Saipan

Metodo Stamina

Recommended Posts

O.o lascia stare gli attacchi personali. Qui si discute e basta

 

 

 

Taliten sei veramente osceno quando tenti, con presunzione scientifica, mille articoli e citazioni di dimostrare l'inefficacia del metodo. Ti stai facendo manipolare. Hai tanta mente e poco cuore.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

O.o mica era riferito a te... Ho quotato il discorso di supersonico

chiedo venia, l'orario ha fatto brutti scherzi: i miei neuroni hanno deciso che avevi quotato me :ehm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vedi te, sono curioso di sapere. Certo bisogna dire che di solito si usa la di bella quando la chemio fallisce .Il mio dubbion quanto può valere una sperimentazione fatta su gente quasi morta?

 

Allora per il momento mi sono letto tutto quello che c'è scritto in questo ottimo blog

 

http://medbunker.blogspot.it/p/dossier-di-bella.html

 

E' tanta roba vi faccio un riassunto.

 

Wewe è un medico che, con parecchi collaboratori, si è interessato alle varie "cure" che il web ( leggasi ciarlatani e criminali) propone come alternative e migliori delle cure standard

 

Allora tutto il testo può essere suddiviso in vari punti:

 

1) Wewe parla di come pensi che Di Bella, a differenza di altri, abbia ideato una terapia su basi scientifiche e non ad capocchiam .Per questo motivo ha sempre voluto studiare molto approfonditamente il MDB

 

2) Storia del MDB e il clamore mediatico ( solo al livello nazionale perchè all'estero inizialmente mai nessuno aveva sentito parlare di Di Bella) 

 

3) Studi sui vari elementi che compongono il mix di farmaci del MDB. Questo punto è molto interessante, prima di tutto con il MDB, secondo i Di Bella, si possono curare tante altre malattie oltre ai tumori ( e già qui si abbattono molti principi ben saldi della medici, le panacee sono solo miti). Secondo, analizzando i vari componenti, usando ricerche scientifiche, non appaiono essere, nè presi singolarmente nè assieme, efficaci contro la cura dei tumori, salvo una, il ciclofosfamide, che guarda caso è un CHEMIOTERAPICO ( la lista dei componenti del MDB l'ha presa direttamente dal sito dei Di Bella). Parla della somatostaina, un inibitore dell'ormone della crescita, che non solo da Di Bella fu provato come farmaco antitumorale ma con scarsa efficienza. Poi dei retinoidi, che sono usa serie di molecole che derivano dalla vitamina A, molto usato anche dalla medicina standard come adiuvante dei chemioterapici, che però a elevate concentrazioni è mutagenico, quindi possono provocare l'insorgenza di tumori e poi appunto parla del chemioterapico, delle sue dosi quasi uguali a quelle standard e di altri componenti che non si sono dimostrati avere alcun effetto antitumorale. Per già da questa minuziosa analisi il MDB sembrerebbe non avere alcun effetto

 

4) Approfondimento sulla contraddizione palese di DI Bella, che inveiva contro i chemioterapici ma che ne faceva uso nel suo metodo, più o meno alle stesse concentrazioni usate dalla medicina standard

 

5) Le statistiche. Questo è un punto saliente. Di Bella non annotava praticamente nulla, non c'è un solo dato utile per tirare le somme sull'efficacia del metodo, i pazienti trattati non venivano seguiti dopo il trattamento, non presentavano esami istologici e molti avevano fatto la chemioterapia ( e guarda caso erano anche quelli soppravvissuti più a lungo). Senza dati statistici l'efficacia del MDB era solo "a parole", cosa inaccettabile per provare il successo o meno di una metodica. In più analizzando tutti gli archivi di DI Bella, su 3000 cartelle circa, la lista dei morti dopo i primi anni è quasi la totalità dei pazienti. Anche in questo punto si evince la totale inefficacia del MDB, ed è tutto documentato

 

6) Rosy Bindi, l'allora Ministro della Salute, insisteva a far testare il metodo e dopo vari tira e molla, il dottore acconsentì

7) Il MDB fu testato seguendo il protocollo scritto da Di Bella

8) Contrapposizione della figura, pacata, serena e pulita di Di Bella, contro la figura dei figli, che a quanto pare sono dei veri ciarlatani. Loro continuano a PRATICARE IL MDB. Dove sono i loro risultati?  Ogni loro "testimonianza" è falsata o dal fatto che i pazienti avevano seguito anche le cure standard, o erano falsate dal fatto che i miglioramenti costatati erano solo o apparenti o inventati o la testimonianza moriva dopo il primo o secondo anno dopo la terapia. Ancora una volta il metodo si dimostra una bufala.

 

9) Discussione delle presunte prove dell'efficacia del MDB. Metto sotto spoiler i grafici ottenuti dalle "prove" dell'efficacia del metodo rapportati al metodo standard. Il primo è per leucemie e il secondo è per tumori negli adulti. La sopravvivenza dopo due anni e cinque anni ( solo dopo 5 anni la medicina dichiara il paziente in remissione completa, mentre i Di Bella lo facevano dopo qualche settimana e puntualmente pochi mesi dopo morivano per tumore) rispetto al metodo standard è nettamente inferiore

 

MDB+vs+leuc.jpg 

MDB+vs+kadult.jpg

 

 

10) Poi fa una breve parentesi precisando che il metodo standard ha molti difetti e per molti tumori è inefficace, ma a differenza dei Di Bella, la comunità scientifica lo ammette, mentre i Di Bella negano anche l'evidenza.

 

11) LA  SPERIMENTAZIONE. Questo forse è quello che più interessa, la sperimentazione del MDB. Inutile dire che fu catastrofica, solo 3 pazienti risposero positivamente ( in alcuni addirittura il tumore o peggiorò o si ebbero gravi effetti collaterali), ma nessuno dei tre guarì

 

12) CRITICHE alla sperimentazione. Le maggiori critiche furono le seguenti: A) Mancanza Randomizzazione e mancanza di gruppi di controllo B) Farmaci scaduti C) l'Acetone

 

A) La comunità scientifica internazionale, pur dichiarando che il MDB fosse inefficace, criticarono gli italiani su questo punto, affermando che era l'unico punto dove i pro- Di Bella avrebbero potuto aggrapparsi, anche se erano convinti che anche se la sperimentazione fosse stata perfetta, avrebbero trovato lo stesso delle scuse. Lo stato italiano si giustificarono che ci sarebbero dovuti mesi e mesi di preparazione ma il popolo italiano premeva per la sperimentazione. 

 

B) Alcuni farmaci erano stati trovati scaduti, questo è vero la scadenza fu messa a tre mesi. Ma perchè? Per legge. Lo stesso sito dei Di Bella afferma che il loro prodotto, se mantenuto lontano da fonti troppo calde o fredde, può mantenersi attivo anche per oltre un anno. Ma per legge bisognava mettere una scadenza e fu messa in modo arbitrario. Quindi gli stessi Di Bella affermano che i medicinali non erano scaduti.

 

C) Di Bella affermava che c'erano tracce di Acetone e lui aveva espressamente richiesto che l'acetone ( necessario per la preparazione del mix) doveva essere completamente rimosso. Ma, punto primo non esistono metodiche capace di eliminarlo, punto secondo Di Bella rilevava la concentrazione di Acetone con test meno sensibili di quelli usati dallo stato italiano. Insomma il test di Di bella non può rilevare tracce troppo piccole di acetone, mentre quelli usati dallo Stato erano molto più sensibili.

 

13) Verso la fine è ridondante, continua a portare le presunte testimonianze dei Di Bella ( figli) e a confutarli sistematicamente. Verso la fine davvero c'è una lista di esempi di come i Di Bella siano dei ciarlatani, imbroglioni.

 

Mie conclusioni: @RobyR Vero che furono testati su pazienti che già avevano fatto la chemio ed erano "quasi morta" ma il MDB viene fatto ancora oggi e SENZA alcun successo. Questa gente muore credendo in un metodo senza alcuna valenza scientifica, quando potrebbe avere, a seconda del tumore e del suo sviluppo, delle notevoli possibilità di guarigione.  Ricollegandoci a questo metodo Stamina, @Supersonico capisco il "cuore" ma purtroppo, quando testiamo un metodo, non possiamo basarci su ciò che ci dice il cuore, ma dobbiamo usare la testa, perchè magari la gente si affida al cuore e abbassa la loro possibilità di sopravvivere. La comunità scientifica DEVE dare il suo benestare SOLO usando la testa, che poi i giudici autorizzino metodiche non approvate come ULTIMA SPIAGGIA, è tutt'altro discorso. 

 

Cmq vedrò se trovo un contraddittorio valido a quello scritto da Wewe, ma potete costatare voi stessi che è molto professionale e riporta un'accurata documentazione. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

 @Supersonico capisco il "cuore" ma purtroppo, quando testiamo un metodo, non possiamo basarci su ciò che ci dice il cuore, ma dobbiamo usare la testa, perchè magari la gente si affida al cuore e abbassa la loro possibilità di sopravvivere. La comunità scientifica DEVE dare il suo benestare SOLO usando la testa, che poi i giudici autorizzino metodiche non approvate come ULTIMA SPIAGGIA, è tutt'altro discorso.

 

Sono d'accordo con te, ma il cuore non è una questione di testa..

Qui si tratta solo di dare una possibilità di piu ai bambini affetti da questa malattia.

 

Un metodo, per quanto improbabile, non può essere negato se i genitori lo richiedono. Non può assolutamente un Ministro + la banda bassotti scientifica negare un metodo.

 

Se no la libertà dove sta? E qui potremmo riagganciarci alle libertà personali, ai diritti inviolabili dell'uomo, tra cui quello della cura. 

So ad esempio che sono state fatte delle ricerche che hanno dimostrato che ci sono dei particolari parassiti che mangiano le cellule tumorali. 

 

E se io volessi curarmi con questi parassiti? Perchè non posso farlo? è una mia scelta quella di rischiare la mia vita, nessuno mi puo condizionare. Idem per i genitori dei bambini. 

 

Scienza+Coscienza

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo vietano perchè se fosse una truffa ci sarebbe qualcuno che si arricchirebbe illegalmente. è come dire: "io ho il sacrosanto diritto di vendere cocaina per diminuire il senso di fatica (cosa che è pure vera al 100%)".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se facessero le cose per bene uno non avrebbe dubbi ma quando togli la sma dai protocolli di sperimentazione è legittimo pensare male. La malattia della bambina del video.

 

Come la vedo io vannoni è un truffatore di certo ma che c'è qualcosa che puzza è sicuro, dall'inizio si è cercato di nascondere le cose poi il fatto di escludere la sma dalla sperimentazione è ancora più strano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il rapporto choc su Stamina
“Non ci sono cellule staminali”

Dai verbali dei Nas e dai pareri del comitato ministeriale di esperti
emerge anche il rischio di contrarre il morbo della mucca pazza

 

Un metodo che non dovrebbe nemmeno chiamarsi «Stamina» perché di cellule staminali nelle misteriose infusioni ce ne sarebbero sì e no tracce. Nessun accenno a come le cellule mesenchimali del midollo si trasformerebbero in cellule cerebrali e dei tessuti nervosi, in grado di riparare i danni all’origine di molte malattie neuro degenerative, come Sla o Sma1. E persino lo spettro di contaminazioni da morbo di «mucca pazza». A gettare nuove ombre intorno al contrastato «metodo Vannoni» sono le carte sin qui “top secret” dei verbali dei Nas e degli organismi scientifici istituzionali, oltre che il parere, mai reso pubblico integralmente, con il quale il Comitato di esperti, poi giudicato «non imparziale» dal Tar Lazio, ha bloccato sul nascere la sperimentazione. 

Documenti che da un lato confermano quanto già trapelato, come il rischio di trasmissione di malattie infettive, Hiv in testa, per assenza di controlli delle cellule dal donatore. Ma dall’altro rivelano altri rischi per i pazienti. Come quello della Bse, meglio nota come sindrome da mucca pazza. Verbale del 16 ottobre 2012, dopo la chiusura dei laboratori degli Spedali civili di Brescia, dove si coltivavano le cellule per Stamina. Secondo l’Aifa in assenza di sicurezza. Presenti gli stati maggiori dei Nas, della stessa Agenzia del farmaco, dell’Istituto superiore di sanità e del centro nazionale trapianti. Luca Pani, presidente dell’Aifa, afferma che l’analisi condotta «farebbe supporre l’uso di siero fetale bovino nei terreni di coltura». Dubbio fugato dagli esperti del comitato, che nel parere svelano come sia la stessa documentazione presentata da Stamina a confermare l’uso di siero bovino per la coltura delle cellule. Cosa che in sé non sarebbe vietata anche se sconsigliata. Purché – ricorda il comitato – «per ridurre i rischi di natura infettiva… il siero fetale bovino provenga da animali allevati e sacrificati in Paesi privi di Bse», il tutto mediante certificazione europea. «Nessuna di queste informazioni è presente nei documenti pervenuti», si legge però nel parere.

Ma i pericoli non finiscono qui. «Il terreno di coltura contiene antibiotici», rivela sempre il comitato, che considera questa pratica «non giustificata» e a rischio di tossicità. E poi la presenza di detriti dei tessuti potrebbe provocare micro embolie polmonari e cerebrali. Del resto un altro verbale rivela che in un campione prelevato a Brescia il 30% delle cellule sarebbe stato contaminato. In un altro campione la contaminazione sarebbe invece «bassissima», ma in entrambi si rileva l’assenza di un marcatore che generalmente rileva la presenza di cellule staminali mesenchimali.

Sorge allora il dubbio su cosa venga realmente somministrato ai pazienti. Tanto che il generale Cosimo Piccinno, capo dei Nas, avanza il sospetto che il metodo Stamina sia nella realtà cosa diversa da quello descritto nella domanda di brevetto presentata a suo tempo da Vannoni e poi respinta negli Usa. Nel consenso informato fatto firmare ai pazienti, rivela un altro verbale, «sorprendentemente si dichiara che le cellule somministrate possono essere leucociti del sangue, di solito mescolati ad altre componenti minori… oppure cellule più purificate quali le cellule mesenchimali estratte dal midollo osseo». Insomma, un frullato indefinibile. E infatti per gli scienziati del comitato che hanno potuto leggere per esteso le carte di Vannoni dal metodo Stamina di coltura «la popolazione (cellulare) che si ottiene non è purificata, non è omogenea, non è una popolazione di cellule staminali». Qualunque cosa sia però per il comitato non c’è nulla che dimostri la trasformazione di cellule del midollo in cellule neuronali in grado di riparare i danni delle malattie neuro degenerative. Secondo le sequenze descritte nella domanda di brevetto la trasformazione avverrebbe dopo solo un’ora di coltura in acido retinoico. All’Iss, rivela un verbale, ci hanno provato per 2 ore e poi per 24. Ma del miracolo della trasformazione cellulare nessuna traccia. «Su Stamina serve chiarezza perché non ci siano più dubbi», ha ribadito la Lorenzin preannunciando a breve la nomina del nuovo comitato. A meno che prima degli scienziati a sollevare nuovi dubbi arrivi la magistratura.

 

http://www.lastampa.it/2013/12/19/italia/cronache/il-rapporto-choc-su-stamina-non-ci-sono-cellule-staminali-Jzf7KIm0vBlj2sOXtRZHvL/pagina.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una delle maggiori complicazioni, escludendo che si siano isolate le mesenchimali ( sono lo 0.01% del totale di un aspirato midollare e non abbiamo markers specifici), è mantenere una coltura omogenea di cellule staminali pluripotenti(fuori dal loro microambiente tendono a differenziarsi, si dice che perdono staminalità, quindi da pluripotenti, diventano multipotenti e man mano cellule completamente differenziate). Perciò dire che la coltura non è omogenea non significa niente, però dire che la maggior parte sono leucociti, significa che non sono proprio state isolate correttamente e che nei migliori dei casi la maggior parte erano ematopoietiche ( dal midollo si possono prelevare due tipi di staminali, le mesenchimali e le ematopoietiche, queste ultime sono in percentuale maggiore, poco meno dell'1% del totale se ricordo bene).

 

Però poi non c'è un'evidenzia che si siano trasformate in cellule nervose e che quindi si può evincere che nemmeno le ematopoietiche hanno prelevato ( anche loro, anche se più difficilmente, possono trasformarsi in cellule nervose, son pur sempre pluripotenti), perchè il siero fetale bovino tende a far differenziare le cellule pluripotenti in fibroblasti e non in leucociti, perciò la procedura di isolamento è stata così scarsa da aver isolato al massimo dei progenitori precoci della linea mieloide o linfoide che possono essere considerate cellule staminali, ma di sicuro non pluripotenti, vengono definite già committed nel senso che ci puoi mettere tutti i fattori di crescita che vuoi, daranno al massimo cellule presenti nel loro tessuto di origine ( cellule ematopoietiche, adipociti e osteoblasti) 

 

Io vorrei aggiungere anche un altro rischio oltre a quelli elencati, quello delle neoplasie.

 

Per dimostrare che una cellula staminale è pluripotente deve sviluppare, se somministrate in topi nudi ( immunosoppressi),  teratomi nei quali però dobbiamo trovare cellule differenziate che appartengono a tutti e tre i foglietti embrionali ( mesoderma, endoderma ed ectoderma). Vi assicuro che vedere un teratoma con capelli, denti e altre parti del corpo non è per niente un bel spettacolo :fumopeo: 

Tutto questo per dirvi che l'uso di cellule staminali può generare neoplasie ed è per questo che negli ultimi anni si sta cercando o di usare cellule somatiche riportate a cellule staminali ( iPS) o quelle cellule committed che hanno scarsissima possibilità di indurre neoplasie, ma che se si riuscissero a prendere progenitori delle cellule nervose potrebbero essere facilmente fatte maturare, alzando notevolmente la sicurezza per l'uomo :zuzu: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è colpa mia, è l'argomento che è troppo specifico per poter essere trattato in modo troppo sintetico senza rischiare di dire inesattezze :zizi: 

 

 

Se qualcuno vuole essere spiegato meglio qualcosa, basta dirlo :zizi: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto al tg un paio di giorni fa che un paio di genitori si lamentavano del metodo stamina. Non avendo alternative, perchè la medicina allopatica non ne ha sulle malattie degenerative mortali, si sono rivolti al metodo vannoni.

Pare che la bambina stesse meglio ma ci sono state delle questioni "non chiare" per il genitore. Ma la bambina sembrava migliorare.

Non so, è come se vai a farti vaccinare, migliori, e poi lo sputtani perchè non ci sono cose chiare. Ma di base stai meglio.

 

Sicuramente il metodo va perfezionato, ma farne un'inquisizione mi sembra esagerato.

Se non ti fidi di un metodo NON sceglierlo. Ma soprattutto non sputare nel piatto in cui mangi.

 

Vi dico io come andranno le cose: il metodo verrà bocciato qui in Italia, ma in segreto i genitori si affideranno ancora a Vannoni perchè l'amore per i figli è infinito.

Quando in America qualche amico di Vannoni lo avrà perfezionato ecco che nasceranno nuove speranze.

 

Ma putroppo la gente dimentica, si ricordano solo quello che la Tv e le fonti giornalistiche su Internet dicevano e ci si ricorderà di Vannoni come un impostore che ha ucciso vite.

La gente non vuole assumersi la responsabilità delle proprie scelte. Siete viziati, fate i capricci.

 

Il mio consiglio? affidatevi alla medicina allopatica, con le sue chemiotepie, radioterapie e altri massacri.

Se poi vi lamenterete che non funziona nemmeno quella sono cazzi vostri. 

Vannoni propone, voi scegliete. Finitela di essere marionette.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto al tg un paio di giorni fa che un paio di genitori si lamentavano del metodo stamina. Non avendo alternative, perchè la medicina allopatica non ne ha sulle malattie degenerative mortali, si sono rivolti al metodo vannoni.

Pare che la bambina stesse meglio ma ci sono state delle questioni "non chiare" per il genitore. Ma la bambina sembrava migliorare.

Non so, è come se vai a farti vaccinare, migliori, e poi lo sputtani perchè non ci sono cose chiare. Ma di base stai meglio.

 

Sicuramente il metodo va perfezionato, ma farne un'inquisizione mi sembra esagerato.

Se non ti fidi di un metodo NON sceglierlo. Ma soprattutto non sputare nel piatto in cui mangi.

 

Vi dico io come andranno le cose: il metodo verrà bocciato qui in Italia, ma in segreto i genitori si affideranno ancora a Vannoni perchè l'amore per i figli è infinito.

Quando in America qualche amico di Vannoni lo avrà perfezionato ecco che nasceranno nuove speranze.

 

Ma putroppo la gente dimentica, si ricordano solo quello che la Tv e le fonti giornalistiche su Internet dicevano e ci si ricorderà di Vannoni come un impostore che ha ucciso vite.

La gente non vuole assumersi la responsabilità delle proprie scelte. Siete viziati, fate i capricci.

 

Il mio consiglio? affidatevi alla medicina allopatica, con le sue chemiotepie, radioterapie e altri massacri.

Se poi vi lamenterete che non funziona nemmeno quella sono cazzi vostri. 

Vannoni propone, voi scegliete. Finitela di essere marionette.

Non è un inquisizione è solo la prassi. E' prassi che ogni terapia prima di essere commercializzata e per avere il "marchio" scientificamente approvata, debba superare alcuni test. Il metodo stamina non solo non li ha superati ma, sentendo le voci che sono trapelate, è una bufala ed è dovere di uno Stato proteggere i propri cittadini da possibili imbrogli.

 

La vedo molto difficile che in America abbia fortuna visto che proprio in America ha provato a brevettare il metodo ma gli è stato rifiutato per motivi molto simili a quelli che sono usciti fuori in questi giorni: non sicura e nessuna prova che funzioni. Del resto non è successo con gli altri metodi dal Di Bella in poi, figuriamoci con una terapia che è stata bocciata prima in America e poi in Italia... 

 

Così come è stata presentata   è un fiasco, se verrà migliorata e supererà i test, nessuno della comunità scientifica impedirà il suo uso. Ma migliorata è un eufemismo, deve proprio essere rifatta d'accapo: Non purificano bene le staminali, non usano buffer che inducono il differenziamento  in neuroni, ecc...ma mi spieghi perchè uno Stato dovrebbe dare il via libera all'uso o meglio al COMMERCIO di un test pericoloso e inutile? 

 

L'errore più grave che stai facendo ( e non solo tu) è credere che la ricerca sulle staminali sia finita appunto con il metodo stamina, ma è una cosa assurda, ogni anno in ogni parte del mondo le pubblicazioni sulla ricerca delle staminali, terapia genica e cellulare,ecc...sono a migliaia e anche qui in Italia

http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2013/07/11/news/staminali_e_terapia_genica_guariti_6_bambini_da_malattie_genetiche_finora_non_curabili-62822268/?fb_action_ids=10151699588091250%2C10151697891656250&fb_action_types=og.recommends&fb_ref=uu%3D1c53d207e90844818d23e16bb87aa6f2%3As%3DshowShareBarUI%3Ap%3Dfacebook-like&fb_source=other_multiline&action_object_map=%7B%2210151699588091250%22%3A542183225842615%2C%2210151697891656250%22%3A473001572787862%7D&action_type_map=%7B%2210151699588091250%22%3A%22og.recommends%22%2C%2210151697891656250%22%3A%22og.recommends%22%7D&action_ref_map=%7B%2210151699588091250%22%3A%22uu%3D1c53d207e90844818d23e16bb87aa6f2%3As%3DshowShareBarUI%3Ap%3Dfacebook-like%22%2C%2210151697891656250%22%3A%22uu%3D1c53d207e90844818d23e16bb87aa6f2%3As%3DshowShareBarUI%3Ap%3Dfacebook-like%22%7D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

L'errore più grave che stai facendo ( e non solo tu) è credere che la ricerca sulle staminali sia finita appunto con il metodo stamina, ma è una cosa assurda, ogni anno in ogni parte del mondo le pubblicazioni sulla ricerca delle staminali, terapia genica e cellulare,ecc...sono a migliaia e anche qui in Italia

 

Sono d'accordo con te su questo punto, è solo un punto di partenza.

Però ti dico una cosa. Se io dovessi avere un figlio con una malattia degenerativa mortale, proverei ugualmente il metodo Vannoni per quanto improbabile e insicuro. 

 

 

è una bufala ed è dovere di uno Stato proteggere i propri cittadini da possibili imbrogli.

 

sono d'accordo che bisogna superare i test scientifici per essere convalidato come un metodo sicuro, ma vorrei ricordarti che la chemioterapia non è un metodo scientifico perchè le cause del cancro e di alcune disfunzioni non se ne conoscono, è non è un metodo affatto sicuro perchè distrugge l'organismo lasciando spesso effetti collaterali spiacevoli

. Per quanto riguarda la protezione dei cittadini...beh..bisogna in primo luogo assumersi la responsabilità di scegliere con la propria testa. Ad alcuni bambini è andata bene la cura, uno di questi, lo mostravano alle iene, lo hanno ucciso perchè sono state negate le cure sebbene i genitori volevano proseguire.

 

Lo stato è in conflitto di interessi perchè da un lato vuole proteggere, ma agisce in maniera opposta. Chi ridarà la vita a quella bambina a cui sono state negate le cure?

La vera protezione non è la negazione, ma solo avvertire dei pericoli di una tale terapia. Il cittadino è sovrano, i genitori sono sovrani, non lo stato, non il ministero della salute.

Comunque, perchè non si fa un referendum x decidere se accettare anche questa potenziale metodo di cura?

Lasciamo ai cittadini scegliere, basta delegare.

Vogliamo vivere in prima persona oppure vivere come surrogati?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le questioni sono tante, signori. Possiamo discuterne all'infinito ma non troveremo mai la soluzione, ognuno di noi dice qualcosa di vero, nonostante nessuno di noi sia uno scienziato. 

Concordo sul fatto che a Rossi le staminali possono guarirlo, come a Bianchi possono uccidere. Appunto per questo bisogna continuare a studiare e a fare prove (Cosa che in Italia risulta impossibile, lo stato blocca sul nascere ogni novità che si proponga, in ogni campo). Sicuramente andrà a finire che qualche furbone Americano studierà il metodo Vannoni, capirà l'errore e con due semplici passi prenderà il successo degli studi Italiani, a nome Americano. (Ovvio, non può che finire così).

Se mille test risultano identici, allora si può confermare il tutto, se 999 risultano identici, bisogna rifare da capo. 

Insomma, io sono pro alle staminali, e non fatevi influenzare da qualche inetto che dice che la cura staminale è falsa. Perché se avessimo la conferma che la bambina iniziò a muoversi grazie alla cura stamina, gli idioti che la considerano falsa verrebbero zittiti immediatamente. Io penso sia per quello che iniziò a muoversi (tralasciamo il miracolo, io non credo nei miracoli e per capire meglio il metodo staminale è meglio lasciare la fede da parte altrimenti saremo sempre confusi, si sta discutendo su un metodo scientifico no del viaggio a Lourdes/Medjugorie o come si chiama). 

A parer mio farei così: Continuerei a studiare e testare il metodo stamina, poi lo utilizzerei su chi si offre volontario per curarsi (se poi la cura lo stronca, beh..) e studierei il motivo per cui il paziente A continua a migliorare, il paziente B non migliora, il paziente C peggiora e il paziente D ci resta. Se blocchiamo tutto perché uno c'è rimasto non sapremo mai nulla, io son convinto che il metodo stamina sarà (forse per alcuni lo è già) una cura innovativa, che fino a qualche anno fa credevamo fosse il divino o chissà che altro.

Una volta non si sapeva nemmeno che malattia fosse la febbre e ora ci sono 10 medicinali a riguardo, tanto per fare un esempio. 

E son convinto che in un futuro non molto lontano l'uomo avrà la cura per ogni malattia. Vi dico una mia fantasia: A volte mi faccio un film dove penso che con una medicina si ricrea una parte del corpo mozzata. Ora come ora è chiaro pensare che sia un'enorme cazzata, una fantasia. Magari tra 1'000 anni leggeranno sta discussione e diranno "Hahah sto scemo pensava già sta cura ma non sapeva come crearla". Ecco no? E' nell'essere umano penso....studiare se stesso e scoprire cose nuove. Lasciamo che gli studi proseguano, i test, le varie prove...e un giorno si saprà con certezza se il metodo stamina è al 100% una cura o al 100% una cazzata.

P.S. Se leggete stranezze è l'orario.

P.P.S. Non sono molto informato ma ho voluto dire la mia, così come per ogni altra cura. Non bisogna smettere di cercare, la cura è vita, è la cosa che più di tutte va studiata e portata avanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo con te su questo punto, è solo un punto di partenza.

Però ti dico una cosa. Se io dovessi avere un figlio con una malattia degenerativa mortale, proverei ugualmente il metodo Vannoni per quanto improbabile e insicuro. 

 

 

sono d'accordo che bisogna superare i test scientifici per essere convalidato come un metodo sicuro, ma vorrei ricordarti che la chemioterapia non è un metodo scientifico perchè le cause del cancro e di alcune disfunzioni non se ne conoscono, è non è un metodo affatto sicuro perchè distrugge l'organismo lasciando spesso effetti collaterali spiacevoli

. Per quanto riguarda la protezione dei cittadini...beh..bisogna in primo luogo assumersi la responsabilità di scegliere con la propria testa. Ad alcuni bambini è andata bene la cura, uno di questi, lo mostravano alle iene, lo hanno ucciso perchè sono state negate le cure sebbene i genitori volevano proseguire.

 

Lo stato è in conflitto di interessi perchè da un lato vuole proteggere, ma agisce in maniera opposta. Chi ridarà la vita a quella bambina a cui sono state negate le cure?

La vera protezione non è la negazione, ma solo avvertire dei pericoli di una tale terapia. Il cittadino è sovrano, i genitori sono sovrani, non lo stato, non il ministero della salute.

Comunque, perchè non si fa un referendum x decidere se accettare anche questa potenziale metodo di cura?

Lasciamo ai cittadini scegliere, basta delegare.

Vogliamo vivere in prima persona oppure vivere come surrogati?

 

Vorrei ricordarti che i benefici delle chemioterapie superano i rischi, altrimenti non verrebbero minimamente autorizzate e nemmeno commercializzate. Per i tumori così detti liquidi ( tumori che coinvolgono le cellule del sangue), i benefici, la guarigione, ha raggiunto percentuali molto ma molto soddisfacenti ( poi dipende sempre da tumore a tumore e dalla sua evoluzione, ovviamente). E soprattutto sono terapie ormai consolidate che appunto hanno superato dei test per poterle usare sui pazienti, mentre il metodo stamina, così come è stato presentato, non ha superato tali test quindi non può essere usato sulle persone. Ma questo non vieta a nessuno di "migliorarlo". Si blocca solo l'uso sui pazienti per i motivi che sono trapelati, non sicuro e nessuna evidenza di benefici per il paziente. Questo metodo è talmente eterogeneo che non sanno nemmeno loro come quella bambina ha auto dei miglioramenti. Per questo i "benefici" non superano i rischi.

 

Parli di surrogati, di poter usar la propria testa, ma sai, gli schiavi non sono solo quelli incatenati e costretti a lavorare 24/24 ore, si è anche schiavi della propria ignoranza e schiavi di chi propone una "conoscenza" distorta, e purtroppo tra gli ignoranti ci sono anche gli stupidi che non sono consapevoli di esserlo. Questi sono i veri surrogati, no chi si documenta da fonti imparziali. In questi casi è l'ignoranza a essere sovrana non il cittadino, per questo è necessaria una delega a persone competenti che testano i metodi e danno un verdetto. In America gli hanno rifiutato il brevetto, qui in Italia sono arrivati alla stessa conclusione, quindi non c'è stato alcun conflitto d'interesse, il metodo è inutile, che lo migliorassero se ne son capaci...

E aggiungo che il destino che sta avendo il metodo stamina lo hanno avuto e lo avranno un'infinità di metodi, non è mica un eccezione? Se supera il test va avanti, altrimenti o viene cancellato o migliorato. Non pensiamo che sia l'eccezione, già in passato l'uomo è stato troppo largo di maniche per metodi che si dichiaravano miracolosi e poi hanno fatto peggio della malattia che pretendevano di curare. 

 

 

 

 

Le questioni sono tante, signori. Possiamo discuterne all'infinito ma non troveremo mai la soluzione, ognuno di noi dice qualcosa di vero, nonostante nessuno di noi sia uno scienziato. 

Concordo sul fatto che a Rossi le staminali possono guarirlo, come a Bianchi possono uccidere. Appunto per questo bisogna continuare a studiare e a fare prove (Cosa che in Italia risulta impossibile, lo stato blocca sul nascere ogni novità che si proponga, in ogni campo). Sicuramente andrà a finire che qualche furbone Americano studierà il metodo Vannoni, capirà l'errore e con due semplici passi prenderà il successo degli studi Italiani, a nome Americano. (Ovvio, non può che finire così).

Se mille test risultano identici, allora si può confermare il tutto, se 999 risultano identici, bisogna rifare da capo. 

Insomma, io sono pro alle staminali, e non fatevi influenzare da qualche inetto che dice che la cura staminale è falsa. Perché se avessimo la conferma che la bambina iniziò a muoversi grazie alla cura stamina, gli idioti che la considerano falsa verrebbero zittiti immediatamente. Io penso sia per quello che iniziò a muoversi (tralasciamo il miracolo, io non credo nei miracoli e per capire meglio il metodo staminale è meglio lasciare la fede da parte altrimenti saremo sempre confusi, si sta discutendo su un metodo scientifico no del viaggio a Lourdes/Medjugorie o come si chiama). 

A parer mio farei così: Continuerei a studiare e testare il metodo stamina, poi lo utilizzerei su chi si offre volontario per curarsi (se poi la cura lo stronca, beh..) e studierei il motivo per cui il paziente A continua a migliorare, il paziente B non migliora, il paziente C peggiora e il paziente D ci resta. Se blocchiamo tutto perché uno c'è rimasto non sapremo mai nulla, io son convinto che il metodo stamina sarà (forse per alcuni lo è già) una cura innovativa, che fino a qualche anno fa credevamo fosse il divino o chissà che altro.

Una volta non si sapeva nemmeno che malattia fosse la febbre e ora ci sono 10 medicinali a riguardo, tanto per fare un esempio. 

E son convinto che in un futuro non molto lontano l'uomo avrà la cura per ogni malattia. Vi dico una mia fantasia: A volte mi faccio un film dove penso che con una medicina si ricrea una parte del corpo mozzata. Ora come ora è chiaro pensare che sia un'enorme cazzata, una fantasia. Magari tra 1'000 anni leggeranno sta discussione e diranno "Hahah sto scemo pensava già sta cura ma non sapeva come crearla". Ecco no? E' nell'essere umano penso....studiare se stesso e scoprire cose nuove. Lasciamo che gli studi proseguano, i test, le varie prove...e un giorno si saprà con certezza se il metodo stamina è al 100% una cura o al 100% una cazzata.

P.S. Se leggete stranezze è l'orario.

P.P.S. Non sono molto informato ma ho voluto dire la mia, così come per ogni altra cura. Non bisogna smettere di cercare, la cura è vita, è la cosa che più di tutte va studiata e portata avanti.

Ecco come dicevo sono in tanti quelli che confondono l'uso delle staminali con il metodo stamina. La ricerca sulle staminali, vai tranquillo che non si è fermata, probabilmente era l'orario ma ho postato pochi commenti fa un articolo di un metodo che usa cellule staminali che ha guarito 6 bambini ed è un metodo ideato 20 anni fa, ripeto 20 anni fa e su questi tipi di test che si basa anche quello stamina, ma non riesce a dimostrare come le sue cellule staminali si differenziano in cellule nervose. Ripeto con forza, bocciare il metodo stamina non significa bocciare la ricerca sulle staminali.  Inoltre aggiungo che i ricercatori non bisogna pensarli come dei geni assoluti che hanno conoscenze alle quali nessuno può attingere, quello che sanno è alla portata di tutti, basta saper "ricercare" e avere delle basi che ti permettono di separare le boiate dalle cose vere. 

 

Infine quello che tu hai proposto di fare è proprio quello che si fa, si studia sia perchè un metodo ha avuto successo e sia perchè ha avuto un insuccesso, per questo ci sono ben 4 fasi che bisogna superare prima dell'approvazione e commercializzazione. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono d accordo di delegare per validare il metodo stamina.

Ma impedire di usarlo non è giusto xké bisogna essere liberi di scegliere, anche se fa male.

Se il ministero ha dei metodi migliori che li proponga, ma io non ne vedo.

Per il resto sono d accordo con quello che dici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Impediscono di usarlo perchè i costi ricadrebbero sullo stato (e perchè c'è il rischio che sia una truffa).

 

____________________________________________________________________________________________

 

Stamina, cartelle ospedale: nessuna prova di miglioramenti
Schede di sintesi segretate di 36 pazienti date da Spedali Brescia a esperti ministero Salute

 

Non c'è alcuna prova documentata di miglioramenti reali nei pazienti sottoposti al trattamento Stamina. E' quanto appare dalle 36 schede di sintesi delle cartelle cliniche elaborate dagli Spedali Riuniti di Brescia e consegnate agli esperti del primo Comitato istituito dal Ministero della Salute. Dati che riguardano 21 bambini e 15 adulti con 13 malattie molto differenti fra di loro. Gli esperti della Commissione hanno ricevuto da Brescia quindi solo una estrema sintesi delle già lacunose cartelle cliniche a disposizione. Nel materiale, tutto segretato e di cui l'ANSA e' venuta in possesso, vengono riportati solo alcuni casi di miglioramento auto-valutato dal paziente o dalla famiglia, ma non certificato dalle analisi. Piu' precisamente si tratta di tre adulti e un caso pediatrico, per i quali, nelle stesse schede, si precisa che mancano le prove e che la situazione, secondo la valutazione dei medici, e' invece stabile. E mentre si attende che il ministro della Salute nomini il nuovo gruppo di esperti per dare il parere sul trattamento, emergono nuovi elementi che contribuiscono a rendere il quadro della vicenda piu' chiaro, ma anche piu' inquietante. Nella maggior parte delle schede infatti non vengono riportati effetti collaterali alle infusioni alle quali sono stati sottoposti i malati, ma negli aggiornamenti più recenti, fermi al 25 novembre, non si registrano miglioramenti.

In sostanza le 'anomale' cartelle cliniche del caso Stamina, non provano nulla di quello che Davide Vannoni, ma anche le famiglie dei malati sostengono. Speranze ancora spezzate dai pochi dati scientifici a disposizione del mondo medico e del comitato di esperti nominato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Domani la parola passera' alle famiglie che a Roma hanno annunciato di portare le prove che il trattamento, invece, funziona. Mentre anche oggi Vannoni torna spiegare che quelle di Brescia sono cartelle cliniche che provano solo l'assenza di effetti collaterali essendo terapie compassionevoli. Si tratta di malattie, quelle trattate nell'ospedale lombardo, tutte diverse, con cause profondamente differenti: alcune sono infatti malattie genetiche, altre acquisite come la encefalopattia neonatale (che a differenza delle altre e' stabile). E anche fra le malattie progressive dei malati che si sono rivolti a Stamina il percorso e' differente, con gradi e velocita' di aggravamento specifici per ogni tipo, ma per i quali erano previste sempre le stesse infusioni, dopo le quali non e' mai stato pero' registrato un miglioramento. Fra le malattie trattate nei pazienti pediatrici compaiono due casi di Morbo di Krabbe, sette di Sma, ben 6 casi di Morbo di Nieman Pic, Morbo di Tay-Sachs, e due casi di Leucodistrofia Metacromatica. Per altri bambini sono state chieste cure perche' affetti dal Morbo di Sandhoff, e in due casi da Encefalopatia Neonatale. Fra gli adulti compare la Sindrome di Kennedy, cinque casi di Sla, cinque di Morbo di Parkinson, parchinsonismo atipico, Slerosi Multipla, un caso di Sma tipo 3 e atrofia multisistemica. Ed e' quest'ultimo il caso del paziente deceduto dopo due settimane dalla sola infusione fatta nel febbraio 2012.

A questo riguardo nella cartella si riporta che ''non si hanno notizie di eventi avversi dopo l'infusione''. Il ministro della Salute sta intanto limando il decreto per la nomina dei nuovi esperti dell'atteso comitato: sarebbero stati infatti gia' individuati da tempo tutti i nomi degli scienziati italiani e stranieri. La firma al decreto riaprira' il tavolo di lavoro per l'ultima valutazione tecnico-scientifica mentre il Procuratore di Torino Raffaele Guariniello sta per chiudere la sua indagine che potrebbe spalancare nuovi capitoli

 

http://ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2013/12/27/Stamina-cartelle-ospedale-nessuna-prova-miglioramenti-36-pazienti_9829244.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io aspetto solo l'ufficialità :sasa:

 

E rassicuro tutti i sostenitori del metodo stamina che farà la "fine" di tutti gli altri Vanna Marchi: Continueranno a vendere la loro "terapia" fuori dall'Italia, sfruttando la disperazione della gente in cerca di un miracolo  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il fatto ci sono malati che hanno miglioramenti. Non possono inventarsi effetti placebo visto che sono bambini che prima non si muovevano e adesso si muovono il casino è nato per i genitori che insistono e continuano a insistere. Non so se sia arroganza o presunzione o c'è qualcosa sotto, ma qualcosa c'è...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il fatto ci sono malati che hanno miglioramenti. Non possono inventarsi effetti placebo visto che sono bambini che prima non si muovevano e adesso si muovono il casino è nato per i genitori che insistono e continuano a insistere. Non so se sia arroganza o presunzione o c'è qualcosa sotto, ma qualcosa c'è...

Quella dei bambini che hanno ripreso a muoversi è una storiella alimentata dai media in tempi non sospetti quando ancora la faccenda non aveva preso questa brutta piega. Di fatto non ci sono prove di veri miglioramenti se non per la sola parola dei genitori che probabilmente per la disperazione e non per effetto placebo vedono miracoli anche nelle piccole cose e diventano ciechi e sordi davanti alla fredda e triste realtà!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' uscito un altro video e non credoc he dei genitori si mettono a truccarlo. Il bambino non si muove dopo la cura si muove.... C'è poco da discuterte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora