Fitzaperol

Tutorial - Prospettiva e Ombre

Recommended Posts

TUTORIAL LUCI E OMBRE

In questa velocissima guida vi spiegherò, passo passo, come disegnare elementi semplici e complessi con una prospettiva esatta. (o comunque che dia una sensazione di profondità)

Innanzitutto dobbiamo scegliere la prospettiva più adatta al nostro disegno. Ci sono diverse opzioni di base, come potete vedere nel seguente spoiler:

scansione0001_zps89e3bc37.jpg

La scelta sulla posizione dell’orizzonte determinerà un diverso peso su ciò che vuol essere fatto vedere. Un orizzonte alto sposterà lo sguardo verso il suolo mentre un orizzonte basso darà l’impressione di guardare il cielo, il che può essere utile quando vogliamo dare il senso di altezza di una torre oppure focalizzarci su qualcosa che “sta sopra” l’osservatore.

La scelta sul numero di punti di fuga aumenterà il realismo della nostra immagine. Se ne scegliamo solo uno, faremo risaltare le facciate principali del nostro elemento (il cubo in questo caso) dando poca profondità. Se invece ne scegliamo due, l’elemento sarà molto più complesso e con le forme decisamente più marcate. I tre punti di fuga (il terzo in alto o in basso, indifferentemente) sono raramente utilizzati data la maggior difficoltà geometrica per la loro applicazione, ma possono dare un senso di “profondità” o di “altezza” molto più marcato rispetto i due punti di fuga. Se ad esempio vogliamo dare l’impressione che un pozzo sia molto profondo, allora sceglieremo un orizzonte molto alto (magari neanche presente nel foglio) e tre punti di fuga.

Un paesaggio vero può avere migliaia di punti di fuga, in quanto il punto di fuga in se va a disegnare solo una direzione. Se guardiamo una strada dritta, allora abbiamo solo un punto dove essa converge, mentre se vediamo una serie di cubetti orientati differentemente l’uno dall’altro, allora ci saranno uno o due punti per ogni singolo cubetto. In se, la prospettiva è costruita in base a come sono orientati gli oggetti. Ma questo esula dalla nostra guida di base!

 

Vediamo allora come possiamo applicare queste cose ad un disegno vero e proprio! Andremo a disegnare la seguente casa:

Scansionecompl14_zpsabf388e7.jpg

Analizziamo passo passo come è stata “costruita”, partendo proprio dalla base.

 

 

Primo Capitolo – costruzione geometrica

Partiamo con la base, disegnando un orizzonte e collocando due punti di fuga a nostra discrezione. Ricordate che, più lontani sono i due punti, più semplice ed ampio verrà il disegno.   

01_zpsfb03285e.jpg

Disegniamo poi una linea verticale che sarà la nostra “altezza di partenza” su cui poi costruiremo tutto il solido.

02_zps46181dff.jpg

Uniamo i due vertici con i punti di fuga

03_zps0a2d3818.jpg

Disegniamo ancora due linee verticali, che delimiteranno il parallelepipedo principale da cui partire.

04_zpscb2f2a8a.jpg

Ora facciamo un triangolo sul lato più corto. L’altezza determinerà quanto spiovente è il tetto. Se volete dare un bell’effetto senza andare “ad occhio” potete misurare la distanza tra le due righe verticali che delimitano il muro considerato, la dividete a metà e tracciate una riga verticale sulla quale sarà posizionato il vertice del triangolo.

05_zps6198a6f0.jpg

Poi uniamo il vertice con il punto di fuga appropriato. La fine del tetto viene disegnata tramite una parallela al lato del triangolo che delimita “l’inizio” del tetto.

06_zps2cec26b6.jpg

Ora disegniamo un cubo per complicare un po’ le cose. Usiamo le stesse tecniche appena viste.

c603a75c-7fdc-4008-9195-b4508e40210e_zps

Dato che vorrei che fosse una tettoia, disegno un triangolo retto a ridosso del muro, sempre rispettando le regole che abbiamo sfruttato per il tetto principale.

Aggiungiamo inoltre delle linee che ci aiuteranno per disegnare le finestre e la porta. La loro posizione è a vostra discrezione, in base alle dimensioni delle finestre o al numero di piani.

08_zps07b0a475.jpg

Se alziamo delle righe verticali, potremmo delimitare la grandezza delle finestre e quindi quanto queste sono prospetticamente lontane.

87af70f7-6046-442c-a693-2c4f62bfeec7_zps

Ora invece dobbiamo farle “sprofondare” dentro il muro. Per farlo agiamo come per costruire un qualsiasi cubo, tracciando piccole linee che partono dai vertici ed arrivano ai punti di fuga. Poi, prendendo le parallele al contorno esterno della finestra, costruiamo il contorno interno. Nel seguente modo:

10_zpscc3a6534.jpg

procediamo con tutte le finestre e con la porta.

11_zps788bdaee.jpg

Volendo far risaltare di più il tetto, lo allunghiamo e lo facciamo sporgere appena, sia davanti che dietro.

12_zps6fc5654a.jpg

Cancelliamo le linee guida e ripassiamo dove serve.

13_zpsb5e198c9.jpg

Aggiungiamo qualche particolare, sempre seguendo le regole viste.

21f9e171-e5d5-4567-af72-b0ddf2146e88_zps

Aggiungiamo altre due finestre per riempire un po' la facciata principale.

15_zpse321bb90.jpg

Accendiamo lo scanner che così non vengono fuori i fogli gialli...... 

scan1_zps3156921e.jpg

Procediamo ancora. Voglio dargli un’aria medioevale-ottocentesca quindi disegno delle travi a vista. 

Scans2_zpsced0dce5.jpg

Definisco la tettoia sulla destra ed aggiungo travi ed assi, sempre rispettando la prospettiva. La prospettiva deve essere rispettata per qualsiasi oggetto geometrico che è allineato nella giusta posizione! In questo caso allineerò tutto quanto con i due punti di fuga usati!

scans4_zpseefc61c9.jpg

Procedo continuando ad aggiungere particolari.

Scans5_zpsb7628c89.jpg

E così via….

Scans6_zps062afab9.jpg

 

Direi che ora c’è poco da continuare con questo tutorial per la prospettiva! Ormai rimangono solo da aggiungere particolari ed ombre!

 

Secondo capitolo - Luci e ombre

 

 

La costruzione delle ombre può risultare assai complicata se non si ha bene in mente le geometrie e le proiezioni del sistema. La teoria delle ombre, se seguita maniacalmente, diventa molto ostica, soprattutto quando abbiamo una fonte luminosa all’interno del disegno (una torcia, un fuoco, una lampadina etc etc) perché a quel punto le linee che disegnano l’ombra vanno a seguire prospettive e proiezioni proprie, anche molto particolari. Ora cercherò di spiegarvi, molto semplicemente, come possiamo disegnare un ombra “solare” in maniera esatta. Innanzitutto dobbiamo capire che cos’è l’ombra. L’ombra non è che la proiezione di un corpo su di un piano o su di un altro corpo seguendo una data direzione principale. Nel seguente disegno è illustrato ciò che dico.

scansioneteoriaombre_zps6256b664.jpg

 

 

Facciamo un veloce tutorial su come si vada ad utilizzare questa tecnica. Se avete già capito il disegno, con le sue proiezioni e con i suoi piani, allora potete direttamente saltare questi passaggi.

Intanto andiamo a realizzare un solido (semplice per ora) in due piani. Uno verticale (1) ed uno orizzontale (2). Il piano orizzontale rappresenta il nostro solido visto dall’alto. Per semplificare le cose, disegniamo una griglia sul piano orizzontale. In seguito capiremo il perché.

 

scantutorialluce1_zps1b3e29e2.jpg

 

Nel piano verticale facciamo delle linee parallele al vettore e le uniamo con il terreno. L’intersezione di una di queste linee con il terreno, trova un punto (detto ombra del punto), e delimiterà l’estremità dell’ombra dell’oggetto.

Poi ci spostiamo sul piano orizzontale, dove vediamo i nostri oggetti dall’alto. Qui avremo il vettore luce orientato differentemente. Infatti, dato che la luce arriva da una posizione tridimensionale, se vediamo il vettore “dall’alto” allora avrà una certa orientazione sul piano orizzontale.

Qui procediamo allo stesso modo e tracciamo le parallele al vettore orizzontale. Queste linee non sappiamo dove andranno ad incontrare il terreno perché le stiamo vedendo dall’alto e quindi non troviamo subito il punto che ci interessa!

 

scantutorialluce2_zps47a84be3.jpg

 

Possiamo però prendere il punto d’intersezione trovato prima e proiettarlo sul piano orizzontale tramite una linea verticale. Questa linea incontrerà la nostra ombra orizzontale andando a trovare la posizione esatta dell’ombra (o del punto cercato)!

 

scantutorialluce3_zps6b795018.jpg

 

Quindi riportiamo tutti i vertici dell’ombra e ne uniamo i contorni.

Riempiamo dove serve ed il gioco è fatto!

 

scantutorialluce4_zpsff122b21.jpg

 

Ora dobbiamo capire come riportare quest’ombra sul piano tridimensionale.

Disegniamo una griglia orientata: prendiamo l’orizzonte ed uno o più punti di fuga. Vi ricordo che ogni punto di fuga indica una direzione quindi le linee parallele di una griglia finiscono tutte dentro questi due punti. Per disegnarla al meglio prendete le due linee più esterne (la 8 e la alpha) e poi segnatevi la posizione delle altre intersezioni via via più vicine, Ci sarebbe un metodo più accurato per fare questo lavoro ma per ciò che dobbiamo fare ora possiamo andare ad occhio. Io ad esempio ho preso i seguenti spazi: 2cm; 1,5cm; 1.5cm; 1cm; 0,9cm; 0,8cm; 0,7cm.

 

scantutorialluce5_zps58976a29.jpg

 

Disegniamo il solido tridimensionale.

 

scantutorialluce6_zps895a90bd.jpg

 

Segniamo tutti i punti dell’ombra.

 

scantutorialluce7_zps0640d74c.jpg

 

Tracciamo i contorni dell’ombra e coloriamo.

 

scantutorialluce8_zpsbedb6756.jpg

 

 

 

Terzo capitolo - completamento

 

Aggiungiamo particolari vari. Per ora non serve essere troppo dettagliati ma basta dare un’idea di come saranno posizionate le ombre “minori” da fare in futuro.

 

Scansionecompl01_zpsf4af4649.jpg

 

Procediamo con un velocissimo “studio” di come dovrebbe venire l’ombra nel nostro disegno della casa.

scansione0017_zpsf711e7c2.jpg

 

Quindi cominciamo scurendo le parti che sicuramente saranno le più buie. Per questo obiettivo possiamo usare una matita 2B o superiore oppure un carboncino (come ho fatto io). Fate attenzione a non appoggiare più la mano sopra alle zone già ombreggiate o rovinerete il disegno.

 

Scansionecompl02_zps090c96e1.jpg

 

Ora procediamo con le prime ombre. Io Sono destrimano quindi incomincerò con il lato in alto a sinistra per poi procedere fino all’angolo in basso a destra. Così posso evitare di appoggiare la mano sopra a delle zone già colorate.

Procediamo aggiungendo delle linee ondulate sulle assi di legno, cercando di dare l’impressione di legno tagliato. Per le ombre delle assi possiamo semplicemente ripassare i lati che possiedono l’ombra (in questo caso quello basso e quello destro). Questo trucco lo si usa moltissimo per definire un oggetto senza neanche disegnarlo. (Nella mia gallery, nel disegno del drago, ho usato questo sistema per i sassi per terra)

 

Scansionecompl03_zpsd19eb3a9.jpg

 

Ora scuriamo il tetto e disegniamo delle tegole procedendo come prima. Il tetto in questione ha le tegole in stile americano quindi sono piatte e non necessitano di ombre aggiuntive.

 

Scansionecompl04_zpsd6c6ff10.jpg

 

Completiamo il tetto e disegniamo l’ombra sul camino seguendo le istruzioni ricavate dal disegno con lo “studio” delle ombre. Ricordate che le ombre hanno pesi diversi. Possono essere ombre proiettate (ad esempio quelle sul pavimento) e saranno chiare, oppure ombre d’oggetto (come un lato in ombra) e saranno più scure, ed infine ombre da luogo chiuso, come le finestre o come il sottotetto e sono le più buie, nere o quasi.

 

Scansionecompl05_zpsf782866a.jpg

 

Ora vado a colorare il lato in ombra. Uso due ombre diverse, quella più scura e la seconda delle tre spiegate prima. La transazione da ombra ad ombra scura deve essere sfumata dato che ci troviamo in una zona completamente in ombra.

 

Scansionecompl06_zps8182739d.jpg

 

Continuiamo andando a ripassare solo i lati delle assi dato che le linee del legno sarebbero comunque nascoste.

Scansionecompl07_zps50f988a3.jpg

 

Continuiamo ancora e procediamo con la parte intonacata sottostante. La immaginavo bianca quindi sarà più chiara.

 

Scansionecompl08_zps82a8cc23.jpg

 

Completiamo rispettando le ombre. La finestra vicino alla porta ha dei vetri e quindi possiamo semplicemente lasciarli bianchi per darne l’effetto giusto. Potremmo anche disegnare il riflesso ma in questo caso avremmo solo il muro della finestra, quindi è inutile.

 

Scansionecompl09_zps8fd1983e.jpg

 

Procediamo e completiamo le ombre.

 

Scansionecompl10_zps964645d4.jpg

 

Segniamo le ombre per terra, ricordandoci che seguono la prospettiva.

 

Scansionecompl11_zps566bfb29.jpg

 

L’erba è sempre ostica e purtroppo và disegnata filo per filo. Ovviamente faccio un lavoro veloce oppure rischio il suicidio a fare tutto il campo! Aggiungo anche un albero (senza foglie) per movimentare un po’ la scena ed aggiungere particolari. L’albero segue sempre le ombre scelte e possiamo andare a scurire solo la parte in ombra lasciando l’altra bianca.

 

Scansionecompl12_zps01199304.jpg

 

Procediamo completando (finalmente) il campo.

 

Scansionecompl13_zpsb8f961d9.jpg

 

Aggiungo un velocissimo scenario tanto per non farlo sembrare un tutorial ed il gioco è fatto!

 

Scansionecompl14_zpsabf388e7.jpg

 

Di solito si va a scurire il cielo ed aggiungere altri particolari per accentuare ombre, luci ed atmosfera. (vedete la mia gallery). Purtroppo è un lavoro abbastanza lungo ed ora come ora non voglio perderci troppo tempo dietro o questo tutorial non lo finisco più! Ad ogni modo, più si scurisce il cielo più si nota la luce degli oggetti rappresentati. Se invece lasciate tutto bianco, come in questo caso, l’attenzione viene spostata sulle ombre ed il disegno perde luminosità.

 

Ricordatevi la firma e la data!!! Io l'ho dimenticata si, ma se la scrivete potrete notare, disegno dopo disegno, quanto migliorate nel tempo! :ok:  è sempre bello vedere come si era e come si sia migliorati, fidatevi!

 

 

Scrivete pure per chiarimenti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grande fitz :pawa: mi fiondo a leggere!

 

 

bello fitz complimenti :zizi: mio unico problema la geometria e il disegno geometrico non sono il mio forte :asd: però cacchio ci devo riuscire :asd: mo ci provo  poi ti fo sapere i risultati!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Davvero molto interessante e ben spiegato!

Grazie, proverò a fare qualcosa, anche se la mia abilità nel disegno è pari a zero :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Profezzore @Fitzaperol ho stampato tutto :addoct: Ora appena posso mi metto a litigare con la geometria :zizi:

 

Prevedo mi ucciderà :ymmio: A scuola io guardavo lei e lei guardava me.. e ci facevamo paura a vicenda :rotfl:

 

Negatissima :risata:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

è difficile solo all'inizio  :sasa:  :ok:

 zicuro che non è un moztro cattifo? :ymmio:

 

 

PS

 

Come togliere la serietà ad un topic serio :siciao:

Parlando seriamente

Ho intenzione di provare, ma in disegno geometrico sono negata dura idem in geometria e matematica :asd:

Quindi penso che un pochino per afferrare i meccanismi mi ci vorrà XD

PPS Sto facendo un nuovo disegno totalmente a ps è un paesaggio quando l'ho finito se mi dai un parere mi farebbe piacere .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora