Cerca nel Forum

Showing results for tags 'Kevin Spacey'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Welcome to The Forum
    • Benvenuti - Presentatevi
    • Comunicazioni e guide al forum
    • Supporto
  • Informatica
    • Computer Zone
    • Cellulari - Smartphone - Tablet
  • Videogame Zone
    • Sony PlayStation
    • Microsoft Xbox
    • Nintendo
    • NoDZF Multiplayer Game
  • Discussioni Varie
    • Anime, Cartoni, Manga, Fumetti & Comics
    • Videogiochi
    • Musica
    • Film, Telefilm e TV
    • Letteratura
    • Seriamente Parlando
  • Extra Forum
    • Tema Libero
    • Video Zone
    • L'Angolo Degli Sportivi
    • Cucina
  • Artistic Forum
    • Digital Art
    • Traditional Art
    • Fai da te!
  • E-commerce
    • Mercatino [IN CANTIERISSIMO]
    • Negozi Online
    • Offerte del WEB
    • Guide, Consigli, Segnalazioni

Blogs

  • Recensioni & Opinioni
  • Recensioni & Opinioni [Varie]

Trovato 7 risultati

  1. film Moon

    Trama Opinione personale: Bellissimo film del regista figlio del celeberrimo Duca Bianco costruito appositamente su Sam Rockwell che, escludendo Spacey che dà la voce e quindi non il volto al robot che gestisce la stazione di estrazione lunare, è in pratica l'unico attore ad "abitare" la Luna e questo film. Devo dire che la bravura di Sam Rockwell fà il 50% del film che non sembra per nulla low budget come di fatto è ( merito del bravo regista ) e che tratta il tema scottante della clonazione in un futuro distopico in cui le persone clonate sono di fatto trattate come merce ma possedendo a tutti gli effetti le emozioni ed ( in questo caso ) i ricordi delle persone "vere" -> viene messo quindi l'osservatore davanti ad un dilemma etico/morale moooooolto interessante a mio avviso. Piccolo gioiello che con la sua atmosfera di isolamento alla Space Oddity cattura subito l'attenzione per la sua particolarità, mi ha ricordato molto il Desmond di Lost prima che John Locke scoprisse la botola e venisse quindi a contatto con tutti gli altri personaggi Da vedere assolutamente!
  2. film Il Negoziatore - The Negotiator

    « Quando gli amici ti tradiscono, gli unici di cui ti puoi fidare sono gli estranei » (Danny Roman a Chris Sabian / Samuel L. Jackson) Il negoziatore (The Negotiator) è un film del 1998 diretto da F. Gary Gray, e interpretato da Kevin Spacey e Samuel L. Jackson Trama Danny Roman, il miglior negoziatore di Chicago in casi di rapimento, si ritrova vittima di un complotto: una serie di accuse di omicidio e di malversazione nel gestire i fondi pensione della polizia sembrano inchiodarlo senza alcuna via di scampo. Nella speranza di dimostrare la propria innocenza, Danny decide di entrare nel quartier generale del Dipartimento per gli Affari Interni e prendere in ostaggio il personale dell'ufficio. Ribalta così il suo ruolo da negoziatore a sequestratore e si trova faccia a faccia con Chris Sabian, un altro brillante negoziatore di Chicago da lui stesso chiamato, con cui aveva lavorato qualche tempo prima. Adesso spetta a Chris capire i motivi che hanno spinto Danny ad agire in quel modo estremo. Fonte Titolo originale The Negotiator Paese di produzione Stati Uniti Anno 1998 Durata 135 min Colore colore Audio sonoro Genere azione Regia F. Gary Gray Soggetto F. Gary Gray Sceneggiatura James Demonaco Kevin Fox Fotografia Russell Carpenter Ann Montaggio Christian Wagner Shore Effetti speciali Daniel Sudick Ayers Musiche Graeme Revell Scenografia Holger gross Dreville Interpreti e personaggi Samuel L. Jackson: Danny Roman (Il negoziatore) Kevin Spacey: Chris Sabian Vanessa Zima: Michelle David Morse: Adam Beck Ron Rifkin: Grant Frost John Spencer: Comandante Al Travis Kenan Thompson: Tonys Beck J.T. Walsh: Terence Niebaum Siobhan Fallon: Maggie Paul Giamatti: Rudy Timmons Regina Taylor: Karen Roman Bruce Beatty: Markus Paul Guilfoyle: Nathan Nestor Serrano: Hellman Opinione personale: il film parte lento e all'inizio sembrerebbe il classico caso dell'innocente incastrato ingiustamente e bla bla bla, in più il protagonista è il più bravo negoziatore della polizia, oltre ad essere un ottimo tiratore e stratega, e sembrerebbe non avere rivali nel suo campo, ma poi quando entra in campo Kevin Spacey il film prende una piega interessante e il ritmo comincia ad incalzare coi due negoziatori che se la giocano alla pari a me è piaciuto abbastanza e lo consiglio
  3. film American Beauty

    American Beauty è un film del 1999 scritto da Alan Ball e diretto da Sam Mendes, vincitore di numerosi riconoscimenti: cinque Premi Oscar; tre Golden Globe e ben sei Bafta nel 2000. La pellicola narra i turbamenti e le ossessioni generati da un'adolescente su un impiegato di mezza età, interpretato da Kevin Spacey, specchio del padre di famiglia medio dell'America contemporanea. La pellicola è stata descritta dalla critica cinematografica come una satira sugli obiettivi e sul concetto stesso di bellezza del ceto medio americano; tali analisi riscontrano nel lavoro di Mendes anche un approfondito sviluppo dell'amore romantico e di quello paterno, della sessualità, della bellezza, del materialismo, della liberazione catartica dalle proprie preoccupazioni e del riscatto personale. Uscito nelle sale del Nord America il 15 settembre 1999, American Beauty venne positivamente accolto sia dalla critica che dal pubblico; fu il film con le recensioni migliori di tutto il 1999 e incassò oltre 350 milioni di dollari nel mondo. Durante la notte degli Oscar del 2000, la pellicola, precedentemente candidata in otto categorie, conseguì il prestigioso riconoscimento in cinque: miglior film, miglior regia (Sam Mendes), miglior attore protagonista (Kevin Spacey), migliore sceneggiatura originale (Alan Ball) e migliore fotografia (Conrad L. Hall). Trama Il momento più significativo della giornata di Lester Burnham è la quotidiana masturbazione sotto la doccia. Per il resto la sua vita scorre sempre uguale con un lavoro che odia, una moglie e una figlia che lo detestano e che lo considerano solo un perdente. Ma un giorno conosce Angela, la compagna di scuola di sua figlia, e rimane folgorato dalla sua sensualità. Da quel momento la sua vita cambia: si licenzia, ottiene una buona liquidazione e comincia a vivere per davvero. L'amicizia con il nuovo vicino Ricky, spacciatore di marijuana ossessionato dal padre neonazista, fa capire a Lester che la vita val la pena di essere vissuta fino in fondo. Fonte Titolo originale American Beauty Paese di produzione USA Anno 1999 Durata 117 min Colore colore Audio sonoro Rapporto 2,35:1 (anamorfico) Genere drammatico Regia Sam Mendes Soggetto Alan Ball Sceneggiatura Alan Ball Produttore Bruce Cohen, Dan Jinks Casa di produzione DreamWorks SKG, Jinks/Cohen Company Distribuzione (Italia) United International Pictures Fotografia Conrad L. Hall Montaggio Tariq Anwar, Christopher Greenbury Effetti speciali John C. Hartigan Musiche Thomas Newman Scenografia Naomi Shohan Interpreti e personaggi Kevin Spacey: Lester Burnham Annette Bening: Carolyn Burnham Thora Birch: Jane Burnham Wes Bentley: Ricky Fitts Mena Suvari: Angela Hayes Chris Cooper: colonnello Frank Fitts Peter Gallagher: Buddy Kane Allison Janney: Barbara Fitts Scott Bakula: Jim Olmeyer Sam Robards: Jim Berkley Fonte
  4. film I soliti sospetti

    « La beffa più grande che il diavolo abbia mai fatto è stato convincere il mondo che lui non esiste. » I soliti sospetti (The Usual Suspects) è un film del 1995 diretto da Bryan Singer. È stato presentato fuori concorso al 48º Festival di Cannes. Trama Riuniti in un commissariato per un'identificazione, cinque malfattori si mettono d'accordo per un colpo grosso. Riuscita l'impresa continuano, ma si accorgono di essere manipolati a distanza da Kayser Söze, potente genio del crimine che nessuno ha mai visto. Con inganni a ripetizione - voce narrante fuori campo, flashback, perfino immagini menzognere - si arriva al finale. Scioglimento dell'enigma con due colpi di scena. Thriller di azione violenta che sembra talvolta in bilico tra la parodia e il fantastico. Recitazione di squadra con K. Spacey claudicante - che prese l'Oscar come miglior attore non protagonista con Christopher McQuarrie per la sceneggiatura - sopra tutti. Fonte Titolo originale The Usual Suspects Lingua originale Inglese Paese di produzione USA Anno 1995 Durata 105 min Colore colore Audio sonoro Rapporto 2,35:1 Genere giallo, thriller Regia Bryan Singer Soggetto Christopher McQuarrie Sceneggiatura Christopher McQuarrie Fotografia Newton Thomas Sigel Montaggio John Ottman Effetti speciali Roy Downey Musiche John Ottman Scenografia David Lazan Interpreti e personaggi Kevin Spacey: Roger "Verbal" Kint Gabriel Byrne: Dean Keaton Chazz Palminteri: David Kujan Kevin Pollak: Todd Hockney Pete Postlethwaite: Kobayashi Stephen Baldwin: Ray McManus Benicio Del Toro: Fenster Peter Greene: Redfoot Suzy Amis: Edie Finneran Clark Gregg: Dr. Walters Dan Hedaya: Sgt. Jeffrey 'Jeff' Rabin Giancarlo Esposito: Jack Baer, FBI Michelle Clunie: Sketch Artist Paul Bartel: Smuggler Fonte
  5. film Seven

    Seven, talvolta reso graficamente come Se7en, è un film statunitense del genere thriller del 1995 diretto da David Fincher e interpretato da Brad Pitt, Morgan Freeman e Kevin Spacey. Trama Titolo originale Seven Paese di produzione USA Anno 1995 Durata 122 min Colore colore Audio sonoro Rapporto 2,35:1 Genere thriller, drammatico Regia David Fincher Soggetto Andrew Kevin Walker Sceneggiatura Andrew Kevin Walker Casa di produzione New Line Cinema Distribuzione (Italia) Cecchi Gori Group Fotografia Darius Khondji Montaggio Richard Francis-Bruce Musiche Howard Shore Scenografia Arthur Max Interpreti e personaggi Fonte Collegamenti: Morgan Freeman Brad Pitt
  6. K-PAX - Da un altro mondo K-PAX - Da un altro mondo è un film del 2001, diretto da Iain Softley e tratto dall'omonimo romanzo K-PAX scritto da Gene Brewer. Trama Alla Grand Central Station di New York viene fermato un uomo che afferma di essere giunto dallo spazio. Condotto in clinica psichiatrica viene affidato alle cure del dottor Mark Powell. L'uomo afferma di chiamarsi Prot e di venire da un altro pianeta. Powell è convinto che si tratti di un malato di mente anche se la lucidità di alcune sue affermazioni lascia spazio a qualche dubbio. Ormai Kevin Spacey sembra in grado di sostenere qualsiasi ruolo. Il problema è che il film parte con una buona idea ma poi si sente in dovere di contornarla di troppi stereotipi, dai pazzi alla Risvegli al medico in crisi. Titolo originale K-PAX Paese di produzione USA, Germania Anno 2001 Durata 121 min Colore Colore Audio Sonoro Genere fantascienza, drammatico Regia Iain Softley Soggetto Gene Brewer Sceneggiatura Charles Leavitt Produttore Lawrence Gordon Produttore esecutivo Susan G. Pollock Distribuzione (Italia) 01 Distribution Fotografia John Mathieson Montaggio Craig McKay Musiche Ed Shearmur Interpreti e personaggi Kevin Spacey: Prot Jeff Bridges: Dr. Mark Powell Mary McCormack: Rachel Powell Alfre Woodard: Dr.ssa Claudia Villars Celia Weston: Doris Archer
  7. serie tv House of Cards

    House of Cards è una serie televisiva statunitense adattata da Beau Willimon per il servizio di streaming Netflix e basata sull'omonima miniserie televisiva britannica prodotta dalla BBC, a sua volta basata su un romanzo di Michael Dobbs.. È interpretata da Kevin Spacey, nel ruolo di Frank Underwood, un politico senza scrupoli che mira ai vertici politici di Washington. L'intera prima stagione, composta da 13 episodi, è stata resa disponibile il 1° febbraio 2013 sul servizio streaming Netflix mentre la seconda stagione è disponibile dal 14 febbraio 2014. Il 4 febbraio 2015, Netflix ha reso noto la produzione di una terza stagione. Trama Ambientata nell'odierna Washington DC, House of Cards segue le vincende di Frank Underwood (Kevin Spacey), un deputato e capogruppo di maggioranza al Congresso che dopo aver diretto la vittoriosa campagna elettorale di Garrett Walker (Michael Gill), il quale è diventato il 45° Presidente degli Stati Uniti, si è visto sottratto il posto da Segretario di Stato che il neopresidente gli aveva promesso. Frank cerca quindi una vendetta personale puntando ai vertici politici di Washington. Nella sua scalata, fatta di sotterfugi e inganni tramati nell'ombra, fa affidamento su due preziose alleate: la moglie Claire (Robin Wright) e la giovane giornalista Zoe Barnes (Kate Mara). E pur di ottenere ciò che vuole, Frank è disposto davvero a tutto. Personaggi e interpreti Stagioni - Prima stagione: 13 episodi (2013) - Seconda stagione: 13 episodi (2014) - Terza stagione: 13 episodi (2015)