ma quella (per il senato visto che per la Camera è già legge) sono obbligati a farla visto che senza non si può andare a votare.

L'abbiamo già la legge elettorale e SOLO grazie a questa legge elettorale che si avrà una maggioranza schiacciante, ma come ripeto sempre, la legge elettorale NON è materia costituzionale. Non voti per la legge elettorale. 

 

 

Per il resto, ci mancherebbe si discute, ci si confronta, far cambiare idea a qualcuno è qualcosa che non mi passa proprio per la mente :zaza: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pensavo ieri..visto che quelli del "SI" dicono una cosa e quelli del "NO" dicono una cosa diametralmente opposta, non si potrebbe denunciare chi dice il falso? Perchè uno dei due deve per forza mentire.. o mi sbaglio? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Cronoblack dice:

Pensavo ieri..visto che quelli del "SI" dicono una cosa e quelli del "NO" dicono una cosa diametralmente opposta, non si potrebbe denunciare chi dice il falso? Perchè uno dei due deve per forza mentire.. o mi sbaglio? 

Ti sbagli a mio parere...

Non è detto che se vince il SI (anche per me che sono convinto sia la scelta giusta) poi le cose vadano a finire bene e così via anche per il NO.

Un po' come quando una società di calcio pianifica il suo mercato e si prefissa i suoi obiettivi; si mettono in campo idee e i buoni (o mal) propositi ma può succedere qualunque cosa eh :sasa: 

In italia ci si denuncia per tutto ormai, madò :siciao: 

 

Poi tra qualche anno ognuno si assumerà le sue responsabilità ma l'obiettivo per tutti noi è quello che le cose migliorino o non peggiorino :sasa: 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Fabi_92 dice:

Ti sbagli a mio parere...

Non è detto che se vince il SI (anche per me che sono convinto sia la scelta giusta) poi le cose vadano a finire bene e così via anche per il NO.

Un po' come quando una società di calcio pianifica il suo mercato e si prefissa i suoi obiettivi; si mettono in campo idee e i buoni (o mal) propositi ma può succedere qualunque cosa eh :sasa: 

In italia ci si denuncia per tutto ormai, madò :siciao: 

 

Poi tra qualche anno ognuno si assumerà le sue responsabilità ma l'obiettivo per tutti noi è quello che le cose migliorino o non peggiorino :sasa: 

 

 

Forse mi sono spiegato male.. non parlo di buoni propositi ma se c'è qualcuno che mi viene a dire "questa macchina è bianca" e un altro "no, questa macchina è nera", supponendo che non siano daltonici, uno dei due mente deliberatamente. Questo era il senso del mio ragionamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Cronoblack dice:

 

Forse mi sono spiegato male.. non parlo di buoni propositi ma se c'è qualcuno che mi viene a dire "questa macchina è bianca" e un altro "no, questa macchina è nera", supponendo che non siano daltonici, uno dei due mente deliberatamente. Questo era il senso del mio ragionamento.

ho capito e la risposta è quella di prima...

in questo caso non parli di macchine bianche o nere; parli di un qualcosa che potrebbe essere bianco e diventare nero o viceversa o rimanere invariato e non cambiare un ficosecco xD

da come l'hai posta tu ovviamente...

se invece hai un esempio concreto invece, ti prego di farlo presente :sasa: 

 

 

tra l'altro per una denuncia ci vogliono tanti di quei scazzi dietro ... 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Cronoblack dice:

Pensavo ieri..visto che quelli del "SI" dicono una cosa e quelli del "NO" dicono una cosa diametralmente opposta, non si potrebbe denunciare chi dice il falso? Perchè uno dei due deve per forza mentire.. o mi sbaglio? 

 Mentono entrambi :asd: 

 

Come dice fabi, tu fai una predizione quindi potrebbe rivelarsi vera quanto falsa. Solo il futuro potrà dirlo. Ovviamente ci sono cose che si avverano/non si avverano di certo :mhm: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Voterò no per alcuni motivi.

 

1 Per far dimettere Renzi non eletto da nessuno.

2 Il risparmio è solo di 57 milioni (ragioneria dello Stato, cioè il governo). Il calcolo è del governo poi con i rimborsi spese per i viaggi la cifra potrebbe ridursi anzi andare in negativo. Ricordate che nel senato ci saranno anche 21 sindaci che dovranno fare molte trasferte.

3 La democrazia. Nel nuovo senato ci saranno 5 rappresentanti eletti da Il Presidente della Repubblica... Con quale logica saranno eletti? Alla faccia che il senato deve rappresentare il popolo. 

4 Il partito che ha fatto questa legge è il PD lo stesso che si indignava per la modifica della costituzione da parte di Berlusconi. Non sono contrario alla modifica della costituzione fatta da ex comunisti, ex democristiani e ex socialisti ma odio l'ipocrisia. Napolitano “la nostra Costituzione quanto mai moderna e attuale anche dopo 60 anni”

5 Ultima cosa e non meno importante una parte dell'articolo 117  "La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea e dagli obblighi internazionali". C'è poco da discutere su questo articolo....

 

 

A parte che un Premier che è illegittimamente capo del governo non può modificare cosi la costituzione, dovrebbe farlo una larga maggioranza. Alla fine rimane un referendum inutile visto che ormai qui comandano la Merkel e soci xD

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

allora bob è vivo :huuh: 

 

cmq mi ero dimenticato di fare la mia previsione dopo aver beccato trump eletto:

 

come qualcuno sa sono lontano dalle cose italiane da qualche mese e mi sto tenendo ben poco informato su quanto succede nel bel paese e sul pensiero diffuso, MA basandomi sulle mie analisi sociologiche azzardo la vittoria del NO al referendum.

 

ed aggiungo (già che ci sono, visto che piace far previsioni e verba volant, scripta manent) le mie previsioni politica per il 2017:

 

Italia-> salvini e pentastellati che prendono una caterva di voti, addirittura potrebbe scapparci il premier (ed io che decido di non tornare mai più :asd: )

 

francia-> le pen un sacco di voti, ma non premier (salvo nuovi attentati importanti). le colleghe francesi dicono di no, a io sono troppo pessimista.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/11/2016 at 14:05, RobyR dice:

 

5 Ultima cosa e non meno importante una parte dell'articolo 117  "La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea e dagli obblighi internazionali". C'è poco da discutere su questo articolo....

 

 

Equiparare le decisioni Europee con la Costituzione, così che le direttive europee non debbano più passare per il Parlamento? ...e continuano a dire che non c'è ALMENO la lesione della sovranità popolare :asd: 

 

Comunque...per me vince il Sì :mhm: Tanta, troppa gente vota per il "cambiamento" così come è avvenuto per Trump :mhm: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Equiparare le decisioni Europee con la Costituzione, così che le direttive europee non debbano più passare per il Parlamento? ...e continuano a dire che non c'è ALMENO la lesione della sovranità popolare :asd: 

 

Comunque...per me vince il Sì :mhm: Tanta, troppa gente vota per il "cambiamento" così come è avvenuto per Trump :mhm: 


ma se sono tutti no in giro :siciao:

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RENZIE A KA$A! 

 

questo è il motivo per cui vincerà il no (a mio avviso), non per le motivazioni valide (che ci sono) :asd: 

 

EDIT:

 

15219524_1311010325638010_4757283360582168190_n.jpg?oh=45704a64e253d9b7ca0056e7491f4553&oe=58CA8E98

 

 

"fallo piangere" :rotfl: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, Germanoreale dice:

 

Equiparare le decisioni Europee con la Costituzione, così che le direttive europee non debbano più passare per il Parlamento? ...e continuano a dire che non c'è ALMENO la lesione della sovranità popolare :asd: 

 

Comunque...per me vince il Sì :mhm: Tanta, troppa gente vota per il "cambiamento" così come è avvenuto per Trump :mhm: 

 

Eheh, si intende anche di Nato e future alleanze. :asd: Visto che per unione europea e per la nato non c'è stato bisogno di un referendum per entrare, possiamo entrare in qualsiasi alleanza alla minchia che ci costringerebbe senza intervento del parlamento a intervenire. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oggi mi sono incontrato con un amico che era fortemente per il NO perchè renzi deve andare a casa :asd:

gli faccio "pronto per domani? vai a votare?" e mi risponde "ma sai che forse voto SI? forse voto per il cambiamento"

 

Ho fatto una faccia stranissima :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, zemanstyle dice:

tra Renzi che va a votare senza documenti e la storia della matita non è cambiato niente, sempre barzellette

 

Vabbè il documento non è obbligatorio, ma solo necessario su richiesta, se un componente del seggio ne attesta l'identità non ci sono problemi :sasa: sono il primo a cui resta sulle balle, ma attaccarsi a ste cose è assurdo :asd: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh non è un bell'esempio, quel video è uno schifo

 

Cmq sulla matita c'è un meme su sesso droga e pastorizia bellissimo (quello strater pack) da telefono non riesco a metterlo andatelo a vedere che fa troppo ridere.

Alla fine che Pelù sia un cretino ci può stare ma tra quelli che hanno abboccato c'è anche quel giornalista che fa quel programma televisivo di politica, pelato,con l'orecchino e che ogni tanto suona la chitarra. È questo è abbastanza grave. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora