Recommended Posts

i1b2b9.jpg

Interstellar è un film di fantascienza del 2014 scritto, diretto e prodotto da Christopher Nolan.
 
Genere fantascienza, avventura, drammatico
Regia Christopher Nolan
Soggetto Kip Thorne
Musiche Hans Zimmer

Cast
Matthew McConaughey: Cooper
Anne Hathaway: Amelia Brand
Jessica Chastain: Murphy "Murph" Cooper
Michael Caine: Professor Brand
John Lithgow: Donald
Mackenzie Foy: Murphy "Murph" bambina
Ellen Burstyn: Murphy Cooper anziana
Casey Affleck: Tom
Matt Damon: Dr. Mann
Topher Grace: Getty
Wes Bentley: Doyle
David Gyasi: Romilly
Timothée Chalamet: Tom adolescente
William Devane: Membro del consiglio NASA
Jeff Hephner: dottore
Elyes Gabel: scienziato
David Oyelowo: preside
 

Murphy, figlia di Cooper, ha un profondo legame con quest'ultimo, con il quale condivide l'amore per l'astronomia. La famiglia, composta da Murph, Cooper e Tom, assieme al nonno Donald, vive in una fattoria, immersa in verdeggianti campi di granoturco, l'unico tipo di pianta che ancora riesce a sopravvivere nonostante i profondi cambiamenti climatici che hanno sconvolto la Terra.

 
Film citazionista (ma ammetto di non averle colte tutte) con un messaggio carico di positività verso la razza umana e l'amore intriso in essa.
Film che osa molto ma il risultato è chiaro, non c'è nulla di psicologico o di incomprensibile (2001 cough, cough!) tutto scorre liscio fino alla fine, un film lungo di quasi 3 ore che scorrono abbastanza bene nonostante il lungo svolgimento.

Ignoro bellamente tutte le teorie fisiche/spaziali spiegate per tutta la pellicola: Non ho idea di quante siano reali o solo teorizzate.

Per il resto nulla, un progetto davvero ambizioso, mi è piaciuto (anche le poche tamarrate che non ci stanno mai male ) e lo consiglio, per alcuni può risultare lento e noioso? Forse, ma credo se la siano gestita molto bene con le tempistiche.

Sul lato tecnico ovviamente nulla da eccepire, riesce in quasi tutto quello che vuole mostrare.
 

Trailer di Immediate Music

 

Collegamenti: Hans Zimmer

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uhm beh, deve piacere ovvio, se non piacciono i film fantascientifici (nel senso proprio di fanta-scienza vera, qua è tutto uno spiegone di come funzionano le robe nello spazio) difficilmente piacerà questo, a me personalmente è piaciuto, va oltre al semplcie "viaggi spaziali" qua vuole proprio dare un messaggio di speranza nel futuro dell'uomo, è tutto basato su quello, ma non vorrei dire altro per non spoilerare, però ribadisco che sono quasi 3 ore di film e, se non piace il genere, sicuramente risulterà pesante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

EVENTO

 

Secondo me basta questa parola a descriverlo. Nolan è andato oltre alla semplice idea di film moderno, perchè ha ritrattato tutte le tempistiche e cambiato le scene. Le recensioni negative che ho letto sono proprio riguardanti questo! Ossia il fatto che il pubblico avrebbe preferito che il regista si concentrasse più su alcune scene e non su altre. Ovviamente il "tentare qualcosa di nuovo" mette sempre a rischio l'accettazione dell'opera. Difatti alcuni (come me) lo vedono come uno dei film più belli degli ultimi anni (e secondo me lui ha riscritto il mondo del cinema per i prossimi 10 anni) mentre altri lo reputano soppravalutato.

« Non c'è nessuno oggi capace di osare così tanto, nessuno così determinato a non voler essere come gli altri [...] ribaltando i luoghi comuni del cinema per ambire ad un senso di meraviglia ed avventura che non siano figli solo dell'eroismo individuale del cinema americano (che comunque non manca) ma della semplicità spielberghiana, quella capacità invidiabile di suscitare i sentimenti più basilari quali meraviglia, desiderio e stupore.[25] » (Gabriele Niola)

Per questo, si, non è un film per tutti. è un po' più lento per il suo standard ma riesce comunque a far apprezzare ciò che vorrebbe. Vi è poi un altro punto molto particolare, un punto che fin'ora è stato quasi totalmente ignorato ad Holliwood (ed io adoro Nolan per questo): accuratezza. Nolan ha collaborato con un fisico, Kip Stephen Thorne, che è uno sei maggiori esponenti sul campo (in particolare dei wormhole). La realisticità di questo film raggiunge tali livelli che, per un determinato evento stellare (che non dico per evitare spoiler), le simulazioni effettuate al computer per la ripresa della telecamera sono state oggetto di studio dai fisici stessi. Io in particolare sono ingegnere e non ho trovato una sola pecca che possa intaccare questo titolo. 

Anche la colonna sonora è senza precedenti, andando un po' a ricordare odissea nello spazio, riesce a strabiliare e sollevare ancor di più il senso di epicità della trama. Per tutto il resto... il film è semplicemente perfetto! Dal punto di vista della fotografia, cast, montaggio, riprese etc etc.

A mio parere era un film da 10/10 (l'unico che io abbia giudicato così bene) e che supera ogni lavoro precedente sullo spazio. Però chi sono io? Sono un ragazzo che ormai di cinema si è appassionato da molto tempo e conosce abbastanza cose riguardo questo campo. Riesco quindi ad apprezzare la "diversità" e la particolarità di certe scene. Cose che una persona normale non noterebbe. Per cui ecco le divergenze (talvolta enormi) tra le diverse recensioni che si trovano su internet. 

La realtà? cambia per ognuno di noi... i gusti sono gusti gente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, non credo che Nolan abbia riscritto il cinema solo con questo film, anzi, la pellicola riesce, ma ribadisce quello che sono già stati altri film, su tutti ovviamente Odiessea nello spazio, nonostante ci sia un'obiettivo sostanzialmente diverso, nulla di nuovo dunque, ma di certo ben realizzato che esula dal semplicismo trovabile in altre opere di genere malriuscite, Interstellar invece riesce, ma è così trascendentale?

Direi di no, non certo per sminuirlo in alcun modo, ma è solo un'affermazione di genere che non aggiunge e non stravolge nulla, ed è proprio qua la sua bellezza e la sua forza, pur rimanendo dentro canoni già esplorati ribadisce fortemente questi concetti e li rende più attuali che mai.

Come dicevo, tecnicamente sublime, Nolan alla regia ormai se non una garanzia è comunque marchio di qualità e si nota tutto.

Bello insomma, uno dei migliori certo, ma non rivoluzionario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok ok mi sono spiegato un po' male. XD Concordo con te, però c'è da dire che questo film non si sofferma sui soliti canoni che ci sono nel 90% dei film. Qui Connor prova un enorme amore per la propria figlia, e fa di tutto per darle un mondo in cui vivere. Non c'è invece la solita storia di amore con magari qualche scena di sesso, cosa che ho molto apprezzato perchè l'amore romantico pervade quasi ovunque. Ho letto la sceneggiatura che aveva proposto spielberg per questo film e li si nota quanto fosse accentuata questa differenza. Questo capita anche con altri elementi. Ed è per questi motivi che io credo che Nolan abbia fatto molto. Per quanto sia una cosa già vista, ha qualcosa di nuovo da dire. Per quanto esplori canoni già creati, riesce a dare qualcosa di nuovo. Per quanto sia uno sci-fi, è tecnicamente inattaccabile. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

SI mi aspettavo qualcosa di più non ho visto la brillantezza di Nolan, un film piacevole che però a tratti cade nel banale, la fine un pò frettolosa, forse avrebbero potuto spiegare meglio quello che accade nelle battute finali, anche se tutto sommato si capisce...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sarò sincera e dura :sisi: secondo me è una colossale cagata :sisi: (moderatemi il vocabolario se proprio non potete farne a meno, ma era doveroso) :sisi:

L'ho appena visto e sono tornata a casa delusa. Domani lo avrò già dimenticato :sisi: Nolan davvero sottotono.

L'elenco delle mancanze:

Film lentissimo, sopratutto alla partenza, e inutilmente lungo. 

In alcuni tratti eccessivamente e inutilmente stucchevole

Per esempio, cito (non testualmente). "Non è forse l'amore il legame tra futuro e presente ?"
...
Ma che risposta insulsa è in un film fantascentifico?!!!

Visione catastrofica e non argomentata del declino terrestre. Ogni tanto si solleva del polverone. Perché? Le colture inziano a morire. È una sorta di malattia (mi pare di aver capito). Da dove arriva? Perché non si può curare? Non spiega niente.

Il protagonista ha le qualità recitative di uno passante preso a caso.

Il film è pieno, stracolmo di illogici.

L'esempio più eclatante:

Alle fine del film il protagonista, intrappolato in questa quinta (?) dimensione dice: "Non sono gli alieni, ma è l'umanità del futuro a mandare messaggi per salvare il presente".
Mi sembra banale dire che non esisterebbe nemmeno un' umanità futura se il presente non si fosse già salvato da solo. È terribilmente privo di senso che sia l'uomo del futuro a mandare dei messaggi! È IMPOSSIBILE! Tu uomo del futuro non esisti se non mi salvo e ti genero io che sono nel presente! A livello di logica davvero uno scivolone pazzesco. Sono rimasta senza parole.

I dialoghi sono scialbi, assolutamente privi di spessore.

Scelte da canovaccio assolutamente discutibili.

Tipo sto tizio che, ammettiamolo, è solo per puro egoismo che lascia due figli adolescenti, già privi della figura materna, a crescere solo con il nonno. Sto tizio che si incazza con la ragazza perché non riescono a spicciarsi a tornare su (ma cavolo sei nello spazio e su un pianeta che non conosci!! Non è che puoi dire " Dai ragazzi, 5 minuti e ce ne andiamo"). Sto tizio che cavalca gli tsunami, come un surfista, su un altro pianeta.

Episodi stupidamente drammatici. Uno che muore qua, l'altro che muore là.. così, giusto per rendere un po` più sofferto il tutto.

Il fratello che preferisce far morire la moglie e il figlio di tosse piuttosto che trasferirsi. Ma perché??!!

...

Il film poi è assolutamente privo di stile.

L'elenco potrebbe continuare.

Non so proprio come possa esservi piaciuto, per me esiste una sola parole che descrive bene il film: agghiacciante.

Gli do un 4 su 10 (salvo giusto gli effetti speciali).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uhm Adenina non mi sembri tanto avvezza al genere, quelli che trovi difetti sono peculiarità dello scifi, come ad esempio l'ambiguità temporale che il protagonista si trova ad affrontare nella quinta dimensione, normale amministrazione nella fantascienza di genere, basti prendere un qualsiasi episodio di Doctor Who ad esempio :asd:

 

Per la recitazione pitta di McConaughey avrei da ridire, stai parlando del più recente oscar a miglior attore protagonista XD

 

Sulla visione catatrofica hai colto il messaggio opposto che il regista cerca di trasmettere XD

In realtà, davanti ad un panorama così catastrofico, dove l'uomo sulla terra contribuisce a testa bassa alla sua autodistruzione

Proprio come il fratello che preferisce la morte della famiglia piuttosto che trasferirsi

 

vuole mandare proprio un messaggio di speranza e fede nell'umanità e nell'amore che essa può dare, il futuro c'è, basta crederci, non a caso

Persino quando devono scegliere tra il pianeta dello scienziato coi dati più rassicuranti e quello dell'amante della ragazza, che cerca di convincerli ad andare da lui perché crede nel suo amore, vanno dall'altro e si rivelano dati fasulli, mentre l'altro pianeta si rivela abitabile ulteriore conferma che l'amore avrebbe dato la risposta che cercavano

 

Per la lentezza invece non guardarti mai 'Odissea nello Spazio'... perderesti anni di vita XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uhm Adenina non mi sembri tanto avvezza al genere, quelli che trovi difetti sono peculiarità dello scifi, come ad esempio l'ambiguità temporale che il protagonista si trova ad affrontare nella quinta dimensione, normale amministrazione nella fantascienza di genere, basti prendere un qualsiasi episodio di Doctor Who ad esempio :asd:

 

Per la recitazione pitta di McConaughey avrei da ridire, stai parlando del più recente oscar a miglior attore protagonista XD

 

Sulla visione catatrofica hai colto il messaggio opposto che il regista cerca di trasmettere XD

In realtà, davanti ad un panorama così catastrofico, dove l'uomo sulla terra contribuisce a testa bassa alla sua autodistruzione

Proprio come il fratello che preferisce la morte della famiglia piuttosto che trasferirsi

 

vuole mandare proprio un messaggio di speranza e fede nell'umanità e nell'amore che essa può dare, il futuro c'è, basta crederci, non a caso

Persino quando devono scegliere tra il pianeta dello scienziato coi dati più rassicuranti e quello dell'amante della ragazza, che cerca di convincerli ad andare da lui perché crede nel suo amore, vanno dall'altro e si rivelano dati fasulli, mentre l'altro pianeta si rivela abitabile ulteriore conferma che l'amore avrebbe dato la risposta che cercavano

 

Per la lentezza invece non guardarti mai 'Odissea nello Spazio'... perderesti anni di vita XD

 

Perdonami Sky, ma secondo me non hai capito le mie obiezioni :sisi:

l'ambiguità temporale -> per me va benissimo, è la mancanza di logica narrativa che non mi piace :sisi:

recitazione pitta di McConaughey -> gli Oscar non si danno sempre e solo in base alla bravura :sisi: Non sono assolutamente un critico cinematografico, né assurgo ad esserlo, ma ripeto, secondo me, in questo film la recitazione è scadente. Bravina  la Hataway e il suo padre (non so il nome dell'attore) :sisi:

 

vuole mandare proprio un messaggio di speranza e fede nell'umanità e nell'amore che essa può dare -> non ho mai accennato al messaggio che è indubbiamente questo (se vuoi anche piuttosto banalotto). Mi lamento delle frasi stucchevoli e della mancanza di spiegazioni, argomentazioni. Gravissimo in qualsiasi film.

l'uomo sulla terra contribuisce a testa bassa alla sua autodistruzione -> non è assolutamente vero, tanto che la figlia del protagonista, la nasa e gli astronauti fanno di tutto per salvare il mondo. Per quanto tu possa pensare che la terra sta per morire, non ha la certezza di quando accadrà e trovo stupido far morire precocemente tua moglie e tuo figlio in virtù del "tanto moriamo tutti tra poco". Va anche contro ogni senso di normalissima affezione parentelare.

 

Per la lentezza invece -> ho visto film lenti che mi sono piaciuti un sacco. Questo è inutilmente lento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Edit: a quanto pare non sono solo io a pensarla così. La prima recensione che ho trovato (Il Post) dice quasi pari pari quello che dico io (ed è la prima volta che cerco recensioni su questo film, sono appena tornata dalla visione). Togli ovviamente tutta la parte fisica (la recensione è scritta da un fisico), di cui ovviamente io non so un accidente di nulla :sisi:

 

http://www.ilpost.it/2014/11/09/problemi-interstellar/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sarà che io così lento non l'ho trovato ma anzi, le quasi tre ore mi sono passate bene.

 

Comunque mancanza di spiegazioni logiche riguardo a cosa? spiega tutto mi pare, la logica narrativa non mi pare manchi

Lui trova una dimensione creata dagli umani del futuro che l'hanno messa li in modo che lui possa salvare l'umanità e creare appunto quel futuro, mi sembra di facile comprensione, cosa ti manca? XD

 

cosa secondo te non è coerente/logico dal punto di vista... da che punto vista? perché ho capito che non ti sia piaciuto, ma non capisco quali argomentazioni ti siano mancate.

 

La nasa vuole salvare il mondo?

veramente vuole lasciare morire il pianeta e colonizzare su un altro abitabile, fin dall'inizio poi, solo il protagonista e sua figlia credono realmente ci possa essere una salvezza da qualche parte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lui trova una dimensione creata dagli umani del futuro che l'hanno messa li in modo che lui possa salvare l'umanità e creare appunto quel futuro, mi sembra di facile comprensione, cosa ti manca? -> se non capisci l'illogicità di questa affermazione come posso continuare a provare a spiegartela?

 

veramente vuole lasciare morire il pianeta e colonizzare su un altro abitabile, fin dall'inizio poi, solo il protagonista e sua figlia credono realmente ci possa essere una salvezza da qualche parte. ->noi sappiamo solo che il vecchio e il tizio che cerca di ammazzare il protagonista non vogliono garantire un futuro a tutti quelli che sono sulla Terra.  Per quanto riguarda gli altri, non sappiamo.

 

Leggiti la recensione del Post.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lui trova una dimensione creata dagli umani del futuro che l'hanno messa li in modo che lui possa salvare l'umanità e creare appunto quel futuro, mi sembra di facile comprensione, cosa ti manca? -> se non capisci l'illogicità di questa affermazione come posso continuare a provare a spiegartela?

 

Semplice: non va spiegata, è così.

 

nel loro futuro, è già successo, nel passato quelli che a loro volta erano nel futuro hanno ripetuto il "salvataggio" del passato, che era il loro presente, continuando in un loop temporale infinito, come dicevo, è normale nella fantascienza di genere, succede spesso.

 

veramente vuole lasciare morire il pianeta e colonizzare su un altro abitabile, fin dall'inizio poi, solo il protagonista e sua figlia credono realmente ci possa essere una salvezza da qualche parte. ->noi sappiamo solo che il vecchio e il tizio che cerca di ammazzare il protagonista non vogliono garantire un futuro a tutti quelli che sono sulla Terra.  Per quanto riguarda gli altri, non sappiamo.

 

Perché non ci interessa, per quanto riguarda lo spettatore i personaggi presentati della nasa SONO la nasa, non serve altro.

 

La recensione del post è la stessa di tanti altri siti, questo film ha spaccato in due il pubblico, ho visto più articoli di persone diverse anche sullo stesso sito fare due recensioni diverse, uno positiva e l'altro negativa, chi lo ama e chi lo odia. io non mi schiero ma di certo mi è piaciuto e se pur non amandolo sono più vicino a quelli che lo amano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Semplice: non va spiegata, è così.

 

nel loro futuro, è già successo, nel passato quelli che a loro volta erano nel futuro hanno ripetuto il "salvataggio" del passato, che era il loro presente, continuando in un loop temporale infinito, come dicevo, è normale nella fantascienza di genere, succede spesso.

 

 

Perché non ci interessa, per quanto riguarda lo spettatore i personaggi presentati della nasa SONO la nasa, non serve altro.

 

La recensione del post è la stessa di tanti altri siti, questo film ha spaccato in due il pubblico, ho visto più articoli di persone diverse anche sullo stesso sito fare due recensioni diverse, uno positiva e l'altro negativa, chi lo ama e chi lo odia. io non mi schiero ma di certo mi è piaciuto e se pur non amandolo sono più vicino a quelli che lo amano.

 

Semplice: non va spiegata, è così.

 

nel loro futuro, è già successo, nel passato quelli che a loro volta erano nel futuro hanno ripetuto il "salvataggio" del passato, che era il loro presente, continuando in un loop temporale infinito, come dicevo, è normale nella fantascienza di genere, succede spesso. ->

Non ha senso. Prima che esista un futuro deve esserci un passato.

Poniamo, per assurdo, che esista questo loop. Per arrivare al loop devi prima vivere il passato e poi il futuro. Quindi tornare indietro.

Mi spiego meglio, se dal punto A(il passato) io non arrivo al punto B(il futuro), non posso tornare da B ad A semplicemente perché B non esiste dato che non ci sono mai arrivata.

Almeno una volta io devo fare il passaggio A->B prima di poter tornare indietro. Il primo passaggio A->B non può essere condizionato da B (perché B ancora non esiste) perciò deve essere A a compiere il primo passo. Dopo puoi fare tutti i loop che vuoi.

 

Perché non ci interessa, per quanto riguarda lo spettatore i personaggi presentati della nasa SONO la nasa, non serve altro. ->

Non centra niente. Ti sto dicendo che non puoi sapere se non erano solo il vecchio e Matt Damon (mi pare fosse lui) a covare in segreto il piano di non tornare indietro. Questo significa che la tua tesi "tutti vogliono andare verso l'autodistruzione" non regge. È  una tua interpretazione, non un dato offerto dal film.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pure il resto dell'equipaggio puntava al piano B, solo il protagonista sperava ardentemente nel piano A.

 

per il loop temporale, certo, ci vuole un piano da dove partire, ma allora non si creerebbe la contraddizione e tutto perderebbe senso, è proprio ciò su cui si basa l'inspiegabile, questa determinata cosa succede perché è la storia stessa a richiederlo, ribadisco, non è la prima volta che guardando un'opera che parla di viaggi temporali mi imbatto in cose simili, sono una peculiarità del genere, non cercare una spiegazione logica, se ci fosse allora ci viaggeremmo seriamente anche nel mondo reale avanti e indietro nel tempo, non accade perché questa logica appunto, manca, ma non è una debolazza, tutt'altro, se ci vuoi trovare a tutti i costi una base scientifica e reale beh, hai sbagliato proprio non solo film, ma persino genere.

 

un po' come chiedere ai credenti di spiegare i dogmi della chiesa, son dogmi proprio per significato no? XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
veramente vuole lasciare morire il pianeta e colonizzare su un altro abitabile, fin dall'inizio poi, solo il protagonista e sua figlia credono realmente ci possa essere una salvezza da qualche parte.

 

Io sono rimasto male proprio xkè ha trovato delle terre aride e inospitali, da quel momento il film non mi ha convinto piu.

Io mi aspettavo questo viaggio di massa degli abitanti della terra attraverso lo spazio profondo in corsa contro il tempo piegato dalle leggi della fisica.

 

Bella l'idea del buco nero, la singolarità, lo spazio-tempo, il tuffo in un altra dimensione (mi ricordava The Hypercube per la geometria)

Mi sarebbe piaciuto  questa fuga di massa dalla terra attraverso paesaggi del genere:

 

XM6GIv.jpg

 

Con gente che si tuffa nelle galassie..

 

vASZCl.jpg

 

Ho letto su Wikipedia che il film è basato su un trattato del fisico teorico Kip Thorne, ma qui il regista ha deciso di puntare la storia su altro, mi sembra piu importante il rapporto tra padre-figlia piuttosto che quello del salvataggio dell' umanità.

 

Ho visto poche settimane fa The Host, un film del 2013 e personalmente l'ho reputo migliore di questo, anche se a livello tecnico è piu elementare e sbrigativo.

 

Questo film mi ha lasciato l'amaro in bocca. Poteva essere davvero un capolavoro, ma questo continuo rapporto padre-figlia mi ha tolto il fascino dei film di fantascienza. Cioè, se il regista attraverso questa connessione telepatica padre-figlia voleva portare un messaggio di pace..beh..io l'ho avrei espresso in modo molto diverso.

 

Non lo reputo un film che mi abbia trasmesso speranza. Voto 6/7.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anche a me non è piaciuto

l'ho visto al cinema e ho sbadigliato parecchio

avrei preferito una serie tv, molte cose sono scivolate via così come se niente fosse e alcune cose meritavano un approfondimento maggiore

 

alcune cose le ho trovate assurde, magari mi sbaglio

1 mi pare proprio il paradosso dei viaggi nel tempo

il protagonista è il fantasma nell'armadio e si è dato le coordinate della Nasa da solo... come è possibile?

tra l'altro come fa a comunicare con Tars? come fa a inserire un codice morse in loop sull'orologio (ok la fantascienza di inserirlo... ma di farlo in loop è fuori dalla logica di come ci è stato presentato)? come è possibile che quando la figlia porta con se l'orologio... il codice morse è ancora in loop?

2 tra i tanti buchi del film, la fine

recuperano il protagonista, è passata 1 vita, hanno costruito una stazione orbitante, è tutto pronto... e stanno ad aspettare lui per andare dall'altra donna astronauta... e addirittura ci deve andare di nascosto?! ma perchè?!

che poi non ho capito bene, ma se quella "palla" è sparita come fa a raggiungerla? sempre che sia sparita, perchè così è sembrato... almeno a me 

 

non lo consiglio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I loop del tempo per me non sono dei paradossi. Pensavo a LOST, che di paradossi del tempo ne ha messi tanti oppure a FRINGE.

 

Tra la figlia e il padre c'è una comunicazione telepatica, cioè entrambi riescono a comunicare al di la delle nomali dimensioni del tempo e dello spazio e come mezzo usano la gravità o un campo speciale.

Cercando di spiegare in termini fisici, bisogna considerare il concetto di http://it.wikipedia.org/wiki/Singolarit%C3%A0 in cui le superfici e le dimensioni degenerano.

Questo era una cosa ben congeniata nel film.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora