alex47ka

PS4 Uncharted Saga

Recommended Posts

Logo_di_Uncharted.png

 

 

 

Uncharted (lett. non segnato sulla mappa o inesplorato) è una serie videoludica prodotta dalla software house Naughty Dog, facente parte di Sony Computer Entertainment, che narra le avventure del personaggio di Nathan Drake.

 

 

 

unch_1.jpg

 

 

Informazioni:
Sviluppo: Naughty Dog
Pubblicazione: Sony Computer Entertainment
Ideazione: Richard Lemarchand (Produttore)
Data di pubblicazione: 6 dicembre 2007 (JAP), 19 novembre 2007 (Nord America), 7 dicembre 2007 (EU), 6 dicembre 2007 (AU)
Genere: Avventura dinamica
Tema: El Dorado (Giungla)
Modalità di gioco: Singolo giocatore
Piattaforma: PlayStation 3
Distribuzione: / / /
Supporto: Blu-ray Disc

 

Trama:
Al largo delle coste di Panamá, Nathan Drake, detto "Nate" recupera la bara dell'esploratore e corsaro inglese, nonché suo antenato, Sir Francis Drake dal fondo dell'oceano. Per il ritrovamento ha impiegato le coordinate incise in un anello in suo possesso, un tempo appartenuto al suo antenato. L'evento è ripreso dalla giornalista Elena Fisher, la cui compagnia ha finanziato l'impresa per avere un buon documentario. Nella bara però non sono presenti le spoglie di Francis Drake: dentro di essa v'è solamente un diario dell'antenato (la cui ultima pagina è stata strappata) contenente la locazione di El Dorado, la mitica città d'oro. In quel momento, i due vengono attaccati da dei pirati, ma in loro soccorso arriva Victor Sullivan, detto "Sully", amico di Nathan.
Liberatisi della giornalista, Nathan e Sully si recano in Colombia dove secondo le informazioni contenute nel diario dovrebbe trovarsi El Dorado. Risalendo il Rio delle Amazzoni trovano un antico tempio Inca e scoprono che El Dorado non è una città, bensì un'enorme statua d'oro, che però fu rimossa circa 400 anni prima il loro arrivo dai Conquistadores.
Seguendo le tracce dei binari sui quali gli Spagnoli hanno trasportato la statua, il duo scopre un sottomarino tedesco risalente all'epoca nazista, incagliato da tempo nel Rio delle Amazzoni. Nathan si addentra nel sommergibile affidando il diario a Sully: comunicando con l'amico via radio, Nathan lo informa che all'interno del mezzo c'è sangue dappertutto e che dell'equipaggio rimangono solo due cadaveri (il capitano e un marinaio, nelle cui tasche il nostro trova delle monete d'oro spagnole con un marchio mai visto prima). Nathan continua la perlustrazione e trova la parte mancante del diario di Drake, per l'esattezza una mappa che rileva l'esistenza di un'isola nell'Oceano Pacifico, dove la statua fu probabilmente portata. A questo punto il contatto radio con Sully si interrompe. Uscito dal sommergibile, Nathan raggiunge la riva dove trova ad "accoglierlo" Sully e Gabriel Roman, un cacciatore di tesori competitivo che si avvale di mercenari tra i quali Atoq Navarro, un archeologo che conosce la leggenda della statua. Minacciato, Nathan rifiuta di aiutare Gabriel, che per mostrare le proprie intenzioni spara a Sully in petto. Poco dopo riappare Elena a salvare Nathan. Il duo rapidamente sale sull'aereo di Sully e si dirige verso l'isola dove si troverebbe la statua.
In prossimità dell'isola, il loro aereo viene colpito: per salvarsi si lanciano col paracadute, ma si dividono. Nathan si mette in cerca della ragazza. Esplorando l'isola avvista il paracadute di Elena, impigliato in un vecchio forte spagnolo, e decide di recarcisi, ma durante il tragitto deve affrontare diversi pirati; nel forte poi, segue alcuni indizi di Drake sulla locazione di El Dorado.
Nate viene però catturato da Eddy Raja, un vecchio rivale di Nathan, ora dedito alla pirateria. Poiché è alleato di Roman, Eddy cerca di obbligarlo ad aiutarlo nella ricerca di El Dorado; ma Drake viene liberato da Elena e insieme fuggono, inseguiti nella giungla, per imbattersi nei resti d'una colonia spagnola: una città abbandonata e semi-sommersa dall'acqua. Qui scoprono che il tesoro venne portato nell'entroterra in un monastero. Le cose si complicano quando Gabriel, Navarro e i loro mercenari giungono sull'isola insieme a un redivivo Sully.
Nathan ed Elena risalgono così il fiume e giunti al monastero si riuniscono a Sully che, sopravvissuto miracolosamente, finge di aiutare Gabriel e i suoi uomini fornendo loro false piste, dimostrando di essere ancora leale al vecchio amico. Nathan usa il diario per risolvere nuovi enigmi e trovare passaggi segreti. Con Sully al sicuro che aiuta via radio, Nathan ed Elena esplorano le catacombe e le cripte sotto al monastero, dove sarebbe la statua ma a un certo punto si imbattono in Eddy che fugge inseguito da esseri umani, mutati, vagamente simili a zombie, e dotati di incredibile forza e velocità.
Eddy perisce sotto i loro attacchi insieme a tutti i suoi uomini, mentre Nathan ed Elena fuggono e si ritrovano in una vecchia base tedesca per sottomarini costruita nell'isola. Evidentemente durante la Seconda guerra mondiale i tedeschi organizzarono una spedizione scientifica per trovare El Dorado. Per proseguire bisogna ridare energia al bunker, Nathan si avventura da solo nel complesso incontrando ancora gli esseri umani mutati. Dopo aver messo in moto il generatore, Nathan scopre in un filmato come i tedeschi, scoprirono la statua e non riuscirono a capire in tempo che in essa si celava una terribile maledizione che ha trasformato i soldati esposti in mutanti. Scoprì anche come Francis Drake sacrificò la sua vita per impedire che il tesoro lasciasse l'isola per evitare la distruzione del mondo con i suoi effetti. Nathan si rende conto che la statua non deve essere spostata dall'isola a ogni costo.
Nathan si appresta a tornare da Elena quando scopre che è stata catturata da Gabriel e Navarro, quindi affronta sia i mercenari di Gabriel sia i mutanti. Riesce a tornare da Sully e insieme si dirigono nel punto in cui è nascosto El Dorado per impedire che lasci l'isola, ma arrivati alla statua scoprono che è già stata trovata da Gabriel e i suoi uomini. Navarro suggerisce a Gabriel di aprirla per trovarvi il "vero tesoro", così fa Gabriel, rivelando che la statua d'oro in realtà altro non è che un sarcofago contenente una mummia che rilascia delle spore. Dopo averle inalate, Gabriel si trasforma anche lui in un mutante, aggressivo e fuori controllo, ma viene subito ucciso da Navarro. Si scopre così che quest'ultimo conosceva la leggenda e il segreto di El Dorado fin dall'inizio e che era alla ricerca del tesoro non per l'oro, bensì per il potere mutante delle spore, da impiegare sulle persone per poi usarle come armi.
Tenendo ancora in ostaggio Elena, Navarro usa un elicottero per recuperare la statua, incurante degli avvertimenti di Nathan riguardanti il fatto che El Dorado ha precedentemente già spazzato via un'intera colonia. Nathan riesce a saltare al volo sulla statua trasportata sul velivolo. Navarro rapidamente se ne accorge e ordina a un mercenario di sparargli. Elena approfitta dell'occasione per spingere fuori dall'abitacolo l'uomo, il quale precipitando spara nella sua direzione uccidendo il pilota. L'elicottero si schianta sul ponte di una nave usata da Gabriel al largo della costa, lasciando sia Nathan che Navarro a qualche metro di distanza l'uno dall'altro. Durante la battaglia finale, Nathan nota che i piedi di Navarro sono in un nodo della corda che lega il relitto dell'elicottero alla statua, e rapidamente fa precipitare l'elicottero in mare, trascinando sia la statua sia Navarro sul fondo del mare.
Nathan infine salva Elena ed entrambi si riuniscono a Sully, che è riuscito a rubare una barca con un sostanzioso bottino d'oro per tutti e tre. Quando lasciano l'isola Elena ricorda a Nathan che gli deve ancora una storia per il suo show e Nathan le promette che l'avrà.

 

 

 

Gameplay:

 

 

 

unch_2.jpg

 

 

Informazioni:

Sviluppo: Naughty Dog

Pubblicazione: Sony Computer Entertainment

Ideazione: Amy Henning (Direttore creativo)

Data di pubblicazione: 15 ottobre 2009 (JAP), 13 ottobre 2009 (Nord America), 16 ottobre 2009 (EU), 15 ottobre 2009 (AU)

Genere: Avventura dinamica,Stealth

Tema: Esplorazioni di Marco Polo (India, Shambhala)

Modalità di gioco: Singolo giocatore, Multiplayer, Online Multiplayer, Online Co-op

Piattaforma: PlayStation 3

Distribuzione: / / /

Supporto: Blu-ray Disc

 

 

 

Trama:

Il covo dei ladri prende atto due anni dopo gli eventi di Drake's Fortune. In maniera simile alla storia precedente, la nuova avventura di Nathan "Nate" Drake ruota attorno ad un mistero storico irrisolto su Marco Polo ed il suo famoso viaggio di ritorno dalla Cina nel 1292. Dopo essere stato per quasi 20 anni alla corte dell'imperatore Kublai Khan, Marco Polo partì con 14 navi ed oltre 600 persone tra passeggeri ed equipaggio, ma quando arrivò a destinazione un anno e mezzo dopo, rimasero soltanto una nave e 18 passeggeri. Anche se Marco Polo descrisse praticamente ogni cosa del suo viaggio dettagliatamente, non rivelò mai cosa accadde alla sua flotta perduta.

La storia inizia con Nate ferito e malconcio, che si risveglia in un treno deragliato che sta per cadere giù da una montagna. Riesce a mettersi in salvo ed a recuperare un Phurba mezzo sepolto nella neve. A questo punto inizia un flashback: tre mesi prima viene raggiunto dal suo vecchio amico Harry Flynn e dalla sua ragazza (e vecchia fiamma di Nate) Chloe Frazer. Gli raccontano che il cliente di Flynn, Zoran Lazarevic, vuole che recuperi una lampada ad olio da un museo. Nate all'inizio rifiuta, ma accetta quando scopre che potrebbe celare la risposta al destino delle navi di Marco Polo. Un altro flashback rivela che Nate e Chloe stavano pianificando di scappare insieme dopo aver rinvenuto il tesoro all'insaputa di Flynn.

Ad Istanbul Nate e Flynn irrompono nel museo e dopo aver superato le guardie trovano la lampada e la rompono per trovare una pergamena all'apparenza completamente nera e della resina. Nate brucia la resina, la cui luce rivela nella pergamena una mappa e l'esistenza di lettere apocrife di Polo. Nate scopre che la flotta venne colpita da uno tsunami al largo della costa occidentale del Borneo e che trasportavano la pietra Cintamani da Shambhala. Nel momento in cui si preparano ad andarsene, Flynn sfodera una pistola e spara ad uno dei vetri delle teche facendo scattare l'allarme. Flynn quindi tiene sotto tiro Nate fino all'arrivo delle guardie, e lascia Nate in balia della sorveglianza. Nate tenta di scappare, ma viene catturato dalla polizia turca. Tre mesi dopo, il suo vecchio amico Victor "Sully" Sullivan lo va a trovare in prigione, dicendogli di aver pagato la cauzione. Chloe si mostra e Nate dice a Sully di cacciarla via, ma lei gli rivela di non aver nulla a che fare con il doppio gioco di Flynn. Solo dopo che Sully informa Nate che Lazarevic ha trovato la flotta perduta, Nate decide di andare alla ricerca della pietra.

In Borneo, Nate e Sully trovano l'accampamento di Lazarevic e lo osservano mentre uccide uno dei suoi uomini colpevole di aver rubato un reperto dal sito di scavo. Nate e Sully fanno esplodere le cariche esplosive che Chloe aveva precedentemente piazzato attorno al campo, in modo che Lazaveric ed i suoi abbandonino temporaneamente l'accampamento. Nate scopre, attraverso le lettere di Marco Polo trovate da Lazarevic, che gli uomini di Polo sfuggirono allo tsunami sulla montagna vicina. Nate, Sully e Chloe raggiungono l'ultimo rifugio dell'equipaggio di Polo in un antico tempio, e lì scopre che tutta la compagnia è ridotta a scheletri con i denti neri. Nate accende della resina e segue la vecchie tracce di sangue fino ad una scatola contenente un Phurba ed un'altra pergamena di Polo che svela un ulteriore indizio riguardo ad un tempio nella città di Kathmandu in Nepal. Chloe li supera e torna all'ingresso delle rovine, ma stanno sopraggiungendo gli uomini di Flynn: non le rimane che restare sotto copertura e fare finta di aver scovato i suoi amici. Flynn prende la mappa ed ordina a due guardie di condurre Nate e Sully da Lazarevic. Lontana dagli occhi di Flynn, Chloe uccide le due guardie e dà a Nate il Phurba dicendogli di incontrarsi in Nepal. Sully e Nate vengono però scoperti e scappano fino ad un scogliera. Facendo il punto della situazione, Sully informa Nate che non lo accompagnerà in Nepal, sentendosi "troppo vecchio per queste cose" e, ormai braccati, si tuffano.

In Nepal, Nate trova la città divisa da una guerra civile e Lazarevic in cerca del tempio. Ma, arrivato in città, viene attaccato da un camion pieno di soldati e combatte per le strade della città per trovare Chloe. Nate scopre che uno dei simboli sul Phurba è lo stesso che è sul tempio che stanno cercando. Quindi vanno sul tetto di un hotel, l'edificio più alto della città, solo per scoprire che il tempio giusto è in mezzo al campo di Lazarevic. Mentre sono sul tetto, un elicottero Mil Mi-24 viene allertato della loro posizione. Dopo essere stati quasi uccisi in un edificio pericolante, Nate riesce ad abbattere l'elicottero, ma viene separato da Chloe. Mentre gira in una via sente delle voci. Gira l'angolo e scopre Elena Fisher ed il suo cameraman Jeff che stanno cercando Lazarevic nella speranza di avere una buona storia. Chloe si mostra e scopre che Elena e Nate una volta stavano insieme. Nate gli dice che Elena e Jeff vengono con loro, con sia Chloe ed Elena che protestano fino a che non compare un secondo elicottero. Si inoltrano nel tempio, e scoprono che la pietra e Shambhala sono nelle montagne della Himalaya. Nel frattempo Jeff viene colpito da uno degli uomini di Lazarevic e Nate, Elena, e Chloe cercano di portarlo al sicuro, nonostante le proteste di Chloe. Quando raggiungono una strada senza uscita Chloe punta una pistola a Nate ed Elena allo spuntare di Flynn e Lazarevic. Flynn manda Chloe al loro treno mentre Lazarevic uccide Jeff. Lazarevic minaccia Nate dicendo che ucciderà Elena se non gli dice dove si trova la pietra. Flynn trova la mappa e Lazarevic prende il Phurba e lo dà al suo luogotenente, Draza. Quindi si dirigono al deposito treni, mentre Flynn viene lasciato indietro ad uccidere Nate ed Elena, che lo spinge via prima di scappare.

Nate decide di andare al treno per salvare Chloe. A Elena il piano non piace, ma decide di aiutarlo. Nate riesce a trovare il deposito treni. Tuttavia viene circondato dagli uomini di Lazarevic che lo costringono a rimanere al riparo, mentre il treno parte senza di lui. Fortunatamente, Elena arriva con una jeep e aiuta Nate a raggiungere il treno; riesce a saltare appena in tempo sull'ultima carrozza. Nate quindi si dirige verso il primo vagone, sulla sua via incontra Draza, che per poco non riesce ad ucciderlo finché non arriva Chloe che gli spara alla testa. Quindi dice a Nate di andarsene. Arrabbiato, Nate inizia ad aggredirla solo per essere colpito alla stomaco da Flynn. Nate, con nessun'altra opzione, spara a dei contenitori di gas propano uccidendo gli uomini di Flynn, ma mandando Nate e metà del treno fuori dai binari, in bilico su un burrone.

Tornato all'inizio, Nate attraversa una tormenta di neve ma cade incosciente. Quindi si sveglia in un villaggio tibetano dopo essere stato salvato da uno degli uomini del villaggio di nome Tenzin. Tenzin lo porta da Elena (che aveva seguito le tracce dell'incidente) e al capo del villaggio, un vecchio tedesco di quasi 90 anni di nome Karl Schafer. Schafer dice a Nate che il Phurba è la chiave per Shambala, anche se Nate dice di essere stanco di fare l'eroe, Schafer rivela che se Lazarevic riuscirà a prendere la pietra nessuno potrà fermarlo. Quindi manda Nate e Tenzin a cercare i resti della sua spedizione in cerca di Shambala 70 anni prima. Nelle caverne di ghiaccio Nate e Tenzin scoprono che gli uomini di Schafer erano SS Ahnenerbe e che furono uccisi dallo stesso Schafer per proteggere il mondo dal potere della pietra. Scoprono inoltre dei mostri demoniaci che abitano nelle grotte. Alla loro fuga, scoprono che Lazarevic ha attaccato il villaggio di Tenzin e rapito Schafer. Nate e Tenzin sconfiggono gli uomini di Lazarevic e distruggono anche un carro armato e salvano il villaggio dalla distruzione totale. Nate ed Elena quindi vanno alla ricerca di Schafer. Dopo aver distrutto metà del convoglio di Lazaerevic, il camion di Nate ed Elena viene mandato giù in un precipizio; riescono tuttavia a salvarsi. Quindi raggiungono un antico monastero buddhista che nasconde l'entrata segreta per Shambhala. Elena e Nate combattono attraverso i molti edifici del monastero in cerca di Schafer, quando lo trovano è quasi morto a causa delle botte che Lazarevic gli ha dato per le informazioni. Prima di morire, Schafer dice a Nate che deve distruggere la pietra Cintamani, e di credergli.

Nate ed Elena vanno alla ricerca del Phurba. Lo trovano da Chloe che glielo dà solo con la promessa di uccidere Lazarevic. Nate ed Elena trovano il passaggio segreto per Shambala. Ma presto arriva Lazarevic che minaccia Nate di uccidere sia Elena che Chloe se Nate non apre le porte. Nate apre le porte e vengono attaccati dagli stessi mostri delle caverne di ghiaccio. Lazarevic uccide i mostri e scopre che in realtà sono i Guardiani di Shambhala, vestiti come mostri per spaventare chiunque sia vicino alla città. Al loro arrivo nella città, Lazarevic si prepara ad uccidere sia Elena che Nate, ma poco prima che prema il grilletto, altri Guardiani arrivano ed attaccano gli uomini di Lazarevic, permettendo a Nate, Elena e Chloe di scappare. Riuniti, cercano di raggiungere il tempio nel centro della città contenente la pietra per primi, ma una volta lì scoprono che Polo si sbagliava, che la pietra non era uno zaffiro gigante ma una grande pietra di Ambra creata con la resina dell'Albero della vita. Scoprono che Lazarevic sta andando proprio dall'Albero della vita. Appena però si preparano a fermarlo, compare Flynn pesantemente ferito. Elena cerca di aiutarlo, ma gli dice che Lazarevic gli ha lasciato un regalo, una granata con la spoletta mancante. Flynn fa cadere la bomba, uccidendo se stesso e andando vicino all'uccidere Elena. Chloe e Nate la aiutano a raggiungere l'entrata, una volta lì Nate dice a Chloe di portarla il più lontana possibile da lì. Nate quindi si dirige da solo a fermare Lazarevic. Nate trova Lazarevic alla base dell'Albero della vita a bere la linfa che cura le sue cicatrici; Nate quindi lo affronta in combattimento e sconfigge Lazarevic. Lazarevic dice a Nate che non sono diversi e lo invita ad ucciderlo. Nate rifiuta, ma lascia Lazarevic ai Guardiani, che iniziano a picchiarlo selvaggiamente come scimmie fino alla morte.

Nate, Chloe ed Elena scappano dalla città di Shambhala che la resina dell'Albero inizia a distruggere. Elena inizia a perdere conoscenza. Tornati al villaggio tibetano, Tenzin e Nate stanno di fronte ad una tomba recitando una preghiera. Compare Chloe che chiede se Nate ami davvero Elena. Risponde di sì, e Chloe felicemente dice che dovrebbe dirglielo; a sorpresa compare Sully che sorregge Elena guarita. Chloe e Nate si dicono quindi un addio all'arrivo di Elena e Sully. Elena e Nate guardano la tomba di Schafer, Elena dice a Nate che avrebbe approvato. Il gioco finisce con Elena che chiede a Nate dove andranno ora, Nate risponde con un "Non lo so," egli ed Elena quindi si baciano, "Non ci ho ancora pensato." Quindi entrambi si dirigono sul bordo di un burrone e guardano il sole tramontare dietro le montagne.

 

 

 

Gameplay:

 

 

 

 

unch_3.jpg

 

 

 

 

Informazioni:
Sviluppo: Naughty Dog
Pubblicazione: Sony Computer Entertainment
Ideazione: Amy Henning (Direttore creativo)
Data di pubblicazione: 2 novembre 2011 (JAP), 1 novembre 2011 (Nord America), 2 novembre 2011 (EU), 3 novembre 2011 (AU)
Genere: Stealth, Piattaforme, Avventura dinamica, Sparatutto in terza persona
Tema: Esplorazioni di Marco Polo (India, Shambhala)
Modalità di gioco: Singolo giocatore, Multiplayer, Online Multiplayer, Online Co-op, Split-screen Co-op, Lan party
Piattaforma: PlayStation 3
Distribuzione: / / /
Supporto: Blu-ray Disc

 

Trama:
Il videogioco si apre con Nathan Drake e il suo mentore, Victor Sullivan che camminano per le strade di Londra e entrano in un Pub. Lì si può vedere come essi abbiano intenzione di vendere l'anello di Sir Francis Drake ad un uomo in smoking di nome Talbot in cambio di una valigetta di banconote. Victor tuttavia rifiuta di vendere l'anello insinuando che il denaro sia falso. Talbot, per tutta risposta, sguinzaglia i suoi uomini contro i due, che riescono tuttavia a scappare ma vengono fermati da un buttafuori, Charlie Cutter. A questo punto entra in scena l'antagonista principale del gioco: Katherine Marlowe, che sottrae l'anello a Drake e fugge insieme a Talbot, dopo l'apparente omicidio di Nate e Sully per mano di Charlie. Ha inizio così un flashback, ambientato vent'anni prima a Cartagena, in Colombia: si impersona un giovane Nathan Drake, impegnato nel furto dell'anello di Sir Francis e di un particolare astrolabio invenzione del medesimo dall'uso sconosciuto. Egli nota come un uomo possieda una chiave della teca dove sono contenuti i due manufatti, e gliela sottrae. Nate ruba così l'anello, ma è costretto a cedere l'astrolabio all'uomo, rivelatosi essere Victor Sullivan, e alla sua fidanzata: Katherine Marlowe. Nathan cerca di scappare e viene aiutato nella fuga da Sully, contrario ai metodi di Marlowe. I due si riuniscono in un ristorante, dove comincia la loro alleanza per il recupero dello strumento.
La trama ritorna al presente, dove l'omicidio di Nate e Sully si rivela essere un bluff di Cutter, rivelatosi essere un loro alleato. I tre si incontrano con la loro "collega" Chloe Frazer, che li informa della direzione di Marlowe. Comincia così un inseguimento per i sotterranei di Londra, al termine del quale il gruppo al completo, eccetto Chloe, rimasta a guardia del pulmino, giunge al covo di un misterioso ordine segreto votato alla ricerca dell'anello di Drake, che affonda le sue radici nella Londra di 400 anni prima, guidato proprio da Marlowe. Nate recupera l'astrolabio, in realtà un decodificatore di caratteri sabei in latini, che viene attivato dall'inserimento dell'anello in uno spazio, scoprendo come Drake avesse scoperto la posizione della mitica città di Iram dei Pilastri, e soprattutto di come l'archeologo T.E. Lawrence avesse una parte degli indizi per arrivare ad essa. I tre fuggono dal covo e decidono di dividersi, seguendo le due diverse piste trovate da Lawrence: Nate e Sully si dirigono in uno chateau in Francia, Chloe e Charlie vanno in una cittadella crociata in Siria. Queste due nazioni sono accomunate da un simbolo annotato sul diario di Drake. Nate e Sully arrivano in Francia orientale e individuano il castello da tempo abbandonato in una fitta foresta. Essi trovano una metà dell'amuleto all'interno della cripta, ma i due vengono attaccati da Talbot, che prende l'amuleto e manda il castello in fiamme. Nate e Sully scappano e in fretta si dirigono verso la Siria, temendo che Chloe e Cutter, che hanno viaggiato per la cittadella siriana, possano essere stati seguiti.
Si incontrano con Chloe e Cutter, che hanno appreso che Marlowe è a capo di un ordine che risale fino a quattro secoli fa, che cerca di ottenere il potere sfruttando le paure dei loro nemici. Il gruppo raggiunge la cripta e trova l'altra metà dell'amuleto, rivelando la posizione del prossimo indizio in Yemen. Tuttavia, durante il tentativo di uscire dalla cittadella, Cutter è accerchiato da Marlowe e Talbot, che lo costringono a consegnare il pezzo di amuleto. Marlowe tenta di bruciare Cutter ed egli è costretto a lanciarsi dall'altura, rompendosi una gamba. Nate, Sully, Chloe e Cutter riescono a fuggire ma questi ultimi due si "ritirano" (anche a causa della gamba rotta di Cutter), mentre Nate e Sully iniziano il viaggio verso lo Yemen.
Per arrivare a destinazione senza subire controlli di qualsiasi tipo, il duo chiede aiuto a Elena Fisher, che fornisce loro dei pass da giornalisti per evitare ulteriori intoppi. Elena sospetta che l'arrivo nello Yemen di Nate e Sully non sia solo parte di una semplice ricerca storica, ma teme che Nate voglia ancora ritrovare qualche tesoro misterioso senza tener conto dei propri rischi e soprattutto di quelli di Sully. Inoltre Nate nota che Elena porta ancora un anello al dito (un anello di fidanzamento o una fede nuziale) regalatagli probabilmente dallo stesso Nate, lei si giustifica dicendo che sembrare una donna impegnata in un paese arabico può servire per evitare avances indesiderate da qualche uomo; ciò porta a pensare che lei e Nate non siano più una coppia, il che giustifica il fatto che siano un po' distaccati l'un l'altra. Elena aiuta il duo ad orientarsi nel paese (presumibilmente la capitale dello Yemen, San'a'), ed insieme localizzano un percorso sotterraneo dove scoprono una mappa raffigurante delle costellazioni memorizzata successivamente da Sully, grazie alla quale potranno trovare la città perduta di Ubar nel deserto del Rub' al-Khali, dove naturalmente era diretto Sir Francis Drake che abbandonò poi la stessa missione per qualche causa misteriosa. Il trio viene poi attaccato dagli stessi ragni carnivori già incontrati in Francia e in Siria e fuggono al di fuori, dove Nate viene colpito con un dardo contenente allucinogeni.
Dopo essere scappato via da solo, Nate si sveglia fuori da un bar con Marlowe, Talbot e un pirata di nome Rameses. Marlowe spiega a Nate il perché hanno bisogno di lui e delle sue capacità da cacciatore di tesori, e gli dà prova di conoscere il suo passato da ladruncolo di strada, lo informa inoltre che sono alla ricerca di Sullivan per poter trovare Ubar grazie alla mappa da egli memorizzata. Successivamente Talbot avvisa Marlowe di aver individuato Sully nel paese e inizia ad incamminarsi per catturarlo, mentre Nate riuscendo a liberarsi della vigilanza di Rameses lo insegue. L'inseguimento finisce quando Talbot senza forze viene aiutato da Rameses, che porta Nate sulla sua nave dicendogli di aver catturato Sully. Nate riesce ad abbattere gli scagnozzi del pirata e inizia le ricerche della nave da crociera, ma scopre che i pirati non hanno preso davvero in ostaggio Sully. Ferito a morte, Rameses causa un enorme buco nello scafo della nave, provocandone l'intero capovolgimento e facendola affondare. Nate scappa dalla nave rovesciata e si affida alle onde, che lo portano indietro sulla riva.
Riunitosi con Elena, ella lo informa che Sully è stato catturato dagli uomini di Marlowe e portato su un convoglio nel deserto del Rub 'al-Khali, ma possono essere in grado di salvarlo solo approfittandone salendo a bordo di un aereo cargo che sta trasportando provviste nel deserto. I due s'infiltrano nella base aerea, lì Nate chiede ad Elena di scappare fin che può con una jeep lì vicino, per paura che sia un'impresa troppo pericolosa per lei. Nate allora arriva sulla pista d'atterraggio ma l'aereo è già in corsa; rischia di perderlo fin quando Elena lo raggiunge con la jeep rubata e lo aiuta a salire. È presto scoperto dagli uomini di Marlowe, a cui segue uno scontro a fuoco con conseguente grave danno all'aereo. Il cargo precipita, Nate rimane in aria ma è in grado di attivare un paracadute e scendere in sicurezza. Dopo aver vagato nel deserto soffrendo di esaurimento da calore, sete e gravi allucinazioni e miraggi (tra cui la vista di Sully tra le dune), Nate arriva in una città fantasma nel deserto, dove è assalito dagli uomini di Marlowe. Una truppa di beduini, guidati da Salim, appaiono e dopo una corsa su cavalli, Nate si salva.
All'accampamento dei nomadi, Salim dice a Nate che la città di Ubar era stata condannata migliaia di anni fa dal re Salomone, quando imprigionò i malefici Djinn (demoni di fuoco) all'interno di un vaso in ottone e lo gettò nel cuore della città. Egli accetta di aiutare Nate fermando gli inglesi, e lo conduce al convoglio avvistato dai suoi compagni. Nate e Salim distruggono il convoglio e traggono in salvo Sully. Salim ordina poi a Nate e Sully di seguirlo in una vicina tempesta di sabbia, ma la coppia lo perde in mezzo alla polvere e si rendono conto che sono arrivati alle porte di Ubar.
Entrando a Ubar, Nate e Sully incontrano una fontana d'acqua da cui Nate beve un sorso, quando Sully è improvvisamente colpito alla schiena e ucciso da Talbot. Sopraffatto dalla rabbia, Nate inizia ad inseguirli e a combattere alcuni uomini di Marlowe che sembrano essere stati posseduti dai Djinn, sputando fiamme e muovendosi a velocità elevata. Poco dopo averli uccisi, Nate trova Sully miracolosamente vivo. Il vero mistero di ciò che è accaduto al popolo di Ubar migliaia di anni prima diventa evidente: Nate aveva bevuto acqua contaminata in grado di provocare forti e reali allucinazioni. La contaminazione avvenne quando re Salomone buttò il vaso in ottone nelle profondità della città, dove si trova anche l'acquedotto cittadino. Il manufatto a contatto con l'acqua cominciò a contaminarla con un potente agente allucinogeno, e la gente che la beveva impazziva in seguito, portando alla fine della civiltà all'interno di Ubar. Nate e Sully cercano e individuano Marlowe, che sta usando un argano per recuperare il talismano di ottone dall'acqua. Nate e Sully distruggono il verricello e l'esplosione innesca una reazione a catena in tutta la città, causandone l'intero crollo. I due tentano la fuga, ma correndo incontrano Talbot e Marlowe, intrappolata nelle sabbie mobili. Nate cerca di salvarla ma fallisce, Marlowe è così lasciata sprofondare nella sabbia con l'anello di Drake con sé. Il duo continua la fuga dalla città, quando Nate viene attaccato da Talbot che cerca di ucciderlo, ma viene sconfitto, anche grazie all'aiuto di Sully. Nate e Sully raggiungono l'entrata di Ubar, e Salim corre in loro aiuto portandoli in salvo su dei cavalli, mentre la città viene inghiottita dal deserto.
Nate e Sully sono di ritorno verso l'aeroporto in Yemen, dove Sully espone al ragazzo un discorso molto profondo, spiegandogli che viveva una vita molto solitaria e triste, migliorata solo dopo l'incontro con lo stesso Nate. Gli restituisce anche l'anello (probabilmente di fidanzamento o la fede) di Nate che teneva da molto tempo, raccomandandogli di fare le scelte giuste nella sua vita, indicando Elena che nel frattempo raggiunge l'aeroporto. Nate la raggiunge per salutarla, lei dice che forse se ne andrà dallo Yemen, e aggiunge che le dispiace molto per l'anello di Drake finito nelle rovine di Ubar; Nate le risponde che non è stata una grande perdita, poiché lo ha scambiato con qualcosa di migliore, e ne approfitta per mostrarle l'anello che ha di nuovo indosso. I due ormai riappacificati, si abbracciano e raggiungono Sully che riserva loro una sorpresa: non viaggeranno in un normale aereo, bensì nel vecchio aeroplano simile a quello che Nate ed Elena avevano distrutto quattro anni prima alla ricerca di El Dorado (il tempo trascorso nella realtà fra l' uscita del primo e del terzo capitolo), in memoria dei vecchi tempi.

 

 

 

Gameplay:

 

 

 

unch_4.jpg

 

 

Informazioni:

Sviluppo: Naughty Dog

Pubblicazione: Sony Computer Entertainment

Ideazione: Bruce Straley, Neil Druckmann

Data di pubblicazione: 18 marzo 2016

Genere: Stealth, Avventura dinamica, Sparatutto in terza persona

Tema: Avventura

Modalità di gioco: Giocatore singolo, multigiocatore, in rete

Piattaforma: PlayStation 4

Distribuzione: PlayStation Network

Supporto: Blu-ray Disc, download

 

 

 

Gameplay:

Modificato da pazzorik
aggiunti collegamenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giocati tutti e tre, il terzo come fondali e' un qualcosa di spettacolare.

Peccato non potro' giocare al 4 per mancanza di ps4 :mepiange:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bellissima saga. Ho finito tutti i capitoli per PS3 e anche quello per Vita

@alex47ka manca Uncharted: Golden Abyss 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se non li hai giocati, recupera i primi 3 :zizi: trama cinematografica da paura :pawa:

 

Mi manca solo il primo :zuzu:

Magari lo recupero nella Nathan Drake Collection.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Non c'è che dire.. i teaser li sanno fare più che bene.

Mi intriga da matti, ha una scenografia davvero invidiabile. Lo attendo, ci siamo quasi *-*

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E all improvviso..

 

Sony e Naughty Dog hanno annunciato un nuovo rinvio per Uncharted 4: Fine di un ladro. "Per andare incontro alla considerevole richiesta e assicurare a tutti i giocatori su scala mondiale di poter giocare Uncharted 4:Fine di un ladro al day-one, abbiamo scelto di posticipare l’uscita del gioco di due settimane così da dedicare più tempo alla produzione" hanno dichiarato le due società.
La nuova data di uscita di Uncharted 4: Fine di un ladro è dunque fissata, a livello mondiale, per il 10 maggio 2016.Sappiamo che questa notizia potrà essere sgradevole e siamo spiacenti di farvi aspettare ancora prima di giocare Uncharted 4: Fine di un ladro. La buona notizia è che il gioco è eccezionale. Siamo certi che l’attesa varrà la pena e il team di ND è più impaziente che mai di farvi provare l’ultima avventura di Nathan Drake" hanno concluso Sony e Naughty Dog.

 

fonte: spaziogames

 

Io mi fido di ND :soso:

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La buona notizia è che il gioco è eccezionale. Siamo certi che l’attesa varrà la pena e il team di ND è più impaziente che mai di farvi provare l’ultima avventura di Nathan Drake" hanno concluso Sony e Naughty Dog.

 

Spero per loro (e per la Ubi con The Division) perchè dopo tutti questi rinvii e dopo aver preordinato i giochi da tempo, se non sono eccezionali vado a prenderli a casa :eqw:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io l'ho prenotato da tempo immemore...peccato l'abbiano rinviato per la milionesima volta  proprio oggi :urk:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Provato la open beta del Multiplayer sul PSN.. che dire, un impatto grafico strabiliante, 60fps praticamente sempre stabili, e tanto divertimento!

Non vedo l'ora che esca, ammesso che non facciano altri ritardi! :tsk:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I ND non hanno mai deluso questi ultimi anni :zizi:

Naughty Dog non ha MAI deluso  :soso:

 

Provato la open beta del Multiplayer sul PSN.. che dire, un impatto grafico strabiliante, 60fps praticamente sempre stabili, e tanto divertimento!

Non vedo l'ora che esca, ammesso che non facciano altri ritardi! :tsk:

Lo StressTest è stato veramente bello.

Non penso facciano altri posticipi,ne hanno fatti veramente troppi e a quanto ne so il gioco è finito :asd:

Attendiamo con ansia il 10 Maggio  :salve:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il gioco è entrato in fase gold proprio oggi :evviva: Il 10 potremo finalmente metterci le mani sopra senza temere rinvii o ritardi vari   :pawa:

 

mN56F9y.png

 

@Method Man Ti quoto alla grandissima! I ND non deludono mai, e visto che questo sarà l'ultimo capitolo della saga mi aspetto un gioco spettacolare :evviva:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@XOUJO anche io mi aspetto tantissimo,amo questa serie :sisi:
Come amo i ND:Crash,Jak,Uncharted e TLOU
Cosa chiedi di più? :crywoh: 
Mi sto giocando la Nathan Drake collection,pagata 40€ sul Playstore,voglio rigiocare e platinarli tutti,e poi godermi il 4,non vedo l'ora :fumopeo:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora