Brezza dell'est

Ex Staffer NDZF
  • Numero contenuti

    9927
  • Iscritto

  • Ultima visita


Attività Reputazione

  1. Like
    Brezza dell'est reacted to pazzorik in Come aprire e gestire un blog   
    Qui va bene bri, per il quesito ne so davvero poco ma immagino che i vari Twitter e instagram al giorno d'oggi siano i canali che possono offrire sicuramente più visibilità.
  2. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da pazzorik in Come aprire e gestire un blog   
    Un mio amico poeta vorrebbe aprire un blog ed ha chiesto aiuto a me anche se non ne so un accidente
    indi per cui chiedo aiuto a voi
    Ho pochi dati, posso solo dirvi che sarebbe ovviamente un blog di poesia, possibilmente funzionale, ma gratuito. Dove aprirlo? come aprirlo? come gestirlo? come procurarsi pubblico? ecc ecc

    @pazzorik ero indecisa se postare qui o in supporto generale, sposta pure se ho sbagliato
  3. Like
    Brezza dell'est reacted to Kin in Come aprire e gestire un blog   
    Bre io non ho esperienza tranne che per una prova che ho fatto anni fa, subito dismessa, ma qualche mese fa mi sono trovata su questo sito se hai voglia di leggere qualcosa, magari aiuta
     http://www.giovannironci.it/come-creare-un-blog-gli-strumenti-migliori/
    ti linko anche questo articolo
    http://comunicaresulweb.com/web-writing/fare-un-blog-di-successo/
    ovviamente ci sono anche consigli per il business, ma non so se vi interessa, mi dispiace non poter essere molto utile, buona fortuna al tuo amico, molti usano wordpress, altri siteground, fate un giro di blog di poesia per vedere come sono strutturati e chi li ospita
  4. Like
    Brezza dell'est reacted to Kin in Studio Ghibli   
     
    Al cinema solo domani 14 novembre, qui le sale Nexodigital
  5. Like
    Brezza dell'est reacted to XOUJO in Studio Ghibli   

     

  6. Like
    Brezza dell'est reacted to Fabi_92 in Cosa ne pensate di NDZF?   
    Io penso che sono passati 4 fottuti anni  
    e non sto a contare quelli spesi su DZ perchè raddoppierebbero
     
  7. Like
    Brezza dell'est reacted to Adenina in Cosa ne pensate di NDZF?   
     
    Ottima idea
    "Cosa fanno due infermieri in banca?...Un prelievo! "
     
    A parte gli scherzi: mi spiace un sacco per come stanno andando le cose. Ogni tanto cerco di scrivere in chat: ci provo con le buone, con le cattive ecc, ma niente. Pochissimo responso.
    A volte penso "se ci sforzassimo tutti un po' di più", ma poi penso che un foro non può essere "un lavoro", cioé, non solo almeno.
    Sigh!
     
    @Soshin macché, anche il gruppo di Telegram è quasi morto
     
     
  8. Like
    Brezza dell'est reacted to Soshin in Cosa ne pensate di NDZF?   
    No ma io intendo tutti i social in generale Ade, prima che venissero creati i forum erano pieni, per dire anche un forum grosso come quello di spaziogames si e' ridimensionato negli ultimi anni
  9. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da Soshin in Musica heavy metal   
    sarà fatto @Soshino
  10. Like
    Brezza dell'est reacted to Soshin in Musica heavy metal   
    @LadyCross@Brezza dell'est
    Ascoltatevi gli Architects meritano tantissimo
  11. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da Kin in Vita di Siddharta il Buddha   


     
    Autore: Thich Nhat Hanh


    Titolo: Vita di Siddharta il Buddha narrata e ricostruita in base ai testi canonici pali e cinesi
    Casa Editrice: Ubaldini Editore
    Genere: Filosofia Orientale
    Pagine: 419
    Prezzo: 24,00 €
     
    Trama: Nato intorno al 563 a.C. a Kapilavastu, in una regione himalayana fra il Nepal e l'India, principe, asceta e infine Illuminato, il Buddha è tutt'oggi una eccezionale figura spirituale. Con il suo stile semplice ed immediato, Thich Nhat Hanh ci racconta la vita e la figura del Buddha immerse nell'India del suo tempo e amalgamate alla comunità dei primi seguaci che, assieme al Maestro; percorrono il bacino del Gange per diffondere l'insegnamento.
    Il tutto calato in un presente che, pur datato 2500 anni fa, è lo stesso presente delle nostre azioni più quotidiane: mangiare, camminare, sorridere.
    Negli ottantuno episodi della narrazione, che vanno dalla nascita del Buddha al parinirvana, si alternano quattro voci: Svasti, un giovane intoccabile, guardiano di bufali; il Buddha stesso, che racconta ai bambini di un villaggio la propria infanzia e il percorso che l'ha portato all'illuminazione; Assaji, uno dei primi cinque discepoli, e Ananda, che passò tutta la vita al fianco del Maestro.
    Ciascun episodio è rigorosamente basato sui dati preservati nei testi canonici pali e cinesi, in particolare i Nikaya, o "collezioni" di discorsi, e gli Agama del Tripitaka Taisho.
    Tutte le fonti son specificate nell'Appendice capitolo per capitolo. [fonte: il libro stesso]
     
    Opinione personale sul testo: Son rimasta particolarmente colpita dalla semplicità con cui vengono trattati argomenti metafisici astratti di non facile comprensione. Grazie ai molteplici e diversi incontri del Buddha con persone interessate ai suoi insegnamenti, i temi vengono ripetuti in tante forme diverse, permettendo così al lettore di poter comprendere i concetti o semplicemente approfondirli.
    La vita del Buddha viene narrata in modo diretto e fedele ai testi canonici (come detto alla voce "trama" possiamo risalire direttamente alle fonti grazie all'appendice che riferisce capitolo per capito tutti i dati per ritrovare i fatti narrati nei testi pali). L'autore non si permette mai un'opinione personale cercando di restare il più possibile fedele ai fatti e questo a me è piaciuto.
    E' una lettura che consiglio assolutamente a chi si stia avvicinando al mondo del Buddhismo o a chi semplicemente sia interessato alla vera vita di Siddhartha, non romanzata.
     
    Pareri sull'edizione:  libro molto maneggevole, morbido, fornito di sovracopertina e rilegato con la colla. Carattere di scrittura piccolo, ma leggibilissimo.
  12. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da Kin in I nostri ricordi di NDZF   
    Lezione di nerderia n° 1 del prof. @bomale
  13. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da Lief in Pillars of Eternity   
    io ci sto giocando e mi sta piacendo un sacco
  14. Like
    Brezza dell'est reacted to Lief in Pillars of Eternity   

    Titolo : Pillars of Eternity Data di uscita: 26 Marzo 2015 Genere: RPG isometrico Editore: Paradox Interactive Sviluppatore: Obsidian Entertainment Piattaforme: Windows, Mac, Linux  
    Descrizione gioco:
    Pillars of Eternity è un RPG con camera isometrica che raccoglie l'eredità dei grandi classici RPG occidentali Bioware della fine degli anni '90 (Baldur's Gate, Icewind Dale, Planescape Torment).
    A differenza di quest'ultimi non utilizza il regolamento D&D ma uno totalmente nuovo creato appositamente per il gioco.
    In Pillars il giocatore si troverà a viaggiare attraverso un mondo fantasy-medievale.
    La reattività delle quest è indubbiamente uno dei punti forti del gioco. Esse potranno infatti essere completate in tantissimi modi diversi (dal classico combattimento, allo stealth, alla diplomazia tramite finestre di dialogo ecc...).
    È inoltre presente un sistema a reputazione che permetterà al giocatore di guadagnare dei punti a seconda delle proprie scelte, indirizzando il proprio allineamento e sbloccando di conseguenza dialoghi personalizzati sulla reputazione che il proprio personaggio si è fatto nel mondo di gioco (ad esempio, se siete stati onesti durante la maggior parte del gioco, alla fine la maggior parte degli NPC saranno più propensi a credervi, anche se scegliete di mentire). Ovviamente i dialoghi con gli NPC e le interazioni con il mondo di gioco possono dipendere anche dalle proprie statistiche che potranno essere eventualmente aumentate temporaneamente da armi e pozioni.
    Durante il corso del gioco si potrà (e a volte si sarà anche costretti) ad intraprendere dei combattimenti che, come negli RPG a cui Pillars si ispira, saranno in tempo reale con pausa tattica (sarà in pratica possibile, durante il combattimento, sospendere il tempo per dare i comandi a tutto il proprio party). Sono inoltre disponibili due modalità aggiuntive, il tempo X2 (che consente movimenti veloci nella mappa) e il tempo 1/2 (che consente di dare ordini in tempo reale senza utilizzare necessariamente la pausa tattica).
    La prima finestra che accoglie il giocatore è la finestra di creazione del proprio personaggio che è la stessa che accoglierà anche il giocatore che deciderà di creare personaggi aggiuntivi per il proprio party. In questa finestra sarà possibile decidere razza, classe, storia e tantissime altre statistiche che determineranno l'identità e l'unicità del proprio personaggio in-game.
    Ovviamente, come in tutti gli RPG di questo tipo, sarà anche possibile incontrare degli NPC che decideranno di unirsi al nostro party, e che avranno delle quest dedicate al proprio personaggio.
    Anche il finale, come molte altre cose, dipenderà da alcune decisioni chiave prese durante il gioco.

    Pillars of Eternity nasce da un kickstarter avvenuto nel 2012. Durante il 2015 sono uscite le due parti dell'espansione chiamata The White March, che aggiunge altre 30 ore circa alle 70 ore del gioco base. Ad oggi si sta svolgendo su fig il crowfunding di Pillars of Eternity II: Deadfire previsto per il Q1 del 2018 nel quale si potrà importare il proprio personaggio di Pillars of Eternity 1 e le proprie scelte per continuare la propria avventura.
     
    Sia Pillars of Eternity 1 sia il 2 sono e saranno tradotti totalmente in lingua italiana (il voice over sarà invece solo disponibile in lingua inglese).
     
    EDIT. 06/09/2017
    Da pochi giorni è uscita anche la complete edition per console. Ebbene sì, anche i consolari patiti del pad potranno godersi questo capolavoro (per ora solo il primo titolo).
    Personalmente sconsiglio, a meno che non si sia assolutamente allergici a mouse e tastiera, di prendere la versione console piuttosto che quella computer. I comandi sono stati studiati per mouse e tastiera, il tempo reale con pausa tattica è efficiente solo con mouse e tastiera. I menù sono tutti stati studiati per essere godibili con mouse e tastiera (anche se c'è stata un po' di ottimizzazione per il gamepad siamo comunque lontani dai livelli di comodità del sistema di controllo principale)... ma è sicuramente meglio che perdersi questo capolavoro.
     
    Trailer:
     
    Sito ufficiale:
    https://eternity.obsidian.net/
     
    Opinione Personale:
    Il mio genere preferito è sempre stato l'RPG (che fosse occidentale, giapponese, action o strategico).
    In questi anni ho potuto riconoscere che il mio preferito in assoluto è il genere RPG-Stealth di cui però l'unico rappresentante che conosco è Deus Ex 1.
    Pillars of Eternity rappresenta il mio secondo genere preferito e, forse perchè ho scoperto questo genere proprio giocando Pillars, lo ritengo il capolavoro che merita il secondo posto.
    Un'unica cosa credo manchi a Pillars of Eternity, la camera in terza persona (un po' come in Dragon age origins dove si può muovere il personaggio con la camera in terza persona, ma si può cambiare la visuale in camera isometrica in qualsiasi momento per rendere più comodi i combattimenti con pausa tattica), ma in base alla mia esperienza resta comunque il miglior titolo RPG.
    La reputazone è il sistema che più mi ha stupito... è stata la prima volta che un titolo mi ha dimostrato di aver preso seriamente ogni mia scelta e che ogni azione avesse una seria conseguenza molto personalizzata e poco replicabile. Anche in un solo gameplay ho potuto assaporare continuamente le diverse strade che mi venivano proposte.
    Ho inoltre adorato il livello di personalizzazione della sfida, e il bilanciamento delle varie modalità. La modalità Normale non è facile, ma non è neanche difficile, la possibilità di usare un unico salvataggio non è preclusa in nessuna delle modalità di gioco. Penso sia uno dei pochi giochi in cui (nonostante la possibilità di salvare e caricare il salvataggio in qualsiasi momento) mi sono ritrovato a dover evitare il confronto con un drago anche se avrei voluto sconfiggerlo subito... Le mie abilità non erano sufficienti ma probabilmente un giocatore più asperto avrebbe superato l'ostacolo.
    Ho infine adorato il bestiario, il quest log (molto preciso), e la possibilità di prendere Note (ho per la prima volta tenuto un diario di gioco, cosa che non mi era mai capitato di fare).
     
    Uno dei pochissimi giochi che consiglio ad occhi chiusi anche a prezzo pieno.
  15. Like
    Brezza dell'est reacted to Carisma20 in Pillars of Eternity   
    Davvero un ottimo titolo, devo riprenderlo che mi sta tornando voglia  Ma devo finire prima Tales of Berseria
     
    @Brezza dell'est
  16. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da TheFedex in Anathema   
     
     
  17. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da TheFedex in Anathema   


     
     
    Gli Anathema sono una band inglese, originaria di Liverpool.   Agli inizi della loro carriera hanno contribuito a sviluppare, insieme a Paradise Lost e My Dying Bride, il genere death doom metal. Tuttavia, in un percorso di continua evoluzione e ricerca, si sono distaccati dalle sonorità più cupe degli esordi per sviluppare ad ogni nuova uscita un suono più atmosferico e affine a sonorità progressive rock e art rock.     Discografia:   1993 – Serenades 1995 – The Silent Enigma 1996 – Eternity 1998 – Alternative 4 1999 – Judgement 2001 – A Fine Day to Exit 2003 – A Natural Disaster 2010 – We're Here Because We're Here 2012 – Weather Systems 2014 – Distant Satellites         Fonte - Official website  
  18. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da Scimitar in Auguri di buon compleanno!!   

  19. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da uilliamuallace in Morgan Freeman Science Show   

     
     
    Il Morgan Freeman Science Show (Through the Wormhole with Morgan Freeman) è una serie di documentari dedicati ai misteri dell'universo, presentati da Morgan Freeman e trasmessi negli Stati Uniti da Science Channel nel giugno 2009. Narrata dalla voce dell'attore, la serie si interroga sui buchi neri, i viaggi nel tempo e la possibilità di forme di vita extraterrestri.
    La serie è trasmessa in Italia da Discovery Science a partire dal 15 novembre 2010 e in chiaro da Focus Tv dal 15 dicembre 2013.
    Nell'edizione italiana della prima stagione alla voce di Morgan Freeman è sovrapposta quella di Renato Mori, suo doppiatore abituale, mentre nella seconda gli subentra Michele Gammino.
     
     
    Titolo Originale: Morgan Freeman Science Show
    Paese: Stati Uniti d'America
    Anno: 2010
    Genere: Divulgazione scientifica
    Edizioni: 4
    Puntate: 38
    Durata: 45 min
    Ideatore: Geoffrey Sharp
    Produttore: The Incubator Revelations Entertainment
    Presentatore: Morgan Freeman
    Rete originale: Discovery Science
    Rete italiana: Discovery Channel
     
    Prima Stagione

     
    Secondo Stagione

     
    Terza Stagione

     
    Quarta Stagione

     
     
    Fonte
     
    Collegamenti: Morgan Freeman
  20. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da XOUJO in La storia infinita   
    intrippato tu? io sono un fortunadrago per nascita
  21. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da Scimitar in Auguri di buon compleanno!!   
     l'eterna adolescente
  22. Like
    Brezza dell'est reacted to Scimitar in Auguri di buon compleanno!!   
     
    Tanto compi sempre 17 anni.
  23. Like
    Brezza dell'est reacted to XOUJO in La storia infinita   
    Stavo per aprirlo io ma ho visto ora che mi hai preceduto di ben 3 anni  
    Sul film ho poco da dire, ci sono cresciuto e per me rimarrà sempre un capolavoro, uno di quei film da far vedere ai figli, nipoti, pronipoti ecc. Quando ero piccolo pochi film mi hanno regalato le emozioni che mi ha dato la storia infinita pensa che una notte sognai persino di volare in groppa al fortunadrago (immagina quanto ero intrippato)
    Anche se mi piacerebbe riguardarlo sono sicuro che non riuscirei ad apprezzarlo come quando facevo da bambino, questo perche crescendo siamo abituati a guardare le cose con occhio molto più critico, mentre questo è un film che, almeno per me, da il meglio se guardato con gli occhi di un bambino. 
     
     

     
  24. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da XOUJO in La storia infinita   

     
     
     
    La storia infinita (Die unendliche Geschichte) è un film del 1984 diretto da Wolfgang Petersen.
     
    Ispirato al romanzo omonimo di Michael Ende, è interpretato da Noah Hathaway, Barret Oliver e Tami Stronach nella sua prima apparizione cinematografica. Il suo budget di 25 milioni di dollari ne fece il più costoso film di produzione tedesca.
     
    Il film ha avuto due seguiti, La storia infinita 2 (1990) e La storia infinita 3 (1994).
     
    Trama
     
     
     
     
     
     
     
     
    Titolo originale Die unendliche Geschichte
    Lingua originale inglese
    Paese di produzione Germania Ovest
    Anno 1984
    Durata 90 min
    Colore colore
    Audio sonoro
    Genere fantastico, avventura
    Regia Wolfgang Petersen
    Soggetto Michael Ende
    Sceneggiatura Wolfgang Petersen, Herman Weigel
    Fotografia Jost Vacano
    Montaggio Jane Seitz
    Effetti speciali Uwe Bendixen Pesci, Brian Johnson, David Fincher
    Musiche Giorgio Moroder
     
    Interpreti e personaggi
     
    Fonte
     
     
     
     
     
    Opinione personale: per quanto mi riguarda La storia infinita tratta temi che riguardano il mondo degli adulti, pur essendo una storia per bambini la perdita della fantasia e della capacità di sognare, della creatività, non è certo una questione che riguarda il mondo infantile. Insomma secondo me è una storia che nasconde significati più profondi di quanto possa sembrare. Seppur datato accompagna lo spettatore in un bel mondo, con personaggi non privi di caratteristiche divertenti (tranne alcuni: il lupo mi terrorizzava da piccola ) e poi c'è il fortunadrago!
  25. Like
    Brezza dell'est ha ricevuto la reputazione da morgan55 in Lolita (1962)   

     
    Trama:
     
     
    Titolo originale    Lolita
    Paese di produzione    Regno Unito, USA
    Anno    1962
    Durata    153 min
    Colore    B/N
    Audio    RCA Sound Recording
    Rapporto    1.66:1
    Genere    drammatico
    Regia    Stanley Kubrick
    Soggetto    Vladimir Vladimirovič Nabokov (romanzo)
    Sceneggiatura    Vladimir Vladimirovič Nabokov
    Produttore    James B. Harris
    Fotografia    Oswald Morris
    Montaggio    Anthony Harvey
    Musiche    Nelson Riddle
    Scenografia    William Andrews, Syd Cain

    Interpreti e personaggi
     
     
    Opinione personale: finalmente son riuscita a vedere il primo Lolita xD ebbene devo dire che rispetto al film di Adrian Lyne, Lolita di Kubrick si presenta decisamente più delicato. Mantenendo uno stile anni 60, la passione del professore per Lolita, l'ossessione possessiva che ha per lei, la furbizia provocatoria di Lolita stessa e tutto il clima di degrado che pian piano si va respirando nel "remake", lasciano il posto ad una sottile ironia, che con un attore del calibro di Peter Sellers è quasi impossibile che non ci sia... ed il suo personaggio (Clare Quilty) acquista maggior spessore nel film di Kubrick rispetto a quello di Lyne in cui resta una figura misteriosa e dubbia sino allo svelamento della sua identità. Insomma mi pare che la differenza che spicchi principalmente tra i due film è proprio una questione di tempi: nel primo si predilige uno stile meno esplicito, più delicato/intuitivo, meno colorato, a tratti ironico, mentre nel secondo si tende a calcare la mano più nel drammatico/ossessivo. Pur avendoli apprezzati entrambi credo di continuare a preferire la versione di Lyne, forse perchè son figlia dei tempi moderni  o forse perchè adoro la recitazione di Jeremy Irons *______*
     
    Collegamenti: