Brezza dell'est

Ex Staffer NDZF
  • Numero contenuti

    9920
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    61

Brezza dell'est last won the day on Marzo 11

Brezza dell'est had the most liked content!

Su Brezza dell'est

  • Rank
    Creepy Member
  • Compleanno 04/02/2013

Interessi

  • Genere
    Femminile
  • Località
    L'eternità
  • Interessi
    Mi interessa conoscere, vedere, pensare, non sprecare un attimo della mia esistenza.
  • Presentazione
    3458

Metodi di Contatto

  • MSN
    https://www.instagram.com/brezzadellest/
  • Skype
    inutile chiedermi il contatto, finirebbe che vi aggiungo ma che non chattiamo, visto il poco tempo che gli sto dedicando xP

Visite recenti

4669 visite nel profilo
  1. cià max
  2. PC

    io ci sto giocando e mi sta piacendo un sacco
  3. Alternative rock

    I Neutral Milk Hotel sono un gruppo indie rock statunitense proveniente da Ruston, attivo tra il 1989 ed il 1999 ricostituitosi nel 2013. Sono noti per il loro stile sperimentale, i testi oscuri e l'eclettica strumentazione. Il leader del gruppo è il fondatore Jeff Mangum, autore del maggior numero di canzoni della band. Gli altri componenti sono Jeremy Barnes (batteria), Scott Spillane (armonica), Julian Koster (banjo, chitarra e sega ad arco), anche se la band ebbe sempre una composizione poco stabile. Fecero parte del progetto Elephant 6, ovvero un'etichetta indipendente con sede ad Athens, che comprendeva i maggiori gruppi indipendenti statunitensi della zona. Discografia 1996 – On Avery Island (Merge Records) 1998 – In the Aeroplane over the Sea (Merge Records) http://walkingwallofwords.com/ - Facebook
  4. Firenze Rocks Arriva a Firenze, all'Ippodromo del Visarno, il festival più rock dell'estate 2017! 23 giugno, Aerosmith + Placebo + Deaf Havana biglietto 69.00 24 giugno, Eddie Vedder + The Cranberries biglietto 69.00 25 giugno, System of a Down + Prophets of Rage biglietto 63,25 http://www.ticketone.it/tickets.html?affiliate=IGA&doc=artistPages/tickets&fun=artist&action=tickets&includeOnlybookable=true&kuid=533371&xtor=SEC-303030332-GOO-[Firenze_Rocks_-_SOLO]-[182529780216]-S-[firenze rocks]#eventInfo
  5. l'eterna adolescente
  6. film

    intrippato tu? io sono un fortunadrago per nascita
  7. Grazie mille a tutti sto diventando un draghetto grande
  8. Uroplatus phantasticus - Geco satanico dalla coda a foglia - Draghetto del Madagascar *__________*
  9. manga

    grazie, troppo gentile
  10. 34° Contest mensile ndzf - Miglior AMV della rete [VOTAZIONI] Tema: Fairy Tail Regolamento: - Potete votare solo un lavoro. - Se volete, potete commentare anche nella discussione (motivo di questa scelta, tra chi eravate indecisi ecc.) - Chi ha partecipato al contest può votare. - Verranno presi in considerazione solo i voti del sondaggio NON quelli lasciati nel topic. - A parità di merito lo Staff valuterà e decreterà il vincitore, che avrà la possibilità di scegliere il tema del prossimo contest. La votazione chiude alle ore 23.59 del 22 Gennaio. I voti successivi non verranno contati. Video dei partecipanti: 1. Orfeo: Angel With A Shotgun 2. elblancko Lost in the flame 3. Germanoreale The Phoenix Buona votazione
  11. Artista

    ammirevole a parer mio
  12. serie tv

    terrò presente il tuo consiglio non amico
  13. film

    Trama: Titolo originale Lolita Paese di produzione Regno Unito, USA Anno 1962 Durata 153 min Colore B/N Audio RCA Sound Recording Rapporto 1.66:1 Genere drammatico Regia Stanley Kubrick Soggetto Vladimir Vladimirovič Nabokov (romanzo) Sceneggiatura Vladimir Vladimirovič Nabokov Produttore James B. Harris Fotografia Oswald Morris Montaggio Anthony Harvey Musiche Nelson Riddle Scenografia William Andrews, Syd Cain Interpreti e personaggi Opinione personale: finalmente son riuscita a vedere il primo Lolita xD ebbene devo dire che rispetto al film di Adrian Lyne, Lolita di Kubrick si presenta decisamente più delicato. Mantenendo uno stile anni 60, la passione del professore per Lolita, l'ossessione possessiva che ha per lei, la furbizia provocatoria di Lolita stessa e tutto il clima di degrado che pian piano si va respirando nel "remake", lasciano il posto ad una sottile ironia, che con un attore del calibro di Peter Sellers è quasi impossibile che non ci sia... ed il suo personaggio (Clare Quilty) acquista maggior spessore nel film di Kubrick rispetto a quello di Lyne in cui resta una figura misteriosa e dubbia sino allo svelamento della sua identità. Insomma mi pare che la differenza che spicchi principalmente tra i due film è proprio una questione di tempi: nel primo si predilige uno stile meno esplicito, più delicato/intuitivo, meno colorato, a tratti ironico, mentre nel secondo si tende a calcare la mano più nel drammatico/ossessivo. Pur avendoli apprezzati entrambi credo di continuare a preferire la versione di Lyne, forse perchè son figlia dei tempi moderni o forse perchè adoro la recitazione di Jeremy Irons *______* Collegamenti: