Cerca nel Forum

Showing results for tags 'Rock progressivo'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Welcome to The Forum
    • Benvenuti - Presentatevi
    • Comunicazioni e guide al forum
    • Supporto
  • Informatica
    • Computer Zone
    • Cellulari - Smartphone - Tablet
  • Videogame Zone
    • Sony PlayStation
    • Microsoft Xbox
    • Nintendo
    • NoDZF Multiplayer Game
  • Discussioni Varie
    • Anime, Cartoni, Manga, Fumetti & Comics
    • Videogiochi
    • Musica
    • Film, Telefilm e TV
    • Letteratura
    • Seriamente Parlando
  • Extra Forum
    • Tema Libero
    • Video Zone
    • L'Angolo Degli Sportivi
    • Cucina
  • Artistic Forum
    • Digital Art
    • Traditional Art
    • Fai da te!
  • E-commerce
    • Mercatino [IN CANTIERISSIMO]
    • Negozi Online
    • Offerte del WEB
    • Guide, Consigli, Segnalazioni

Blogs

  • Recensioni & Opinioni
  • Recensioni & Opinioni [Varie]

Trovato 22 risultati

  1. Metal Anathema

    Gli Anathema sono una band inglese, originaria di Liverpool. Agli inizi della loro carriera hanno contribuito a sviluppare, insieme a Paradise Lost e My Dying Bride, il genere death doom metal. Tuttavia, in un percorso di continua evoluzione e ricerca, si sono distaccati dalle sonorità più cupe degli esordi per sviluppare ad ogni nuova uscita un suono più atmosferico e affine a sonorità progressive rock e art rock. Discografia: 1993 – Serenades 1995 – The Silent Enigma 1996 – Eternity 1998 – Alternative 4 1999 – Judgement 2001 – A Fine Day to Exit 2003 – A Natural Disaster 2010 – We're Here Because We're Here 2012 – Weather Systems 2014 – Distant Satellites Fonte - Official website
  2. Rock Phil Collins

    Phil Collins Biografia: Philip David Charles Collins (Londra, 30 gennaio 1951) è un cantautore, polistrumentista e musicista britannico, noto sia come solista sia come componente dello storico gruppo dei Genesis. Collins è uno dei tre artisti (insieme a Paul McCartney e Michael Jackson), ad aver venduto oltre 100 milioni di album in tutto il mondo sia come solisti che come membri principali di una band. Nel 1970 risponde a un annuncio su Melody Maker ed ottiene la possibilità di un'audizione per entrare a far parte dei Genesis, che avevano già cambiato tre batteristi nel giro di due album. Recatosi presto sul luogo, riesce ad ascoltare i pezzi da suonare (facenti parte dell'album Trespass) prima del suo turno. La sua abilità sullo strumento ed i suoi trascorsi teatrali fanno di lui il "batterista" ideale per la band. Collins canta già come solista nella canzone For absent friends presente nell'album Nursery Cryme del 1971 e nella canzone More Fool Me presente nell'album Selling England by the Pound del 1973. I dissidi con il cantante e fondatore della band Peter Gabriel cominciano già nel 1973, quando Gabriel si rifiuta di cantare la canzone More Fool Me; Collins abbraccia l'idea di essere la voce dei Genesis per la seconda volta, dopo la comparsa in For Absent Friends dall'album Nursery Cryme. Collins lascia i Genesis nel 1995 per dedicarsi alla carriera da solista. L'ultimo album in studio con i Genesis è We Can't Dance (1991), mentre è del 1993 l'album live "The way we walk". Discografia: Face Value (1981) Hello, I Must Be Going! (1982) No Jacket Required (1985) 12"ers (1988) But Seriously (1989) Both Sides (1993) Dance into the Light (1996) Testify (2002) Going Back (2010) Video: http://www.philcollins.co.uk/ Collegamenti: Genesis in Gruppi & Cantanti Glee
  3. PFM (Premiata Forneria Marconi) Info: La Premiata Forneria Marconi, nota anche come PFM, è un gruppo musicale rock progressivo italiano che ha avuto grande popolarità negli anni settanta, sia in Italia sia a livello internazionale (in Gran Bretagna, nel Nord America, ma anche in Giappone). Tra i gruppi italiani progressive di quel periodo (Banco del Mutuo Soccorso, Stormy Six, Osanna, Acqua Fragile, The Trip, Goblin, Area, Perigeo, Le Orme, Opus Avantra, New Trolls), è stato, insieme anche agli Area, uno dei pochi ad avere successo dentro e fuori i confini nazionali. È stato inoltre l'unico gruppo italiano ad entrare nella classifica top100 della celebre rivista statunitense Billboard. Musicalmente imparentata con gruppi come i Genesis, la parte progressive dei Pink Floyd o i primi King Crimson e Gentle Giant. Inoltre ha saputo evolvere il proprio stile anche nei decenni successivi grazie anche alle notevoli doti tecniche dei suoi componenti. Discografia: 1972 - Storia di un minuto 1972 - Per un amico 1973 - Photos of Ghosts 1974 - L'isola di niente 1974 - The World Became the World 1975 - Chocolate Kings 1977 - Jet Lag 1978 - Passpartù 1980 - Suonare suonare 1981 - Come ti va in riva alla città 1984 - PFM? PFM! 1987 - Miss Baker 1997 - Ulisse 2000 - Serendipity 2005 - Dracula Opera Rock 2006 - Stati di immaginazione 2010 - A.D. 2010 - La buona novella 2013 - PFM in Classic - Da Mozart a Celebration (2 CD e 3 LP) (Immaginifica by Aereostella) Video: http://www.pfmpfm.it/
  4. Progressive King Crimson

    I King Crimson sono una rock band fondata a Londra, Inghilterra, nel 1969. Spesso classificata come una band prettamente progressive, essa ha subito le influenze di diversi generi musicali durante il corso della sua esistenza, tra i quali: jazz, folk, musica classica, musica sperimentale, rock psichedelico, hard rock, heavy metal, new wave, gamelan, musica elettronica, e drum and bass. Per contro, i King Crimson hanno influenzato molti artisti contemporanei, creando una sorta di culto attorno al loro nome. Anche se nati in Inghilterra, i King Crimson hanno visto tra le loro fila anche musicisti americani, a partire dal 1981. La formazione si è continuamente modificata e, negli oltre quarant'anni di attività del gruppo, si sono avvicendati al suo interno ben diciotto musicisti, più due parolieri. Unica costante la presenza del chitarrista Robert Fripp, membro fondatore e indubbio cardine di tutta la storia del gruppo. La prima formazione del gruppo, quella del 1969, è stata determinante nella sua storia, nonostante la breve durata. Già nel 1970, infatti, i King Crimson divennero un gruppo piuttosto instabile, e pertanto non ebbero modo di promuovere in concerto i due album registrati in quell'anno; torneranno sul palco, dopo nuovi avvicendamenti, nel 1971. I lavori di questo primo corso sono caratterizzati da una profonda esplorazione e fusione di generi, quali il jazz, il funk e la musica da camera. Dal 1972, a seguito di un nuovo radicale cambiamento di organico, il gruppo divenne più stabile, e cominciò a prevalere l'aspetto dell'improvvisazione, che mescolava hard-rock, musica classica, free jazz, e jazz fusion, almeno sino al 1974, anno che segna l'inizio di un lungo periodo di pausa. Nel 1981, dopo sette anni di inattività, il gruppo si riunì nuovamente, con una nuova formazione: questo periodo, che si concluse circa tre anni dopo, fu caratterizzato da una forte influenza della nascente new wave. In successive reunion i King Crimson hanno radicalmente riveduto il loro sound, ora in tutto influenzato dai generi musicali di più recente nascita, come l'industrial rock e il grunge. Questo spirito di rinnovamento musicale non si è mai spento, ed è tutt'oggi una delle caratteristiche portanti del gruppo. La storia dei King Crimson è dunque segnata anche da ricorrenti periodi di stasi, sanciti quasi sempre dalle decisioni di Robert Fripp; tuttora il loro stato di attività è ambiguo: nonostante il diario on-line di Fripp suggerisca che egli sia ben poco intenzionato a lavorare nel contesto dei King Crimson, il chitarrista ed i suoi colleghi riappaiono in varie combinazioni nell'ambito dei cosiddetti ProjeKCts, successione variabile di spin-off iniziata nel 1997, la cui ultima incarnazione ha visto collaborare Fripp e Mel Collins (entrambi membri "storici") con il chitarrista e autore Jakko Jakszyk, in un progetto che vede anche la partecipazione di Tony Levin e Gavin Harrison, entrambi "transitati" nei King Crimson nel corso degli anni. Official website
  5. I Thirty Seconds to Mars sono un gruppo musicale statunitense formatosi nel 1998 a Los Angeles, California. Il gruppo ha venduto oltre 10 milioni di copie dei suoi album in tutto il mondo. Fin dal 2007, la formazione del gruppo è sempre stata costituita da Jared Leto (voce, chitarra ritmica, basso, testi), Shannon Leto (batteria, percussioni) e Tomo Miličević (chitarra solista, tastiere, sintetizzatore). In seguito all'uscita del gruppo di Matt Wachter (ora parte dei Angels & Airwaves) nel 2007, Tim Kelleher ha preso parte al progetto come bassista, ma esclusivamente come turnista, dal momento che le tracce di basso vengono registrate in studio da Jared e Miličević, mentre Braxton Olita venne aggiunto alla formazione dal vivo come tastierista nel 2009. In precedenza, nella formazione dei Thirty Seconds to Mars era inclusa la presenza dei chitarristi Solon Bixler (ora membro dei Great Northern) e Kevin Drake (ora nei Polaroid Kiss). All'attivo, i Thirty Seconds to Mars hanno realizzato quattro album in studio: 30 Seconds to Mars (2002), A Beautiful Lie (2005), This Is War (2009) e Love, Lust, Faith and Dreams (2013). Hanno al loro attivo anche tre EP: AOL Sessions Undercover (2007), To the Edge of the Earth (2008), e MTV Unplugged (2011). La musica dei Thirty Seconds to Mars è stata spesso associata a diversi generi, quali alternative rock, rock progressivo, hard rock ed emo. Nel loro stile hanno spesso incluso elementi di altri generi come progressive metal, screamo, space rock e rock elettronico. Dopo la pubblicazione degli ultimi due album è inoltre diventata ancora più comune la definizione dei Thirty Seconds to Mars come gruppo arena rock. Discografia: 2002 – 30 Seconds to Mars 2005 – A Beautiful Lie 2009 – This Is War 2013 – Love, Lust, Faith and Dreams Info da: Wikipedia Qualcuna tra le loro canzoni più famose: Sito web: http://www.thirtysecondstomars.com
  6. Progressive Dream Theater

    Dream Theater Biografia: I Dream Theater sono un gruppo musicale progressive metal statunitense, fondato a Boston nel 1985 da John Petrucci, John Myung e Mike Portnoy. Nonostante alcuni cambiamenti di formazione, i tre componenti originari sono sempre stati presenti nel gruppo fino all'8 settembre 2010, giorno in cui Portnoy decise di lasciare il gruppo. Nati inizialmente col nome di Majesty, i Dream Theater sono diventati una delle band progressive di maggior successo commerciale degli anni novanta. La band è rimasta celebre negli anni, grazie anche alla qualità dei suoi componenti e ai progetti esterni a cui hanno preso parte: Petrucci fu chiamato per sei volte come terzo componente dei G3, nel 2009 fu nominato come il "secondo miglior chitarrista metal di sempre" da Joel McIver nel suo libro The 100 Greatest Metal Guitarists e fu inserito nella lista "Top 10 Greatest Guitar Shredders of All Time" dalla rivista GuitarOne. Jordan Rudess viene considerato uno dei migliori tastieristi di tutti i tempi secondo molte riviste come MusicRadar. L'ex batterista Mike Portnoy ha vinto 26 premi dalla rivista Modern Drummer ed è la seconda persona più giovane ad essere stata inserita nella Rock Drummer Hall of Fame, all'età di 37 anni. Il suo successore Mike Mangini invece ha vinto cinque volte il titolo di WFD World's Fastest Drummer Extreme Sport Drumming. John Myung fu votato come il più grande bassista di tutti i tempi in un sondaggio effettuato da MusicRadar nel settembre 2010. Nel 2010 inoltre, i Dream Theater sono stati introdotti nella Long Island Music Hall of Fame. Il loro disco più venduto è Images and Words (1992), il quale fu certificato disco d'oro dalla RIAA e si piazzò alla posizione numero 61 della classifica Billboard 200, vendendo complessivamente 2 milioni di copie nel mondo. Anche gli album Awake (1994) e Six Degrees of Inner Turbulence (2002) entrarono nella Billboard 200, rispettivamente alla posizione 32 e 46. Metropolis Pt. 2: Scenes from a Memory entrò alla posizione 95 nell'edizione di ottobre 2006 della lista stilata dalla rivisita Guitar World relativa ai 100 migliori album di tutti i tempi,oltre anche ad essere stato nominato il miglior album progressive di tutti i tempi secondo la rivista Rolling Stone. Nel 2007 Systematic Chaos entrò nella Billboard 200 alla posizione 19, mentre i successivi Black Clouds & Silver Linings e A Dramatic Turn of Events entrarono nella classifica statunitense rispettivamente alla posizione 6 e 8. Il singolo On the Backs of Angels, estratto da A Dramatic Turn of Events, ha ricevuto una nomination ai Grammy Award nella categoria "Best Hard Rock/Metal Performance", segnando la prima nomination in assoluto del gruppo ai Grammy Award. Al 2011, i Dream Theater hanno venduto oltre 12 milioni di copie in tutto il mondo. Formazione attuale: James LaBrie – voce (1991–presente) John Petrucci – chitarra, voce (1985–presente) John Myung – basso (1985–presente) Jordan Rudess – tastiera, continuum, keytar (1999–presente) Mike Mangini – batteria, percussioni (2011–presente) Discografia: 1989 – When Dream and Day Unite 1992 – Images and Words 1994 – Awake 1997 – Falling into Infinity 1999 – Metropolis Pt. 2: Scenes from a Memory 2002 – Six Degrees of Inner Turbulence 2003 – Train of Thought 2005 – Octavarium 2007 – Systematic Chaos 2009 – Black Clouds & Silver Linings 2011 – A Dramatic Turn of Events 2013 – Dream Theater Video: http://www.dreamtheater.net/
  7. Progressive Jethro Tull

    I Jethro Tull sono un gruppo musicale originario di Blackpool, in Inghilterra, fondato dallo scozzese Ian Anderson (flauto traverso e polistrumentista). La band prende il nome dal pioniere della moderna agricoltura, Jethro Tull (1674-1741). Inizialmente la band, capitanata sia da Ian Anderson che dal chitarrista Mick Abrahams, era sostanzialmente orientata verso il blues. Il loro primo album, “This Was” (1968), mette in fila una serie di brani rock-blues tra cui spicca “Song for Jeffrey”. Nel gruppo si apre subito una discussione sulla direzione da prendere: vince Ian Anderson e Mick Abrahams esce dalla formazione andando a fondare i Blodwyn Pig con cui continua la propria strada nel british blues. I Tull si incamminano lungo un percorso che flirta contemporaneamente con quattro stilemi che, con equilibri diversi nelle varie fasi della loro lunga vita, si possono individuare nella musica folk, nella musica jazz, nella musica classica, e ancora il blues, che resta comunque negli ingredienti della loro produzione. In quel periodo milito’ nella formazione per un breve periodo anche Tony Iommi, chitarrista dei Black Sabbath, prima dell’arrivo del futuro compagno di lungo tempo dei Jethro Tull, il chitarrista Martin Barre. Stand Up (1969) è il primo vero successo di Anderson e compagni. Passa alla storia soprattutto per la rivisitazione di una Bourèe di J.S. Bach (dalla Suite per liuto n° 1 BWV 996). Fonte: Last.fm Sito Ufficiale:http://jethrotull.com/
  8. Rock Freddie Mercury

    Freddie Mercury, nome d'arte di Farrokh Bulsara (Zanzibar, 5 settembre 1946 – Londra, 24 novembre 1991), è stato un cantautore, musicista e compositore britannico. Nato a Zanzibar con ascendenze parsi e indiane, Freddie Mercury fu fondatore nel 1970 dei Queen, gruppo rock britannico di cui fece parte fino alla morte. È ricordato per il talento vocale e la sua esuberante personalità sul palco. Nazionalità Regno Unito Regno Unito Genere Glam rock, Hard rock, Pop rock, Rock progressivo, Dance rock, Art rock, Arena rock, Arena rock, Heavy metal Periodo di attività 1969-1991 Strumento voce, pianoforte, sintetizzatore, tastiera, clavicembalo, chitarra Etichetta Columbia, Polydor, EMI, Parlophone Gruppi: The Hectics Ibex Wreckage Sour Milk Sea Queen Album pubblicati 39 Studio 17 (2 da solista, 1 postumo) Live 6 (3 postumi) Raccolte 16 (14 postume, delle quali 5 da solista) Biografia: Discografia: Fonte: Wikipedia Collegamenti: Queen
  9. Rock Queen

    Queen Info: I Queen sono un gruppo musicale rock britannico, formatosi a Londra nel 1970, composto originariamente dal cantante e pianista Freddie Mercury, dal chitarrista Brian May, dal batterista Roger Taylor e dal bassista John Deacon. La band, conosciuta come una tra le più importanti della scena musicale internazionale, ha venduto tra i 150 e i 300 milioni di dischi; tra le più importanti canzoni del quartetto si ricordano Bohemian Rhapsody, inserita sia da critici sia da sondaggi popolari tra le migliori canzoni di tutti i tempi, We Are the Champions e Somebody to Love di Mercury, We Will Rock You, Who Wants to Live Forever e The Show Must Go On di May, Radio Ga Ga e A Kind of Magic di Taylor e Another One Bites the Dust e I Want to Break Free di Deacon. La loro prima raccolta del 1981, Greatest Hits, risulta l'album più acquistato in assoluto in Inghilterra, con oltre sei milioni di copie vendute, precedendo Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band dei Beatles. Il gruppo ha riscosso nel corso degli anni un grandissimo successo di pubblico e ha avuto una forte influenza sulle generazioni e sui musicisti successivi. Nel 2001 la band è stata inclusa nella Rock and Roll Hall of Fame di Cleveland e, nel 2004, nella UK Music Hall of Fame. Un sondaggio d'opinione, effettuato in Gran Bretagna dalla BBC nel 2007, elesse i Queen come il "miglior gruppo britannico di tutti i tempi", davanti ai Beatles e ai Rolling Stones; inoltre, i quattro membri della band sono stati ammessi nella Songwriters Hall of Fame. I Queen, che attinsero principalmente al progressive e al glam rock, furono capaci di adottare generi musicali molto diversi e innovativi, come heavy metal, gospel, blues rock, musica elettronica, funky e rock psichedelico. Caratteristica del gruppo erano i loro concerti (ben 707 in 26 nazioni dal 1971 al 1986) che, animati da Mercury, considerato uno dei più carismatici frontman di sempre, si trasformavano in spettacoli teatrali; per questo motivo, alla band è stato spesso attribuito il titolo di miglior live-band della storia. La loro esibizione al Live Aid è stata votata da un vasto numero di critici non solo come la migliore dell'evento, ma una delle migliori in assoluto della storia della musica moderna. La morte di Mercury, leader carismatico del gruppo, avvenuta il 24 novembre 1991, e il ritiro di Deacon nel 1997 frenarono la produzione musicale della band; May e Taylor continuarono a suonare insieme, formando con Paul Rodgers, a partire dal 2005, i Queen + Paul Rodgers, esperienza terminata nel 2009. Discografia: 1973 - Queen 1974 - Queen II 1974 - Sheer Heart Attack 1975 - A Night at the Opera 1976 - A Day at the Races 1977 - News of the World 1978 - Jazz 1980 - The Game 1980 - Flash Gordon 1982 - Hot Space 1984 - The Works 1986 - A Kind of Magic 1989 - The Miracle 1991 - Innuendo 1995 - Made in Heaven Raccolte: 1981 - Greatest Hits 1991 - Greatest Hits II 1992 - Classic Queen 1992 - The 12" Collection 1997 - Queen Rocks 1999 - Greatest Hits III 2006 - Stone Cold Classics 2007 - The A-Z of Queen, Volume 1 2008 - The Singles Collection Volume 1 2009 - The Singles Collection Volume 2 2009 - Absolute Greatest 2010 - The Singles Collection Volume 3 2010 - The Singles Collection Volume 4 2011 - Deep Cuts 2011 - Deep Cuts 2 2011 - Deep Cuts 3 2014 - Queen Forever Video: http://www.queenonline.com/ Collegamenti: Glee @Brezza dell'est Freddie Mercury
  10. Rock David Bowie

    David Bowie, pseud. di David Robert Jones (Londra, 8 gennaio 1947), è un cantautore, polistrumentista, attore e compositore britannico. Attivo dalla metà degli anni sessanta, Bowie ha attraversato cinque decenni della musica rock, reinventando nel tempo il suo stile e la sua immagine e creando alter ego come Ziggy Stardust, Halloween Jack e The Thin White Duke (noto in Italia come il Duca Bianco). Dal folk acustico all'elettronica, passando attraverso il glam rock, il soul e il krautrock, David Bowie ha lasciato tracce che hanno influenzato molti artisti. Come attore, dopo alcune piccole apparizioni ha avuto un buon successo nel 1976 come protagonista del film di fantascienza L'uomo che cadde sulla Terra di Nicolas Roeg. Tra le sue interpretazioni più note si ricordano Furyo (Merry Christmas Mr. Lawrence) di Nagisa Oshima del 1983, Absolute Beginners e Labyrinth del 1986 e Basquiat di Julian Schnabel del 1996 nel quale interpreta il ruolo di Andy Warhol. David Bowie è sposato dal 1992 con la modella somala Iman Mohamed Abdulmajid ed ha due figli, Duncan Zowie Haywood (nato nel 1971 dal precedente matrimonio con Mary Angela Barnett) e Alexandria Zahra (nata nel 2000), oltre a Zulekha, nata dal precedente matrimonio di Iman. Nel 2008 è stato inserito al 23º posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone, e tra le sue migliori "tracce vocali" ci sono Life on Mars?, Space Oddity, Starman ed Heroes. Nel 2007 è secondo la rivista Forbes al quarto posto nell'elenco dei cantanti più ricchi del mondo. Al ritmo di un disco all'anno, Bowie per parecchi anni nel bene e nel male non si è mai limitato a creare un "marchio Bowie" uguale a se stesso e rassicurante: dalle nostalgie beat con Pin Ups, agli incubi orwelliani di Diamond Dogs, al R&B bianco con Station to Station e Young Americans, all'electro pop intellettuale che, secondo molti critici, costituirà la fase più creativa della sua carriera fra il 1977 e il 1979, con la cosiddetta trilogia berlinese di Low, Heroes e Lodger, album in realtà (salvo il secondo) realizzati solo parzialmente a Berlino, ma comunque fortemente influenzati dalle contaminazioni tra rock ed elettronica di cui erano maestri i Kraftwerk e i Neu!, gruppi entrambi tedeschi. Decisivo l'incontro con Brian Eno, altro reduce dal glam-rock dei primi '70 con i Roxy Music del dandy Bryan Ferry. Altrettanto decisivo un successo ormai consolidato che permette all'artista di sperimentare soluzioni nuove senza inseguire il riscontro commerciale. Nel frattempo il personaggio non è più l'androgino Ziggy Stardust ma un thin white duke (sottile duca bianco) dalle inquietanti suggestioni androgine sotto uno stile musicale esteriormente sempre più virile, colto, e raffinato. Discografia Fonte - Official website Collegamenti: Christiane F. Noi i ragazzi dello zoo di Berlino Gia - Una donna oltre ogni limite Labyrinth - Dove tutto è possibile The Prestige Placebo Metal Gear Solid Hd Collection - BLES01419 in Giochi PS3 Metal Gear Solid V: The Phantom Pain - BLES02102 in Giochi PS3 Metal Gear Solid V: The Phantom Pain in Microsoft Xbox Metal Gear Solid V - The Phantom Pain in PS3 Cheats Zone Metal Gear Solid Saga Heroes Glee
  11. Rock The Who

    The Who sono uno storico gruppo musicale rock inglese originario di Londra, considerato uno dei maggiori gruppi rock’n’roll di tutti i tempi. Le prime apparizioni dal vivo degli Who risalgono al 1964, con quella che è considerata la storica lineup del gruppo: Pete Townshend (chitarrista e autore della stragrande maggioranza delle canzoni), Roger Daltrey (voce), John Entwistle (basso elettrico) e Keith Moon (batteria). Dopo un breve periodo da portabandiera del movimento Mod inglese, gli Who raggiungono il successo nel 1965, con l’uscita dell’album My Generation, il cui omonimo brano si dimostra essere un successo, nonché uno dei pezzi ancor oggi più conosciuti e rappresentativi della band. A Quick One, pubblicato nel 1966, viene già considerato una sorta di album di svolta nella discografia degli Who, nel quale è possibile notare il progredire della ricerca musicale di Townshend in direzione della realizzazione di una opera rock a carattere teatrale, che si concretizzerà poi in Tommy (1969) e nel più maturo Quadrophenia (1973), nel cui film associato comparirà anche un giovanissimo Sting. Del 1978 è anche un documentario sulla storia del gruppo dal titolo The kids are alright (in Italia Uragano Who). Sono stati tra i principali protagonisti della Swinging London, e la loro leggenda continua ancora oggi, nonostante la scomparsa di Keith Moon e di Entwistle. L’influenza della musica degli Who, contemporanei di Beatles e Rolling Stones, è un’onda lunga che va dai Led Zeppelin ai Sex Pistols, dagli U2 agli Oasis. Fonte: Last.fm Sito Ufficiale: http://thewho.com/ Collegamenti: Dr. House - Medical Division Glee
  12. I Pure Reason Revolution, nome spesso abbreviato in PRR, sono stati un gruppo progressive rock britannico fondato nel 2003 a Londra all'Università di Westminster, e sciolto 8 anni dopo, nel 2011. Il loro stile caratteristico varia dalle sonorità più progressive rock, all'alternativo, introducendo lead synth graffianti e massicci che accompagnano la chitarra elettrica; spesso si servono anche di cori femminili. Hanno pubblicato tre album studio: "The Dark Third" (2006), "Amor Vincit Omnia" (2009) e "Hammer and Anvil" (2010). La loro ultima formazione è stata la seguente: Jon Courtney - voce, chitarra, tastiere (2003-) Chloë Alper - voce, basso, tastiere (2003-) Jamie Willcox - voce, chitarra (2005-) Paul Glover - batteria (2006-) Una delle loro più belle, a mio parere, è Deus Ex Machina, dal loro secondo album:
  13. Ska Meganoidi

    I Meganoidi sono un gruppo musicale italiano indipendente originario di Genova. Nata con grosse influenze ska-core venato di punk, la band ha negli anni mutato stile fino ad approdare attualmente ad un post-rock più lento e fluido. Discografia Fonte - Official website
  14. Rock Supertramp

    Il gruppo viene fondato nel 1970 da Rick Davies (nato a Swindon, Wiltshire, Inghilterra il 22 luglio 1944) e Roger Hodgson (nato a Portsmouth, Hampshire, Inghilterra il 21 marzo 1950). Rick, pianista e tastierista, proviene da una famiglia operaia di Swindon, mentre Roger, prima bassista e successivamente alla chitarra e alle tastiere, è nato in un'agiata famiglia della middle-class, cresciuto ad Oxford ed ha successivamente studiato nella prestigiosa Stowe School nel Buckinghamshire. Davies era un pianista blues, e negli anni sessanta era stato il leader del gruppo locale Rick's Blues, il cui batterista era il futuro cantautore irlandese di successo Gilbert O'Sullivan. Più tardi, Davies forma un gruppo più ambizioso dal nome The Joint, coi quali si avventura anche fuori patria in cerca di successo. Hodgson era invece un polistrumentista dotato di una voce cristallina e dall'estensione vocale ampia, ed aveva registrato un singolo (Mr Boyd) con un giovane e sconosciuto Elton John al piano e i suoi futuri collaboratori Nigel Olsson e Caleb Quaye sotto il nome di Argosy, adottando un genere più vicino al "beat psichedelico" in voga in quel periodo. Nel 1969 Hodgson risponde ad un annuncio pubblicato da Davies, si presenta alle audizioni intonando Dear Mr. Fantasy dei Traffic e colpisce il futuro partner musicale soprattutto grazie alle proprie qualità vocali.Pop molto leggero ed adatto a tutte le orecchie Fonte-Official website wikipedia
  15. Cantautorale Franco Battiato

    Franco Battiato, nato Francesco (Ionia, 23 marzo 1945), è un cantautore, compositore e regista italiano. Figura tra le più importanti e influenti di tutto il panorama cantautorale italiano, si è da sempre confrontato con molteplici stili musicali, combinandoli tra loro in un approccio eclettico e originale: si va dagli inizi romantici degli anni sessanta, alla musica sperimentale dei settanta, passando per l'avanguardia colta, la musica etnica, il rock progressivo e la musica leggera, attraversando finanche l'opera e la musica classica. Ha sempre conseguito un grande successo di pubblico, avvalendosi sovente di collaboratori d'eccezione come il violinista Giusto Pio e il filosofo Manlio Sgalambro (coautore di molti suoi brani). Oltre alla musica, anche i testi riflettono i suoi molteplici interessi, tra i quali l'esoterismo, la teoretica filosofica, la mistica sufi e la meditazione orientale. Tra il novembre 2012 e il marzo 2013 ha portato avanti una brevissima esperienza come assessore al Turismo della Regione Siciliana dichiarando di non volere ricevere alcun compenso. L'artista si è cimentato in altri campi espressivi come la pittura e il cinema. Discografia: 1972: Fetus(BLA BLA Records) 1972: Pollution(BLA BLA Records) 1973 - Sulle corde di Aries(BLA BLA Records) 1974 - Clic(BLA BLA Records) 1975 - M.elle le "Gladiator"(BLA BLA Records) 1977 - Battiato(Ricordi Records) 1978 - Juke Box(Ricordi Records) 1978 - L'Egitto prima delle sabbie(Ricordi Records) 1979 - L'era del cinghiale bianco(EMI Italiana) 1980 - Patriots(EMI Italiana) 1981 - La voce del padrone(EMI Italiana) 1982 - L'arca di Noè(EMI Italiana) 1983 - Orizzonti perduti(EMI Italiana) 1985 - Mondi lontanissimi(EMI Italiana) 1988 - Fisiognomica(EMI Italiana) 1991 - Come un cammello in una grondaia(EMI Italiana) 1993 - Caffè de la Paix(EMI Italiana) 1995 - L'ombrello e la macchina da cucire(EMI Italiana) 1996 - L'imboscata(Polygram) 1998 - Gommalacca(Polygram) 1999 - Fleurs (cover + inediti)(Mercury Records) 2001 - Ferro battuto(Sony Music) 2002 - Fleurs 3 (cover + inediti)(Sony Music) 2004 - Dieci stratagemmi(Sony Music) 2007 - Il vuoto(Universal) 2008 - Fleurs 2 (cover + inediti)(Mercury Records) 2009 - Inneres Auge - Il tutto è più della somma delle sue parti (nuove versioni + cover + inediti)*(Universal) 2012 - Apriti sesamo(Universal) 2014- Joe Patti's Experimental Group (Universal) Video Fonte - Sito ufficiale
  16. Alternative rock Muse

    Muse I Muse sono un gruppo musicale alternative/neoprogressive rock britannico formatosi nel 1992 a Teignmouth, nel Devon. Sono riconosciuti per uno stile musicale molto eclettico che raccoglie influenze di più generi come elettronica, progressive rock, spesso segnati da una vena sinfonica e orchestrale. La maggior parte dei testi delle loro canzoni, composte principalmente dal frontman, trattano temi riguardanti apocalisse, UFO, guerra, vita, universo, politica e religione. Le loro esibizioni dal vivo sono molto energiche e stravaganti., e contengono anche un gran numero di effetti visivi straordinari. Nella loro carriera musicale i Muse hanno vinto numerosi premi, tra cui un Grammy Awards e cinque MTV Europe Music Awards. La maggior parte dei premi sono stati loro attribuiti per le performance dal vivo. Inoltre, il 25 settembre 2008 tutti e tre i componenti della band sono stati insigniti del dottorato onorario nella facoltà di belle arti della Plymouth University. Il loro stile si evolvette molto dagli inizi. Iniziarono a divenire popolari con il loro secondo album Origin of Simmetry, per poi affermarsi con gli album successivi, tra cui citerei Black Holes and Revelations. La loro formazione attuale è composta da tre membri (più alcuni turnisti nelle esibizioni live): Matthew Bellamy: chitarra, voce, pianoforte. Chris Wolstenholme: basso, seconda voce, armonica. Dominic Howard: batteria, percussioni, cori. Tra le loro canzoni più popolari, ci sono: Plug In Baby New Born Bliss Hysteria Time is Running Out Starlight Supermassive Black Hole Knights of Cydonia Uprising Resistance Supremacy Madness E, personalmente, io consiglierei anche queste: Map of the Problematiqué Thoughts of a Dying Atheist Sober (fonti: me, Wikipedia) Official website
  17. Cantautorale Edoardo Bennato

    Edoardo Bennato Info: Edoardo Bennato (Napoli, 23 luglio 1946) è un cantautore, chitarrista e armonicista italiano. È ritenuto da molti critici e musicisti uno dei più grandi rocker italiani; è stato il primo cantante italiano a riempire lo stadio milanese di San Siro con più di sessantamila persone, il 19 luglio 1980; è stato inoltre il primo cantante italiano in assoluto a suonare l'armonica a bocca. Tra gli altri primati, Edoardo Bennato ha anche quello di essere stato il primo artista ad aver pubblicato due album a distanza di soli 15 giorni, nel marzo 1980, Uffà! Uffà! e Sono solo canzonette (dodici anni dopo Bruce Springsteen effettuerà la stessa operazione con i due album Human Touch e Lucky Town), e quello di essere stato, nel 1974 il primo cantante italiano ad essere etichettato dai giornalisti punk. Chitarrista, armonicista e cantante, dopo un'esperienza londinese cominciò a proporsi come uomo orchestra suonando contemporaneamente, oltre alla chitarra e all'armonica, anche dei tamburelli, il kazoo e altre percussioni. L'influenza di grandi del rock e della musica pop (Dylan su tutti) caratterizzò subito il suo personaggio e la sua musica, nella quale però non potevano mancare influenze mediterranee e partenopee. Tra gli altri autori che ne hanno ispirato l'opera vanno citati anche Jimmy "Hammond" Smith, Paul Anka e Neil Sedaka. I suoi testi — specie quelli degli anni settanta — sono spesso ironici e dissacranti e rivolti in modo graffiante contro il potere, a qualsiasi livello e in qualsiasi forma si manifesti. Discografia: 1973 - Non farti cadere le braccia 1975 - Io che non sono l'imperatore 1976 - La torre di Babele 1977 - Burattino senza fili 1980 - Uffà! Uffà! 1980 - Sono solo canzonette 1983 - È arrivato un bastimento 1985 - Kaiwanna 1987 - OK Italia 1989 - Abbi dubbi 1992 - È asciuto pazzo 'o padrone 1992 - Il paese dei balocchi 1994 - Se son rose fioriranno 1995 - Le ragazze fanno grandi sogni 1998 - Sbandato 2003 - L'uomo occidentale 2010 - Le vie del rock sono infinite Video: Collegamenti: Eugenio Bennato Pino Daniele http://www.bennato.net/
  18. Rock Mike + The Mechanics

    Mike + The Mechanics Biografia: Mike + The Mechanics è il gruppo musicale pop britannico fondato nel 1985 dal bassista e chitarrista dei Genesis Mike Rutherford. Oltre a Rutherford, la formazione comprendeva: Paul Carrack, ex Ace and Squeeze, alle voci e tastiere; Paul Young, ex Sad Café, alla voce; Adrian Lee alle tastiere; Peter Van Hooke alla batteria. Caratteristica del gruppo è che ogni canzone fu scritta da Mike insieme ad un altro elemento del gruppo (il compositore B.A. Robertson, il produttore Christopher Neil e negli anni a seguire anche i due cantanti). Mike riferì in un'intervista del 1995 che aveva bisogno di un compagno di scrittura per sviluppare le canzoni. Il gruppo esordì nel 1985 con un album omonimo, da cui furono tratti due singoli entrati nelle top ten: Silent Running (On Dangerous Ground) e All I Need Is a Miracle (entrambi rimasero in classifica anche per parte dell'anno successivo). Nel 1986, Rutherford tornò a collaborare con i Genesis e Carrack si dedicò alla propria carriera solista. Il gruppo tornò in scena nel 1988 con The Living Years; il singolo omonimo (ispirato alla morte del padre di Rutherford) giunse ai primi posti nelle classifiche di vendita statunitensi. Il terzo album, Word of Mouth giunse dopo un'ulteriore pausa, nel 1991. Il suo successo di pubblico fu probabilmente compromesso dall'uscita quasi contemporanea del nuovo lavoro dei Genesis, We Can't Dance. In seguito il gruppo pubblicò Beggar on a Beach of Gold (1995), che ebbe un moderato successo in Gran Bretagna. Seguirono una raccolta (Hits in Britain, 1996) e due ulteriori album, M6, nel 1999 e Rewired nel 2004, unico album senza Paul Young, e accreditato a Mike + The Mechanics + Paul Carrack. Nel 2011 esce The Road, album del ritorno con la nuova formazione, che oltre a Rutherford comprende ora i cantanti Andrew Roachford e Tim Howar. Discografia: 1985 Mike + The Mechanics 1988 The Living Years 1991 Word of Mouth 1995 Beggar on a Beach of Gold 1996 Hits 1999 M6 2004 Rewired 2011 The Road Video: http://mikeandthemechanics.com/
  19. Pop Michele Zarrillo

    Michele Zarrillo Info: Michele Zarrillo (Roma, 13 giugno 1957) è un cantautore e chitarrista italiano. Cantante e chitarrista precoce, ha suonato in più gruppi della scena progressive rock italiana, ottenendo successo da solista con la vittoria al Festival di Castrocaro nel 1979 ed al Festival di Sanremo 1987 nella sezione Nuove Proposte. A Sanremo 1994 Michele Zarrillo presenta uno dei suoi brani migliori, dal titolo Cinque giorni, che ottiene uno straordinario consenso popolare e di vendite, e diventa presto un classico della canzone italiana. Il successo di Cinque Giorni genera un nuovo album, Come uomo tra gli uomini. La successiva tournée teatrale conferma il formidabile momento artistico di Zarrillo, che nel 1995 si dedica interamente alla composizione dei brani per il nuovo album, che esce subito dopo il Festival di Sanremo 1996, al quale partecipa con L’elefante e la farfalla, canzone che darà il titolo all’album. Il successivo lavoro, L'amore vuole amore (ottobre 1997), raccoglie tutte le più importanti canzoni di Michele con l’aggiunta di due brani inediti (L’amore vuole amore e Ragazza d’argento) e di nuove realizzazioni di tre canzoni significative del primo periodo (La notte dei pensieri, Una rosa blu e Su quel pianeta libero). Questi brani (in particolare Una rosa blu) ottengono un nuovo, strepitoso successo e portano l’album a quota 600.000 copie che, aggiunte ad oltre 120 concerti effettuati in un lungo e fortunato tour, portano alla definitiva consacrazione dell’artista. Nel frattempo in Spagna viene pubblicato l’album “Cinco dias”, (tutte le canzoni sono state ricantate in spagnolo) e la title track diventa una hit. Discografia: 1981 - Sarabanda 1988 - Soltanto amici 1992 - Adesso 1994 - Come uomo tra gli uomini 1996 - L'elefante e la farfalla 1997 - L'amore vuole amore 2000 - Il vincitore non c'è 2002 - Le occasioni dell'amore 2003 - Liberosentire 2006 - L'alfabeto degli amanti 2008 - Nel tempo e nell'amore 2009 - Live Roma 2011 - Unici al mondo Video: http://www.michelezarrillo.info/site/
  20. Progressive Genesis

    Genesis Info: I Genesis sono un gruppo progressive rock britannico, cresciuto e affermatosi all'interno del vasto movimento del rock progressivo. Sono considerati una delle band più importanti e innovative della storia del rock. Durante la loro carriera, hanno venduto più di 150 milioni di dischi in tutto il mondo, inserendosi nella lista dei trenta artisti di maggior successo commerciale di tutti i tempi. Nel corso della propria storia il gruppo ha subito diversi cambiamenti di formazione, mantenendo tuttavia inalterata la presenza di Tony Banks (alle tastiere) e Mike Rutherford (al basso e alle chitarre). Le formazioni più celebri e riconosciute sono due: la prima, quella dell'affermazione negli anni settanta, comprendeva Phil Collins, Mike Rutherford, Tony Banks, Steve Hackett e Peter Gabriel; la seconda, quella degli anni ottanta e novanta, Phil Collins, Mike Rutherford e Tony Banks, con il costante supporto, durante i live, di Daryl Stuermer (chitarra elettrica e basso) e Chester Thompson (batteria e percussioni), che tuttavia non divennero mai membri ufficiali del gruppo. Quest'ultima formazione è anche la più longeva e quella che ha ottenuto il maggior successo commerciale. Nel corso del tempo hanno poi fatto parte della band molti musicisti provenienti da diverse esperienze musicali. Abili esecutori e abilissimi compositori, i Genesis vantano anche una larga produzione di materiale dal vivo, testimoniata da numerosi album live, sia ufficiali che bootleg. Discografia: 1969 From Genesis To Revelation 1970 Trespass 1971 Nursery Cryme 1972 Foxtrot 1973 Genesis Live (live) 1974 Selling England By The Pound 1975 The Lamb Lies Down On Broadway (album doppio) 1976 A Trick Of The Tail 1977 Wind And Wuthering 1977 Seconds Out (live - album doppio) 1978 ... And Then There Were Three... 1980 Duke 1981 Abacab 1982 Three Sides Live (live - album doppio) 1983 Genesis 1986 Invisible Touch 1991 We Can't Dance 1992 The Way We Walk Volume One: The Shorts (live) 1993 The Way We Walk Volume Two: The Longs (live) 1997 Calling All Stations 1998 Genesis Archive: 1967-1975 (live/collection, 4 CD) 1998 Rock Theatre (collection) 1999 Turn It On Again - The Hits (collection) Video: Collegamenti: Phil Collins in Gruppi & Cantanti
  21. Rock Toto

    Toto Info: I Toto sono un gruppo rock statunitense formato a Los Angeles nel 1976 da alcuni dei più famosi ed esperti musicisti dell'epoca. Definiti da Eddie Van Halen come collettivamente i migliori musicisti sul pianeta, i Toto sono famosi non solo per le capacità tecniche in studio ma anche per uno stile musicale che combina elementi provenienti dalla musica rock, in particolare progressive rock, hard rock, con pop, soul, funk, R&B e jazz, e che li rende apprezzati da una gran varietà di pubblico. In 35 anni di carriera hanno pubblicato 21 album e venduto più di 30 milioni di dischi La scelta del nome del gruppo deriva dal batterista Jeff Porcaro, che al momento della registrazione delle prime demo aveva appena visto il film Il mago di Oz, in cui il cane di Dorothy, la protagonista del film, si chiama "Toto". Toto, dunque, venne utilizzato da Jeff Porcaro per personalizzare le prime cassette demo registrate in studio. Solo successivamente il nome divenne definitivo: fu David Hungate, bassista del gruppo, a far notare che in latino la parola toto significa "totale", "che comprende tutto". Toto venne così ritenuto il nome ideale per identificare il repertorio musicale della band che nella sua carriera avrebbe abbracciato a 360 gradi tutti i generi. Il nome scelto fu causa di grande ilarità tra i membri del gruppo quando per la prima volta nel 1979 si trovarono in tour in Giappone, dove Toto è il nome della più grande ditta di toilette. Nel settembre del 1978 il gruppo debuttò con l'album omonimo, contenente il singolo Hold the Line, che riuscì rapidamente a scalare le classifiche. Il gruppo venne acclamato a livello internazionale e ottenne una nomination per i Grammy Awards nella categoria "Best new artist". Al singolo Hold the Line seguirono I'll Supply the Love, Georgy Porgy e Rockmaker. Poco dopo, all'inizio del 1979, i Toto iniziarono il loro primo tour americano in supporto all'album di debutto. Discografia: 1978 - Toto 1979 - Hydra 1981 - Turn Back 1982 - Toto IV 1984 - Isolation 1986 - Fahrenheit 1988 - The Seventh One 1992 - Kingdom of Desire 1995 - Tambu 1999 - Mindfields 2006 - Falling in Between Video: http://www.totoofficial.com/
  22. Rock Blue Öyster Cult

    I Blue Öyster Cult sono un gruppo musicale Rock Statunitense nato alla fine degli anni ‘60 e tuttora in attività. Nella loro Opera si trovano elementi di diversi sottogeneri del Rock, inclusi Hard Rock, Heavy Metal, Rock Psichedelico e Rock Progressivo. Fra i loro brani più celebri si possono citare (Don’t Fear) The Reaper (il loro massimo successo, dall’album Agents of Fortune del 1976), Astronomy, Godzilla e Burnin’ for You. La line-up originale della band era composta dal cantante e chitarrista Eric Bloom, dal chitarrista Buck Dharma, dal tastierista Allen Lanier e dai fratelli Joe Bouchard e Albert Bouchard, rispettivamente bassista e batterista. L’inizio La band si formò sotto il nome di Soft White Underbelly nel 1967, nell università di StonyBrook, Long Island, nello Stato di New York, sotto insistenza del critico Sandy Pearlman, futuro manager del gruppo. Pearlman oltre a far avere alla band un contratto Discografico prima con la Elektra Records e poi con la Columbia Records, contribuiva spesso ai testi delle canzoni, diventando così una sorta di membro aggiunto della band. La band era pronta per registrare il proprio album d’esordio, quando il cantante Les Braunstein abbandonò il gruppo, e fu sostituito da Eric Bloom. La band cambiò diversi nomi tra il 1968 e il 1970, fino ad approdare al definitivo Blue Öyster Cult, citazione di un poema scritto da Sandy Pearlman, che significa letteralmente “il Culto dell’Ostrica Blu”, ma che nel poema di Pearlman rappresenta una massa di alieni pronta a colonizzare la Terra. Sito Ufficiale:http://www.blueoystercult.com/ Collegamenti: My Name Is Earl