Recommended Posts

27x30c7.jpg


"Siamo noi a farci la nostra vita, o è la vita a disfarci?"


 


 


Mafalda è la protagonista dell'omonima striscia a fumetti scritta e disegnata dall'argentino Joaquín Lavado, in arte Quino, pubblicata dal 1964 al 1973, molto popolare in America Latina e in Europa.

 

Mafalda è una bambina dallo spirito ribelle, profondamente preoccupata per l'umanità e per la pace nel mondo. Pone a sé e ai suoi genitori domande candide e disarmanti a cui è difficile, e a volte impossibile, rispondere. Sono domande che mostrano le contraddizioni e le difficoltà del mondo degli adulti, nel quale Mafalda rifiuta di integrarsi.

 

La striscia è pubblicata per la prima volta in Italia nel 1968, in un’antologia edita da Feltrinelli. Nel 1969 esce la prima raccolta intitolata Mafalda la contestataria, pubblicata da Bompiani. La prefazione è scritta da Umberto Eco che paragona Mafalda a Charlie Brown di Charles M. Schulz. I due personaggi hanno la stessa età, ma il loro atteggiamento nei confronti del mondo è molto diverso: il rifiuto di integrazione segnala la marcata separazione del mondo infantile di Mafalda e dei suoi compagni da quello degli adulti, caratteristica, invece, dei Peanuts.

 

Mafalda è tanto conosciuta in America Latina che le è stata dedicata una piazza di Buenos Aires.

 

Quino


Joaquin Salvador Lavado, in arte Quino, è nato a mendoza, in Argentina, il 17 luglio del 1932. Appassionato di disegno fin da bambino, nel 1945 si iscrive alla scuola di bella Arti, ma la morte dei genitori lo costringe ad abbandonare gli studi e a cercare lavoro nell'ambito della pubblicità. Nel 1950 vende il suo primo fumetto e dal 9 novembre 1954 esordisce come illustratore di pagine umoristiche. Il primo volume delle sue vignette, edito nel 1963, si intitola Mondo Quino. Nel 1964 crea il personaggio di Mafalda, che debutta il 29 settembre su Primea Plana per poi continuare su El Mundo. In breve tempo il successo di Mafalda varca i confini nazionali e la ragazzina diventa protagonista di cartoni animati, testimonial dell'Unicef e oggetto di merchandising. Nel 1973 Quino decide di interrompere la saga della piccola contestatrice e di dedicarsi esclusivamente all'attività di vignettista satirico.


 

Mafalda è unica perchè non è affatto la portabandiera di una supposta saggezza bambina. Anzi, è piuttosto sola nella sua visione responsabile della vita e del mondo. I coetanei intorno a lei emulano i grandi: Manolito pensa già da negoziante, Susanita da sposa e mamma, Felipe e Miguelito sono immersi nelle loro (simpatiche) frustrazioni. Mafalda si ritrova così sola che Quino ad un certo punto decide di creare due personaggi che possano interagire con lei: Nando, il fratellino, inconsapevole rivoluzionario, e Libertà, che in certe strisce sembra battere Mafalda sul suo stesso campo.

Mafalda è unica perchè di solito i personaggi comici fanno ridere in quanto specchio delle nostre debolezze. I Peanuts, per esempio. Andy Capp, per esempio. Le Sturmtruppen, per esempio. E non solo nel fumetto. Si ride di chi scivola sulla buccia di banana, di chi non sa usare l'esperienza e continua a cadere nei propri errori e a scivolare sulle stesse bucce. Mafalda, invece, è un personaggio positivo, una sorta di grillo parlante che si rivolge alle coscienze dei suoi lettori adulti che hanno messo da parte gli ideali coltivati in gioventù, e con questi i valori di solidarietà, libertà, pace, uguaglianza. Il fatto è che quando si è piccoli come i bambini di Quino, sembra che per gli adulti sia facile poter intervenire, cambiare, essere presenti. E invece tutto si fa difficile e non solo per colpa della casa, delle bollette da pagare e delle piantine da curare, come ci dicono i genitori di Mafalda. La quale, giustamente, si chiede: "Siamo noi a farci la nostra vita, o è la vita a disfarci?".

 

Strisce:


mafalda-e-la-banca-mondiale.jpgMafalda_striscia.png

 

striscia_491.png

 

152zytj.jpg

 

quino-mondo.jpg

 

1135609b333.jpg

 

2mzdwno.jpg

 

00231285_b.jpg

 

00231269_b.jpg

 

00062759_b.jpg

 

mafalda-altezza.jpg

Striscia_mafalda.jpg

mafalda-tv4.jpgmaf03.gif

 

Tripi%203_image008.jpg

 

mafalda+5.jpg

 

mafalda031zb.gif

 

mafalda-cuscino.png


 


Nome orig. Mafalda

Lingua orig. Spagnolo

Autore Quino (pseudonimo di Joaquín Lavado)

1ª app. 29 settembre 1964

Sesso Femmina

 


 

Opinione personale: che dire Mafalda l'adoro e tutt'ora mi piace passare il tempo libero leggendo le sue strisce. E' semplice ma al contempo brillante. Con lei si spazia tra i piccoli problemi del mondo infantile, le difficoltà del popolo ai tempi della crisi, fino ai grandi problemi dell'umanità. Fonte di divertimento e riflessione. I disegni son semplici e tondeggianti, sullo stile dei Peanuts. Tra i miei personaggi preferiti c'è Mafalda (ovviamente), la piccola ma tosta Libertà e Felipe col suo sognare ad occhi aperti per evadere dalla realtà xD Uno dei pochi fumetti occidentali che apprezzo completamente :sasa:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora