Recommended Posts

Tears for Fears

 

717889_356x237.jpg

 


I Tears for Fears sono un gruppo musicale new wave britannico formato nei primi anni ottanta dal chitarrista Roland Orzabal e dal bassista Curt Smith.
Il gruppo fu inizialmente associato ai movimenti new wave e new romantic ma presto irruppe nel mainstream delle grandi hit parade internazionali.
Il nome del duo deriva da un trattamento psicoterapeutico sviluppato dallo psicologo Arthur Janov, nel corso del quale il paziente riprova le primissime sensazioni dell'età perinatale, da cui il nome "Tears for Fears" (lacrime di paura).

 

Orzabal e Smith si incontrarono da adolescenti nella città di Bath. Il loro primo approccio alla musica avvenne con il gruppo dei Graduate, una sorta di performance sulla scorta del movimento mod revival/new wave che riassumeva in sé le maggiori influenze musicali del tempo, come The Jam ed Elvis Costello. Nel 1980 i Graduate pubblicarono un primo album, Acting My Age, che raggiunse appena la Top 100 nel Regno Unito e che si esibì dando buona impressione in Spagna e in Olanda.
Nel corso del 1981, Orzabal e Smith intesero concentrarsi sull'emulazione di altri artisti dell'era Post-punk, come i Talking Heads e Brian Eno. I due abbandonarono quindi i Graduate e formarono un gruppo chiamato The History of Headaches, nomignolo che fu presto cambiato in Tears for Fears. Il progetto fu per Orzabal e Smith quello di formare il nucleo del gruppo e di attorniarsi di musicisti per completare il quadro.
I Tears for Fears furono scritturati dalla Phonogram Records nel 1981 grazie al manager di A&R Dave Bates. Il loro primo singolo come Tears for Fears, Suffer the Children, fu pubblicato per quella etichetta nel novembre 1981, seguito dalla prima edizione della hit Pale Shelter nel marzo 1982.

 

Discografia:

  • 1983 - The Hurting
  • 1985 - Songs from the Big Chair
  • 1989 - The Seeds of Love
  • 1993 - Elemental
  • 1995 - Raoul and the Kings of Spain
  • 2004 - Everybody Loves a Happy Ending

Video:



 

 


Collegamenti: Glee

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho scoperto di recente che la cover di Gary Jules, "Mad World" era proprio loro.

Sinceramente ascoltandola, non è niente male, però continuo a preferire la cover :sasa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora