XOUJO

Anime e Manga Dai - La grande avventura (Dragon Quest -Dai no daibouken)

Recommended Posts

157001-1.jpg
 
manga
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Testi Riku Sanjo, Yuji Horii
Disegni Kōji Inada
Editore Shueisha
Rivista Weekly Shonen Jump
Target shōnen
1ª edizione 1989 – 1996
Tankōbon 37 (completa)
Editore it. Star Comics
1ª edizione it. novembre 1997 – aprile 2002
Volumi it. 54 (completa)
 
I cavalieri del drago (serie TV anime)
Regia Nobutaka Nishizawa
Studio Toei Animation
Rete Tokyo Broadcasting System
1ª TV 17 ottobre 1991 – 24 settembre 1992
Episodi 46 (completa)
Durata ep. 20 min
Reti it. Junior Tv, Italia 1, Italia Teen Television
Episodi it. 46 (completa)
Studio dopp. it. Studio P.V.
Dir. dopp. it. Ivo De Palma
 
Trama:


La serie narra le avventure di Dai (Tom nell'adattamento italiano dell'anime), figlio del Cavaliere del Drago Baran e della principessa Soala di Arkeed (Diana nell'adattamento italiano, per lo più menzionata un paio di volte soltanto nei ricordi di Baran), abbandonato sull'isola di Delmulin (Dermlin) subito dopo la nascita ed allevato dal Kimendoshi Brass (Ubaldo), un anziano mostro che lui chiama "nonno".

La tranquillità dell'isola viene sconvolta quando Dai ha all'incirca 12 anni, prima, da una banda di avventurieri che rapisce lo slime Gome (Pixie); poi da un sacerdote corrotto che attenta alla vita della principessa Leona (Lilibeth), giunta a Delmulin per una cerimonia d'iniziazione, ed infine da due scagnozzi (i lacchè) del Comandante Supremo dell'Esercito Demoniaco, Satana Hadler (nel doppiaggio italiano semplicemente Hadler).

Dai ha la meglio contro tali avversità grazie a un potere misterioso espresso da un simbolo che gli appare in fronte ogni volta che in uno scontro raggiunge il culmine degli sforzi e rappresentante una testa di drago stilizzata. Subito dopo aver iniziato l'addestramento da prode guerriero sotto la guida del maestro Aban (Avan), Dai è però costretto ad assistere impotente al durissimo scontro tra il suo maestro e Hadler, dopo che quest'ultimo è riuscito a distruggere la barriera magica evocata dallo stesso Aban intorno all'isola di Delmulin -sulla quale erano rimasti ad allenarsi- per proteggerla dagli eventuali attacchi dell'Esercito Demoniaco (l'Esercito del Male, nell'anime italiano).

Tutto sembra perduto quando Aban decide di ricorrere ad una formula segreta per sconfiggere Hadler. Egli tuttavia si immola inutilmente, nonostante poi si scopra (verso la fine della storia, solo nel manga però) che grazie ad un amuleto è riuscito a rimanere in vita. La rabbia di Dai esplode e in quell'occasione riesce a rispedire Hadler da dove è venuto. Dopo aver appreso che l'Esercito Demoniaco risponde direttamente agli ordini del sovrano demoniaco Satana Baan (il "Grande Re Diavolo", nell'anime italiano), Dai parte assieme al mago Pop (Daniel) anch'egli discepolo di Aban, al fine di combattere e annientare l'Esercito Demoniaco e riportare pace e libertà nel mondo. A lui si uniranno molteplici compagni: quasi dall'inizio Maam (Mara), guerriera chierica figlia di due compagni d'arme di Aban, della quale Pop s'innamora perdutamente; Crocodyne (Drakon)- Re degli Animali e delle Bestie feroci- inizialmente comandante del corpo d'armata demoniaco Hyakujumadan passa poi dalla parte di Dai e dei suoi principalmente per merito dello stesso Dai e di Pop, per i quali Crocodyne finisce per nutrire profonda ammirazione; Hyunkel (Nemesis)- Signore dell'Immortalità- primo discepolo di Aban quando ancora era bambino, si ritrova tuttavia anch'egli a capo di uno dei sei corpi d'armata demoniaco, il Fushikidan, ed è effettivamente l'unico essere umano che l'Esercito di Baan possa vantare tra le sue schiere. Anche lui però finisce per abbracciare la causa dei prodi di Dai e il merito stavolta va a Dai e Maam; in particolare si dà a intendere almeno all'inizio che tra quest'ultima e Hyunkel stia nascendo qualcosa. Leona la Principessa, in grado di compiere formidabili magie divine curative e di purificazione; anche tra lei e Dai sembra vi sia un forte legame. Chiu, topo-karateka dalle scarse qualità offensive ma dal grande coraggio; Baran, Cavaliere del Drago e padre di Dai, prima temibile (se non terribile) comandante del corpo d'armata demoniaco dei draghi Choryugundan si converte poi alla causa del figlio (solo nel manga); e molti altri.

 
Immagini:

Icavalierideldrago1.jpg
 
Icavalierideldrago33.jpg
 
Icavalierideldrago7.jpg
 
Icavalierideldrago3.jpg
 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Gekigami

Sicurissimo, infatti il nome originale dell'anime è appunto "Dragon Quest: Dai no daibouken" :susu: Come al solito arrivato qui in Italia hanno pensato bene di cambiargli il nome in "I cavalieri del drago"  :facepalm:

 

Se guardi la prima foto puoi vedere anche uno "smile" giallo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Gekigami

Sicurissimo, infatti il nome originale dell'anime è appunto "Dragon Quest: Dai no daibouken" :susu: Come al solito arrivato qui in Italia hanno pensato bene di cambiargli il nome in "I cavalieri del drago"  :facepalm:

 

Se guardi la prima foto puoi vedere anche uno "smile" giallo.

 

La cosa non mi stupisce affatto, hanno fatto certi errori.

Come in E' quasi magia Johnny con i  nomi dei personaggi, non parliamo di  tante altre opere che c'è da ridere. :rotfl:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uno dei manga più belli che ho letto!

L'anime non mi ha soddisfatto per niente invece.

Ho tutti i volumetti usciti ed è da tanto che vorrei rileggerli ma per il momento ho molto altro da sbolognare XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora