Recommended Posts

locandinapg1.jpg

 

Titolo originale     The Imitation Game
Lingua originale     inglese
Paese di produzione     Stati Uniti d'America, Regno Unito
Anno     2014
Durata     113 min
Genere     biografico, drammatico, thriller, storico
Regia     Morten Tyldum
Produttore esecutivo     Graham Moore
Casa di produzione     Black Bear Pictures, Bristol Automotive
Distribuzione (Italia)     Videa CDE


The Imitation Game è un film del 2014 diretto da Morten Tyldum, con protagonista Benedict Cumberbatch nei panni del matematico e crittoanalista Alan Turing.

La pellicola è l'adattamento cinematografico della biografia Alan Turing. Una biografia (Alan Turing: The Enigma), pubblicata dopo l'uscita del film anche col titolo Alan Turing. Storia di un enigma, scritta da Andrew Hodges.

Trama

Regno Unito, 1939. Il matematico e crittoanalista Alan Turing decide di mettere il proprio genio al servizio della Gran Bretagna. L'obiettivo è far terminare il conflitto quanto prima collaborando alla segretissima operazione di decriptazione dei codici segreti nazisti, codificati con la macchina denominata Enigma. Schivo e silenzioso, Turing si presenta a colloquio convincendo il Comandante Alastair Denniston ad assumerlo, ma i primi dissapori cominciano a manifestarsi quando comprende che dovrà lavorare con altre brillanti menti matematiche. Caratterialmente solitario, Turing comincia a diventare inviso ai suoi collaboratori, tra i quali spiccano il borioso ma geniale Hugh Alexander (campione nazionale e maestro di scacchi) e il giovane Peter Hilton, continuamente in conflitto con il protagonista in quanto giudicato troppo saccente e inadatto alla collaborazione di squadra. Decifrare i codici codificati con una macchina Enigma è infatti una missione ritenuta impossibile dalle autorità britanniche, in quanto i tedeschi cambiano la chiave di codificazione di tutti i messaggi cifrati allo scoccare della mezzanotte di ogni giorno.

Divenuto capo del gruppo e con non pochi attriti con il suo datore di lavoro, Turing decide che è giunto il momento di cambiare metodo: non più agire in difesa tentando ogni giorno di interpretare i codici dell'Asse, ma giocare al contrattacco inventando una macchina che svolga questo compito. Alan seleziona quindi tra i migliori candidati coloro che dovranno accompagnarlo nell'impresa titanica di costruire la macchina elaboratrice che preveda gli attacchi nemici. Chi fosse riuscito a risolvere un cruciverba da lui inventato in meno di sei minuti si sarebbe dovuto presentare alle selezioni per l'incarico segreto; tra i candidati giunge a colloquio la venticinquenne Joan Clarke, ancora nubile e appassionata di logica e matematica che svolge l'esame con una rapidità che batte quella dello stesso Turing. A questo punto egli richiede allo Stato un finanziamento di centomila sterline per costruire la macchina che impedirà ai tedeschi di invadere il resto dell'Europa. Nel frattempo i nemici del matematico pianificano di toglierlo di mezzo investigando sul suo passato e usando qualsiasi cosa come pretesto per eliminarlo; il povero Alan Turing viene dapprima accusato di essere una spia sovietica e poi minacciato di essere sbattuto fuori dal progetto con la scusa che la sua incomprensibile macchina non ha ancora prodotto risultati soddisfacenti.

Placatisi i dissapori, i membri del gruppo di lavoro si stringono attorno a lui chiedendo altro tempo per permettere a "Cristopher" (questo il nome della macchina, nonché del suo amico d'infanzia morto precocemente a causa di una malattia) di funzionare, e ottenendolo. Per evitare che Joan venga reclamata a casa dai genitori, i quali vogliono farla sposare e formare una famiglia, Turing le chiede senza vero interesse di sposarlo anche per assicurarsi più a lungo la preziosa collaborazione di quest'ultima nel progetto. Ma Turing non ha mai confidato alla novella consorte di essere in realtà omosessuale. Scoperto il segreto dell'uomo, Joan sembra non interessarsene, neppure quando Turing lo usa come scusa per allontanarla dall'ambiente in quanto ritenuto troppo pericoloso per una donna; Joan non vuole sentire ragioni e vuol tenersi stretto quell'incarico in quanto il più importante della sua vita.

Le autorità interrogano Turing circa la sua omosessualità (la quale viene descritta nei flashback della sua vita da ragazzino in un collegio maschile), ma nel frattempo, durante una serata al bar il colpo di genio si rivela; bisogna restringere il campo di parole in cui cercare dei significati a partire dalle più ripetitive: quelle che compaiono sui bollettini meteorologici dei nazisti. Il gruppo di Turing riesce, grazie a questa intuizione, a prevedere un attacco al convoglio alimentare Carlisle. Decidono di non intervenire, ma di ottimizzare gli interventi per minimizzare i danni e non svelare ai tedeschi di aver trovato il modo di decifrare i loro messaggi. Il piano, con elevati costi umani e ponendo all'équipe di matematici un dilemma morale quasi insostenibile, ha infine successo. Finita la guerra con giubilo dei protagonisti e dell'intera nazione, Turing viene isolato e condannato per atti osceni in quanto omosessuale. Piuttosto che passare gli anni in prigione accetta di sottoporsi a una inumana terapia ormonale, ovvero alla castrazione chimica. Joan torna a trovarlo dopo qualche tempo e lo rincuora seppur vedendolo fortemente svilito e depresso, raccontandogli di essersi sposata con un militare. Nei titoli di coda viene rivelato che il 7 giugno del 1954, nonostante la libertà guadagnata sacrificando la propria identità e l'immensa genialità dimostrata con Christopher, Alan si arrese e si uccise all'età di 41 anni.



Info

Lo script del film è stato inserito nella Black List delle migliori sceneggiature non prodotte ad Hollywood nel 2011.

Dopo una lunga asta, la sceneggiatura è stata comprata al European Film Market dalla The Weinstein Company per il prezzo record di 7 milioni di dollari.

Inizialmente per il ruolo da protagonista si fa il nome di Leonardo DiCaprio, mentre i principali candidati per la regia erano Ron Howard e David Yates.

Il budget della pellicola è stato di circa 15 milioni di dollari.

Il primo trailer del film viene diffuso il 21 luglio 2014, mentre la versione italiana viene diffusa il 6 ottobre dello stesso anno.

Il film è stato presentato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival l'11 settembre 2014 ed ha aperto la 58ª edizione del London Film Festival l'8 ottobre 2014.

La pellicola verrà distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 28 novembre 2014 ed in quelle italiane dal 1º gennaio 2015.

Trailer



Riconoscimenti

2015 - Golden Globe

Nomination Miglior film drammatico
Nomination Miglior attore in un film drammatico a Benedict Cumberbatch
Nomination Migliore attrice non protagonista a Keira Knightley
Nomination Migliore sceneggiatura a Graham Moore
Nomination Migliore colonna sonora originale a Alexandre Desplat

2014 - National Board of Review of Motion Pictures

Migliori dieci film dell'anno

2015 - Screen Actors Guild Awards

Nomination Miglior attore in un film a Benedict Cumberbatch
Nomination Miglior attrice non protagonista in un film a Keira Knightley
Nomination Miglior cast in un film

2014 - Toronto International Film Festival

Miglior film

2014 - AFI Awards

Migliori film dell'anno

2014 - Hollywood Film Awards

Miglior attore a Benedict Cumberbatch
Miglior regista a Morten Tyldum
Miglior attrice non protagonista a Keira Knightley
Miglior compositore a Alexandre Desplat

2015 - Satellite Awards

Nomination Miglior film
Nomination Miglior attore a Benedict Cumberbatch
Nomination Miglior attrice non protagonista a Keira Knightley
Nomination Miglior regista a Morten Tyldum
Nomination Miglior sceneggiatura non originale a Graham Moore
Nomination Miglior montaggio a William Goldenberg
Nomination Miglior colonna sonora a Alexandre Desplat
Nomination Miglior scenografia a Maria Djurkovic

2014 - Critics' Choice Movie Award

Nomination Miglior film
Nomination Miglior attore a Benedict Cumberbatch
Nomination Miglior attrice non protagonista a Keira Knightley
Nomination Miglior cast
Nomination Miglior sceneggiatura non originale a Graham Moore
Nomination Miglior colonna sonora a Alexandre Desplat

 

Interpreti e personaggi

Benedict Cumberbatch: Alan Turing
Keira Knightley: Joan Clarke
Matthew Goode: Hugh Alexander
Charles Dance: Comandante Denniston
Mark Strong: Stewart Menzies
Rory Kinnear: Nock
Allen Leech: John Cairncross
Matthew Beard: Peter Hilton


 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Film interessante e per nulla pesante che cerca di raccontare la storia di Alan Turing e della macchina Enigma. Tema difficile ma secondo me è venuto fuori un bel lavoro :sasa: mi sorprende che non ci siano commenti, nessuno l'ha visto?  :mmm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io avevo intenzione di vederlo, ho letto recensioni che lo paragonano a A beautiful mind, per quanto criticato mi è piaciuto :mmm:

 

@Noble4 ti farò sapere, ma non so quando :sasa:

 

Piuttosto, è difficile da seguire per la descrizione dell'aspetto scientifico e la spiegazione dei suoi studi? :mmm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A dire il vero l'ho visto un po di tempo fa. La crittografia è un argomento che mi piace molto ed Enigma ha un ruolo importante nella storia.

Da quel che ricordo non erano per nulla complesse le spiegazioni, apparivano quasi logiche quando le illustrava.    :sasa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a me è piaciuto moltissimo :addoct:

 

non mi sono sentito di mettere l'opinione personale perchè è biografico cmq guardatelo è veramente fatto bene :sasa:

Spoiler

uno dei punti in cui mi ha colpito è quando sono all'Mi6 e facendo due calcoli si rendono conto che per decifrare i messaggi criptati avrebbero dovuto provare in un giorno tutte le 159 milioni di milioni di milioni di impostazioni possibili di "Enigma", cosa che se avessero avuto 10 uomini a controllare 1 impostazione al minuto per 24 ore al giorno e 7 giorni alla settimana per vederle tutte gli ci sarebbero voluti 20 milioni di anni a mano e ricominciare :asd:

 

ed è vero naturalmente senza contare il fatto che i tedeschi cambiavano impostazioni appunto 1 volta al giorno :sisi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Don credo sia meglio se metti sotto spoiler :sasa:

 

Comunque, l'ho visto pochi giorni fa, devo essere sincera, il film mi è piaciuto, anche se a un certo punto, verso la fine, mi sembra che cambino i tempi tenuti per il resto della durata :mmm:

Sembra come se il tempo di tutta la fine sia stato volutamente ridotto per non andare troppo oltre le due ore di film :mmm:

Me l'aspettavo più noioso, ma si riesce a seguire anche nelle parti "scientifiche", insomma poca vera biografia in realtà, a parte qualche flashback della sua infanzia/adolescenza, molto più tempo speso ai metodi di ricerca e alle tempistiche di riuscita

ostacolate dal comandante Denniston e dallo stato

 

Ho scoperto anche il personaggio di Joan Clarke (interpretata da Keira Knightley) che credevo presente solo nel film, e che invece leggo sia stata una delle figure più importanti di Bletchley Park :sisi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

messo sotto spoiler @Kin* :abbracc:

Neanche io lo conoscevo il personaggio di Joan Clarke  , cmq è caratterizzata molto bene nel film specialmente nel rapporto di lavoro sentimento particolare che avrà con Alan Turing, il fatto che non sia eccessivamente biografico credo sia stato un bene e l'abbia reso più scorrevole tuttavia grazie ai veloci ma chiari flasback inseriti a puntino, come dicevi si capisce bene anche la parte storica senza contare che c'è sempre una voce fuori campo che spiega :sasa:

a me è piaciuta anche la nitidezza della fotografia delle immagini, gli intrighi tra spie e le diverse incomprensioni dell'epoca rivolte a pesanti pregiudizi, raccontate con grandissimo talento da un modo di recitare impeccabile inserito alla perfezione dal regista nel contesto di ogni scena e con molta eleganza..

poi se uno volesse approfondire può sempre farlo il film dà degli ottimi spunti :zuzu:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non vorrei spoilerare più di tanto ma mi chiedo se nella realtà fosse davvero

così ossessionato come sembra, ho l'impressione che sarebbe arrivato alle minacce (sempre secondo il film) se il comandante non l'avesse preso alla Baracca 8 di Bletchley Park :mmm: arrivando a Churchill e scavalcando così i suoi superiori :sisi: anche il matrimonio, insomma...

 

bravo testa dura, e nemmeno un grazie :tsk:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mah io credo di si @Kin*
:rotfl: <--- scritto così perchè non ti linkava normale :sasa:

 

magari hanno semplificato qualche passaggio per rendere il tutto più leggibile cmq il film è  l'adattamento cinematografico della sua biografia (che non ho letto) xd

 

magari si può chiedere a @Fabi_92 se ha voglia e tempo di spiegarci meglio che disse di portarlo agli esami :asd:

 

cmq credo sia abbastanza fedele alla biografia :sasa: se ci sono delle esagerazioni sullo stile, sul comportamento e sui vari permessi politici credo facciano parte anche di una ricostruzione resa + marcata, evidente e veloce dal regista (per motivi di tempo cinematografici) ma non per questo sbagliata :sisi:

 

intanto aggiorno la trama al primo post :addoct:

 

Edit:

 

aggiornata :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Don se clicchi 30k4ufr.png sotto il mio avatar ti appare per magia la citazione corretta al mio nick
 
 

magari si può chiedere a @Fabi_92 se ha voglia e tempo di spiegarci meglio che disse di portarlo agli esami :asd:


:ming:

 

scusate per l'ot :zizi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'ho visto al cinema e mi è piaciuto un sacco, soprattutto per la tematica affrontata, che io trovo davvero interessante  :ok:

La storia è spiegata davvero bene e i personaggi sono ben caratterizzati, cosa volere di più?  :sasa:

Approvatissimo  :ok:  :ok:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'ho visto in classe durante le ore di inglese e nonostante non sia un'amante dei film, questo mi è piaciuto molto.
È da anni che il mio prof di inglese ci propina le idee e la storia di Alan Turing, e di tutta la sua vita, perciò vedendo il film si notano alcune incongruenze rispetto alla biografia originale :sisi:

 

Per esempio che la macchina mostrata nel film era praticamente meccanica, quando invece quella originale era essenzialmente elettronica, essendo Turing uno dei moderni inventori dei computer (escludendo Babbage-Lovelace).
Il capo progetto a Bletchley Park non oppose alcuna resistenza ai progetti di Turing, nel film invece si, solo per dare trama :sisi:
E altro che ora non ricordo lol

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'ho visto in classe durante le ore di inglese e nonostante non sia un'amante dei film, questo mi è piaciuto molto.

È da anni che il mio prof di inglese ci propina le idee e la storia di Alan Turing, e di tutta la sua vita, perciò vedendo il film si notano alcune incongruenze rispetto alla biografia originale :sisi:

 

Per esempio che la macchina mostrata nel film era praticamente meccanica, quando invece quella originale era essenzialmente elettronica, essendo Turing uno dei moderni inventori dei computer (escludendo Babbage-Lovelace).

Il capo progetto a Bletchley Park non oppose alcuna resistenza ai progetti di Turing, nel film invece si, solo per dare trama :sisi:

E altro che ora non ricordo lol

 

La macchina di Turing :woh: Una cosa che non ho mai voluto imparare a scuola :crywoh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quello dicevo che magari avrebbero potuto dare più spazio alla biografia (storia), per quanto importante possa essere, piuttosto che un finale di corsa :sasa:

 

Comunque io l'ho vista, al Deutsches Museum di Monaco :sasa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quella nel film è la Bomba inglese, ricavata da quella polacca, e che poi diventerà Colossus, primo "computer", non la macchina di Turing :sasa:

La macchina di Turing non è una macchina "fisica" ma un concetto di una macchina, che lavora con i simboli, più o meno come il codice binario :sisi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie @Kin* :margherita: non sapevo :yuppipeo:

Infatti facendo una piccola ricerca vedo che la bomba deriva dagli studi iniziati nel 1932 dal matematico polacco Marian Rejewski e da una sua prima realizzazione sotto forma di macchina calcolatrice completata nel 1938 chiamata così proprio per il continuo ticchettio dei rotori elettromeccanici di cui era composta e decifrò fino al 1940 solo 178 messaggi fino a che nel 1944 grazie agli studi dei matematici appunto di Bletchley Park, ed Alan Touring e la sua teoria della macchina fu creato Colossus :sisi:

 

sò proprio un'ignorante :tsk:

 

vabè dai almeno si crea un pò di discussione :ok:

 

Una ricostruzione de "La Bomba" (da cryptological bombe, nome inglese derivato dal polacco bomba kryptologiczna)
 

350px-Bombe-rebuild.jpg

 

La replica funzionante di Colossus, realizzata nel 2007

 

310px-ColossusRebuild_12.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora