.:Luke:.

Artemisia: Questa erba uccide il 98% del tumore in sole 16 ore! (?)

Recommended Posts

Artemisia-Annua-300x193.jpeg

I media ovviamente non potevano fare altro che NASCONDERE CON FORZA questa scoperta. Dovete sapere, infatti, che esiste un’erba il cui principio attivo, combinato con il ferro, è in grado di uccidere il tumore in sole 16 ore! Il suo nome è “Artemisia annua”.

Ovviamente questa erba è boicottata dalle lobby perchè non costa nulla e la soluzione al problema cancro è molto rapid. Le case farmaceutiche puntano a soluzioni molto più durature e dispendiose per trarre profitto dalla salute dei pazienti, ma noi speriamo che ci aiutate a condividere questa notizia e farla giungere a chi davvero ne ha bisogno.

Come già sappiamo, il cancro è la malattia più letale esistente. Questa erba, l’ Artemisia annua, è una di quelle cure che può uccidere fino al 98% le cellule tumorali in appena 16 ore.

Vale a dire, secondo le ricerche pubblicate in “Life Science”, l’artemisinina, derivata dall’ Artemisia annua, è stata utilizzata nella medicina cinese e può uccidere il 98% di cellule del cancro del polmone in meno di 16 ore.

In realtà però l’erba in questione da sola sconfigge il 28% delle cellule cancerogene; è la sua combinazione con il ferro che porta alla totale distruzione del tumore: artemisinina + ferro =guarigione…

In passato l’artemisinina è stata utilizzata come un potente rimedio antimalarico ma ora è dimostrato che questa cura è efficace anche nella lotta contro il cancro. Questo perché quando si aggiunge del ferro alle cellule tumorali infettate, attacca selettivamente le cellule “cattive”, e lascia quelle “buone” intatte.

Gli scienziati che seguono le ricerche, condotte presso l’Università della California, hanno dichiarato: “In generale i nostri risultati mostrano che l’artemisinina ferma il fattore di trascrizione ‘E2F1′ e interviene nella distruzione delle cellule tumorali del polmone, il che significa che controlla la crescita e la riproduzione delle cellule del cancro”.

Utilizzando una varietà resistente alle radiazioni delle cellule del cancro al seno (che aveva anche una elevata propensione per l’accumulo di ferro) l’artemisinina si è dimostrata avere un tasso di uccisione del cancro del 75% dopo appena 8 ore, e uno del quasi 100% dopo appena 24 ore.

 

 


 

Sarà vero?!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se è vero è incredibile. Il problema è il grande SE.. "GLi scienziati che seguono le ricerche" --> perchè non cominciano a curare tutti invece di parlare? Anche a costo di andarci io stesso. E' da tanto che sento dire "quest'erba migliora questo, quell'altra quest'altro" però poi c'è un nulla di fatto. Come mai? Magari è vera questa notizia, ma quando si comincerà davvero a combattere questo male? Se è vero che le lobby mondiali vogliono far tacere queste notizie, penso che adesso non se ne parlerebbe affatto. Poi chi sà.. Ma per come va il mondo, ti farò vedere che gli ammalati di cancro ci saranno sempre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avete la benchè minima idea della percentuale di cellule tumorali che uccidono i chemioterapici? :mhm:

 

Non metto in dubbio che da questa pianta si potrà avere un altro farmaco contro i tumori ( leggasi chemioterapico :asd: ) ma tutti i chemioterapici sulle culture cellulari hanno effetti devastanti come questa pianta :asd: Ma il passo dalla cultura cellulare a cavie è lunghissimo :sasa:

 

E' facile inventare una notizia da episodi che magari son pure veri, ma una sola cosa vera non trasforma le stronzate in verità :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando leggo queste cose ormai non mi stupisco neanche più..

La pianta di turno che sconfigge i tumori. I TUMORI. Si perchè esistono centinaia di tipi di tumori, e non esiste che un singolo farmaco possa curarli tutti. Non esiste al mondo.
Proprio come qualche anno fa, c'era la cagata del veleno di scorpione miracoloso che curava OGNI tipo di cancro.

Il prodotto si chiamava (forse lo fanno ancora? Mi sono disinteressato) Escoazul, prodotto a Cuba. 

Liste d'attesa lunghe mesi per accaparrarsi questo prodotto di dubbia utilità, la cui attività non è stata scientificamente provata.

E vi lascio immaginare i big money che si sono fatti con l'escoazul...

Ora con questa artemisia sta succedendo la stessa cosa. E' il prodotto di turno che promette guarigioni miracolose, appena il web si stancherà dell'artemisia uscirà qualcos'altro che prenderà il suo posto.

Qualche anno fa era la cirimoia/annone la pianta miracolosa, poi l'escoazul, ora l'artemisia (e chissà quanti altri in mezzo).

Finché non vengono pubblicati studi corredati da trials clinici possono dire quello che vogliono, ma resteranno tutte parole..

Faccio anche un esempio di due principi attivi naturali, antitumorali, provenienti da una pianta che scommetto avrete visto tutti, funzionanti.

Sono gli alcaloidi della vinca (o pervinca), vincristina e vinblastina, i quali impediscono la mitosi (sdoppiamento) delle cellule tumorali.

Vinca rosea:
https://www.google.it/search?q=vinca+rosea&espv=2&biw=1280&bih=675&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=Zg1AVJiwKNDLaN3tgYAD&sqi=2&ved=0CAYQ_AUoAQ

Eppure non si tratta di sostanze miracolose, con la vincristina e vinblastina si possono curare solo 3 o 4 tipi di tumori, alle mammelle, ai testicoli e non ricordo gli altri.

Questo succede perché ogni farmaco ha la sua selettività.

Non esistono le panacee.

Magari l'artemisina, dopo svariati anni di studio, potrà essere utilizzata come precursore di un ipotetico principio attivo con attività antitumorale, chi lo sa :boh:

In ogni caso non considerate oro colato tutto quello che viene detto in giro, soprattutto su internet.
Passo e chiudo  :happy:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tutti dottori qua :mmh:

 

E' sempre bene avere un parere da uno che ne capisce un minimo. Anche io penso che sia la trovata di turno per far soldi (anche sul web). Spero però che questa volta sia vero, per il bene di tutti  :sasa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma poi com'è che uccide le cellule tumorali? Corda di pianoforte? mossa dei 5 passi? con un calibro 50? :asd:

Scherzi a parte sarà la solità zingarata, tipo quelli che dicevano di curare i tumori con il bicarbonato.. :sasa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le uccide bloccando il fattore di trascrizione E2F1 che regola in ciclo cellulare. Bloccare il ciclo cellulare significa uccidere la cellula (come già detto è uno dei tanti meccanismi d'azione di una vasta gamma di chemioterapici). Questo fattore è presente in tutte le cellule del nostro organismo, allora come fa ad essere specifico? Da questo breve articolo si capisce che la cosa sensazionale è che sembri colpire le cellule che accumulano ferro, quindi probabilmente sfrutta lo stesso "canale d'ingresso" e che quindi seguendo la "scia di ferro" entra nelle cellule e le uccide bloccando il loro ciclo biologico. 

 

Tralasciando che non mi pare poi molto "comodo" sfruttare il ferro per direzionare questo possibile futuro farmaco verso le sole cellule tumorali, quello che bisogna capire che ci sono chemioterapici che fanno più o meno la stessa medesima cosa, solo che in un organismo le cose si "complicano leggermente" 

 

Tutti dottori qua :mmh:

 

Tutti disoccupati insomma :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora