Recommended Posts

gZYl1we.png

 

 

 

 

 

 

 

Non uno di meno (Yi ge dou bu neng shao) è un film del 1999 diretto da Zhan. Il film ha ottenuto il Leone d'oro alla 56ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

 

 

 

 

 

Trama

 

 

Il maestro di una scuola del nord della Cina è costretto ad assentarsi per un periodo perché deve assistere la madre malata. Viene sostituito da una ragazzina di nome Wei . Prima di partire il maestro dice alla ragazza che al suo ritorno non sarebbe dovuto mancare neanche un alunno. Pochi giorni dopo un alunno è costretto ad abbandonare la scuola e il villaggio per andare a lavorare in città e portare denaro alla famiglia. La maestra Wei, fedele alla promessa fatta a Gao si reca in città per cercare il piccolo Zhang. Pur di ritrovarlo affronterà varie disavventure... 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Titolo originale Yi ge dou bu neng shao

 

 

Lingua originale cinese

 

 

Paese di produzione Cina

 

 

Anno 1999

 

 

Durata 102 min

 

 

Colore colore

 

 

Audio sonoro

 

 

Genere drammatico

 

 

Regia Zhang Yimou

 

 

Soggetto Shi Xiangsheng

 

 

Sceneggiatura Shi Xiangsheng

 

 

Produttore Yu Zhao

 

 

Produttore esecutivo Weiping Zhang

 

 

Casa di produzione Bejing New Picture Distribution Company, Columbia Pictures, Guangxi Film Studio, Film Productions Asia

 

 

Distribuzione (Italia) Mikado Film

 

 

Fotografia Hou Yong

 

 

Montaggio Zhai Ru

 

 

Musiche San Bao

 

 

Scenografia Cao Juiping

 

 

Costumi Huamiao Tong

 

 

 

 

 

Interpreti e personaggi

 

 

Minzhi Wei: Wei Minzhi

 

 

Huike Zhang: Zhang Huike

 

 

Zhenda Tian: Capo del villaggio

 

 

Enman Gao: Maestro Gao

 

 

Zhimei Sun: Sun Zhimei

 

 

Yuying Feng: portinaia

 

 

Fanfan Li: giornalista TV

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Opinione personale: avevo già visto questo film, probabilmente una notte di qualche anno fa su fuori orario, mi piacque già in quella prima visione. Rivedendolo ho confermato il mio apprezzamento anche se è una storia semplice tutto sommato, però insolita almeno per noi occidentali, e fa perno sopratutto sul carattere caparbio della protagonista. Una particolarità che mi ha colpito e che non so quanto sia propria del film o se riguarda il modo di interagire dei cinesi, è come si rispondono tra loro: hanno un modo di fare brusco, secco, quasi leggermente infastidito e lo ritroviamo in qualsiasi interazione sociale presente nel film. E' sicuramente una visione interessante, lo consiglio a tutti :mki:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora