Sakura

Riflettere.. un modo per creare scrittura

Recommended Posts

Vi siete mai domandati a cosa serva la riflessione?

Perchè notiamo e ci pensiamo alle cose viste?

Cosa ci guadagnamo a riflettere?

 

Normalmente nella vita di tutti i giorni RIFLETTERE ci aiuta a crescere e a trovare una strada da percorrere. In narrativa invece OSSERVARE e  RIFLETTERE sono una fonte di idee.

In narrativa l'osservazione è la prima cosa per riuscire a creare una buona descrizione e sempre in narrativa la riflessione può aiutare a fornire la mente di idee con cui creare e ispirare.

Riflettere quindi è n atto necessario quando si scrive ma soprattutto quando si cercano idee.

Questo rende la riflessione un atto affascinante anche se spesso in stadi di alta negatività ti abbatte ancora di più perchè acquisti ulteriore coscienza di una realtà cher non ti piace.

Normalmente uno si deprime e basta, un professionista invece riesce a capire che anche la  depressione post riflessione può portare ad uno spunto narrativo.

 Ogni situazione può diventare  fonte ispirativa per un racconto ma per riuasscire a coglierlo bisogna riflettere sull'accaduto.

Ecco quindi che il concetto di riflessione acquista consistenza ed è in grado di comunicare maggiormente.

 

Quando si riflette si percepiscono meglio le situazioni e i rapporti con gli altri e ci si rende conto di alcune sfumature della realtà altrimenti poco visibili e questo può diventare un qualcosa in una storia.

I personaggi sono fatti di sentimento, hanno un anima loro e vogliono vivere la loro vita, un autore deve riuscire a cogliere quelo che il personaggio chiede e la riflessione è basilare in questi casi; il porsi domande anche.

La riflessione apre una porta per la narrativa e per rendere realistica quella narrazione.

E un concetto che molti sottovalutano ma non va assolutamente sottovalutato.  Bisogna trarre dalla realtà la giusta ispirazione per la narrazione e se quella realtà non fornisce  gioie da vedere ma solo oscurità allora bisogna prendere quell'oscurità e trasformarla in un nero motore narrativo.

 In casi in cui la disperazione ti offusca la mente questo risulta difficile, molto difficile; ma in questo caso scrivere quel che si sente in quel dato momento aiuta a visualizzare la potenzialità di quel dato momento oscuro.

E un discorso contorto e molto di rado si riesce a trovare la narrativa da una realtà di dolore ma c'è chi ci riesce.

Credo che questo voglia dire molto  su quel che può fare una visione obbiettiva della storia e degli eventi che succedono al suo interno ;soprattutto se devi costruire un mondo la riflessione è in grado di farti vedere con obbiettività i differenti aspetti di una situazione,

 Porsi domande quindi è la base per scrivere e riflettere è il miglior modo di apprendere le varie verità.

Mi ripeto; In narrazione l'utilizzo  della riflessione è indispensabile per mettere in moto il linguaggio ispirativo

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora