Cerca nel Forum

Showing results for tags 'Regista' in content posted in Attori e Registi.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Welcome to The Forum
    • Benvenuti - Presentatevi
    • Comunicazioni e guide al forum
    • Supporto
  • Informatica
    • Computer Zone
    • Cellulari - Smartphone - Tablet
  • Videogame Zone
    • Sony PlayStation
    • Microsoft Xbox
    • Nintendo
    • NoDZF Multiplayer Game
  • Discussioni Varie
    • Anime, Cartoni, Manga, Fumetti & Comics
    • Videogiochi
    • Musica
    • Film, Telefilm e TV
    • Letteratura
    • Seriamente Parlando
  • Extra Forum
    • Tema Libero
    • Video Zone
    • L'Angolo Degli Sportivi
    • Cucina
  • Artistic Forum
    • Digital Art
    • Traditional Art
    • Fai da te!
  • E-commerce
    • Mercatino [IN CANTIERISSIMO]
    • Negozi Online
    • Offerte del WEB
    • Guide, Consigli, Segnalazioni

Blogs

  • Recensioni & Opinioni
  • Recensioni & Opinioni [Varie]

Trovato 12 risultati

  1. Attore e Regista Bryan Cranston

    Bryan Lee Cranston (Canoga Park, 7 marzo 1956) è un attore, regista, produttore cinematografico e doppiatore statunitense. È noto principalmente per aver interpretato il ruolo di Walter White, protagonista della pluripremiata serie televisiva Breaking Bad, e per la serie comica Malcolm, in cui ha interpretato il ruolo di Hal, padre del protagonista. a sua interpretazione in Breaking Bad - Reazioni collaterali gli è valsa quattro Emmy come miglior attore protagonista, nel 2008, nel 2009, nel 2010 e nel 2014, e un Golden Globe nel 2014. Nel giugno del 2014 ha vinto un Tony Award come miglior attore in un'opera teatrale, per la rappresentazione di Lyndon B. Johnson in All the Way a Broadway. La sua interpretazione di Dalton Trumbo ne L'ultima parola - La vera storia di Dalton Trumbo riceve la candidatura ai Golden Globe, BAFTA Award, Screen Actors Guild Award e ai Premi Oscar 2016 nella categoria miglior attore protagonista. Biografia: Filmografia: Premi e riconoscimenti: Parere personale Cranston è un attore che apprezzo moltissimo per la sua capacità di immedesimarsi con disinvoltura in personaggi totalmente differenti tra loro. L'ho trovato infatti bravissimo nella parte del simpatico e impacciato Hal in Malcolm e straordinario nell'interpretare Walter White in Breaking Bad, che ritengo essere uno dei ruoli più difficili da interpretare per qualsiasi attore. Per quanto riguarda i film a parte L'ultima parola - La vera storia di Dalton Trumbo che mi piacque molto non ricordo di aver visto altri suoi film dove non avesse un ruolo marginale, quindi per ora il mio giudizio si ferma qui. Collegamenti: Breaking Bad Godzilla
  2. Attore e Regista Hugh Laurie

    Hugh Laurie Chi è? James Hugh Calum Laurie (Oxford, 11 giugno 1959) è un attore, regista, musicista, cantante, doppiatore e comico britannico, noto soprattutto per il ruolo del dottor Gregory House, protagonista della serie Dr. House - Medical Division. In Gran Bretagna ottenne i primi successi come membro del duo comico Fry and Laurie (formato con Stephen Fry), e successivamente per la sua partecipazione alla serie della BBC Blackadder (nella quale ha interpretato George), con protagonista Rowan Atkinson. Biografia Filmografia Una piccola scena in cui interpreta il Dr. House Personalmente adoro questo attore per la sua interpretazione nei panni del Dr. Gregory House, brillante e sarcastico come nessuno Sito ufficiale Collegamenti: Hugh Laurie in Gruppi & Cantanti Dr. House - Medical Division in Film, Telefilm e TV
  3. Regista Mamoru Hosoda

    Mamoru Hosoda (細田 守 Hosoda Mamoru) (Toyama, 19 settembre 1967) è un regista e animatore giapponese di anime. Apprezzato regista e animatore giapponese, Mamoru Hosoda nasce a Nakaniikawa, nella prefettura di Toyama, il 19 settembre 1967. Dopo la laurea al Kanazawa College of Art, dove ha studiato pittura a olio, viene assunto come animatore dalla casa di produzione Toei Animation, colosso dell'industria di animazione nipponica. Biografia: Filmografia: Premi e riconoscimenti: Fonte: Wikipedia Collegamenti: The Boy and the Beast Wolf Children - Ame e Yuki i bambini lupo La ragazza che saltava nel tempo Summer Wars
  4. Attore e Regista Anthony Hopkins

    Sir Philip Anthony Hopkins (Port Talbot, 31 dicembre 1937) è un attore britannico. Attore completo con studi di teatro classico[1] (cresciuto al Cardiff College of Drama e al National Theatre di Laurence Olivier) dopo una lunga gavetta televisiva negli anni settanta, partecipa sul grande schermo a diverse trasposizioni di opere classiche, ma ottiene la fama mondiale (e relativo Premio Oscar al migliore attore protagonista) con l'inquietante e magistrale interpretazione di Hannibal Lecter, lo psichiatra cannibale nel film Il silenzio degli innocenti di Jonathan Demme. Ha ricevuto altre tre candidature all'Oscar, rispettivamente per Quel che resta del giorno, Gli intrighi del potere e Amistad. Biografia: Premi e riconoscimenti: Filmografia: Fonte: MYmovies - Wikipedia Collegamenti: The Elephant Man Il silenzio degli innocenti Il caso Thomas Crawford Instinct - Istinto primordiale
  5. Attore e Regista Tom Hanks

    Thomas Jeffrey Hanks (Concord, 9 luglio 1956) è un attore, regista, sceneggiatore, doppiatore e produttore cinematografico statunitense. La sua carriera ha avuto inizio negli anni ottanta quando, interpretando la serie Henry e Kip (Bosom Buddies), cominciò a esser conosciuto; da allora ha recitato in numerosi film ottenendo un grande successo di critica e di pubblico. Nel corso della sua carriera ha ricevuto 5 nomination agli Oscar, ed è tra i pochi attori nella storia ad aver vinto due Oscar al miglior attore consecutivamente: nel 1994 per Philadelphia e nel 1995 per Forrest Gump. Tra gli incarichi svolti c'è stato quello di Primo Vicepresidente dell'Academy, la società che ogni anno assegna il premio Oscar. Biografia: Premi e nomination: Filmografia: "La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita." Fonte: MYmovies - Wikipedia Collegamenti: Forrest Gump Salvate il soldato Ryan The Pacific Band of Brothers - Fratelli al fronte Captain Phillips - Attacco in mare aperto Cloud Atlas Il miglio verde Saving Mr. Banks
  6. Regista Satoshi Kon

    Satoshi Kon (今敏, Kon Satoshi?) (Kushiro, 12 ottobre 1963 – Tokyo, 24 agosto 2010) è stato un regista, sceneggiatore e character designer giapponese. Maestri eccellenti Studia design della comunicazione visiva presso la Musashino Art University, con l'idea di diventare un pittore. Terminati gli studi, nel 1990 realizza il manga Kaikisen (La stirpe della sirena), suscitando l'attenzione di Katsuhiro Ōtomo, che l'anno dopo lo chiama a collaborare al suo manga World Apartment Horror. Nello stesso anno debutta nel mondo dell'animazione come art director nell'OAV Rōjin Z, scritto dallo stesso Ōtomo, autore che influenzerà notevolmente l'inizio della sua carriera. L'anno seguente partecipa come responsabile del layout al film Hashire Melos! e nel 1993 lavora con Mamoru Oshii come scenografo e responsabile del layout nel film Patlabor 2 The Movie. Dopo un'altra collaborazione con Oshii per il manga Seraphim: 2-Oku 6661-Man 3336 no tsubasa, inizia a lavorare anche come sceneggiatore e nello stesso anno scrive il quinto episodio dell'OAV JoJo no kimyo na bōken (Le bizzarre avventure di JoJo). Nel 1995 entra nello staff creativo di Memories, film a episodi ideato da Katsuhiro Ōtomo, di cui scrive il primo, Kanojo no omoide (Magnetic Rose) diretto da Kōji Morimoto. Autore e regista Ormai sicuro dei propri mezzi, debutta alla regia nel 1997 con il thriller psicologico Perfect Blue. Inizialmente prodotto come film per il mercato home video, consideratone l'elevato livello viene poi distribuito e proiettato nelle sale cinematografiche, ottenendo un ottimo riscontro di pubblico e di critica, tanto da vincere premi al FantAsia Film Festival di Montréal ed al Fantasporto Film Festival di Oporto. Il successo incontrato dalla sua opera prima gli consente di proseguire la carriera registica disponendo di buoni budget e godendo di un'ampia libertà creativa, tanto che i suoi soggetti avranno sempre poco in comune con quelli generalmente scritti per gli anime, caratterizzandosi soprattutto per le tematiche psicoanalitiche e sociali. Nel 2001 scrive e dirige quindi il suo secondo film, Millennium Actress, che pure riscuote consensi di pubblico e critica, e due anni dopo il terzo, Tokyo Godfathers, una fiaba per adulti ambientata tra gli homeless della metropoli, proiettato anche nelle sale italiane. Nel 2004 interrompe temporaneamente la serie di lungometraggi per scrivere e dirigere la serie televisiva Mōsō dairinin (Paranoia Agent), per tornare subito al cinema due anni dopo con Paprika - Sognando un sogno, un poliziesco "onirico" tratto dal romanzo di Yasutaka Tsutsui, presentato in concorso alla 63ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. La morte prematura Satoshi Kon muore alle 6:20 del 24 agosto 2010 per un tumore al pancreas, diagnosticatogli allo stadio terminale appena il 18 maggio. Al momento della morte, il regista stava ultimando il suo nuovo lungometraggio per la Madhouse, intitolato Yumemiru kikai, cui ha dedicato tutte le sue ultime energie. Nel messaggio pubblicato postumo sul suo sito web, intitolato significativamente sayonara ('addio'), Satoshi Kon scrive al pubblico della sua malattia e del suo ultimo lavoro, accomiatandosi con queste parole: « Pieno di gratitudine per tutto ciò che di buono c'è nel mondo, poso la mia penna. Con permesso. Satoshi Kon » Animazione Rōjin Z (1991) Hashire Melos! (1992) - Layout Patlabor 2 The Movie (1993) - Layout Le bizzarre avventure di JoJo (1993) - Scritto e diretto episodio 5 Memories episodio Magnetic Rose (1996) Perfect Blue (1997) Master Keaton (1998) - Animatore dell'episodio 15 Millennium Actress (2001) Tokyo Godfathers (2003) Paranoia Agent (2004) Paprika (2006) Good Morning (2008) parte di Ani*Kuri15 Yume-Miru Kikai[6] (TBA) - Incompiuto Manga Kaikisen (La stirpe della sirena), 1990 - soggetto e disegni World Apartment Horror, 1991 – soggetto Seraphim: 2-Oku 6661-Man 3336 no tsubasa (Seraphim - 266613336 Wings), 1995, incompiuto – disegni Opus, 2010 - soggetto e disegni Yume no kaseki - Kon Satoshi zentanpen (L'eredità dei sogni), 2011 - soggetto e disegni Video Fonte Opinione personale: di Satoshi Kon ho visto Perfect Blue, Millennium Actress, Tokio Godfathers e Paprika. Adora giocare con la realtà ed il sogno ed è un elemento che ho ritrovato in tutti i film che ho visto. Anche l'aspetto psicologica lo interessa. Un regista molto espressivo, visionario in certi momenti, predilige protagoniste femminili. Perfect Blue l'ho trovato un po' frustrante, Millennium Actress un po' troppo creativo/folle. Paprika mi è piaciuto molto la giusta dose di sogno e realtà xD Tokio Godfathers lo vidi parecchio tempo fa, ricordo che mi piacque, ma dovrei rivederlo per esprimermi di più.
  7. Regista Steven Allan Spielberg

    Steven Allan Spielberg (Cincinnati, 18 dicembre 1946) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense. Alcune opere di Spielberg sono tra le più popolari del cinema statunitense. È considerato uno dei cineasti più importanti e influenti: agli inizi della carriera è stato un componente dei movie brats, movimento che contribuì alla nascita della Nuova Hollywood degli anni settanta, assieme ai colleghi e amici George Lucas, Francis Ford Coppola, Martin Scorsese e Brian De Palma. Ha vinto due premi Oscar come miglior regista per Schindler's List (per il quale vince anche la statuetta di miglior film), e per Salvate il soldato Ryan. Ha inoltre ricevuto il Leone d'oro alla carriera alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia del 1993. Nel 1987 ha vinto il Premio alla memoria Irving G. Thalberg. È stato tra i fondatori della Amblin Entertainment e della DreamWorks (insieme a Jeffrey Katzenberg e David Geffen). Biografia Filmografia Premi e riconoscimenti Curiosità Fonte: Wikipedia - Biografieonline Collegamenti:
  8. Regista Stanley Kubrick

    Stanley Kubrick (New York, 26 luglio 1928 – St Albans, 7 marzo 1999) è stato un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico, direttore della fotografia, montatore, scenografo, creatore di effetti speciali e fotografo statunitense naturalizzato britannico, considerato tra i maggiori cineasti della storia del cinema. Kubrick è conosciuto soprattutto per aver affrontato con grande abilità quasi tutti i generi cinematografici: il noir con Il bacio dell'assassino, il thriller con Rapina a mano armata, il peplum con Spartacus, la satira politica con Il dottor Stranamore, la commedia "nera" con Lolita, la fantascienza in 2001: Odissea nello spazio, la fantascienza sociologica in Arancia meccanica, il genere storico in Barry Lyndon, l'horror con Shining, il genere guerra con Paura e desiderio, Full Metal Jacket e Orizzonti di gloria, il dramma psicologico in Eyes Wide Shut. Ha diretto in totale 13 lungometraggi, ed è stato candidato per 13 volte al Premio Oscar, vincendolo solo nel 1969 per gli effetti speciali di 2001: Odissea nello spazio. Nel 1997 ha vinto il Leone d'oro alla carriera al Festival del cinema di Venezia. Biografia: Filmografia Carriera: Premi e Riconoscimenti: Fonte O.P. Che dire un regista freddo eclettico e visionario che ha sperimentato diversi generi dalla fantascienza al drammatico allo psycodramma fino all'horror sempre lasciando una particolare impronta in ogni sua opera che delinea una personalità ed uno stile che a me ha sempre affascinato molto nonostante le numerose critiche che gli sono state mosse anche da altri registi che apprezzo tipo Cronenberg o anche dallo stesso Stephen King sul come ha interpretato Shining. In tutti i casi io non sono certo un critico d'arte all'altezza di poter minimamente giudicare certe cose tuttavia ho sempre adorato il genere la visione ed il coraggio con cui ha fatto i suoi film. Sito ufficiale Migliori scene: Collegamenti: Barry Lyndon Lolita (remake diretto da Adrian Lyne) A.I. - Intelligenza artificiale Full Metal Jacket Arancia meccanica
  9. Regista Hayao Miyazaki

    gif © by oOLuccianaOo Biografia Opere Filmografia Tematiche Opinione personale Altre info Immagini Sito ufficiale dello Studio Ghibli in giapponese Ghibli Wiki in inglese gif © oOLuccianaOo Collegamenti: Nausicaä della Valle del vento Il mio vicino Totoro Kiki - Consegne a domicilio Porco Rosso Principessa Mononoke I sospiri del mio cuore La Città Incantata Il castello errante di Howl Ponyo sulla scogliera Si alza il vento Conan il ragazzo del futuro On Your Mark Arrietty - Il mondo segreto sotto il pavimento - Mary Norton (autrice) La collina dei papaveri Una tomba per le lucciole (voce) Il regno dei sogni e della follia Il castello nel cielo Shuna no tabi Studio Ghibli
  10. Regista Osamu Tezuka

    Osamu Tezuka (手塚治虫 Tezuka Osamu?) (Toyonaka, 3 novembre 1928 – 9 febbraio 1989) è stato un fumettista e regista giapponese. La sua prolificità e le sue tecniche e generi pionieristici gli sono valsi i soprannomi di "padre dei manga" o addirittura "dio dei manga" (manga no kamisama)[2]. Uno dei tratti distintivi dell'animazione giapponese, gli "occhioni", furono inventati da Tezuka, che si basò su cartoni animati dell'epoca come Betty Boop di Max Fleischer e Topolino di Walt Disney. Per avere un'idea della sua produttività, la raccolta Complete Manga Works of Tezuka Osamu (手塚治虫漫画全集, pubblicata in Giappone) comprende oltre 400 volumi e più di 80.000 pagine, tuttavia la sua produzione completa è stimata comprendere oltre 700 storie e un totale di circa 170.000 tavole. Considerato spesso il più importante fumettista e animatore giapponese della storia, è riconosciuto come il padre dello "story manga". Ha avuto un ruolo fondamentale nel campo dell'animazione giapponese, contribuendo profondamente a popolarizzarla, fondando nel 1961 lo storico studio Mushi Production e producendo la prima vera e propria serie anime della storia, Astro Boy del 1963. Biografia Filmografia Opinione personale Sito ufficiale Collegamenti: La cronaca degli insetti umani
  11. Regista George Lucas

    George Walton Lucas Jr. (Modesto, 14 maggio 1944) è un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e montatore statunitense. È stato proprietario di una holding del cinema, la Lucasfilm, e anche un importante imprenditore nell'ambito dei giocattoli e dei videogiochi. È famoso soprattutto per le saghe di Guerre stellari e Indiana Jones, per aver diretto il classico della fantascienza L'uomo che fuggì dal futuro e il film culto American Graffiti. La sua figura è indubbiamente legata alla Nuova Hollywood. Lucas ha spesso affidato ad altri, Spielberg in primis, il compito di portare sullo schermo le sue creazioni, dedicandosi, per la maggior parte del tempo, a lavorare dietro le quinte a storie e personaggi, a mondi paralleli e credibili, a ecosistemi in cui i protagonisti potessero vivere come persone reali. Lucas non è solo un grande uomo di marketing che con un solo brand è riuscito a vivere commercialmente di rendita per decenni, ma è anche un genio tecnico che ha imposto nuovi standard nelle tecnologie applicate al cinema. La rivista Forbes lo pone al 1º posto nella classifica degli artisti cinematografici più ricchi del mondo con un patrimonio di 3.9 miliardi di dollari. Biografia: Filmografia Premi e Riconoscimenti [Fonte] Opinione Personale Creatore di due icone culturali come Guerre Stellari e Indiana Jones e dell'ormai storico ma magnifico American Graffiti dove recita anche il grande "Ron Howard" Ideatore di un nuovo immaginario che ha influenzato in maniera potente le passate e la nostra generazione. Sia con i vari Indiana Jones che con Guerre Stellari dove è stato di ispirazione da moltissimi punti di vista in me soprattutto per la passione che ho sempre avuto per la fantascienza in tutte le sue forme e l'avventura. Unico punto dove direi ha un pò deluso è nella seconda trilogia partita nel maggio 1999 con la "Minaccia fantasma" attraverso alcune scelte dubbie a mio parere tipo i midichlorian, che tolgono ogni magia alla forza riducendola ad una questione di analisi del sangue e scemando la trama in un evidente mancanza di epicità anche con l'introduzione di Jar Jar Binks, il personaggio comico che non fa ridere. Cmq sia è e rimane il Padre fondatore creatore di sogni, di mondi, di universi di ciò che è diventato un Iconografia vera e propria che continua nel suo essere più o meno incisivo a farci sognare. Migliori scene Collegamenti: Star Wars I - La minaccia fantasma Star Wars II - L'attacco dei cloni Star Wars III - La vendetta dei Sith
  12. Regista Akira Kurosawa

    Biografia Discendente di una nobile famiglia di samurai, ultimogenito di Isamu e Shima, la sua famiglia era composta da tre fratelli e quattro sorelle. Akira non ebbe mai modo di conoscere uno dei suoi fratelli, che morì prima della sua nascita, e una delle sue sorelle fu uccisa da una malattia quando lui aveva dieci anni. Nel periodo scolastico, iniziò ad interessarsi al disegno, alla pittura e al teatro, ma divenne anche un esperto di kendo ed un appassionato di golf. Fu per merito del fratello Heigo, esperto ed appassionato di cinema, che Akira inizierà ad avvicinarsi a quello che sarebbe stato il suo campo. Il fratello, suicidatosi poi nel 1930, fece nascere in lui la passione per la letteratura e in particolar modo per William Shakespeare. Nel frattempo, Kurosawa intraprende l'attività di 'benshi', commentatore di film musicali, che gli permette di conoscere le produzioni dei registi dell'epoca. Nel 1936, viene assunto da una casa di produzione cinematografica come assistente regista. Dopo un periodo di collaborazione con Kajirō Yamamoto, sotto la cui direzione gli viene affidata, per la prima volta, la sceneggiatura de "Il cavallo", intraprese una propria carriera da cineasta. Kurosawa nel corso della sua vita vide il Giappone cambiare completamente, passando da nazione sotto un regime totalitario con ambizioni militari a potenza economica pacifista. Anche se è particolarmente ricordato per i suoi primi film girati a cavallo degli anni cinquanta e sessanta, Kurosawa continuò a scrivere e dirigere film fino alla sua scomparsa, avvenuta nel 1998. I più famosi film di Kurosawa sono ambientati nel periodo feudale dell'impero del Giappone (circa XIII secolo - XVII secolo). Alcune della trame delle sue pellicole sono adattamenti (più o meno fedeli) di opere di Shakespeare, come Ran (1985), basata sul Re Lear, e Il trono di sangue, basato sul Macbeth. La fortezza nascosta, la storia di una principessa, un generale, e due contadini ignoranti ed avidi, ha avuto una notevole influenza su George Lucas per la creazione della saga di Star Wars. Gli altri film più conosciuti di Kurosawa, sempre improntati sulle figure mitiche ed epiche dei Samurai, sono Rashōmon (vincitore del Leone d'oro alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1951, un premio che fece acquisire notorietà al regista e che aprì le porte dell'Occidente al cinema giapponese), I sette samurai, più tardi "rielaborato" nel western I magnifici sette, e La sfida del Samurai, che fornì la base per il primo "spaghetti-western" di Sergio Leone con Clint Eastwood, Per un pugno di dollari. Yojimbo vide anche un sequel, Sanjuro. Kurosawa diresse anche molti adattamenti di classici della letteratura russa, incluso L'idiota, tratto dal romanzo omonimo di Fëdor Michajlovič Dostoevskij, e I bassifondi, tratto dal romanzo omonimo di Maksim Gorkij, ma anche di autori quali Arsenev Nel profondo Ussuri e Dersu Uzala per girare il film omonimo. Anatomia di un rapimento è invece basato su Due colpi in uno dello scrittore statunitense Ed McBain. Sedici dei suoi film, realizzati tra il 1948 ed il 1964, sono interpretati da alcuni attori ricorrenti, tra i quali spicca Toshiro Mifune, la cui collaborazione con il regista cominciò nel 1948 con L'angelo ubriaco e terminò nel 1965 con Barbarossa. Dopo questo film, Kurosawa passò dal bianco e nero al colore, cambiando anche lo stile, che precedentemente era caratterizzato da una tendenza costante all'epico. Il suo film seguente Dodes'ka-den, film a episodi incentrati sui disadattati e gli emarginati prodotti dalla società giapponese, non si rivelò un successo. Kurosawa cominciò allora a lavorare su un progetto di Hollywood, Tora! Tora! Tora!; ma la 20th Century Fox lo rimpiazzò con Kinji Fukasaku prima che il film fosse completato. Dopo questo smacco, Kurosawa, in linea con lo spirito giapponese che aveva dipinto nei suoi film, tentò il suicidio, sopravvivendo. Girò allora numerosi altri film: Dersu Uzala, girato in Unione Sovietica ed ambientato in Siberia nei primi anni del XX secolo, vinse un premio Oscar per il "miglior film straniero"; Kagemusha (coprodotto da Francis Ford Coppola e George Lucas) che si aggiudicò invece la Palma d'oro ex aequo con All That Jazz - Lo spettacolo continua, la storia di un uomo che è il sosia di un nobile medievale e che prenderà possesso della sua identità; Ran, prodotto questa volta con la Francia, divenne un vero e proprio successo internazionale, ed è da molti considerato il massimo raggiungimento artistico della carriera di Kurosawa. Gli ultimi film del regista comprendono Sogni, Rapsodia in agosto e Madadayo - Il compleanno. Il suo stile semplice ma estremamente spettacolare e la sua capacità di alternare toni lievi e grotteschi ad altri gravi e tragici, hanno contribuito alla creazione di un cinema epico e privo di retorica, e dunque classico e innovativo allo stesso tempo. Fonte Filmografia Riconoscimenti Opinione personale: Di tutti i film di Kurosawa, pochi son quelli che ho avuto l'occasione di vedere (I sette Samurai, Ran, Rashomon, Sugata Sanshiro) , ma son bastati per non rendere omaggio alla bravura di questo regista. La sua firma è caratterizzata dal realismo e dalla teatralità. Grande amante di Shakespeare, Kurosawa, sceglie attori, storie ed inquadrature capaci di trasmettere molto pathos, non a caso spesso le sue storie son tratte da romanzi di scrittori del calibro di Dostoevskij . In Kurosawa troviamo il gusto della narrazione, della lentezza che non annoia, ci prende per mano e con tutta calma ci accompagna verso epoche ormai lontane del Giappone, con i suoi Signori, i suoi Samurai, le sue Principesse raffiguranti bellezze del tutto esotiche, i monaci, i ladri, i contadini e i banditi. So che lo stile ed il ritmo dei suoi film oramai si distaccano tanto dai film odierni, ma per un appassionato del cinema penso che Kurosawa non possa mancare nella videoteca personale. Collegamenti: I sette samurai