Cerca nel Forum

Showing results for tags 'Fumetto Italiano' in content posted in Anime, Cartoni, Manga, Fumetti & Comics.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Welcome to The Forum
    • Benvenuti - Presentatevi
    • Comunicazioni e guide al forum
    • Supporto
  • Informatica
    • Computer Zone
    • Cellulari - Smartphone - Tablet
  • Videogame Zone
    • Sony PlayStation
    • Microsoft Xbox
    • Nintendo
    • NoDZF Multiplayer Game
  • Discussioni Varie
    • Anime, Cartoni, Manga, Fumetti & Comics
    • Videogiochi
    • Musica
    • Film, Telefilm e TV
    • Letteratura
    • Seriamente Parlando
  • Extra Forum
    • Tema Libero
    • Video Zone
    • L'Angolo Degli Sportivi
    • Cucina
  • Artistic Forum
    • Digital Art
    • Traditional Art
    • Fai da te!
  • E-commerce
    • Mercatino [IN CANTIERISSIMO]
    • Negozi Online
    • Offerte del WEB
    • Guide, Consigli, Segnalazioni

Blogs

  • Recensioni & Opinioni
  • Recensioni & Opinioni [Varie]

Trovato 13 risultati

  1. Da un idea di Roberto Megna e Carlo Lauro nascono le loro controparti fumettistiche Dick e Cok, due ragazzi, coetanei ed amici fin dall’infanzia, che trascorrono gran parte delle loro giornate insieme. Pigri di natura e totalmente immaturi, amano bere birra, fumare sigarette e passare le giornate sul divano davanti alla TV o a giocare ai videogame. Prima pubblicazione: 2015 Autori: Roberto Megna, Carlo Lauro Genere: Demenziale http://dickandcokcomics.it/the-last-fap/ Trama Zombie. Ovunque zombie. TV, cinema, videogame, fumetti e qualunque altra forma di intrattenimento ha trattato o sta trattando questo argomento. Da questo successo mediatico nasce un bisogno quasi fisiologico di farne una versione parodica. The Last Fap, pur traendo ispirazione dal noto videogioco The Last of Us, si presenta come parodia dell’intero genere. Al centro di tutto un’inspiegabile infezione e la gente che si trasforma in… cose. Riusciranno Dick e Cok a salvare il mondo dall’estinzione? Immagini Dico solo che chi ha partorito tutto ciò è un genio. Non leggo molti fumetti di questo genere, quindi non posso fare confronti, l'unica cosa che posso dire è che l'ho trovato veramente divertente @pazzorik @Soshin Vi obbligo a leggerlo.
  2. Orfani è una serie a fumetti creata da Roberto Recchioni ed Emiliano Mammucari, pubblicata in Italia dalla Sergio Bonelli Editore in albi mensili a colori, a partire dal 16 ottobre 2013. Di genere fantascientifico, narra di una guerra fra il genere umano e una razza di aggressivi extraterrestri, e dei soldati d'élite chiamati a combatterla: un gruppo di ragazzi duramente addestrati per divenire la letale squadra di combattenti nota come "Orfani" Lingua orig. italiano Paese Italia Autori Roberto Recchioni, Emiliano Mammucari Disegni Massimo Carnevale (copertine prima stagione), Emiliano Mammucari (copertine seconda stagione), Matteo De Longis (copertine terza stagione) Editore Sergio Bonelli Editore 1ª edizione ottobre 2013 Periodicità mensile Generi fantascienza, militare, avventura http://www.sergiobonelli.it/sezioni/2347/orfani Trama Immagini @Sakura Non so se leggi anche fumetti italiani ma questo te lo consiglio, il genere poi dovrebbe essere il tuo. Aggiungo anche il trailer inglese.
  3. Siete tornati dalla fumetteria con qualche bel fumetto e/o action figures? In caso affermativo fateci sapere cosa vi siete comprati. Scrivete in questo topic quali sono stati gli ultimi acquisti che avete fatto.
  4. Paperinik è un personaggio immaginario dei fumetti Disney Italia creato da Elisa Penna, dallo sceneggiatore Guido Martina e dal disegnatore Giovan Battista Carpi, apparso per la prima volta nel 1969 su Topolino nella storia Paperinik il diabolico vendicatore. Inizialmente nato come alter ego di Paperino, avente lo scopo di vendicarne i torti subiti (anche con azioni al di fuori della legalità e del politically correct), è stato in seguito trasformato in un personaggio avente le funzioni di giustiziere mascherato, protettore dei cittadini di Paperopoli da ciò che può minacciarli. PK - Pikappa è una serie a fumetti della The Walt Disney Company Italia, nata dopo la chiusura della collana PK². La serie nasce il 20 agosto 2002 e termina, dopo 32 albi, il 20 marzo 2005. Fu ideata da Max Monteduro ed Ezio Sisto. Gli sceneggiatori principali sono Stefano Ambrosio e Gianfranco Cordara, ma hanno partecipato anche Tito Faraci, Bruno Enna e Riccardo Secchi. I disegnatori principali sono Lorenzo e Alessandro Pastrovicchio, Stefano Turconi e Giovanni Rigano, che avevano tutti già collaborato anche nelle precedenti due serie dedicate al papero mascherato. Trama PK: Con questo numero si azzera la continuità storica delle precedenti serie, ricominciando daccapo. Paperino non è mai andato a Villa Rosa, quindi non è mai diventato Paperinik. Dopo una serie di sventure e equivoci, narrati in Pikappa 001 Paperino viene selezionato da U.N.O. (acronimo per "Unità Neuroimitativa Olografica") come Guardiano della Galassia del Pianeta Terra. I guardiani sono un ordine antichissimo il cui scopo è quello di mantenere l'ordine nella Galassia. Dopo un iniziale scetticismo Paperino accetta, divenendo così PK. il nuovo supereroe si ritrova, così, ad affrontare temibili nemici. Si possono identificare tre sottotrame: quella di Evron, di Vulnus Vendor e della Robolab. Parere personale: Ho letto molti albi sia di Paperinik che di Pikappa. Il primo ha toni più rilassati, scherzosi e divertenti, in quanto Paperino, pur indossando un costume da super eroe, mantiene comunque la sua sfiga cronica che lo contraddistingue Pikappa invece, è più tenebroso, assomiglia in qualche modo a Batman, spesso lugubre, pensieroso, serio. Quello di PK è un Paperino più "adulto", se così possiamo definirlo
  5. Postiamo in questo topic le nostre tavole preferite. Ricordatevi di postare insieme alla tavola anche il nome del manga da cui è presa, inoltre per evitare problemi non postate più di 2 tavole alla volta Inizio io Berserk Buonanotte Punpun Collegamenti: Disegno Manga
  6. Diabolik è un personaggio dei fumetti creato nel 1962 da Angela e Luciana Giussani. Le sue avventure vengono pubblicate dalla casa editrice milanese Astorina. Diabolik viene considerato il fumetto italiano più famoso. Lingua orig. Italiano Alter ego Sconosciuto Autore Angela e Luciana Giussani Editore Astorina 1ª app. 1º novembre 1962 1ª app. in Diabolik n. 1 "il re del terrore Sesso Maschio Periodicità mensile Albi 828 (in corso) Genere letteratura gialla Sito Web http://www.diabolik.it Romanzi Cartone animato Videogiochi Nascita Diabolik nacque da un'idea di Angela Giussani che, osservando tutti i giorni i pendolari che transitavano per la Stazione di Milano Cadorna (vicino alla quale viveva), ebbe l'intuizione di realizzare un fumetto con un formato "tascabile", cioè che si potesse facilmente leggere aspettando il treno e poi in viaggio, per riporlo infine comodamente "in tasca". Per capire i gusti dei suoi potenziali clienti, Angela condusse un'indagine di mercato da cui scaturì che molti in viaggio leggevano romanzi gialli (secondo un'altra versione, l'intuizione le venne per caso dopo aver trovato su un treno un romanzo di Fantomas). Nasce così il "formato Diabolik" (12 x 17 cm), poi ripreso da molte altre pubblicazioni del genere, formato che contribuirà al successo nel tempo di questo personaggio dei fumetti. Il personaggio Fonte
  7. Lupo Alberto è una striscia a fumetti che prende nome dal protagonista, nata dalla matita di Guido Silvestri, in arte Silver. Lupo Alberto riprende la figura dell'uomo comune, con un obiettivo nella vita e una certa dose di sfortuna. Prende il nome dall'attore Alberto Lupo, molto famoso all'epoca: cerca sempre di rubare una gallina di nome Marta, che è la sua fidanzata, ma Mosè (cane bobtail da guardia) fa di tutto per impedirglielo. Proprio da questi epici scontri fra Lupo Alberto e Mosè sono nate le prime strisce della serie. Lingua orig. italiano Paese Italia Autore Silver Editore McK Publishing 1ª edizione febbraio 1974 Periodicità mensile Genere umoristico Sito Web http://lupoalberto.agenzia2d.it Cartone animato Guido Silvestri Il personaggio: Storia: Fonte
  8. Rat-Man, il cui vero nome è Deboroh La Roccia, è un personaggio dei fumetti creato da Leo Ortolani nel 1989 e apparso per la prima volta su Spot n. 2 (supplemento a L'Eternauta n. 86). Nasce come parodia dei supereroi americani (il nome stesso ricorda Batman), ma nel tempo si sviluppa in modo autonomo. È un personaggio maldestro e imbranato che decide di diventare supereroe per via della grande ammirazione che ha per i vecchi "uomini in calzamaglia", anche se non possiede nessun superpotere e finisce spesso per combinare solo guai. Lingua orig. Italiano Alter ego Deboroh La Roccia Autore Leo Ortolani Editore Panini Comics - Cult Comics 1ª app. giugno 1989 1ª app. in Spot n. 2 (supplemento a L'Eternauta n. 86) Voce orig. Andrea Ward Sesso Maschio Data di nascita 4 ottobre 1967 Abilità Nessuna Altre informazioni Il personaggio Storia editoriale Immagini: Fonte Che capolavoro! A casa ho tutti i fumetti
  9. IL MIO NOME È MORGAN LOST A New Heliopolis, il male ha un nuovo nemico! Ma chi è Morgan Lost? La sua storia è coperta da un alone di mistero... Morgan Lost è un cacciatore di serial killer, che vive quella che si definisce un'"ucronia": una New York anni '50 con il cielo costellato da dirigibili e con contaminazioni antico egizie nell'architettura, chiamata New Heliopolis. Morgan Lost è daltonico, vede la realtà in sfumature di grigio e di rosso: gli stessi colori delle pagine degli albi di cui è protagonista. Così si crea una sorta di tridimensionalità: noi lettori leggiamo le storie in grigio e sfumature di rosso, come se le stessimo vivendo attraverso gli occhi di Morgan Lost. Morgan Lost era il proprietario di un cinema d'essai, e la sola violenza che conosceva era quella delle pellicole che proiettava. Mai avrebbe pensato che una notte sbagliata avrebbe potuto cambiare la sua vita, distruggendolo. La rinascita è stata lenta e dolorosa, costellata di sofferenza, e l'ha restituito alla vita come un cacciatore di assassini. Fonte: http://www.sergiobonelli.it/sezioni/3445/morgan-lost Parere personale: Nuova serie arrivata ormai al quarto volumetto, belli i primi due, dicono che il 4 sia il migliore (non ho ancora avuto modo di leggerlo), il 3 decisamente mediocre e sottotono con scelte estremamente forzate, disegno impeccabile come sempre... ma è il classico stile Bonelliano, o piace o non piace. Al contrario della quasi totalità delle nuove serie Bonelli, questa è una delle poche (se non l'unica) con continuità e non serializzata in un determinato numero di volumetti. Molto affascinanti i riferimenti al nostro mondo, dove ad esempio una spia russa ha ucciso Hitler prima che potesse fare quel che ha fatto e cambiando in questo modo la storia, portando ad una distopia fatta di turni di lavoro da 18 ore ed uno show televisivo basato sui serial killer, oppure Einstein che è uno scrittore che in verità avrebbe voluto fare lo scienziato, ma senza successo. Tutti riferimenti che fa piacere leggere, spiegati nelle note per quelli meno conosciuti, e che comunque non vanno ad influire sulla trama, per lo meno finora, quindi è un di più che ho apprezzato particolarmente.
  10. Dylan Dog è una serie di albi a fumetti creata nel 1986 da Tiziano Sclavi per Sergio Bonelli Editore. Nei primi anni di vita editoriale la maggior parte delle storie furono scritte dallo stesso Sclavi, col quale si sono poi alternati altri autori come Claudio Chiaverotti, Mauro Marcheselli, Pasquale Ruju, Michele Medda, Paola Barbato, Gianfranco Manfredi, Gianluigi Gonano; e più tardi, tra gli altri, anche Alessandro Bilotta e Roberto Recchioni. Le sceneggiature di Sclavi si sono via via rarefatte fino a scomparire per alcuni anni. Dopo un ritorno sugli albi n. 240, 243, 244 e 250 (usciti tra il 2006 ed il 2007) è iniziata una nuova lunga assenza che perdura tutt'oggi. Il protagonista Dylan Dog condivide lo stesso universo narrativo di altri personaggi bonelliani quali Ken Parker, Mister No, Martin Mystère, Napoleone e Nathan Never. Dylan Dog è il secondo fumetto più venduto d'Italia dopo Tex, con circa 120.000 copie vendute ogni mese (considerando solo la serie principale). Trama: Dylan Dog è un ragazzo di età indefinita (superiore ai 30 anni) che vive a Londra, precisamente in Craven Road al numero 7, insieme al suo assistente, Groucho Marx, e di mestiere fa l'Indagatore dell'Incubo. Le sue avventure girano intorno all'horror, allo splatter, al romantico e al comico. E' un insieme di situazioni diversissime, ma ben collegate. Nonostante il suo mestiere ci appaia strano, sono molte le persone che si rivolgono a lui in cerca di aiuto, dopo essere state cacciate dai commissariati di polizia perchè protagonisti di vicende improbabili. Dylan si trova ad affrontare ogni genere di mostro: vampiri, spiriti, demoni, giganti, conigli assassini, lupi mannari, druidi, ma anche schizofrenici, dottori pazzi, nazisti, e killer. Parere personale: Ne avevo uno sproposito, anche se ora non so che fine abbiano fatto, visto che non lo leggo più da un annetto buono, se non di più Comunque mi piaceva un sacco. C'era tutto: trama, suspense, horror, sesso, azione Quanti pomeriggi al mare passati sotto l'ombrellone a leggere gli albi di Dylan Dog Ora al mare quando ci vado, ci vado sempre sul tardi con gli amici, perchè in vacanza il coma etilico è sempre in agguato ...
  11. Autori: Giacomo Revelli, Andrea Ferraris Editore: Tunué (Prospero’s books) Pagine: 80 Prezzo: € 10,15 Pubblicazione: aprile 2011 ISBN: 978-88-9716-515-6 Trama Il talento, la passione e la determinazione di un ciclista che è diventato leggenda: Ottavio Bottecchia, cavaliere in bicicletta. Ottavio Bottecchia, per i francesi Botescià, il primo italiano a vincere il Tour de France nel 1924: dalle fantasticherie di bambino alla guerra di trincea, dalla vita dura di emigrante al sudore degli allenamenti, dalla celebrata conquista dellamaglia gialla all’apertura della fabbrica di biciclette, fino alla morte improvvisa e ancora senza risposta. Più che un ciclista, un sogno divenuto realtà, nonostante tutto. Bottecchia non è solo un atleta che punta al traguardo, ma rappresenta anche una speranza di rinascita – economica, nazionale e umana – per tutti coloro che, uomini, donne e bambini, lo incitano a dare il meglio. Fino alla vittoria, ottenuta in sella ad una bicicletta senza cambio e nessuna assistenza, calzando scarpe da ballerina. La storia del grande ciclista, raccontata a fumetti sulla falsariga di un diario“sicuramente apocrifo”, dà voce ai protagonisti del ciclismo italiano e europeodel periodo tra le due guerre ma soprattutto suggerisce come la Grande Storiapossa incidere, nel bene e nel male, anche nella vita di un grande uomo. Link al sito con un' anteprima del libro: http://store.tunue.com/bottecchia.html
  12. Signor Rossi Signor Rossi è un personaggio immaginario creato dall'animatore e fumettista italiano Bruno Bozzetto, dal quale sono stati realizzati un totale di sette cortometraggi e tre film, oltre ad una serie televisiva di 11 puntate da 12 minuti ciascuna, chiamata Il signor Rossi e lo Sport, mai distribuita commercialmente. Cortometraggi 1960 Un oscar per il Signor Rossi 1963 Il Signor Rossi va a sciare 1964 Il Signor Rossi al mare 1966 Il Signor Rossi compra l'automobile 1970 Il Signor Rossi al camping 1971 Il Signor Rossi al safari fotografico 1974 Il Signor Rossi a Venezia Lungometraggi 1976 Il Signor Rossi cerca la felicità 1977 I sogni del Signor Rossi 1978 Le vacanze del Signor Rossi Sito Ufficiale di Bruno Bozzetto: http://www.bozzetto.com/ Video intro del lungometraggio Il Signor Rossi cerca la felicità Cartone animato molto carino e divertente, è particolare e penso veramente valga la pena di essere visto :D
  13. In questo topic potete chiedere dei consigli su quale cartone o fumetto potreste guardare/leggere. Chiedete consigli abbastanza mirati, per non farvi elencare mille titoli, che poi non soddisfino i vostri gusti. Un modo abbastanza semplice per restringere il campo è ovviamente il genere che preferite, oppure l'autore, così che gli altri utenti possano consigliarvi autori simili o cartoni/fumetti dello stesso genere.