Recommended Posts

Image-+Coraline-+Soundtrack-cast+Album_1

Data di uscita: 24 febbraio 2009
Artista: Bruno Coulais
Film: Coraline e la porta magica
Casa discografica: Koch Entertainment
32 brani – Durata: 1 h 00”

Altri Crediti su Allmusic Discogs

 
Composta dall'artista francese Bruno Coulais, la colonna sonora di Coraline e la porta magica è un accompagnamento esclusivo e suggestivo per il film d'animazione in stop-motion, nominato all'Oscar e tratto da Coraline, racconto di Neil Gaiman.
Caratterizzato da 32 brani di musica classica e brevi contributi canori dell'attrice Teri Hatcher ("Dreaming," "Mechanical Lullaby"), include anche The Children's Choir of Nice (Coro dei bambini di Nizza), la Budapest Symphony Orchestra, e i musicisti Hélène Breschand e Christophe Grindel, accanto ad una nuova traccia di 28-seconda del duo rock alternativo americano They Might Be Giants ("Other Father Song").

Tradotto da Allmusic

 

La colonna sonora fu affidata a Bruno Coulais, con la partecipazione dei They Might Be Giants (TMBG) nel brano Other Father Song. I They Might Be Giants scrissero dieci canzoni per il film, ma le altre nove furono rifiutate quando venne scelto un tono più malinconico per la colonna sonora. Le composizioni di Coulais includono delle parti corali cantate in una lingua senza senso.

 
Vi riporto due opinioni esterne, giusto per non essere troppo di parte, leggetele solo se vi va, da parte mia posso dirvi che amo questa musica, porta veramente in un mondo magico, è molto particolare e non penso assolutamente che possa piacere a tutti, vi chiedo solo di non concentrarvi sul testo, ma dare la possibilità a uno o due brani e decidere poi se continuare o meno, e magari godetevi anche il fiim Coraline e la porta magica che a mio parere e un capolavoro, consigliatissimo a chi ama Gaiman e Tim Burton.
 

Da Colonne sonore

Una lingua inventata, forse, la lingua dei piccoli, l'idioma segreto che ogni bambino conosce e che dà il ritmo ai giochi di fantasia: non a caso infatti tali canti sono inseriti soprattutto in quelle tracce che meglio raccontano il microcosmo della bimba, le sue esplorazioni (“Exploration, appunto, serena e dolce, ma anche “Dreaming” e “Installation”) e tornano poi anche, più oscuri, soffocati, ridotti a impercettibili sussurri ronzanti, in “Ghost Children”.
I suoni cristallini e puliti iniziano a farsi più acidi e acuti in “The Supper”, brano che introduce i pezzi a tratti bizzarri e scoordinati (“Mice Circus”), a tratti cupi e grondanti preoccupazione (“Dreams are Dangerous”) ma anche animati di splendore suadente: è il caso di “Fantastic Garden”, bello e sontuoso soprattutto dal punto di vista strumentale.
Coulais ha poi cura di scrivere dei temi specifici per alcuni dei personaggi minori, e allora si ha “Wybie”, malinconico miscuglio di tintinnanti suoni metallici e parti più fluide e meditabonde; seguono il brioso ma anche triste “Bobinsky” e il curioso e ritmato “Spink & Forcible”.
Score raffinato, ascolto piacevolissimo e mai banale. Si chiude con “The Party”, che sancisce la ricostruzione positiva del piccolo mondo di Coraline: il canto è tornato pacifico ma si è fatto più grave, benché la ripresa del tema di “Exploration” sappia renderlo nuovamente lieve e dolcemente arioso. Piccola nota di merito alla brevissima, deliziosamente comica ma pericolosamente inquietante “Other Father's Song”, oltre che all'altrettanto adorabile “Sirens of the Sea”.


 

Da MyMovies

Inizia dalla fine, dai titoli di coda, l’album che ripropone sulla lunga distanza lo score di Coraline. A tessere la trama sonora è il tre volte premio César Bruno Coulais (già compositore delle musiche di Microcosmos, il Don Juan di Jacques Weber e Les choristes, per il quale ha ricevuto una candidatura all’Oscar nella categoria Miglior Canzone Originale) che si lascia affiancare dagli alternative rockers They Might Be Giants, autori del brano “Other Father Song”. Passando attraverso la porticina magica si entra in un mondo musicale magico abitato da note che trasformano le seconde mamme in streghe, da cori (bianchi) infantili che cantano in lingue sconosciute; un mondo dove il jazz del giardino fantastico fa irruzione nell’avventura tinta d’orrore vissuta dalla giovane protagonista del film d’animazione. Onirico, dolce, quasi a voler “incantare” la bambina che dà il titolo all’opera di Henry Selick, e a tratti terrificante, psichedelico e intrigante è il tessuto sonoro realizzato dal compositore francese che al “sogno” mescola atmosfere disneyane senza intaccare l’unicità della narrazione musicale. La sezione d’archi s’incarica della parte “minacciosa” laddove l’orchestrazione si fa dark, i fiati contribuiscono con successo all’ambientazione da “fiaba del terrore” e solo quando ricompare il coro e la voce angelica di un fanciullo pare tornare la calma e la pace. La lunghezza della scaletta trascina l’ascoltatore direttamente al centro del mondo incantato; l’arpa lo seduce con la sua gentilezza, un’armonica a bicchieri travestita da carillon suona in primo piano e attenua l’oscurità mostrando qualche raggio di luce. Ma la minaccia non si fa attendere e torna sovente manifestandosi ogni volta con maggiore forza. Bambini, andate a letto, questa è l’ora degli adulti.


 

Track List

01. End credits
02. Dreaming
03. Installation
04. Wybie
05. Exploration
06. Other Father Song
07. The Supper
08. Bobinsky
09. Fantastic Garden
10. Coraline Fly
11. Trap For The Mice
12. Mice Circus
13. Dreams Are Dangerous
14. Sirens Of The Sea
15. In The Bed
16. Spink And Forcible
17. It Was Fantastic
18. Ghost Children
19. Let's Go
20. Playing Piano
21. Wybie That Talks
22. Cocobeetles
23. Alone
24. Dangerous Garden
25. Reunion
26. Coraline Despair
27. The Theater 28. The Famous Mister B
29. You Know I Love You
30. Mechanical Lullaby
31. The Hand
32. The Party


 


Amazon - iTunes

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora