dr.Vegapunk

quale facoltà scegliere?

Recommended Posts

salve a tutti, 

non sapendo dove postare questo tipo di discussione l'ho messa in tema libero sperando di non aver sbagliato :asd:

sono ormai quasi alla fine del quinto anno di liceo, e mi sto avvicinando ad una scelta difficile: la facoltà da scegliere,

diciamo che in questo momento ho 3 facoltà in mente, fisica, ingengeria informatica ed ingegneria dei materiali.

vorrei sapere se qualcuno che qualcuno che frequenta la facoltà (o che è ben informato :asd:) possa spiegarmi quali sono gli sbocchi professionali e soprattutto se c'è richiesta per queste lauree 

 

grazie in anticipo :pawa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Richiesta intelligente, nell'Italia di oggi purtroppo questa è praticamente l'unica valutazione da farsi nella scelta dell'uni.

Non so darti informazioni precise riguardo agli sbocchi ma ti posso dire che sicuramente ad oggi ( quindi nel 2015, tra qualche anno chissà ) sono ancora molto richiesti gli ingegneri informatici, è un settore abbastanza a prova di crisi anche se ovviamente non esente.

Btw in bocca al lupo per la scelta! :ciao:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io studio ingegneria industriale (poi prenderò il ramo di meccanica) ed oltretutto mi devo laureare "a momenti". Posso assicurarti che le facoltà ingegneristiche in generale offrono sempre sbocchi abbastanza solidi (difficile trovare un ingegnere disoccupato). Per il ramo di fisica non saprei quanto potrebbe essere solido il tuo futuro. Solitamente quella facoltà sforna ricercatori ed insegnati (con ovvie eccezioni) e questi (almeno in italia) non vengono valorizzati a dovere. Ora come ora, ingegneria è la scelta più solida che tu possa prendere. Ricorda però che se non scegli qualcosa che ti piace, sarai molto svantaggiato... Non sono facoltà da prendere sottogamba!  :zizi:  :zizi:

 

PS: ingegneria industriale a trieste racchiude molte triennali di ingegneria, nello specifico: materiali, elettrica, meccanica, automazione, dei processi, e qualche altra categoria che ora non mi salta in mente!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono tutte e tre delle ottime facoltà, ma secondo me, a livello lavorativo ha più sbocchi, come diceva rik, ingegneria informatica. Conosco tanta gente che ha studiato fisica e ha trovato mestiere subito, ma prima della crisi (forse si trova anche adesso, ma non conosco nessun "nuovo" fisico e non so quindi dire per certo). In generale le facoltà di ingegneria hanno buoni riscontri lavorativi, anche se c'è crisi per tutti, al momento. Considera comunque che hai ancora almeno 5 anni davanti a te: la crisi potrebbe affievolirsi e tu aver scelto, per questioni contingenziali, l'università che ti piace di meno.

 

Ps. Mi sembra più da baretto: sposto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io frequento Ingegneria Informatica, e devo dire che, come hanno già detto in precedenza, è un'ottima facoltà, ti forma davvero molto e ti da numerosi sbocchi in termini di lavoro (è di fatto richiestissimo l'ing. informatico!). L'unica cosa è la difficoltà molto elevata, ma appena hai preso il ritmo, andrà (quasi) meglio :asd:

Ingegneria dei materiali l'ha fatta una mia amica e si è pentita della scelta, non so quanto possa centrare :qwo:

Per quanto riguarda Fisica, seppur sia un gradino meno difficile di Ingegneria, ha sbocchi (credo) soprattutto nel campo della ricerca, in cui cercano l'eccellenza!

 

Spero di esserti stato d'aiuto!
PS: sei di Milano/Torino/Bari?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

spostato in baretto.

sei contenta nina? :mku:

 

quanto alle mie risposte magari le darò più in lì ma non sono proprio la persona adatta; ho razzolato malissimo :rotfl:

 

PS: nina ho fatto io perchè tu non dovresti avere qui in tema libero i comandi per farlo :mmm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fisica si trova lavoro ma è veramente difficile come facoltà (la più difficile in assoluto con matematica, non dar retta agli ingegneri, se la tirano troppo :asd:). le meglio sono informatica/ing. informatica/ ing. elettronica (altre ingegnerie sono cmq buone a parte gestionale). Tutte molto difficili, impossibili se non ti riesce la matematica.

 

Se non hai voglia di studiare, economia ha una buona offerta come lavori ed è molto facile. queste probabilmente sono le migliori università per lavorare.

 

p.s. per esperienza personale sconsiglio tutto il "settore biologico" perchè non si lavora. è bellissimo, ma non si lavora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io quest'anno ho iniziato Ingegneria Informatica e posso darti alcune impressioni. Non mi dilungherò molto, ma a causa di insegnanti incapaci, alle superiori (ho fatto un ITIS, pensa un po' che preparazione da DIO avrei dovuto avere) non ho mai fatto seriamente matematica e infatti non sono nemmeno riuscito a dare l'esame principale, che è appunto Analisi Matematica e sto addirittura pensando di non continuare.

Quindi se la facoltà ti piace è già un punto in più, ma se non hai solide basi di matematica pensaci bene.

Di sbocchi lavorativi ce ne sono molti, da quello che so però, il ramo dell'elettronica in Italia non è molto richiesto qui in Italia, però parlo da inesperto. Buona fortuna!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io frequento Ingegneria Informatica, e devo dire che, come hanno già detto in precedenza, è un'ottima facoltà, ti forma davvero molto e ti da numerosi sbocchi in termini di lavoro (è di fatto richiestissimo l'ing. informatico!). L'unica cosa è la difficoltà molto elevata, ma appena hai preso il ritmo, andrà (quasi) meglio :asd:

Ingegneria dei materiali l'ha fatta una mia amica e si è pentita della scelta, non so quanto possa centrare :qwo:

Per quanto riguarda Fisica, seppur sia un gradino meno difficile di Ingegneria, ha sbocchi (credo) soprattutto nel campo della ricerca, in cui cercano l'eccellenza!

 

Spero di esserti stato d'aiuto!

PS: sei di Milano/Torino/Bari?

 

sono di lecce, se facessi ingegneria informatica o vado a bari o rimango a lecce :sasa: 

 

fisica si trova lavoro ma è veramente difficile come facoltà (la più difficile in assoluto con matematica, non dar retta agli ingegneri, se la tirano troppo :asd:). le meglio sono informatica/ing. informatica/ ing. elettronica (altre ingegnerie sono cmq buone a parte gestionale). Tutte molto difficili, impossibili se non ti riesce la matematica.

 

Se non hai voglia di studiare, economia ha una buona offerta come lavori ed è molto facile. queste probabilmente sono le migliori università per lavorare.

 

p.s. per esperienza personale sconsiglio tutto il "settore biologico" perchè non si lavora. è bellissimo, ma non si lavora.

 

pensa che mi accattiva fisica medica :rotfl:

 

Io quest'anno ho iniziato Ingegneria Informatica e posso darti alcune impressioni. Non mi dilungherò molto, ma a causa di insegnanti incapaci, alle superiori (ho fatto un ITIS, pensa un po' che preparazione da DIO avrei dovuto avere) non ho mai fatto seriamente matematica e infatti non sono nemmeno riuscito a dare l'esame principale, che è appunto Analisi Matematica e sto addirittura pensando di non continuare.

Quindi se la facoltà ti piace è già un punto in più, ma se non hai solide basi di matematica pensaci bene.

Di sbocchi lavorativi ce ne sono molti, da quello che so però, il ramo dell'elettronica in Italia non è molto richiesto qui in Italia, però parlo da inesperto. Buona fortuna!

 

faccio il liceo scientifico e sto anche frequentando un corso di fisica all'università (che se facessi fisica mi darebbe qualche credito), con la matematica me la cavo abbastanza :asd:

 

 

 

grazie a tutti dei consigli :pawa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io giorni fa ho trovato uno strano essere :mhm: Diceva di essere un matematico e che poi in qualche modo era caduto nella biologia :mhm: Modelli matematici per predire il comportamento cellulare :idiot: Strana gente i matematici, vivono in un mondo tutto loro :sasa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

che roba è? tipo ing biomedica?

Si diciamo che in un ospedale gli ingegneri biomedici sono accompagnati dai fisici medici, anche nella polizia scientifica c'è bisogno di un fisico medico :sasa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fisica si trova lavoro ma è veramente difficile come facoltà (la più difficile in assoluto con matematica, non dar retta agli ingegneri, se la tirano troppo :asd:).

 

:facepalm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si diciamo che in un ospedale gli ingegneri biomedici sono accompagnati dai fisici medici, anche nella polizia scientifica c'è bisogno di un fisico medico :sasa:

 

mai piaciute 'ste vie di mezzo. Comunque per la polizia scientifica i top player siamo noi di ctf. Poi anche lì non pensare che si vada manco vicino a CSI perchè quel telefilm è fiction allo stato puro. Diciamo che CSI sta alla polizia scientifica quanto il dr. house sta alla medicina. :asd:

:facepalm:

rassegnati, è così :asd: pensate sempre di essere i più messi in croce.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Fabi :smack:

Quoto chi diceva di non scegliere biologia (un consiglio per tutti, dato che non era tra le tue scelte) :sisi: Io ho fatto bioteck e sono strapentita :sisi: La facoltà è stupenda (e nemmeno particolarmente difficile), ma non trovi lavori manco se implori :sisi: Chi si è laureato con me fa tutt'altro o si è iscritto ad una nuova facoltà :sisi: Pochissimi hanno trovato stage nel settore, qualcuno, per botta di culo o raccomandazione, ha trovato mestiere. C'è chi esce e va a farsi master stracostosi con stage incluso :sisi:

In Italia è così, all'estero mi pare la musica sia diversa :sisi:

 

Scappo :ciao:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oddio, a me dicono che proprio il biotech è quello che viene molto richiesto. Mi pare che sia ricercato molto da un'azienda farmaceutica in zona pescara se non mi ricordo male... :mhm: Tanto che mi consigliarono proprio un bel master in quel settore per il post laurea. cmq io non faccio biologia.

 

P.S. per l'estero, a me dicono che la situazione non è troppo diversa, essendo tutta la ricerca in stallo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@dr.Vegapunk

 

In che ramo dell'informatica ti piacerebbe lavorare?

Reti, Videogiochi, Web, Firmware ecc ?

 

Hai solide basi in un linguaggio di programmazione tipo il C++, PHP ecc?

Se vuoi lavorare alla Sony o alla Nintendo è una questione di preparazione.

 

Primo punto: è molto importante, prima di tutto, avere chiaro l'obbiettivo: programmatore, manager, industriale ecc. E su questo costruirsi un progetto di studio e lavoro.

 

Secondo punto: crearsi una rete di conoscenze e amicizie del settore in cui si aspira lavorare. Se non se le hanno si puo crearsele.

 

Terzo punto: ti piacerebbe lavorare in un team? Vorresti diventare prima o poi il CEO?

 

Ho conosciuto gente che si è persa non avendo in mente quello che voleva fare, cosa voleva raggiungere. iniziavano una facolta e poi cambiavano.

Risultato: sottopagati

 

Se ti piace ingegneria io ti consiglio ingegneria edile.

Costruire case, alberghi, negozi, progetti per ristrutturazioni di ogni tipo e molto altro.

 

Non posso lamentarmi come lavoro :)

 

Anche ingegneria industriale è un settore interessante. Tutto cio che io progetto devo fare sempre riferimento a loro per via dei materiali, profili, forme ecc.

 

Un augurio di cuore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non lavoro solo in Italia :) - cmq si, ma dipende un po dalle zone.

Personalmente non ho mai sofferto la mancanza di lavoro.

Per quanto mi riguarda non lavoro da solo, a volte con un ingegnere civile e a volte con altri professionisti. Dipende cosa si va a costruire.

Mi è capitato di progettare anche abitazioni per privati e quindi seguivo anche il cantiere, la sicurezza, gli operai.

 

Comunque in Italia il fenomeno della crisi c'è stato ovunque, tra Imu, bolle speculative sugli immobili ha portato ad esborsi alle imprese di costruzioni decisamente maggiori e di conseguenza con la tendenza a non assumere.

Noi avevamo già previsto questi fenomeni anni fa e abbiamo aperto ad altri mercati.

In uno dei post del baretto parlavo di Dubai, che anch'essa ha subito a crisi, che dopo, come per ogni ciclo, ha ripreso.

 

Oggi non basta il lavoro in sè, ma occorre affacciarsi a 360^ e cosa molto importante - trovare gli investitori quando serve, se no il progetto non decolla mai.

Per mia esperienza sono pochissimi oggigiorno quelli che hanno fatto tutto da soli, partendo da zero - anche in quei casi, spesso o lo zio o il padre erano del ramo.

Se vedete certi giovani ingegneri pagati pochissimo, 500-600€ e a volte perfino meno è perchè il l'impresa di costruzioni punta al risparmio. La qualità di alcune opere o strutture lasciano però desiderare. Ci sono piscine moderne da cui si stacca l' intonaco..ecco..

 

Quindi, giovani ingegneri, non abbattetevi, ma puntate al vostro progetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si, ma non puoi consigliare una facoltà solo in base alla tua esperienza personale :peo: devi tener conto dell'andazzo generale :peo:

Se riesci ad avere lavoro e guadagnare bene, buon per te, ma se tutti gli altri arrancano io non mi sentirei di consigliare quella via :sisi:

Magari tu hai iniziato a costruirti prima della crisi, quindi ora sei già avviato, hai il tuo giro di clientela e non ne risenti troppo, ma considera che chi deve ancora iniziare il percorso di studi si affaccerà in un mondo già disastrato, dove ci si aggira in cerca di clienti come lupi affamati. Non tutti poi hanno la possibilità di affacciarsi all'estero o di iniziare, pronti via, con un'attività personale. C'è sempre prima un po' di gavetta come dipendente e ora non assumono nessuno, nemmeno i progettisti. Ti salvi se sei raccomandato o conosci qualcuno. Il mio ragazzo è un ingegnere elettrico, che stra provando a costruirsi adesso, da solo (prima lavorava come dipendente), con un'attività personale. Non si guadagna niente, lavora come un mulo e stasera mi tocca andare a bussare ai campanelli per proporre i suoi prodotti. Siam messi male. Idem i suoi conoscenti.

Poi non so, magari la situazione in cinque anni cambia, ma si può prevedere il futuro solo entro alcuni limiti :peo:

Io, in generale, al momento consiglio il settore informatico o quello associato del web design. Pure io, che non so un cavolo, sto riuscendo a lavorarci :peo:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ragazzi potreste consigliarmi anche a me?? sono al quinto anno dello scientifico e anch'io mi trovo di fronte a questa dolorosa scelta  :rotfl:  sono anni che penso di iscrivermi ad ingegneria dell'automazione per la mia passione (fantasiosa) di automatizzare la società (sapete cose strane robot tecnologie etc). però l'università vicino il mio paesino non la fa e dovrei spostarmi più lontano (1 ora e mezza di pulman per arrivare). Quindi ora sono fortemente in dubbio tra ingegneria meccanica e ingegneria dell'automazione.. qualcuno di voi che vuole spiegarmi chiaramente quale scelta andrei a fare?? e cosa mi conviene?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora