Recommended Posts

rckyalt.jpg

 

Rocky è un film del 1976 diretto da John G. Avildsen.

Sylvester Stallone, allora attore poco conosciuto, ha scritto ed interpretato questo film, grazie al quale è divenuto uno dei volti più amati di Hollywood. Il film vinse tre premi Oscar, tra cui quello per il miglior film e miglior regia. Grazie a Rocky, Stallone diviene il terzo uomo nella storia del cinema, dopo Charlie Chaplin e Orson Welles, a ricevere la nomination all'Oscar sia come sceneggiatore che come attore per lo stesso film.

 

Titolo originale Rocky

Paese di produzione USA

Anno 1976

Durata 119 min

Colore colore

Audio sonoro

Rapporto 1,33:1

Genere sportivo, drammatico, sentimentale

Regia John G. Avildsen

Soggetto Sylvester Stallone

Sceneggiatura Sylvester Stallone

Produttore Irwin Winkler, Robert Chartoff

Produttore esecutivo Gene Kirkwood

Casa di produzione United Artists

Fotografia James Crabe

Montaggio Scott Conrad, Richard Halsey

Effetti speciali Garrett Brown

Musiche Bill Conti

Scenografia Bill Cassidy

Costumi Robert Cambel

Trucco Mike Westmore

 

Interpreti e personaggi:

Sylvester Stallone: Rocky Balboa
Carl Weathers: Apollo Creed
Talia Shire: Adriana Pennino
Burt Young: Paulie Pennino
Burgess Meredith: Mickey Goldmill
Thayer David: Jergens
Joe Spinell: Tony Gasco
Jimmy Gambina: Mike

Trama:

Filadelfia, 1975. Rocky Balboa è un pugile italo-americano di mezza tacca che non riesce a sfondare a causa di vari motivi. Per questa ragione, il suo allenatore Mickey Goldmill gli sequestra l'armadietto e non perde occasione di fargli notare quanto lo consideri scadente come pugile, tanto che lo definisce "una scamorza".

Quando non combatte, Rocky guadagna denaro facendo l'esattore per Mr. Gasco, un gangster italo-americano che comanda in un quartiere di periferia della città. Il migliore amico di Rocky è Paulie Pennino, italo-americano come lui, che lavora presso il macello di Filadelfia e con il quale si incontra spesso al bar del quartiere. Paulie ha una sorella minore, Adriana Pennino, da cui Rocky è attratto. La ragazza, però, è molto timida ed esce di casa solo per andare al lavoro presso un negozio di animali.

Il giorno del ringraziamento, Paulie riesce a far uscire Rocky con Adriana e alla fine lui riesce a strapparle un bacio. Adriana finalmente vince parte della propria timidezza e, dopo qualche giorno, decide di fidanzarsi ufficialmente con il pugile.

Nel frattempo, l'imbattuto campione del mondo dei pesi massimi Apollo Creed giunge a Filadelfia alla ricerca di uno sfidante per un match organizzato per festeggiare la ricorrenza del Bicentenario degli Stati Uniti d'America. Poiché lo sfidante ufficiale si è infortunato, dando così forfait per il match che si terrà 35 giorni dopo, e nel quale il campione metterà in palio il titolo mondiale dei pesi massimi, Apollo decide di dare a un perfetto sconosciuto di Filadelfia l'occasione di affrontarlo per il titolo, cogliendo l'occasione per accrescere la propria già immensa popolarità. Quasi per caso, trova sull'annuario dei pugili proprio il nome di Rocky, soprannominato "lo stallone italiano", e incarica i suoi agenti di contattarlo. Per il trentenne pugile italo-americano si tratta di un'occasione unica, destinata a cambiare la sua vita dal punto di vista sia economico sia sociale, grazie alla quale poter diventare "un eroe" agli occhi della gente e non essere più visto solo come un bullo di periferia.

Dopo essersi riappacificato con il suo ex allenatore Mickey, che si offre di fargli da manager, Rocky inizia un duro periodo di allenamento per le strade della città e nella palestra di Mickey. La notte prima dell'incontro i dubbi per la prima volta attanagliano Rocky che, mentre Adriana dorme, esce e si reca allo Spectrum dove è tutto pronto per il grande match. Al suo ritorno esterna ad Adriana la consapevolezza di non poter vincere contro Apollo e che il suo obiettivo sarà resistere fino al quindicesimo round, cosa difficile e mai riuscita a nessuno degli avversari del campione.

Arriva il giorno della grande sfida e Rocky si presenta in gran forma, benché i telecronisti lo diano già per sconfitto in partenza. Dopo il trionfale arrivo sul ring di Apollo (che inscena uno sfarzoso siparietto in cui fa il suo ingresso nei panni prima di George Washington e poi dello Zio Sam), inizia l'incontro: Rocky riesce a dimostrare le sue doti già nel primo round, riuscendo a mettere al tappeto il campione del mondo per la prima volta.

La sfida, che doveva rivelarsi soltanto una farsa, si trasforma invece in un durissimo scontro per entrambi i contendenti. Creed, ripresosi dal knock-down del primo round, tempesta di colpi Rocky che però dimostra un'incredibile capacità di incassare i pugni del campione controbattendo con colpi potentissimi. Lo sfidante riesce a resistere in piedi fino al 14º round, quando un destro del campione lo mette al tappeto. Mentre tutti sono convinti che l'incontro sia finito, Rocky si rialza nell'incredulità di tutti, compreso Apollo. L'ultimo Round vede un Apollo stremato preso d'assalto dalla veemenza e dai durissimi colpi di Rocky e il suono dell'ultima campana viene accolta dai due pugili stremati come una liberazione.

In un drammatico clima di esaltazione generale viene dato il verdetto non unanime: Creed vince ai punti e conserva il titolo di campione del mondo, ma il pubblico acclama a gran voce il nome di Rocky che, dopo aver scacciato i giornalisti che lo circondano, abbraccia Adriana che è appena riuscita a salire sul ring, eludendo le forze dell'ordine grazie anche all'aiuto di Paulie.

I due si dichiarano il reciproco amore, coronando in un concentrato di emozioni il giorno più bello della loro vita.

 

 

Fonte: Wikipedia

 

Collegamenti:

Rocky II

Rocky III

Creed - Nato per combattere

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora