Recommended Posts

locandinapg1.jpg

Forrest Gump è un film del 1994 diretto da Robert Zemeckis e interpretato da Tom Hanks. Liberamente ispirato all'omonimo romanzo di Winston Groom del 1986, il film narra l'intensa vita di Forrest Gump, un uomo dotato di uno sviluppo cognitivo inferiore alla norma, nato negli Stati Uniti d'America a metà degli anni quaranta e, grazie a una serie di coincidenze favorevoli, diretto testimone di importanti avvenimenti della storia americana.

Titolo originale Forrest Gump
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1994
Durata 136 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere commedia, drammatico
Regia Robert Zemeckis
Soggetto Winston Groom (romanzo)
Sceneggiatura Eric Roth
Produttore Wendy Finerman, Steve Tisch, Steve Starkey
Casa di produzione Paramount Pictures
Fotografia Don Burgess
Montaggio Arthur Schmidt
Effetti speciali Allen Hall
Musiche Alan Silvestri
Tema musicale Forrest Gump Theme o The Feather Theme
Scenografia Rick Carter, Nancy Haigh
Costumi Joanna Johnston
Trucco Daniel Strepeke, Hallie D'Amore, Judith Cory

Trama

Siamo nel 1981. Forrest Gump, quarantenne, mentre attende un autobus seduto a una fermata di Savannah (Georgia), racconta la storia della sua affascinante vita, caratterizzata da problemi mentali e fisici, ad ascoltatori occasionali e completamente sconosciuti che cambieranno diverse volte nel corso del film, alcuni mostrando indifferenza, altri incredulità e a volte commozione. Il racconto inizia dal Forrest Gump bambino, che vive solo con la madre in una grande casa. Il padre di Forrest, come si evince dai discorsi della madre, ha abbandonato la moglie e il figlio. Forrest racconta, orgoglioso, che la madre lo ha chiamato così in onore di un soldato della Guerra di secessione, il tenente generale Nathan Bedford Forrest (il fondatore del Ku Klux Klan).

Per guadagnarsi da vivere, la madre di Forrest affitta le stanze vuote della casa a gente di passaggio. Tra questi spicca un "giovanotto con la chitarra", che si rivela essere Elvis Presley; ascoltandolo suonare, Forrest si lancia in un particolare ballo che, più tardi, sarà uno dei tratti distintivi dello stile di Elvis. Il piccolo Forrest è un personaggio border line: non tanto per il suo quoziente intellettivo inferiore alla media (75 punti), quanto per il suo rapporto ingenuo e fiducioso con un mondo che sin da bambino fa di tutto per relegarlo nell'ambito del "diverso". Persino sua madre, che lo incita a non farsi scavalcare da nessuno, lo obbliga a mettere un apparecchio alle gambe per raddrizzargli la schiena, che ulteriormente lo penalizza agli occhi degli altri bambini che lo deridono come "stupido".

Forrest inizialmente non è ammesso nella scuola pubblica a causa del suo Q.I. più basso della media di 5 punti, ma la madre, determinata a concedere all'amato figlio un futuro pari a quello degli altri bambini e credendo nelle sue potenzialità, riesce a farlo comunque ammettere al prezzo di concedersi sessualmente al preside. Il primo giorno di scuola Forrest incontra sull'autobus la piccola Jenny, unica persona che gli permetterà di sedersi accanto a lei. Il rapporto d'amicizia che s'instaura subito tra i due bambini è profondissimo e persisterà nel film. Jenny sarà sempre la sua grande amica e il suo unico amore. La piccola è soggetta ai continui abusi del padre (che Forrest, ingenuamente, interpreta come un "padre molto affettuoso").

Un giorno Forrest va a trovare Jenny, che si nasconde in un campo di granturco vicino alla sua casa per scampare al padre. Con Forrest, la piccola prega Dio di farla diventare un uccello per volare via dalla sua prigione quotidiana. Un giorno Forrest viene aggredito da alcuni piccoli bulli: Jenny lo incita a scappare via gridando "Corri Forrest! Corri!". Paradossalmente, liberandosi dell'apparecchio alle gambe, Forrest rivela le proprie straordinarie doti fisiche di corridore. Il racconto prosegue con il Forrest adolescente che continua a correre, sotto incitamento di Jenny, ogni qual volta venga importunato da altri ragazzi. Grazie alla sua abilità nel correre, Forrest viene notato da un coach di football. In realtà Forrest non capisce niente del football: i compagni si limitano a passargli la palla e a dirgli "corri". Il ragazzo diventa la punta di diamante della squadra che ottiene successi impensabili.


 

Cast


Tom Hanks: Forrest Gump
Robin Wright: Jenny Curran
Gary Sinise: Tenente Dan Taylor
Sally Field: signora Gump
Mykelti Williamson: Benjamin Beauford "Bubba" Blue
Haley Joel Osment: Forrest Gump, Jr.
Michael Conner Humphreys: Forrest da bambino
Hanna R. Hall: Jenny da bambina
Mary Ellen Trainor: babysitter di Jenny
Geoffrey Blake: Wesley
Sonny Shroyer: coach Paul "Bear" Briant
Sam Anderson: preside Hancock
Afemo Omilami: sergente istruttore
Marlena Smalls: signora Blue, madre di Bubba
Siobhan Fallon Hogan: Dorothy Harris, autista dell'autobus
Tiffany Salerno: Carla
Marla Sucharetza: Lenore
Michael Jace: membro delle pantere nere
Michael Burgess: Cleveland
Dick Cavett: sé stesso
Lenny Herb: corridore
Rebecca Williams: infermiera alla fermata
Bill Roberson: uomo grasso in fermata


 

Colonna sonora



 



Fonti: Wikipedia

Collegamenti:
Creedence Clearwater Revival
The Doors
Aretha Franklin
Jimi Hendrix
Simon & Garfunkel
Lynyrd Skynyrd
Bob Dylan

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora