alex47ka

MULTI Mafia Saga

Recommended Posts

mafia.jpg

 

 

Mafia è una serie di videogiochi della 2K Games. Inizialmente, la 2K Games era conosciuta con il nome di Illusion Softworks, per Mafia: The City of Lost Heaven, e successivamente 2K Games per il sequel Mafia II.

 

 

mafia_1.jpg

 

Spoiler
Spoiler

 

Informazioni:
Sviluppo: Illusion Softworks
Pubblicazione: Gathering of Developers
Ideazione: / / /
Data di pubblicazione: 28 agosto 2002 (Pc, USA), 1 febbraio 2004 (PS2, USA), 11 marzo 2004 (Xbox, USA), 19 agosto 2002 (EU)
Genere: Sparatutto in terza persona 
Tema: Mondo reale 
Modalità di gioco: Singolo giocatore
Piattaforma: Microsoft Windows, PlayStation 2, Xbox
Distribuzione: / / / 
Supporto: 3 CD-ROM, 1 DVD
 
Trama:
La storia del gioco viene raccontata come flashback del protagonista. Tommy Angelo si trova in un bar col detective Norman. È spaventato e preoccupato per la sicurezza della sua famiglia e pur di ottenere protezione è disposto a raccontare al detective tutto sulla propria storia e sulla famiglia mafiosa di cui ha fatto parte: la famiglia Salieri.
 
1930
1930, Tommy è un tranquillo tassista che si ritrova immischiato in un inseguimento tra bande mafiose: due uomini armati gli intimano di portarli in salvo nel bar del loro capo, Don Ennio Salieri, e di aiutarli a sfuggire ai killer del boss Morello, rivale del Don. Tommy riesce nel compito, ma gli uomini di Morello prendono nota della targa del suo taxi. Paulie e Sam, i due mafiosi salvati da Tommy, rimborsano i danni per il taxi danneggiato e gli propongono di unirsi alla loro "organizzazione"; Tommy, impaurito, inizialmente rifiuta.
Il giorno dopo però, Tommy è costretto a rifugiarsi nel bar di Salieri per sfuggire agli uomini di Morello, che lo vogliono punire per l'aiuto fornito ai gangster la sera precedente. Sfuggito ai criminali, ripensa alla proposta di collaborare con Don Salieri e così decide di entrare a far parte di questa nuova famiglia. Introdotto nell'organizzazione, Tommy ne conosce i vari membri (il Don, Ennio Salieri, Frank Colletti, il suo consigliere, Paulie e Sam incontrati la sera prima, il cuoco Luigi, Ralph il meccanico di famiglia e Vincenzo, l'armaiolo privato del Don). Don Salieri è un boss vecchio stampo, duro con i nemici e i traditori, ma protettivo e di parola con amici ed alleati. La famiglia Salieri è la più potente, ma anche la più disciplinata e onorevole. Nulla a che vedere con quella avversaria di Morello il cui capo è un assassino psicopatico il cui unico credo è la violenza insensata. Grande fermento c'è all'interno della famiglia Salieri: sembra che Don Morello voglia iniziare una guerra.
All'inizio le mansioni affidate a Tommy sono di semplice autista per varie operazioni, ma un giorno, qualcosa di inatteso accade. Tommy ha accompagnato Paulie e Sam in un giro di riscossione dei pizzi chiesti a varie attività della città. Raggiunto un albergo in campagna, il Clark's Motel, Paulie e Sam entrano a riscuotere, ma vengono aggrediti dagli scagnozzi di Bill, il padrone del Motel. Tommy fa irruzione e massacra gli altri criminali per salvare i propri compagni. Interviene però Bill che scappa con i soldi del pizzo con la sua auto di lusso (una Lassiter V16 Phateon); Tom lo blocca e lo ammazza, riuscendo a riavere i soldi. Questo gli fa guadagnare la stima di tutti i membri della famiglia (a parte Frank, il vice di Don Salieri) e da qui inizia la sua scalata nei ranghi dell'organizzazione.
1932
Son passati due anni da quando Tommy è entrato nella famiglia: è il 1932. Don Salieri chiede a Tom un favore: deve rubare un'auto da corsa europea, definita la "più veloce del mondo" e portarla dal meccanico italiano Luca Bertone, per farla manomettere, dato che molti membri della Famiglia e altri "affiliati" avevano scommesso su un altro corridore, e se l'europeo dovesse vincere, molta gente (fra cui il Don) perderebbe un sacco di soldi. Grazie a Bobby, guardiano dell'autodromo e amico di Ralph, riesce a fare in tutto in tempo. Il giorno dopo, però, il tizio che doveva gareggiare per conto di Salieri si rompe un braccio e tocca a Tommy fare la gara, di cui ne uscirà vincitore. Anche Bertone ha fatto un sacco di soldi grazie alla gara e promette a Tommy di trovargli molte auto di lusso, in cambio di piccoli favori; il primo regalo è una Lassiter V16 Phateon. Tempo dopo, al bar, Luigi chiede un favore al protagonista: accompagnare la figlia Sarah a casa, poiché la sera prima aveva incontrato dei delinquenti. Tom accetta di accompagnarla, e poco dopo, in un vicolo, incontra i malviventi. Tom, nel tentativo di proteggere la ragazza, viene ferito, ma riesce comunque a far scappare la banda. Pochi minuti dopo, raggiungono l'abitazione. Tommy viene curato da Sarah, poi fra loro scocca una scintilla. I due si innamorano finendo a letto insieme. Tommy capisce che è lei la donna della sua vita.
Il giorno seguente, Tom racconta tutto a Salieri: quest'ultimo incarica a Tommy e Paulie di uccidere quei teppisti. Grazie a Big Biff, informatore della famiglia, trovano i delinquenti a Chinatown, la loro "base", e li uccidono tutti. Partono all'inseguimento dei due capi della banda, Johnny e Billy, e finalmente li bloccano e li uccidono. Ma le cose non vanno per il meglio: Frank, il giorno dopo dice che Johnny si è salvato senza grossi danni e Billy era il figlio dell'assessore cittadino, che presto si alleerà con Morello e con il Procuratore Distrettuale. Ciò probabilmente darà delle noie alla famiglia. Frank incarica Tom di uccidere un titolare, uccidere una donna (che sta dando informazioni a Morello) e far saltare in aria un bordello. Dopo aver ucciso il titolare, si reca per uccidere la donna, ma non lo fa poiché è Michelle, la migliore amica di Sarah: lei ha fatto tutto questo per salvare il fratello. Tom, dispiaciuto, suggerisce alla donna di andarsene e di non tornare più a Lost Heaven. Terminata la sua missione, fugge tra i tetti di alcuni palazzi vicini al bordello, poi finisce nella Chiesa di Downtown, dove si sta svolgendo il funerale del figlio del politico; il prete della chiesa scopre Tommy. Johnny lo riconosce e ordina di ucciderlo. Dopo una violenta e brusca sparatoria, il sacerdote esce fuori e parla con Tom, dicendogli che l'omicidio è il peccato più grave, e la sua anima può essere in pericolo. Tommy, razionalizza in primo momento che quelli erano criminali, ma prende sul serio l'avvertimento del prete. Sentendosi in colpa, dona al prete del denaro per restaurare la chiesa, poi si da alla fuga, prima che i poliziotti lo trovino e lo arrestino. Tempo dopo, Frank suggerisce a Tommy di trovare uno scopo nella vita: andare alle corse con il Don oppure andare al cinema, o a teatro, con Sarah. Tommy però, non vuole mettere in pericolo la vita di Sarah visto il lavoro che svolge.
1933
Nel 1933, Tom e Sarah si sposano e in seguito avranno una figlia, di cui non è rivelato il nome.
In una notte buia e tempestosa, Tom deve andare a prendere un carico di whisky canadese fuori campagna con Paulie, per contrabbandarlo in seguito. Arrivati a destinazione, Sam e gli uomini di Salieri non sono lì ad aspettarli. Paulie incarica Tom di andare a vedere. Tommy scopre che sono tutti morti e che sul posto ci sono anche gli uomini di Morello, che tentano di ucciderlo. Dopo aver ucciso i suoi nemici, torna da Paulie e gli riferisce tutto. Forse Sam è ancora vivo, e potrebbe essere nascosto in un granaio. Tom e Paulie riescono a salvarlo e portarlo dal dottore.
Il giorno dopo, Salieri scopre che Frank ha tradito la famiglia, portando i loro libri contabili al Procuratore Distrettuale. Il Don incarica Tommy di trovarlo, farsi dire dove sono i libri e poi liquidarlo. Tom lo scova e insegue la Lassiter V16 della Polizia su cui è montato assieme a degli agenti fino all'Aeroporto. Dopo aver ucciso diversi agenti dell' FBI, trova il consigliere e scopre il motivo per cui ha tradito Salieri: la polizia ha preso la sua famiglia, e questa minaccia di ucciderla se Frank non avesse portato loro il libri. Tom ritrova la famiglia di Frank e i loro biglietti per partire in Europa. Frank li saluterà, poi sistemerà la faccenda con Tom. Tommy però decide di non ucciderlo: basta solo che gli dica dove sono i libri, così potrà andare a vivere con sua moglie Marge e la figlia Alice in Europa. Frank gli consegna la chiave della cassetta in cui ha messo i libri contabili, che si trovano alla First National Bank. Il giorno dopo, viene organizzato il "funerale" di Frank. Tommy si meraviglia riguardo a Salieri e Morello, che il giorno prima erano in guerra, quel giorno invece piangevano uno sulla spalla dell'altro. Quella sera, Salieri informa Tommy dell'esistenza di altre prove contro di loro, e dell'esistenza di alcuni testimoni. Sam e Paulie si stanno occupando dei testimoni, Tommy invece dovrà liberarsi delle prove situate nella cassaforte della villa del Procuratore. Con l'aiuto di Salvatore, uno scassinatore, si introduce nella villa, recupera i documenti e fugge via, con la lussuosa macchina del Procuratore (ciò a seconda delle scelte del giocatore).
Adesso è arrivato il momento del piacere: Paulie, ha conosciuto William "Bill" Gates, un imprenditore di whisky del Kentucky. Costui ha proposto a Paulie di vendergli il suo whisky, ritenuto dal ragazzo molto buono. Don Salieri accetta, affermando che potrebbe essere una buona idea, per rimediare al whisky canadese perso nella missione "Scampagnata". Arrivati al luogo di scambio (il Parcheggio Multipiano di Central Island), succede un imprevisto: alcuni uomini di Morello arrivano e uccidono Gates e i suoi uomini; Tom, Paulie e Sam riescono a prendere il carico e fuggire. Quella sera, Salieri scopre che Gates era un criminale che ha rubato il whisky di Morello (spiegato il motivo dell'attacco).
 
1935
Nel 1935, Salieri chiede a Tom di accompagnarlo al Pepe's Restaurant, in quanto la sua guardia del corpo è malata. Durante il pranzo, però, gli uomini di Morello attaccano il ristorante. Tom e il suo capo riescono a sopravvivere all'attacco uccidendo i loro nemici. Dopo la sparatoria, Salieri capisce chi ha informato Morello: Carlo, la sua guardia del corpo. Arrivati all'appartamento di Carlo, vicino al loro bar, Tommy sfonda la porta e lo uccide.
Adesso è giunto il momento di occuparsi della famiglia Morello: bisogna eliminare i suoi contatti forti. Il primo da far fuori è l'assessore, padre di Billy, che ha dato loro molte noie e che è stato eletto grazie al mafioso. Quel giorno, 14 luglio, festeggerà 50 anni, dando una festa su un battello. Non si può salire armati e tantomeno senza biglietto, ma per l'arma c'ha pensato Vincenzo. L'ha nascosta in un bagno del battello; dopo aver ucciso l'assessore, dovrà raggiungere la prua, dove Paulie lo aspetterà con un motoscafo. Per salire, Tommy si traveste da marinaio, recupera il revolver e durante il discorso dell'assessore gli spara.
Dopo la morte dell'assessore, va ucciso Sergio Morello, il fratello di Don Morello. Paulie ha pensato ad un piano: Sergio passa tutto il tempo in un ristornante chiamato "Italian's Garden"; di fronte al bar c'è una cabina, dalla quale Tommy chiamerà dicendo di voler parlare con Sergio e Paulie con un Thompson 1928 lo ucciderà. Il piano sembra funzionare, ma uno scagnozzo di Morello, informa che Sergio non c'è. Paulie, credendo lo scagnozzo Sergio, lo fa fuori e i due devono scappare. Tornato al Bar, Vincenzo ha preparato un nuovo piano: piazzare una bomba sotto l'auto di Sergio e farla saltare in aria. Purtroppo, è la ragazza di Sergio a prendere la macchina, che esplode. Tommy fa rapporto al Don, che gli dice di andare ad un ristorante, il Rainbow Garden, situato a Downtown, dove Sergio si incontra con i suoi scagnozzi. Paulie e Tom raggiungono il ristorante. Paulie scende e tira fuori il suo Thompson, ma questo è inceppato e i due sono costretti a fuggire nuovamente.
Stanco dei fallimenti, il Don affida ad altri due ragazzi l'incarico: il piano è quello di uccidere Morello facendolo travolgere da un treno. Purtroppo, anche questa volta Sergio se la cava, perché sono quei due ragazzi a morire travolti. Tommy insegue la macchina di Morello fino al Porto, dove, liberandosi degli altri scagnozzi, uccide anche Sergio.
Adesso bisogna uccidere Don Morello: Paulie ha un piano: Morello in quel momento è a teatro. I tre entreranno e lo uccideranno, in pubblico "per far vedere chi comanda". Purtroppo, lo spettacolo finisce prima e Morello si accorge dei tre gangster, dandosi alla fuga. Don Morello può morire in tre modi:
Morello raggiunge l'aeroporto, e la macchina di Tom si ferma. Mentre Sam cerca di aggiustarla, Tommy uccide i due scagnozzi di Morello, e non appena arriva la macchina, abbatte anche l'aereo di Morello, uccidendolo.
Se l'aeroporto è chiuso, oppure si riesce ad affiancare la sua macchina da sinistra, l'autista non potrà svoltare all'aeroporto e continuerà ad andare dritto, fino a che non precipiteranno da un ponte non ancora terminato.
Se si riesce a bloccare la macchina di Morello, oppure ad uccidere l'autista, l'auto si fermerà e si potrà uccidere Morello (ciò solo nel livello Creme de la Creme - Caccia all'uomo, perché se lo si fa in Città, Morello non morirà).
Con la morte di Don Morello, Salieri può controllare quasi tutta la città.

1938

1938. Don Salieri chiede a Tommy di uccidere un politico, il signor Swere, intento ad eliminare il crimine a Lost Heaven e che sta occupando parte della città, allargandosi anche nel territorio di Salieri. Swere terrà una conferenza stampa su un isolotto a largo di New Ark, accessibile soltanto da un ponte. Tom però non dovrà trovarsi lì, perché potrà benissimo sparare al politico dalla torre del vecchio carcere. Tommy riesce ad entrare nel carcere, ad uccidere il politico e a fuggire.

Adesso che la città è sotto il controllo di Salieri, la famiglia si può rilassare. L'ultima missione affidata dal Don consiste nel rubare sei casse contenenti sigari al porto di Lost Heaven, dato che non ne fuma uno decente da molto e che ai loro clienti interessano i sigari di qualità. Raggiunto un luogo nel Works Quarter, Paulie propone di rapinare una banca, ma Sam e Tommy si rifiutano. Tommy riesce a rubare un camion, far scendere l'autista, recuperare dei documenti per entrare al porto e a portare via il carico. Recupera Paulie e insieme vanno al loro magazzino di Hoboken. Ma quando controllano le casse, scoprono delle scatole con dei diamanti, e pure parecchi. Pare che il Don li abbia sfruttati.
Il giorno dopo, Tommy va a casa di Paulie per progettare la rapina, senza dire niente al Don, e se tutto andrà bene, il giorno successivo decideranno cosa farne dei soldi (Paulie vorrebbe aprire una pizzeria e abbandonare il clan). La rapina è un successo, ma il giorno dopo, quando Tommy va a casa di Paulie per dividere il bottino, trova la porta aperta e il suo amico morto: nella casa c'è il caos e il denaro è sparito. Il telefono squilla: è Sam, che lo voleva informare dicendogli che il Don ha scoperto della rapina e che ha mandato qualcuno ad uccidere Paulie e che ora vuole liberarsi di Tommy.
Egli, non sapendo dove andare, chiede aiuto all'amico, e i due si danno incontro alla galleria d'arte. Non appena entra nella galleria, Tommy scopre il tradimento di Sam: afferma che Tommy sarebbe diventato uno degli uomini preferiti del Don se non avesse lasciato scappare Frank (quest'ultimo è morto quello stesso anno, dopo essere stato trovato in Europa) e Michelle, che è tornata in città (nonostante Tommy le avesse detto di andare via da Lost Heaven). Dopo una lunga sparatoria contro i sicari di Salieri, Tommy riesce a uccidere Sam e con la famiglia fugge in Europa, ma torna qualche mese dopo e decide di confessare tutto alla polizia in cambio di protezione e nuove identità per sé, sua moglie e sua figlia.
 
Gameplay:
 

 

 

 

mafia_2.jpg

 
 
Informazioni:
Sviluppo: 2K Czech (Xbox 360, Pc), Massive Bear Studios (Ps3)
Pubblicazione: 2K Games
Ideazione: Christoph Hartmann
Data di pubblicazione: 11 novembre 2010 (JAP), 24 agosto 2010 (USA), 27 agosto 2010 (EU), 26 agosto 2010 (AU)
Genere: Sparatutto in terza persona, Avventura dinamica, Open World
Tema: Drammatico, Gangster
Modalità di gioco: Singolo giocatore
Piattaforma: PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows, Mac OS X
Distribuzione: Steam, App Store
Supporto: Blu-ray Disc, DVD-ROM
 
Trama:
Spoiler

 

La storia del protagonista, Vito Scaletta, viene narrata attraverso una lunga analessi che lo riporta nella Sicilia degli anni trenta, dove fame e povertà sono all'ordine del giorno. Antonio Scaletta, insieme alla moglie Maria ed ai figli Francesca e Vito, emigra nella città di Empire Bay, sulla costa orientale degli Stati Uniti. Inizialmente mossi dall'entusiasmo per quello che l'America sembra poter offrire, gli Scaletta ben presto si rendono conto di come le cose, per dei poveri migranti come loro, non siano poi tanto differenti dal vecchio continente. Dopo aver trovato lavoro come scaricatore di porto per pochi dollari al giorno, il padre di Vito diventa un alcolizzato cronico, accumulando col tempo debiti sempre più consistenti. Morirà poi nel '43 in circostanze poco chiare.
Vito intanto comincia a compiere qualche piccolo crimine con l'amico d'infanzia, Joe Barbaro, anch'egli immigrato. I due sperano di diventare malavitosi di successo, circondati da belle donne, auto di lusso, soldi e potere. Dopo una rapina ad una gioielleria finita male, Vito viene arrestato e gli vengono proposte due opzioni: scontare una decina d'anni in galera, oppure arruolarsi e prendere parte allo Sbarco in Sicilia. Vito sceglie la seconda opzione.
Dopo due anni passati sul campo di battaglia, Vito viene temporaneamente congedato a seguito di una ferita e ritorna così ad Empire Bay. Ad accoglierlo alla stazione c'è Joe, che nel frattempo è riuscito a farsi un nome nella parte più bassa della criminalità organizzata locale: grazie ai suoi agganci riesce a far ottenere il congedo permanente all'amico. Vito, su consiglio della madre, tenta di condurre una vita onesta cercando lavoro presso Federico Pappalardo, da tutti chiamato Derek, il proprietario di un'impresa di commercio con l'estero, capo del sindacato nonché datore di lavoro del defunto padre.
Vito, tuttavia, non è soddisfatto; dopo un breve tempo decide di intraprendere una strada più redditizia, ma anche più pericolosa. Joe e Vito iniziano così a compiere piccoli incarichi per conto di Henry Tomasino, un affiliato della famiglia di Alberto Clemente, uno dei tre capi mafiosi di Empire Bay. Durante un furto di buoni per la benzina da un distributore di carburante, Vito si ritrova di nuovo nei guai con la legge. Riconosciuto colpevole di un crimine grave, tanto più in un momento di crisi economica, non gli vengono offerte scappatoie ed è costretto a scontare dieci anni in un carcere federale. Tale pena è dovuta al fatto che uno dei benzinai vittima del furto è un informatore, e malgrado Clemente procuri un buon avvocato a Vito, così da assicurarsi che questi non faccia la spia, non può salvarsi in nessun modo.
In galera Vito entra in contatto con Leo Galante, il consigliere del boss Frank Vinci. Grazie all'intercessione di quest'ultimo, a Vito i carcerieri riconoscono un occhio di riguardo. Entra persino a far parte di un circolo di combattimenti clandestini. Inoltre in prigione incontra Brian O'Neill (già apparso durante la rapina alla gioielleria del Capitolo 4: La legge di Murphy): Brian intende sfidare Vito e quando quest'ultimo sembra avere la meglio, Brian estrae un coltellino. Vito però, dimostrando di sapersi difendere, glielo toglie di mano e lo sgozza. Dopo essere entrato sempre più nelle grazie di Leo, Vito riesce ad ottenere uno sconto di pena ed è scarcerato nel 1951. Una volta libero, Vito si trova davanti ad una città completamente diversa: è l'inizio del boom economico americano. Negli ultimi anni Joe è passato dalla parte del boss Carlo Falcone (vedi trama Joe's Adventues) ottenendo un posto nell'organizzazione criminale, seppur di secondo piano, siccome Clemente è un boss debole e disonesto ha deciso di abbandonarlo.
Su ordine di Falcone, Vito e Joe compiono crimini sempre più efferati, fino a diventare degli uomini d'onore a tutti gli effetti. Il sogno dei due aspiranti malavitosi inizia a prendere forma ma dopo aver scoperto che Clemente ha fatto rapire e torturare dei mercenari Falcone ordina a Vito e Joe di sterminare la famiglia rivale. I due eseguono però al massacro scampa Henry Tomasino, che per via dei trascorsi coi due viene introdotto nella famiglia di Falcone. Subito viene chiesto al nuovo arrivato una prova di fedeltà: l'omicidio di Leo Galante, accusato di ostacolare l'espansione di Falcone in quanto troppo legato alle tradizioni (come l'evitare nel modo più assoluto affari di droga).
Per quanto l'ordine venga dal suo boss, Vito non se la sente di abbandonare un amico e così corre alla villa di Leo per avvertirlo del pericolo imminente. Viene però scoperto da Henry, che in un atto di carità decide di lasciar vivere l'anziano consigliere a condizione che sparisca per sempre, e soprattutto di tacere sul tradimento di Vito. Dopo questo episodio, Henry, Joe e Vito diventano sempre più legati.
Su consiglio di Henry, il trio decide di acquistare una partita di eroina cinese per rivenderla al dettaglio. Nonostante gli scrupoli morali ed i dettami "etici" imposti dalla mafia, Vito e Joe cedono alla tentazione dei soldi e chiedono un enorme prestito ad uno strozzino per acquistare la partita di droga. A parte un intoppo iniziale l'affare sembra concludersi bene, tuttavia Falcone viene a conoscenza del nuovo giro d'affari intrapreso dal trio e chiede la sua cospicua fetta. La "tassa" dovuta è talmente alta che non rimangono abbastanza soldi per ripagare lo strozzino. Come se ciò non bastasse, Henry viene brutalmente massacrato a colpi di mannaia da tre cinesi; per vendicare l'amico, Joe e Vito fanno irruzione nel quartier generale del boss Mister Wong e lo uccidono, attirandosi così le ire dell'intera triade locale.
Rimane tuttavia il problema del debito: alla disperata ricerca di denaro Vito contatta Derek, che gli chiede di "convincere" alcuni operai scioperanti a riprendere il lavoro. Tra i lavoratori oppressi fino all'esasperazione che dicono di non lavorare fino a quando Derek non riassume un loro amico con una famiglia che mentre lavorava si è fatto male ed il ricco commerciante inizia un furioso scambio di parole, durante il quale si scopre che il padre di Vito è stato ucciso per mano di Steve. Vito, furioso nonostante il giuramento, inizia una feroce sparatoria con Steve e gli scagnozzi, uccidendoli e lasciando Derek per ultimo. Dal suo cadavere, Vito rinviene una cospicua somma di denaro che può così usare per ripagare il debito contratto con lo strozzino. Vito corre dunque da Joe per annunciargli la buona notizia, ma non lo trova in casa.
 
Messosi alla ricerca dell'amico, Vito scopre che egli è stato rapito dal boss Vinci in seguito ai problemi creati con la triade. La coppia si ritrova quindi alla mercé dei mafiosi, ma riesce fortunatamente a fuggire. Scampati alla morte saldano il debito con lo strozzino Bruno,un ebreo sinistro e freddo, scoprendo che è lo stesso uomo col quale il padre di Vito anni addietro aveva a sua volta contratto numerosi debiti, riducendo la famiglia sul lastrico.
Giorni dopo, Vito viene convocato da Falcone in merito alla questione con la triade. Lungo la strada viene avvicinato dal redivivo Leo Galante, che lo "invita" a salire in auto con lui. Leo spiega che la situazione è più critica che mai: Henry era un informatore e perciò è stato ucciso dalla triade. Con il loro gesto sconsiderato, Joe e Vito hanno dato inizio ad una guerra che ha attirato l'attenzione delle autorità, con effetto deleterio per gli affari delle famiglie mafiose di tutta Empire Bay.
Vito è praticamente un morto che cammina, ma Leo per gratitudine gli concede un'ultima possibilità: se ucciderà Falcone, verrà graziato. Pur sapendo che si tratta di una missione suicida e che comunque difficilmente verrà risparmiato, Vito accetta anche perché ha garantito per un traditore e un uomo spietato come Carlo non ci sarebbe mai passato sopra. L'uomo si fa dunque strada fino al boss, rintanato nell'osservatorio astronomico; giunti al faccia a faccia, Falcone tenta di portare Joe dalla sua parte offrendogli un posto di primo piano all'interno dell'organizzazione. L'amicizia che lega i due però è troppo forte, quindi Joe e Vito uccidono insieme il boss.
Uscendo dal planetario, i due si trovano accerchiati dagli uomini di Vinci, ormai spadroneggiante su Empire Bay. Invitati a festeggiare, Vito e Joe salgono sulle auto dei mafiosi, ma poco dopo il mezzo con a bordo Joe cambia improvvisamente strada. Leo spiega che Joe non era parte del loro accordo, sottintendendo che verrà quindi eliminato. (Evidentemente Vinci avrà scoperto che Vito ha ucciso il fidato Derek il giorno prima). Il gioco si chiude sullo sguardo di Vito, un misto di rabbia e rassegnazione: i suoi genitori sono morti, la sorella Francesca non vuole più vederlo per via dei suoi legami con la mafia, i suoi amici sono stati uccisi per le sue scelte sbagliate ed il suo stesso fato è incerto..

 

 

 
Gameplay:

 

 

mafia_3.jpg

Spoiler

 

Informazioni:
Sviluppo: Hangar 13
Pubblicazione: 2K Games
Ideazione: Haden Blackman (direttore)
Data di pubblicazione: 2016
Genere: Avventura dinamica  
Tema: / / / 
Modalità di gioco: Singolo giocatore
Piattaforma: Microsoft Windows, PlayStation 4, Xbox One
Distribuzione: Steam
Supporto: / / / 
 
Trailer:

 

 
Fonte: Wikipedia
Modificato da pazzorik

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, pazzorik dice:

Reuppiamo...ma solo io aspetto questo gioco con estremo hype? :omg:

 

 

Io ho amato Mafia 2, questo non so se lo prenderò. Aspetto qualche recensione magari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Annunciato il DLC ambientato in Italia:

 

Spoiler

Mafia 3: juve merda - Gombloddo edition. :zizi:

 

@pazzorik io sono interessato perchè mi sembra un gta, ma più maturo (più gta 4 che 5), ma aspetto maggiori informazioni su durata, qualità, season pass e sistema di guida. Mi piace anche perchè sembra bello brutale. :zizi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, Taliten Crow dice:

Annunciato il DLC ambientato in Italia:

 

  Nascondi Contenuto

Mafia 3: juve merda - Gombloddo edition. :zizi:

 

@pazzorik io sono interessato perchè mi sembra un gta, ma più maturo (più gta 4 che 5), ma aspetto maggiori informazioni su durata, qualità, season pass e sistema di guida. Mi piace anche perchè sembra bello brutale. :zizi:

 

Infatti Mafia è sempre stato un Gta ma più bello! :rainbow:

L'ambientazione anche se contestata perchè il protagonista è nero ecc, doveva essere italiano bla bla.. è strafiga secondo me e poco sfruttata nel mondo videoludico...quindi già vedere qualcosa di relativamente fresco è tanta roba...

Inoltre non ho dubbi sulla longevità, i mafia hanno sempre parecchia roba da fare al loro interno, io vado di day1 sicuro, è il gioco del 2016 che attendo con più ansia...sì anche di Uncharted 4 ( che cmq è anche lui day1 ) :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

di uncharted me ne sbatto, non spendo 60 euro per un gioco che dura 15 ore... lo recupererò a prezzo budget. per mafia aspetterò recensioni, poi si vedrà. condivido sull'ambientazione ed anche io me ne sbatto del "eh, ma non è italiano".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io mi sono rigiocato e rifinito il 2 per la terza volta (quanto è figo :mku: ), quindi l'hype non fa che salire :ahsi: 

 

SPOILER ALERT!

Spoiler

qs3LLUg.jpg

 

FEELS:crypeo::addommi:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 hours ago, pazzorik said:

Ma solo io sono hyppato a bestia ed è il gioco che più attendo quest'anno? :ommio:

 

 

Senza colonna sonora :notbad:

Ho amato il secondo capitolo, sono indecisissimo se prendere questo o Battlefield 1...escono nello stesso periodo. Sto provando la beta di BF e mi sta piacendo molto il comparto multiplayer (com'era lecito aspettarsi, dopotutto è pur sempre un BF), però Mafia III ha il suo fascino. Non so che fare :disperato: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
34 minuti fa, alex47ka dice:

Ho amato il secondo capitolo, sono indecisissimo se prendere questo o Battlefield 1...escono nello stesso periodo. Sto provando la beta di BF e mi sta piacendo molto il comparto multiplayer (com'era lecito aspettarsi, dopotutto è pur sempre un BF), però Mafia III ha il suo fascino. Non so che fare :disperato: 

 

Battlefield?! :facepalm::facepalm::facepalm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, alex47ka dice:

D:

 

Vabbè, c'è tempo per decidere :mmm:

 

Beh diciamo che sono due modi di videogiocare completamente diversi, due filosofie opposte a mio avviso. Non aggiungo altro :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 hours ago, pazzorik said:

 

Beh diciamo che sono due modi di videogiocare completamente diversi, due filosofie opposte a mio avviso. Non aggiungo altro :asd:

Si è vero, però dopo che finisci la storia che puoi fare? Parlo anche in termini di longevità, almeno con BF il multiplayer mi assicura parecchie ore. Ripeto, Mafia II mi piacque tantissimo, sia come storia che come ambientazione, per questo vorrei prendere il capitolo che uscirá. Male che vada aspetto qualche recensione, se mi convince lo prendo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

IwQtLm3.png

 

Beh, dopo che ho letto sti due trofei D1 assicurato :rotfl:

 

Spero si possano fare le rapine come nel II :mmm: 

 

@pazzorik per curiosità, tu dove lo prendi? Io avevo intenzione di prenderlo su Console Planet come ho fatto con molti altri giochi al D1, mi sembra il prezzo più basso del web (50 cocozze) :mhm: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, alex47ka dice:

IwQtLm3.png

 

Beh, dopo che ho letto sti due trofei D1 assicurato :rotfl:

 

Spero si possano fare le rapine come nel II :mmm: 

 

@pazzorik per curiosità, tu dove lo prendi? Io avevo intenzione di prenderlo su Console Planet come ho fatto con molti altri giochi al D1, mi sembra il prezzo più basso del web (50 cocozze) :mhm: 

 

SI faranno sicuramente rapine e non solo.

Io prendo la key per pc, probabilmente da cdkeys che con una trentina di euro me la cavo e maxo ( spero ) tutte le impostazioni grafiche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora