Cerca nel Forum

Showing results for tags 'OS'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Welcome to The Forum
    • Benvenuti - Presentatevi
    • Comunicazioni e guide al forum
    • Supporto
  • Informatica
    • Computer Zone
    • Cellulari - Smartphone - Tablet
  • Videogame Zone
    • Sony PlayStation
    • Microsoft Xbox
    • Nintendo
    • NoDZF Multiplayer Game
  • Discussioni Varie
    • Anime, Cartoni, Manga, Fumetti & Comics
    • Videogiochi
    • Musica
    • Film, Telefilm e TV
    • Letteratura
    • Seriamente Parlando
  • Extra Forum
    • Tema Libero
    • Video Zone
    • Sexy Zone
    • L'Angolo Degli Sportivi
    • Cucina
  • Artistic Forum
    • Digital Art
    • Traditional Art
    • Fai da te!
  • E-commerce
    • Mercatino [IN CANTIERISSIMO]
    • Negozi Online
    • Offerte del WEB
    • Guide, Consigli, Segnalazioni

Categorie

  • Giocatori

Categorie

  • Giochi

Categorie

  • tornei

Categorie

  • Attività

Categorie

  • Feedback

Blogs

  • Recensioni & Opinioni
  • Recensioni & Opinioni [Varie]

Trovato 22 risultati

  1. OS

    Windows 10 Lingua: Multi Licenza:Gratis, ma solo per chi aggiorna da Windows 7 o Windows 8.x originali, ed entro un anno dall'uscita. Altrimenti 130€ per la versione Home se non sbaglio Requisiti di sistema: Processore: 1 gigahertz (GHz) o superiore oppure SOC RAM: 1 gigabyte (GB) per sistemi a 32-bit o 2 GB per sistemi a 64 bit Spazio su disco rigido: 16 GB per sistemi a 32 bit, 20 GB per sistemi a 64 bit Scheda video: DirectX 9 o versioni successive con driver WDDM 1.0 Display: 800x600 Home page: http://windows.microsoft.com/it-it/windows/home Download: http://www.microsoft.com/it-it/software-download/windows10 Qualcuno potrebbe controllare le info che ho dato? sapete è una vita che creo post di questo tipo e ogni tanto spero anche nell'aiuto di qualche buon utente L'ho aperto perchè ho appena aggiornato e nonostante qualche bug che sto notando, (se metto la luminosità da 0 a 50 mi si vede tutto nero, è possibile? ), mi sto trovando da DIO! Davvero un ottimo lavoro finalmente a parte i primi 3 minuti, mi sono ritrovato di fronte a un sistema operativo molto intuitivo e con tutto quello che mi occorre. Bisognerà vedere in fluidità ovviamente e per ora non mi sembra molto un granchè ... magari si deve ottimizzare, bho Ovviamente l'ho installato grazie alla notifica che avevo sul mio windows 7 Vedremo più avanti
  2. OS

    Sviluppatore Apple Inc. Famiglia SO Unix, BSD Release iniziale10.12 beta 1 (13 giugno 2016) Release corrente10.12 beta 2 (6 luglio 2016) Tipo di kernel Kernel Ibrido Piattaforme supportate Intel x86-64 Metodo di aggiornamento Mac App Store free (non ancora disponibile) Interfacce grafiche Semplice Tipologia licenza Software proprietario Licenza APSL e Apple EULA Stadio di sviluppo Corrente Predecessore OS X 10.11 El Capitan Sito web: https://www.apple.com/macos/sierra-preview/ macOS Sierra è la prima versione di macOS, successore del sistema operativo macOS diApple. È stato presentato ufficialmente al pubblico da Craig Federighi il 13 giugno 2016 a San Francisco, durante l'Apple WWDC, lo stesso giorno della presentazione è stata rilasciata la prima beta per sviluppatori. Una delle maggiori novità è l'introduzione diSiri su sistemi macOS. Oltre all'introduzione di Siri su macOS, è stata introdotta la possibilità di ridurre i filmati come sui dispositivi iOS (Picture-in-Picture), la possibilità di ridurre lo spazio occupato su disco attraverso un apposito pannello nelle impostazioni e di trasferire i file più vecchi e non utilizzati su iCloud e la possibilità di sbloccare il Mac attraverso l'Apple Watch. Sarà compatibile con tutti i MacBook e gli iMac commercializzati dal 2009 in poi e con i MacBook Pro, MacBook Air, Mac mini e Mac Pro disponibili sul mercato dal 2010 in avanti. Fonte: wikipedia Siri debutta sul Mac e lo fa in grande stile, con nuove funzioni a misura di desktop. Ma non è l’unica novità pensata per darti un Mac sempre più smart. Perché macOS Sierra ti aiuta a riscoprire le tue foto più belle, a lavorare al meglio su più dispositivi e a liberare spazio prezioso. Ora il tuo Mac fa ancora di più per te, così tu puoi fare ancora di più con il tuo Mac. Per saperne di più https://www.apple.com/it/macos/sierra-preview/ Leggete sul sito, ci sono molte novità MacOS Sierra arriverà in autunno
  3. OS

    Chi l'avrebbe detto mai? Siamo ancora nei primi giorni di marzo e già abbiamo davanti una Preview Developer di Android N (che ancora non sappiamo per cosa sta, credo che alla fine arriveremo alla nutellosa Nutella ) Ma comunque veniamo al dunque Stavolta Google non ha saputo aspettare il Google I/O e già i possessori dei dispositivi Nexus più recenti potranno testare con mano la nuova Major Release di BigG ecco alcune delle principali caratteristiche: mostrare due app in contemporanea su schermo, feature che gli sviluppatori possono implementare aggiungendo l’attributo “android:resizableActivity” nel manifest delle app. A quanto pare l’utente potrà inoltre determinare lo spazio su schermo occupato dall’una e dall’altra app. confermato il mockup che girava in rete del pannello notifiche dove troviamo in alto i toggles più importanti e una freccia che permette di visualizzarne altri. miglioramento della funzionalità Doze che, introdotta in Android 6.0, monitora e limita il consumo della batteria quando il telefono è in stand-by regolazione della densità che non potrà comunque essere inferiore a quella di un Nexus 4: sw320dp, per ingrandire o ridurre la dimensione dei contenuti sul display ed ecco qualche screen: potete provare la preview su virtual machine e Nexus 6P Nexux 5X Nexus 6 Nexus 9/9G Nexus Player Pixel C scaricandola direttamente dalla pagina ufficiale http://developer.android.com/preview/download.html siete riusciti a provarla? che ne pensate? fatemi sapere la vostra Ringrazio Androidiani per le informazioni riguardanti le feature e gli screen... Purtroppo non possiedo un Nexus
  4. OS

    Remix OS Lingua: Multilingua (Italiano compreso) Licenza: Free License Requisiti di sistema: Qualsiasi CPU x64, una Pen Drive USB da almeno 4 GB con una velocità in scrittura pari o superiore a 10 MB/s Descrizione: Il team di Jide Technology, costituito da tre sviluppatori precedentemente impegnati in Google, ha annunciato Remix OS 2.0, una versione “productivity-focused” del sistema operativo Android. Sviluppato in collaborazione con Android-x86 project consente a tutti coloro che possiedono un PC o un Mac dotati di processore AMD o Intel di provare l’esperienza di avere un terminale Android Lollipop (presto aggiornato a Marshmallow) con pieno accesso al Google Play Store. Per la prima volta nell’ecosistema Android, gli utenti potranno poi lavorare attraverso la tradizionale interfaccia a finestre, rendendo le operazioni desktop semplici e intuitive come se si stesse utilizzando uno smartphone o un tablet. Remix OS 2.0 può essere scaricato su una penna USB e trasportato ovunque in modo comodo e pratico, rendendo tra l’altro accessibile il mondo dei computer e la rete internet anche a chi non ha grandi possibilità economiche. Per questo motivo uno dei partner del progetto è Tecno, uno dei principali marchi di telefonia mobile dell’Africa. Home page: http://www.jide.com/ Download: Link
  5. OS

    Ubuntu GNOME 14.10 Lingua: Multi (Italiano incluso) Licenza: Open Source Requisiti di sistema: Processore da 1GHz x86 o amd64; 1GB di RAM; 10GB di spazio su disco; Supporto fisico CD/DVD o pendrive USB; Accesso a Internet (per effettuare gli aggiornamenti direttamente durante l’installazione). Descrizione: Ubuntu Gnome è una derivata in grado di coniugare le qualità del sistema operativo di Canonical con l'ambiente desktop Gnome Shell. Gli sviluppatori del progetto Ubuntu GNOME hanno introdotto alcune piccole personalizzazioni riguardanti soprattutto l'installer, l'integrazione di font Ubuntu di default nella distribuzione oltre ad includere applicazioni come Firefox, Ubuntu Software Center ecc. Ubuntu GNOME 14.10 porta con se la nuova versione 3.12 di GNOME, aggiornamento che rende ancora più stabile e completo l'ambiente desktop del piedone. Con Ubuntu GNOME 14.10 debuttano inoltre due nuove applicazioni di default: Gnome Weather e Gnome Maps. La prima ci consente di poter aver informazioni meteo dettagliate sulle nostre località preferite, la seconda ci consente di accedere a mappe online direttamente da una semplice ed intuitiva interfaccia grafica. Gli sviluppatori hanno inoltre lavorato molto per risolvere diversi bug riscontrati in Ubuntu GNOME 14.04, ad esempio troviamo risolti alcuni problemi con Logical Volume Manager (LVM), errori nell'installazione ecc. Ubuntu GNOME 14.10 Utopic porta con se il nuovo Kernel Linux 3.16, driver open source e proprietari aggiornati, di default troviamo anche Gnome Tweak Tool utile applicazione per personalizzare Gnome Shell e gestire le varie estensioni. Tra le varie applicazioni di default troviamo anche Mozilla Firefox 33, LibreOffice 4.3.2, Rhythmbox 3.0.3, X.org 1.16.0 e Mesa 10.3.0. Home page Guida post installazione Abilitare i repository Partner di Canonical e aggiornare il sistema: Abilitare i repository Partener di Canonical permetterà di installare programmi come Skype. Avviare Ubuntu Software Center, quindi dalla barra dei menù selezionare Modifica -> Sorgenti software... Dalla scheda Altro software spuntare Partner di Canonical. Chiudere il tutto e aggiornare il sistema lanciando da terminale: sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade e confermare. Installare aggiornamenti: Gli sviluppatori di Ubuntu rilasciano quindi constanti aggiornamenti di sicurezza e mantenimento che possonno essere installati grazie al tool Aggiornamenti Software disponibile dal Menu, in alternativa basta avviare il terminale e digitare: sudo apt-get updatesudo apt-get upgrade Installare codec multimediali: Per installare i codec multimediali per riprodurre file audio e video in formato proprietario può essere utilizzato il tool ubuntu-restricted-extras il quale installerà anche font Microsoft, plugin Flash Player utili: avviare il terminale e digitare: sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras p7zip Installare la lingua italiana: Per installare la lingua italiana (riferito a chi ha completato l'installazione del sistema operativo senza una connessione a internet, quindi che non ha scaricato gli aggiornamenti) lanciare da terminale: sudo apt-get install language-pack-it language-pack-gnome-it aspell-it myspell-it witalian Aggiungere il tasto riduci a icona (stile windows): Tramite dconf Editor, già presente nei software di sistema, è possibile aggungere il tasto riduci a icona in stile Windows. Per farlo, bisogna impostare la chiave org.gnome.shell.overrides.button-layout in: :minimize,maximize,close
  6. OS

    Lingua: Multilingua (Italiano compreso) Licenza: Free/Open-source GPL, LGPL, BSD Requisiti di sistema: CPU: x86 Intel Pentium o superiore GPU: 2MB VGA (VESA BIOS v2.0 o superiore) RAM: 64MB (consigliati 256MB Hard Disk: IDE o SATA (quest'ultimo parzialmente supportato ed in via di sviluppo) min. 350MB con partizione primaria FAT16/FAT32 Tastiera e mouse con connettore PS/2 o USB Opzionale per funzionalità di rete cloni NE2000 (come Realtek 8029) AMD PCnet32 LANCE Descrizione: ReactOS (in precedenza FreeWin95) è un sistema operativo libero/open source che si pone l'obiettivo di diventare totalmente compatibile con il codice oggetto delle applicazioni e dei driver realizzati per Microsoft Windows NT 5 e versioni successive (Windows 2000, XP, 2003, Vista, 7, 8 e 10). Il termine ReactOS è stato coniato dal fondatore del progetto Jason Filby, uno sviluppatore di Oracle di Durban, Sud Africa. Mentre "OS" sta per "sistema operativo", "React" sta alla disapprovazione di massa verso Microsoft e la sua posizione monopolistica e alla necessità di una "Reazione". Home page: http://www.reactos.org/ Download: Link Immagini:
  7. OS

    Ubuntu è quasi pronto ... e in partenza per sportarsi anche sugli smartphone. Purtroppo dopo questa grande notizia .... le cose sono andate sempre peggio. Prima accennarono di non compatibilità con app e varie funzionalità di android .... poi """minacciarono""" di non inserire un vero e proprio store sul dispositivo e per concludersi infine nel flop che tutti quelli che hanno un dispositivo NEXUS hanno ricevuto installando la beta della release. Io sono uno di quelli e devo dire che mi ha piuttosto schifato la beta Forse sono abituato al robottino verde ma con ubuntu mi sono trovato piuttosto scomodo .... non è intuitivo, per capire come chiudere un'app ho dovuto smanettare per 1 ora, ecc ecc voi che ne pensate?
  8. Salve a tutti, avrei 2 problemi da risolvere che riguardano Windows 7 e 10. Al momento sul portatile ho Windows 8.1 ...non originale l'idea era di reinstallare Windows 7 (originale perche era preinstallato quando ho preso il portatile) ed aggiornarlo a Windows 10. Non volevo usare i dischi di ripristino perche installano anche tutti quegli inutili software HP e non vorrei perdere tempo a disinstallarli tutti uno per uno, cosi ho scaricato Windows 7 con SP1 incluso che ho trovato in un topic qua su NDZF. Durante l'installazione però mi ha chiesto il seriale, io ho inserito quello scritto sull'etichetta sotto il pc ma non risulta valido Come mai non mi accetta il seriale? E' perche ha il SP1 integrato? C'è un modo per reinstallare un Windows 7 pulito riutilizzando la mia licenza originale? Il secondo problema riguarda poi la licenza Windows 10. Immaginiamo di aver gia aggiornato, se un giorno volessi formattare tutto e reinstallare Windows 10 perderei la licenza gratuita ottenuta tramite aggiornamento. Come si deve fare in quel caso?
  9. OS

    Mythbuntu 14.04.1 LTS Lingua: Multi (italiano compreso) Licenza: Open Source Requisiti: qualsiasi pc che abbia più di 384 MB di memoria RAM Descrizione Mythbuntu è un add-on per Ubuntu che consente di creare un sistema PVR basato su MythTV. Può essere usato per preparare un sistema standalone o per l'integrazione con un una rete di MythTV esistente. Diversamente da progetti simili, Mythbuntu mantiene stretti legami con Ubuntu e tutto ciò che viene sviluppato viene reso ad Ubuntu. Il ciclo di sviluppo di Mythbuntu segue molto da vicino quello di Ubuntu, con rilasci ogni sei mesi parallelamente a quelli di Ubuntu. Desktop Mythbuntu usa il desktop XFCE. Tutte le applicazioni standard non necessarie di Ubuntu, come ad esempio LibreOffice, Evolution e l'applicazione desktop completa Gnome non sono installate in una installazione di default di Mythbuntu. Ma in qualunque momento un utente vorrà, potrà installare ubuntu-desktop, kubuntu-desktop, o xubuntu-desktop e aggiungere un desktop completo sulla propria installazione. Tutto questo si può fare facilmente attraverso Mythbuntu Control Centre. Mythbuntu Control Centre Il Mythbuntu Control Centre (centro di controllo di mythbuntu) è una interfaccia grafica personalizzata usata per configurare il sistema. Da qui puoi selezionare quali tipi di sistemi (Backend, Frontend, entrambi) vuoi. Installare Plugin, configurare MySQL, impostare password, installare driver proprietari, codec proprietari, configurare telecomandi e una varietà di altre funzioni, tutte disponibili da un unico, comodo programma. Frontend Live Un CD di Mythbuntu può anche essere usato come frontend live. Questo è utilissimo soprattutto quando si vuole trasformare velocemente un laptop o un desktop in un frontend, o provare al volo la compatibilità hardware. Il frontend live fornisce un'interfaccia grafica per montare condivisioni di rete, configurare l'indirizzo remoto del tuo backend master e un luogo in cui salvare le impostazioni. Tutte le impostazioni possono essere salvate direttamente in un dispositivo usb per essere trasportate facilmente. Homepage Download Vi lascio il link alla guida per la creazione di un sistema home theatre HTPC e per configurarlo correttamente
  10. OS

    Come un fulmine a ciel sereno, eccoci con android M. Quelli di google questa volta sono stati velocissimi. forse un po' troppo xD Infatti è disponibile da poche ore la preview developer di android M; l'ho provata e devo dire che presenta novità interessanti chissà se anche la gestione della RAM potrà dare i suoi frutti. Ecco un po' di screens che ho fatto: Infine, vi elenco tutte le maggiori novità prese da: http://www.androidworld.it/2015/05/28/android-m-developer-preview-prova-su-nexus-5-304306/ Tra le novità principali abbiamo senz’altro la gestione dei permessi, Now on Tap, e piccoli ritocchi per il menu dei volumi audio e del taglia/copia/incolla. Sotto al cofano però le novità sono ben di più, come i Chorme Custom Tabs, App Links, Android Pay, supporto ai lettori di impronte digitali, e Doze, un nuovo sistema per aumentare l’autonomia in standby. Al di là di questo, ci sono però tante cose non annunciate durante l’I/O, che andiamo subito ad elencare: Nuova interfaccia per l’inserimento dei widget, con ordinamento verticale e raggruppamento dei widget in base all’app. Nuovo app drawer, con impaginazione verticale alfabetica, ricerca in alto, e app più frequenti nella prima riga Attivazione delle priorità, divise tra silenzio totale, solo sveglie e solo con priorità, nella barra dei quick setting Impostazioni e Impostazioni Google sono unite Gestione download, Play Services e Play Store sono le uniche tre app che ignorano automaticamente (e non potrete cambiare impostazione) le “ottimizzazioni della batteria”, ovvero Doze, la funzione che abbassa al minimo il consumo nei periodi di standby prolungato La pagina in informazioni sulle app è stata ridisegnata e permette ora di gestire molto meglio lamemoria occupata da ciascuna applicazione, i permessi di cui ciascuna app gode (necessario che l’app sia stata ottimizzata per Android M per evitare comportamenti impredicibili) e le notifiche. Nelle opzioni sviluppatore c’è una voce per cambiare il tema da chiaro a scuro, o metterlo in automatico: questo in pratica ha effetto solo sulle impostazioni. In backup e ripristino abbiamo una voce per reimpostare le impostazioni rete, ovvero Wi-Fi, dati mobili e Bluetooth. Google Now può ricevere informazioni su schermo per parole chiavi come luoghi, persone e altro: dovrebbe essere una funzione collegata a Now on Tap, presente ma non funzionante. Il lock screen ha un nuovo font, che evidenzia meglio l’orologio, e non c’è più la scorciatoia al dialer, sostituita dai comandi vocali di Google Nelle opzioni sviluppatore c’è la voce “mostra sintetizzatore interfaccia di sistema” che abilita una nuova opzione, “system UI tuner” che al momento permette solo di riordinare e aggiungere quick setting, ma non funziona bene e va spesso in crash. Interessante comunque il solo fatto che una simile opzione sia prevista. Esiste il multi windows, anche se molto nascosto. (qui la prova di AndroidWorld)
  11. OS

    Windows 10 Technical Preview Lingua: Inglese - Cinese - Portoghese Licenza:Gratis Requisiti di sistema: - Processor: 1 gigahertz (GHz) or faster - RAM: 1 gigabyte (GB) (32-bit) or 2 GB (64-bit) - Free hard disk space: 16 GB Descrizione: Microsoft ha svelato le principali caratteristiche della Technical Preview di Windows 10, il successore di Windows 8. La prima sorpresa riguarda proprio il nome: ci si attendeva Windows 9 e invece Microsoft ha scelto di saltare tale numero di release. Il perché di tale scelta non è stato ufficialmente dichiarato, ma si ipotizza che trattandosi di un importante punto di svolta per la società di Redmond si sia voluto dare un punto di discontinuità. Windows 10 sarà installabile su ogni tipologia di dispositivi: avrà un core comune a smartphone, tablet e PC permettendo anche di condividere su tali dispositivi le medesime app. E proprio questa è la novità principale che verrà attuata con il rilascio di Windows 10 entro la fine del 2015. Fonte: hwupgrade.it Home page: http://windows.microsoft.com/it-it/windows/home Download: http://windows.microsoft.com/it-it/windows/preview-download?ocid=tp_site_downloadpage Potrete provarlo tramite virtual machine o installarlo massterizzandolo su DVD o pen drive come nel video successivo:
  12. OS

    Parliamo qui, di questo sistema operativo. Pareri, perplessità, aiuti su come funzionano alcune feature ... questo è il topic adatto! Novità Android 5.0 (lollipop) : http://www.android.com/versions/lollipop-5-0/ Sviluppatore Google Inc. Open Handset Alliance Famiglia SO mobile operating systems Modello del sorgente Open source Release iniziale 1.0 (23 settembre 2008) Tipo di kernel Linux kernel (monolitico) Piattaforme supportate 32 i ARM, 64 bit (a partire da Android Lollipop) MIPS, x86 Metodo di aggiornamento OTA (disponibile dalla OS 1) e PC Licenza Apache 2.0 Stadio di sviluppo in produzione, corrente Sito web http://www.android.com Novità rispetto a KitKat
  13. OS

    Linux Mint Screenshots Lingua: Multi (Italiano incluso) Licenza: Open Source Requisiti (Linux Mint 17.1 Rebecca) Ambiente grafico Cinnamon Processore (x86) 700 MHz Ram 512 MB Spazio libero su disco 9 GB Risoluzione monitor 800x600 Ambiente grafico Mate Processore (x86) 700 MHz Ram 512 MB Spazio libero su disco 9 GB Risoluzione monitor 800x600 Ambiente grafico Xfce Processore (x86) 700 MHz Ram 512 MB Spazio libero su disco 10 GB Risoluzione monitor 800x600 Ambiente grafico KDE Processore (x86) 700 MHz Ram 2GB Spazio libero su disco 10 GB Risoluzione monitor 1024x768 Ambiente grafico LMDE Processore (x86) 700 MHz Ram 1 GB MB Spazio libero su disco 5 GB Risoluzione monitor 800x600 Descrizione Linux Mint è una distribuzione GNU/Linux per personal computer, conosciuta per la sua facilità d'uso e per la semplicità di installazione. Si basa su Ubuntu (a sua volta basata su Debian) e usa sia repository propri sia quelli di Ubuntu. Mentre il nucleo di Linux Mint è basato su Ubuntu, il design, alcune applicazioni ed in generale l'aspetto grafico sono sviluppate direttamente dal team di Linux Mint. Le differenze includono dei temi, codec multimediali, un menu personalizzato ispirato a quello di Windows al posto di quello standard di Gnome (usato su Ubuntu fino alla versione 10.10), una collezione di strumenti di sistema progettati per semplificare l'utilizzo del sistema agli utenti. L'installazione di Linux Mint solitamente si effettua con il Live CD. Il sistema operativo può essere eseguito direttamente dal CD (sebbene con una significativa perdita di prestazioni), permettendo così agli utenti di provare Linux Mint ed eventualmente scovare delle incompatibilità hardware o mancanza di driver prima di effettuare l'installazione. Il CD contiene anche l'installatore Ubiquity, il quale guida l'utente attraverso le singole fasi dell'installazione. Le immagini iso di tutte le versioni correnti e precedenti sono disponibili per il download sul sito ufficiale del progetto. L'installazione da CD richiede un minimo di 512 MB di memoria RAM. Gli utenti possono scaricare un'immagine del CD (.iso), la quale può essere scritta su un dispositivo fisico (CD o DVD), oppure opzionalmente eseguita direttamente da hard disk o penna USB (tramite UNetbootin o GRUB). La main edition di Linux Mint è disponibile sia per 32 che 64-bit. Linux Mint è basato su Ubuntu e le due distribuzioni hanno molto in comune. Entrambe usano gli stessi repository. Per esempio, la release 6 (“Felicia”) usa l'insieme di pacchetti usati da Ubuntu Intrepid Ibex” (8.10). La maggior parte dei pacchetti sono gli stessi in entrambe le distribuzioni, e a partire dalla versione 6, ogni release di Linux Mint è basata su Ubuntu, mentre prima erano basate sulla precedente versione di Linux Mint. Linux Mint concentra la sua attenzione sull'eleganza, e include un numero di applicazioni che non sono presenti in Ubuntu, e viceversa. Mint ha alcune differenze di design rispetto a Ubuntu, ad esempio: Una diversa interfaccia utente, incluso un menù principale personalizzabile. Un approccio differente alla gestione degli aggiornamenti. Un insieme di applicazioni di sistema progettate per rendere la gestione e l'amministrazione del sistema più facili per gli utenti finali. Un differente parco software installato di default e alcune differenze nella configurazione del sistema. La versione principale (Main) di Linux Mint è stata spesso nominata come la miglior distribuzione Linux per principianti, grazie alla sua natura pronta all'uso dovuta alle applicazioni già installate di default e alla presenza di codec proprietari (come il supporto agli MP3 e Flash). Dal punto di vista progettuale, le principali differenze sono: A differenza di Ubuntu, Linux Mint non comunica le date di rilascio delle nuove distribuzioni. I rilasci sono annunciati quando pronti (when ready); possono essere rilasciati molto presto oppure in ritardo se vengono scoperti bug critici. Al contrario di Ubuntu, la filosofia di Linux Mint è compatibile con l'uso del software proprietario. Linux Mint favorisce la diffusione delle tecnologie Open Source ma considera anche alternative del mondo proprietario. L'esperienza dell'utente viene prima dei problemi di licenze. Ubuntu e Linux Mint adottano strategie di aggiornamento radicalmente differenti. Ubuntu raccomanda ai propri utenti di aggiornare tutti i pacchetti e di passare alle nuove versioni usando un metodo di aggiornamento basato su APT. I problemi risultanti sono contrassegnati come inconvenienti temporanei che potranno essere risolti con aggiornamenti futuri. Diversamente, Linux Mint raccomanda di non aggiornare i pacchetti che possono attaccare la stabilità del sistema e raccomanda l'utilizzo di una politica di Backup (mettendo a disposizione un Backup tool) e di passare alla versione successiva tramite una nuova installazione da DVD. fonte: it.wikipedia.org Homepage Download
  14. OS

    elementary OS Luna Lingua: Multi (Italiano incluso) Licenza: Open Source Requisiti di sistema: Processore da 1GHz x86 o amd64; 512GB di RAM; 5GB di spazio su disco; Supporto fisico CD/DVD o pendrive USB; Accesso a Internet (per effettuare gli aggiornamenti direttamente durante l’installazione). Descrizione: elementary OS è una distribuzione GNU/Linux per personal computer, basata su Ubuntu, orientata verso la semplicità, ma allo stesso tempo anche al minimalismo, anche grazie alla scarsa possibilità di personalizzazione grafica, basata sulle versioni LTS di Ubuntu Linux, delle quali utilizza i repositories, più altri specifici. Peculiarità è l'uso di un ambiente desktop appositamente creato, chiamato Pantheon, una versione modificata di GNOME 3. Presenta inoltre molte applicazioni appositamente sviluppate, come AppCenter (in sostituzione dell'Ubuntu Software Center, la cui prima versione è stata pubblicata nel 2013). Graficamente presenta un desktop molto simile a quello di Mac OS X, con una dock ancorata in basso, plank (il "core" sviluppato dal team di docky la futura versione 3 del loro progetto), ed una barra di stato situata di default nella parte alta dello schermo, Wingpanel. Come installer utilizza Ubiquity, mentre come window manager utilizza gala, una versione modificata di Mutter. Il sistema operativo può essere eseguito direttamente avviandolo in modalità Live CD (sebbene con una perdita di prestazioni), permettendo così agli utenti di provare la distribuzione ed eventualmente scovare delle incompatibilità hardware o mancanza di drivers prima di avviare il programma di installazione. Home page Guida post installazione Installare la lingua italiana: elementary OS 0.2 Luna viene rilasciata solo parzialmente in lingua italiana questo per ridurre le dimensioni del disco d'installazione. Per installare la lingua italiana in elemenenary OS 0.2 Luna basta accedere alle impostazioni di sistema e cliccare in Supporto Lingue o Launguage, confermando l'installazione. È consigliabile installare anche il pacchetto language-pack-gnome-it che consentirà di avere applicazioni in italiano, per installarlo basta avviare il terminale e digitare: sudo apt-get install language-pack-gnome-it e confermare. Installare aggiornamenti: Gli sviluppatori elementary e Ubuntu rilasciano quindi constanti aggiornamenti di sicurezza e mantenimento che possonno essere installati grazie al tool Aggiornamenti Software disponibile dal Menu, in alternativa basta avviare il terminale e digitare: sudo apt-get updatesudo apt-get upgrade Installare codec multimediali: Per installare i codec multimediali per riprodurre file audio e video in formato proprietario può essere utilizzato il tool ubuntu-restricted-extras il quale installerà anche font Microsoft, plugin Flash Player utili: avviare il terminale e digitare: sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras Installare monitor di sistema: Per installare Gnome System Monito in elementary OS 0.2 Luna basta digitare da terminale: sudo apt-get install gnome-system-monitor Aggiungere il tasto riduci a icona (stile windows): Tramite dconf Editor, scaricabile dal Software Center di eOS, è possibile aggungere il tasto riduci a icona in stile Windows. Per farlo, bisogna impostare la chiave org.pantheon.desktop.gala.appearance.button-layout in: :minimize,maximize,close Installare Elementary Tweaks e aggiungere addons: Nuovo tool dedicato alla personalizzazione di elementary OS, basato sui Gnome Tweak Tool e Ubuntu Tweak applicazioni specifiche per Ubuntu e Gnome Shell. Attraverso Elementary Tweaks è possibile cambiare il tema, set d'icone, font ecc inoltre il tool dispone di opzioni avanzate per Plank e Slingshot oltre a fornire opzioni riguardanti le animazioni e altro ancora. Il nuovo Elementary Tweaks offre un'interfaccia sviluppata in stile minimale simile per diversi aspetti ai tool di configurazione presenti in Switchboard. Per installare Elementary Tweaks su elementary OS Luna: sudo apt-add-repository ppa:versable/elementary-updatesudo apt-get updatesudo apt-get install elementary-tweaks Dopo averlo installato è possibile aggiungere i seguenti componenti aggiuntivi: Temi: sudo apt-get install elementary-dark-theme elementary-plastico-theme elementary-whit-e-theme elementary-harvey-themesudo apt-get install elementary-blue-themesudo apt-get install elementary-colors-themesudo apt-get install elementary-lion-themesudo apt-get install elementary-champagne-themesudo apt-get install elementary-milk-theme Icone faenza e nitrux: sudo apt-get install elementary-elfaenza-icons elementary-nitrux-icons Aggiungere il cestino nella Dock Bar: Da terminale: gksu pantheon-files /usr/share/applications Nella finestrà che si aprirà, tasto destro, creare un nuovo file vuoto chiamato: Cestino.desktop Aprire il file appena creato, con un editor di testo, ed incollare al suo interno le seguenti stringhe: [Desktop Entry]Name=CestinoComment=Cestino per files e cartelleExec=pantheon-files trash:///Icon=user-trashTerminal=falseStartupNotify=trueType=ApplicationX-Ayatana-Desktop-Shortcuts=Empty;[Empty Shortcut Group]Name=SvuotaExec=trash-emptyTargetEnvironment=Unity Salvare il file e chiuderlo. Successivamente trascinare l'icona del file appena creato, sulla Dock Bar. Chiudere la finestra che si è aperta, tornare sul terminale e digitare: sudo apt-get install trash-cli
  15. OS

    Debian in ambiente grafico Gnome 3 Lingua: Multi (Italiano compreso) Licenza: Open Source Requisiti Pentium 4 1 GHz RAM 128 MB Spazio libero su disco 5 GB Descrizione Cosa è Debian? Il Progetto Debian è una associazione di persone che ha come scopo comune la creazione di un sistema operativo libero. Il sistema operativo che abbiamo creato si chiama Debian. Un sistema operativo è l'insieme dei programmi di base e altri vari strumenti che permettono al computer di funzionare. Al centro di un sistema operativo c'è il kernel. Il kernel è il programma fondamentale sul computer ed esegue tutte le operazioni di base e permette di eseguire programmi. I sistemi Debian attuali utilizzano il kernel Linux o quello FreeBSD. Linux è un software scritto inizialmente da Linus Torvalds e che è supportato da migliaia di programmatori nel mondo. FreeBSD è un sistema operativo che comprende un kernel e vari applicativi. Inoltre, stiamo lavorando per fornire Debian su altri kernel, principalmente per Hurd. Hurd è un insieme di serventi che si basano su un microkernel (come ad esempio Mach) e che implementano vari servizi. Hurd è software libero prodotto dal progetto GNU. Larga parte degli applicativi di base che completano il sistema operativo provengono da GNU; da questo si hanno i nomi GNU/Linux, GNU/kFreeBSD e GNU/Hurd. Anche questi applicativi sono free. Certo, la cosa che la gente vuole è il software applicativo. Strumenti che permettano loro di ottenere che sia fatto ciò che vogliono, dallo scrivere documenti a gestire il lavoro ad eseguire giochi a scrivere altro software. Debian si presenta con più di 37500 pacchetti (software precompilato messo insieme in un formato adatto ad essere installato in maniera semplice sulla propria macchina) — tutto completamente free. È un po' come una torre. Alla base c'è il kernel. Sopra ci sono gli strumenti di base. Poi viene tutto il software che funziona sul computer. Alla sommità c'è Debian — che organizza e dispone tutto in maniera che tutto funzioni all'unisono. fonte: debian.org Homepage Download Debian è compatibile con tutti i comuni ambienti grafici linux (Unity, Kde, Cinnamon, Gnome 2, Xfce ecc)
  16. OS

    Kubuntu 14.04 LTS Lingua: Multi (italiano incluso) Licenza: Open Source Requisiti Processore 1 GHz (x86) Memoria RAM 512MB Spazio libero su disco rigido 4GB Video card VGA 640×480 Descrizione Kubuntu è una distribuzione Linux. Derivata ufficiale di Ubuntu, supportata anche dalle comunità KDE e Kubuntu.org, preferita per il suo ambiente desktop KDE rispetto a Unity. Kubuntu 14.04 LTS viene rilasciata con KDE 4.13, una delle migliori release di sempre in termini di velocità e stabilità. KDE 4.13, include di default: Il nuovo desktop semantico Baloo che velocizza notevolmente il processo d'indicizzazione dei file Il reader d'immagini Gwenview che aggiunge / migliora il supporto per RAW, L’editor di testo Kate completamente rivisitato con nuove features come ad esempio l'evidenziazione della sintassi in C++, supporto per C++11 e C++1y e nuove opzioni riguardanti per la sezione del testo e completamento automatico del codice. Internet Kubuntu include Mozilla Firefox, il browser web utilizzato da milioni di persone in tutto il mondo Naviga attraverso il web, condividi file, software e oggetti multimediali, invia e ricevi la posta elettronica e comunica con gli amici e la famiglia. I browser web come Chromium e Rekonq sono facilmente installabili Immagini Con Gwenview è davvero semplice organizzare e condividere le tue foto. Usa l'opzione Esporta per copiare le tue foto in un computer remoto, un iPod, una galleria HTML personalizzata, oppure per esportarle in servizi tipo Flickr, SmugMug, PicasaWeb e altri ancora. Se desideri caratteristiche di modifica e organizzazione avanzate, puoi installare digiKam. Audio e Video Kubuntu è pronto per riprodurre video e musica dal web, da CD e DVD. Il riproduttore audio Amarok ti consente di organizzare la musica e di ascoltare radio su Internet, podcast e altro, così come di sincronizzare le tue raccolte musicali con un lettore audio portatile. Dragon Player ti permette di guardare video dal computer, DVD o in streaming da Internet in modo semplice. Contatti e Posta elettronica Kontact è un software per la gestione delle informazioni personali dalle caratteristiche complete, compreso in Kubuntu. Contiene le applicazioni per la posta elettronica, il calendario, la rubrica e molto altro. Invia un messaggio di posta elettronica con KMail da servizi come Yahoo, GMail e vari servizi groupware. Organizza il tuo calendario e gli appuntamenti con KOrganizer e sincronizzali con servizi tipo Google Calendar. Mantieni organizzati i tuoi contatti con KAddressBook e importali o esportali in quasi tutti i formati di rubrica, oppure sincronizzali con i vari servizi groupware. Kontact rappresenta la perfetta integrazione per la gestione delle tue informazioni personali! Ufficio LibreOffice è una potente suite per l'ufficio semplice da usare. Usala per creare lettere, presentazioni, fogli di calcolo, diagrammi e database. LibreOffice funziona con documenti provenienti da altre popolari applicazioni per l'ufficio, tra cui WordPerfect e Microsoft Office. Utilizza il formato standard OpenDocument fonte: wikipedia.it / ubuntu-org.it Homepage Download Guida configurazione post installazione
  17. OS

    Lubuntu 14.04.1 LTS Lingua: Multi (italiano compreso) Licenza: Open Source Requisiti Intel Pentium II o Celeron e 128 MB di memoria RAM (questa configurazione è da considerarsi limite, il sistema risulterà lento ma ancora utilizzabile Descrizione Lubuntu è la versione di Ubuntu basata sull'ambiente grafico LXDE e fornisce un sistema leggero, poco esoso di risorse hardware e orientato al risparmio energetico. LXDE lavora bene sia con i vecchi computer, sia con i nuovi, e ti assicura un'esperienza desktop senza problemi. Navigate nel web tramite Firefox, il browser web multi-piattaforma open-source utilizzato da milioni di utenti in tutto il mondo. È sicuro, stabile, veloce e supporta la personalizzazione tramite estensioni. Usa Abiword e Gnumeric, le alternative leggere a LibreOffice, per creare documenti e fogli di calcolo. Entrambe le applicazioni forniscono il supporto agli standard industriali dei documenti e ti permettono di lavorare sui documenti in collaborazione con colleghi, amici o familiari. Ascolta la tua musica preferita con Audacious, un riproduttore musicale semplice ma potente. E guarda i tuoi video con Gnome-Mplayer, un riproduttore video veloce alimentato da mplayer e col supporto a molti formati. È inoltre possibile ottenere il supporto per altri codec installando il pacchetto lubuntu-restricted-extras. Con Pidgin, potrai rimanere in contatto con tutti i tuoi amici grazie al supporto di una vasta gamma di servizi chat, come AIM, Google Talk e facebbok. Con Lubuntu hai accesso all'intero repository di Ubuntu e a tutto il software incluso. Questo significa che hai a disposizione migliaia di nuove applicazioni pronte e gratuite per il tuo computer. Usa il Lubuntu Software Center ed esplora le categorie, quali giochi, scienza e istruzione, oppure cerca il tuo software preferito. fonte: www.ubuntu-it.org Homepage Download Guida alla configurazione post-installazione ----> Link
  18. OS

    Xubuntu 14.10 Lingua: Multi (italiano compreso) Licenza: Open Source Requisiti: 512 MiB di memoria di sistema (RAM) 5 GiB di spazio libero su disco Scheda grafica e schermo capace di una risoluzione di 800x600 Allo scopo di conservare le risorse di sistema alcune funzionalità dispendiose potrebbero venire disabilitate automaticamente. Per esempio, se si possiede una scheda grafica con poca memoria video a disposizione, la schermata di avvio potrebbe non venire visualizzata. Descrizione Xubuntu è il sistema operativo della famiglia Ubuntu basato su XFCE, un ambiente grafico veloce e leggero, adatto ai PC datati. Messaggistica istantanea Xubuntu fornisce Pidgin come client di messaggistica predefinito. È possibile collegarsi a diversi protocolli come AIM, ICQ, IRC, MSN e XMPP (Google Talk, Facebook) ed è anche possibile aggiornare il proprio account Twitter attraverso dei plugin di terze parti. In ufficio Per i bisogni dell'uffico, in Xubuntu puoi trovare Abiword, un leggero elaboratore di testi, che è in grado di leggere la maggior parte dei formati e Gnumeric, un programma di foglio elettronico con l'enfasi sulla precisione. Se hai la necessità di avere una suite completa di strumenti per l'ufficio, nei repository è disponibile anche LibreOffice. Il desktop Xubuntu Il menù Applicazioni fornisce l'accesso a tutte le tue applicazioni. Il pannello avviatori fornisce un rapido accesso alle tue applicazioni più importanti. È impostato per essere nascosto automaticamente per preservare lo spazio sullo schermo. Le applicazioni in esecuzione sono mostrate nel pannello superiore. Per una facile installazione di nuovo software, usa l'Ubuntu Software Center. Se hai bisogno di aiuto, seleziona Aiuto nel menù Applicazioni oppure consulta Help & Support sul nostro sito. Xfce è l'ambiente grafico di Xubuntu. Per saperne di più visita il sito web di Xfce. fonte: www.ubuntu-it.org Homepage Download Vi lascio anche il link a una guida per settare il sistema una volta installato
  19. OS

    Ubuntu 14.04 LTS Lingua: Multi (Italiano incluso) Licenza: Open Source Requisiti: Processore 1 GHz x86 (o superiore) Almeno 2 GiB di RAM 15 o più GiB di spazio libero su disco Scheda grafica capace di una risoluzione di 1024x768 Scheda madre capace di avvio da lettore CD/DVD o USB Scheda audio Connessione Internet (utile per installazione programmi o aggiornamento di sistema) Se si dispone di un computer equipaggiato con un processore a 64 bit è consigliato installare la versione per AMD64 e di disporre di una quantità di RAM pari o superiore a 3 GiB. Dall'esperienza si è notato che sui vecchi PC equipaggiati dischi IDE l'esecuzione del sistema risulta lenta a differenza di quello che accade con dischi SATA o SSD. E' pertanto consigliata l'installazione di una derivata di Ubuntu. Leggere quanto contenuto nel paragrafo Computer meno potenti. Descrizione: Sicuro Puoi navigare in tutta sicurezza con Ubuntu, certo che i tuoi file e i tuoi dati resteranno protetti: un firewall integrato e una protezione contro i virus sono inclusi come standard. E se si manifesta una potenziale minaccia, hai a disposizione aggiornamenti automatici che puoi installare con un clic. Aggiungi ancora più sicurezza con AppArmor, che protegge le applicazioni più importanti da possibili attacchi. E grazie a Firefox e al sistema integrato per le chiavi di sicurezza, Ubuntu ti aiuta a mantenere private le tue informazioni più sensibili. Così sia che tu stia accedendo al tuo conto in banca o condividendo dati sensibili coi tuoi amici o colleghi, puoi stare tranquillo proprio Compatibile Ubuntu funziona brillantemente con una gran varietà di dispositivi. Collega semplicemente il tuo lettore MP3, la tua macchina fotografica o stampante al tuo computer, e tutto funzionerà immediatamente. Senza CD di installazione. Senza preoccupazioni. Ed è compatibile anche con Windows! Così puoi aprire, modificare e condividere documenti Microsoft Office senza problemi. Veloce Ubuntu parte rapidamente su qualunque computer, ma è particolarmente veloce sulle macchine più nuove. Senza programmi non necessari e software in prova a rallentare le cose, avviare il computer e aprire un browser è un'operazione di pochi secondi. A differenza di altri sistemi operativi che ti lasciano a fissare lo schermo, in attesa di essere online. E Ubuntu non diventerà più lento nel tempo. È veloce. E resterà veloce. Accessibile L'accessibilità è un aspetto centrale per la filosofia di Ubuntu. Noi crediamo che i computer siano per tutti, indipendentemente da nazionalità, razza, genere o disabilità. Completamente tradotto in 25 lingue, Ubuntu include anche tecnologie assistive essenziali che sono, ovviamente, completamente gratuite. Home Page Download
  20. OS

    Parliamo qui, di questo sistema operativo. Pareri, perplessità, aiuti su come funzionano alcune feature ... questo è il topic adatto! Novità iOS 8: https://www.apple.com/it/ios/whats-new/ Sviluppatore Apple Inc. Famiglia SO Mac OS X / Unix-like Modello del sorgente Proprietario (il nucleo Darwin è open source) Release iniziale 1.0 (29 giugno 2007) Tipo di kernel Ibrido (XNU basato su kernel Mach e FreeBSD) Piattaforme supportate 64- e 32-bit ARM (iPhone, iPod, iPad, iPad Mini, 2° gen. e superiori di Apple TV), Apple A4, Apple A5, Apple A5X, Apple A6, Apple A6X, Apple A7, Apple A8, Apple A8X Metodo di aggiornamento OTA (disponibile da iOS 5)[1], Mac e PC Licenza APSL Stadio di sviluppo In produzione. Sito web http://www.apple.com/it/ios/ Novità iOS 8
  21. OS

    Parliamo qui, di questo sistema operativo. Pareri, perplessità, aiuti su come funzionano alcune feature ... questo è il topic adatto! Novità Windows Phone 8.1: http://www.windowsphone.com/it-it/how-to/wp8/basics/whats-new-in-windows-phone Sviluppatore Microsoft Corporation Famiglia SO Windows NT Modello del sorgente Closed source Release iniziale 8.10.12359.845 (14 aprile 2014 pre-installato su Nokia Lumia 630, Nokia Lumia 530, Nokia Lumia 730, Nokia Lumia 830, Nokia Lumia 930) Tipo di kernel Ibrido Piattaforme supportate ARM Licenza Proprietario (MS-EULA) Stadio di sviluppo Corrente Predecessore Windows Phone 8 Successore Windows 10 Sito web www.windowsphone.com Novità rispetto a Windows Phone 8 Requisiti hardware minimi per smartphone con Windows Phone 8.1
  22. OS

    In questa discussione è possibile chiedere supporto ed informazioni su Windows 8, oltre che vederne una piccola introduzione. Windows 8 Windows 8 è la nuova versione del sistema operativo Windows sviluppato da Microsoft ed è il successore di Windows 7. La versione finale è stata resa disponibile al pubblico il 26 ottobre 2012. Edizioni disponibili: Windows 8: è l’edizione di base rivolta all'utente comune, sostituisce le edizioni Windows 7 Starter, Windows 7 Home Basic e Windows 7 Home Premium. Windows 8 Pro: è l’edizione per gli utenti che vogliono il massimo, sostituisce le edizioni Windows 7 Professional e Windows 7 Ultimate. Windows 8 Enterprise: è l'edizione che è rivolta alle aziende, comprende tutte le caratteristiche di Windows 8 Pro più quelle per le aziende, sostituisce l’edizione Windows 7 Enterprise. Interfaccia: Questa versione di Windows si basa sulla nuova interfaccia creata da Microsoft, già presente sul sistema operativo mobile Windows Phone, chiamata Metro: Requisiti di sistema: Processore: x86 da 1 GHz (32 bit), x64 da 1 GHz (64 bit) RAM: 1 GB (32 bit), 2 GB (64 bit) Spazio libero su disco fisso: 16 GB (32 bit), 20 GB (64 bit) Scheda video: DirectX 9 con driver WDDM 1.0 (32 e 64 bit) Software incluso: In Windows 8 si trovano preinstallate le seguenti app di Windows Store: Bing, Calendario, Contatti, Finanza, Foto, Fotocamera, Giochi, Internet Explorer, Lettore, Mail, Mappe, Messaggi, Meteo, Musica, Notizie, SkyDrive, Sport, Store, Viaggi e Video. Foto: consente la visualizzazione di foto su qualsiasi PC, su SkyDrive o su altri servizi come Facebook e Flickr. Calendario: permette la gestione simultanea di più calendari associati all'account Microsoft. Contatti: è una rubrica che riunisce i contatti dell'utente, permettendone anche l'importazione da Facebook e LinkedIn. Mail: è una app per la posta elettronica che può collegarsi a più account di posta. Messaggi: può tenere traccia di tutte le conversazioni di messaggistica istantanea attraverso Messenger, Facebook e altre reti IM connesse. Windows 8.1 Windows 8.1 (o Windows Blue) è il primo aggiornamento di Windows 8 gratuito e scaricabile dal Windows Store. Cambiamenti rispetto a Windows 8: È tornato il pulsante Start di Windows che però non riporta indietro il relativo menù, ma è solo un collegamento alla schermata Start. Si può scegliere se, all'avvio del PC, visualizzare la schermata Start o il desktop. È possibile gestire più app contemporaneamente, ad esempio si possono disinstallare più app, mentre prima si poteva disinstallare solo un'app alla volta. La schermata delle impostazioni del PC, ora, consente di controllare tutte le impostazioni senza dover usare il pannello di controllo. La schermata di blocco, ora, può essere utilizzata come una cornice digitale visualizzando le foto scelte dall'utente, anche quelle caricate su SkyDrive, il servizio cloud offerto da Microsoft. Le app installate possono essere gestite meglio, ad esempio è possibile ordinare le numerose app per nome, utilizzazione, data dell'installazione e tipo. La funzione di ricerca, integrandola con Bing; ora nelle ricerche appariranno, oltre ai risultati trovati sul PC, anche i risultati trovati sul web e su SkyDrive. L'integrazione con il cloud, ora, consente di salvare, visualizzare e modificare i file direttamente da SkyDrive, anziché dal disco rigido del computer. Sono arrivati nuovi sfondi alla schermata start, anche dinamici, e nuovi colori, e si può usare anche lo sfondo del desktop. Le tile ora assumono colori diversi per le icone delle applicazioni desktop, assumono, in pratica il colore predominante dell'icona, e non sono quindi come su Windows 8 tutte dello stesso colore. La schermata Start può essere personalizzata meglio: sono arrivate due nuove dimensioni dei riquadri, una più grande e una più piccola. Si possono visualizzare due app contemporaneamente, che occuperanno uno spazio variabile dello schermo ridimensionabile come si preferisce, piuttosto che occuparne il 70% e il 30% come in Windows 8. Senza ridimensionare, lo spazio inizialmente occupato è del 50% per entrambe le app. Internet Explorer si è aggiornato alla versione 11 con vari miglioramenti. È arrivato il supporto nativo alla stampa in 3D (3D Printing). È diminuita la risoluzione minima per utilizzare la funzione Snap View (per visualizzare più app contemporaneamente), da 1366x768 a 1024x768, per display con diagonale inferiore ai 10 pollici. È ora possibile utilizzare fino a 4 app contemporaneamente, ma a quanto pare solo se la larghezza di queste ultime è uguale. È nato un File Manager utilizzabile nell'interfaccia Modern UI (ex Metro), per facilitare la gestione/modifica file anche su dispositivi touch. La barra delle applicazioni e il desktop sono più trasparenti di prima. Pagina generale Guida per scaricare il sistema